Home / Economia  / Politica  / Per la candidata sindaco Valeria Salvati, il bilancio consultivo 2018 è da bocciare

Per la candidata sindaco Valeria Salvati, il bilancio consultivo 2018 è da bocciare

Il candidato sindaco del Centro Destra di Preganziol, Valeria Salvati, invia per la pubblicazione questo suo comunicato sulla seduta del Consiglio comunale del 18 aprile scorso     Per Valeria Salvati, il bilancio consultivo 2018 è da bocciare.

Il candidato sindaco del Centro Destra di Preganziol, Valeria Salvati, invia per la pubblicazione questo suo comunicato sulla seduta del Consiglio comunale del 18 aprile scorso

 

 

Per Valeria Salvati, il bilancio consultivo 2018 è da bocciare. Lo scorso anno, infatti, sono avanzati Euro 670.000. Pertanto, a nulla sono servite le tasse ai cittadini.

 

“Se i soldi venissero spesi (bene) per la comunità di Preganziol – sostiene la Salvati – allora non vanno chiesti ai cittadini! A quel punto è meglio abbassare l’addizionale comunale. Dal consuntivo 2018 – continua – sono emerse ancora una volta le incapacità di questa amministrazione”.

 

Nel consiglio comunale di giovedì 18 aprile si è discusso il rendiconto 2018, da cui è conseguito un vero e proprio “bagno di sangue” di tasse pagate dai cittadini di Preganziol, che vedono i propri denari andare in avanzo di amministrazione.

 

 

Nell’anno 2018, l’avanzo di amministrazione è stato di 670.710,33 euro. “Questo ci fa subito sorgere spontanea una domanda: ma perché introitare tasse dai cittadini di Preganziol per poi farle andare in avanzo, senza una minima destinazione?

 

La risposta è palese: purtroppo chi ci governa ha una mancanza oramai assodata di progettualità denunciata da noi dell’opposizione da anni, soprattutto quando l’Amministrazione comunale di Preganziol l’anno scorso non ha nemmeno tentato di partecipare al bando regionale per i contributi sull’edilizia scolastica perché non avevano progetti!!!

 

A questo punto – continua la Salvati – sarebbe meglio abbassare l’addizionale comunale per tutti i cittadini se non si sa come spendere [bene] i soldi pubblici piuttosto che farli finire ancora una volta in avanzo!

 

Risulta evidente come questa amministrazione di sinistra capitanata da Galeano-Mestriner abbia una politica avversa alla diminuzione delle tasse pagate da tutti i cittadini.

 

Noi siamo invece per far pagare il giusto a tutti e quindi diminuire le tasse ai cittadini, ma a tutti!

 

 

 

I numeri comunque dimostrano come questa giunta non sa programmare entrate e uscite. I soldi ci sono ma non vengono impegnati (spesi), allora perché chiederli ai cittadini?

 

 

Questa non è la nostra politica per i cittadini di Preganziol e quindi abbiamo bocciato il bilancio consuntivo 2018 di questa amministrazione uscente”.

 

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni