Home / Posts Tagged "Caorle"

Il conto alla rovescia sta per terminare. Tra meno di 24 ore, giovedì 5 settembre, si alzerà il sipario sui campionati europei Master di atletica leggera, in programma sino al 15 settembre a Jesolo, Caorle ed Eraclea, tre perle del litorale veneziano. È la ventunesima edizione della rassegna continentale “over 35” che ha debuttato nel 1978 a Viareggio ed è poi tornata in Italia altre due volte: nel 1988 a Verona e dieci anni più tardi a Cesenatico. A cadenza biennale e sotto l’egida dell’EMA (European Master Athletics), i campionati europei Master sono cresciuti in maniera esponenziale: i titoli in palio a Jesolo, Caorle ed Eraclea saranno oltre 500. Più di cinquemila, invece, i partecipanti, in rappresentanza di 61 nazioni (18 delle quali extra-europee). Il simbolo di un’atletica davvero senza età.

 

I campionati europei Master sono stati ufficialmente presentati ieri nella sede municipale di Jesolo. Tra gli intervenuti, il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia, accompagnato dall’assessore allo Sport Esterina Idra, il sindaco di Caorle, Luciano Striuli, il commissario prefettizio di Eraclea, Giuseppe Vivola. E poi le autorità sportive: il presidente del comitato organizzatore locale,Vito Vittorio, il presidente dell’EMA, Kurt Kaschke, il consigliere della Fidal, Gerardo Vaiani Lisi, e la grande Sara Simeoni, intervenuta anche in rappresentanza del Comitato regionale della Fidal.

 

 

I numeri

Gli iscritti ai campionati europei Master sono 5039: 4926 appartengono a nazioni europee (circa 1300 gli italiani)113 arriveranno da Paesi extra-europei, senza poter ovviamente concorrere per i titoli continentali. Ben 8318 gli atleti-gara: gran parte degli iscritti parteciperà infatti a più di una competizione. Le nazioni rappresentate sono 61: 43 europee e 18 di altri continenti. Sono arrivate iscrizioni anche da Hong Kong e dall’India, dalla Giamaica e dagli Stati Uniti, dal Messico e dal Sudafrica, tanto che alla fine i continenti rappresentati saranno ben quattro (Europa, America, Asia, Africa). Un esercito di atleti, a cui andranno aggiunti dirigenti, tecnici, accompagnatori e familiari. La rassegna continentale “over 35” non aveva mai registrato un così alto numero di presenze. L’edizione con più partecipanti era stata Potsdam nel 2002, con 4385 iscritti. Il record di nazioni europee presenti apparteneva invece a Lubiana 2008, con 42 Paesi. Uno studio, affidato a SG PLUS – Ghiretti & Partners, ha quantificato in oltre 4 milioni di euro l’indotto economico per il territorio. Gli Europei Master di Jesolo, Caorle ed Eraclea sono già un evento da record.

 

 

L’Italia punta in alto

Il riferimento più vicino nel tempo sono i Mondiali master indoor, andati in scena a marzo a Torun. Quattordici degli atleti italiani saliti sul gradino più alto del podio individuale in Polonia sono iscritti alla rassegna continentale. I loro nomi? Manfred Menz (asta M35), Hubert Goller (giavellotto M40), Giuseppe Ugolini (800 M55), Alfredo Bonetti (800 e 1500 M60), Michele De Masis (marcia M60), Crescenzio Marchetti(triplo M65), Ettorino Formentin (marcia M70), Romolo Pelliccia (marcia M80), Ernesto Minopoli (asta e decathlon M60), Angelo Squadrone (10.000 metri e mezza maratona M90), Carla Forcellini (asta e 80 ostacoli W55),Manuela Lucaferro (marcia W55), Ingeborg Zorzi (80 ostacoli, alto ed eptathlon W70) ed Emma Mazzenga (200 e 400 W85). Il riferimento, per i colori azzurri, sono anche i precedenti Europei master, tenutisi ad Aarhus, in Danimarca, nel 2017, dove l’Italia, considerando anche le medaglie a squadre, chiuse con un bottino di 36 ori, 35 argenti e 18 bronzi. È italiano l’atleta più anziano tra gli iscritti: si tratta di Giuseppe Ottaviani, 103 anni, anche se l’inossidabile marchigiano, noto per le sue imprese in pista e fuori (nel 2016 fu tra gli ospiti d’onore del Festival di Sanremo), alla fine potrebbe dare forfait per un piccolo infortunio. Se così fosse, il più attempato tra i partecipanti al maschile diverrà il toscano Gabriele Bianchi (M95), 96 anni, iscritto a 200 e 400 metri. Da segnalare, tra gli iscritti, anche Lamberto Boranga (M75), 76 anni, ex portiere di calcio di serie A (Perugia, Fiorentina, Cesena);Carmelo Rado (M85), che prima di diventare una gloria del movimento master è stato settimo nel disco all’Olimpiade di Roma, e due ex azzurre del salto triplo: Barbara Lah (W45), 11 volte campionessa italiana assoluta, e Maria Costanza Moroni (W50).

 

Le stelle straniere

Ai campionati europei Master sono iscritti anche due campioni olimpici: la maratoneta portoghese Rosa Mota (W60) e il giavellottista lettone Dainis Kula (M60). Rosa Mota è considerata una delle più grandi maratonete della storia. Al suo attivo, l’oro a Seul nel 1988 e il bronzo a Los Angeles nel 1984, oltre ad un titolo iridato (Roma 1987) e a tre ori europei (Atene ’82, Stoccarda ’86, Spalato ’90). Nella rassegna continentale master si dividerà tra mezza maratona, cross, 10000 metri in pista e 10 km su strada. Dainis Kula ha vinto il titolo olimpico nel giavellotto, con la maglia dell’Unione Sovietica, nel 1980 a Mosca ed è stato bronzo ai Mondiali di Helsinki nel 1983. Podi olimpici all’attivo anche per la romena Mihaela Loghin (W65), argento nel peso a Los Angeles 1984, e per il giamaicano James Beckford (M40), classe 1975, secondo nel lungo ad Atlanta ’96 e tre volte argento iridato (Goteborg ’95, Parigi ’03 e Budapest ’04 al coperto). I suoi record personali (8.62 nel lungo e 17.92 nel triplo a metà degli anni ’90) ne fanno ancora uno dei più grandi saltatori di sempre. Curiosità: arriva dall’estero anche la più anziana tra le iscritte al femminile. È l’austriaca Elfiede Fuchs (W95), 99 anni appena compiuti (è nata il 26 agosto 1920). Gareggerà nel peso, specialità in cui detiene alcuni record mondiali di categoria.

 

 

Il programma

Le gare dei campionati europei Master inizieranno giovedì 5 settembre negli stadi di Jesolo (inizio alle ore 9), Caorle (ore 8.30) ed Eraclea (ore 14). Dieci le giornate di gara. Unico giorno di pausa, il 10 settembre. Gare negli stadi, ma non solo. L’8 settembre, al Parco del Pescatore di Caorle, si svolgeranno le competizioni di cross country e il Nordic Walking Challenge. La marcia su strada sarà di scena, in via Dancalia a Eraclea, l’11 settembre con la 10 km e il 14 settembre con la 20 km. Jesolo, il 15 settembre, ospiterà infine le gare di chiusura, la mezza maratona e la prova di corsa sui 10 km, che avranno partenza e arrivo in Piazza Milano. Il Nordic Walking Challenge, la mezza maratona e i 10 km di corsa avranno carattere “open”, saranno cioè aperte anche ad atleti non in gara nei campionati europei.

 

 

Cerimonia di apertura

La cerimonia di apertura dei campionati europei Master si svolgerà domani, giovedì 5 settembre, allo stadio Picchi di Jesolo, con inizio alle 17. Sfileranno le 43 nazioni in gara, i rappresentanti dell’EMA e la delegazione italiana, con l’accompagnamento della Fanfara dei Bersaglieri.

Boom di presenze per l’evento che si svolgerà dal 5 al 15 settembre a Jesolo, Caorle ed Eraclea: 5039 gli iscritti in rappresentanza di 61 nazioni, oltre 8000 gli atleti-gara. L’indotto economico per il territorio veneziano supererà i 4 milioni e 200 mila euro. Oggi conferenza stampa a Caorle.

 

All’inizio delle gare mancano ancora 23 giorni, ma i campionati europei Master di atletica leggera, che si terranno dal 5 al 15 settembre a Jesolo, Caorle ed Eraclea, hanno già stabilito il primo record. Chiuse ufficialmente le iscrizioni il 3 agosto, il numero di adesioni non ha precedenti nella storia del campionato continentale dedicato agli atleti “over 35”, di cui l’appuntamento veneziano rappresenta la 21^ edizione.

 

Gli iscritti sono complessivamente 5039: 4926 appartengono a nazioni europee (circa un quinto gli italiani), 113 arriveranno da Paesi extra-europei e ovviamente non potranno concorrere per i titoli continentali. Ben 8318, invece, gli atleti-gara: gran parte degli iscritti parteciperà infatti a più di una competizione, molti ne faranno persino tre.

 

Le nazioni rappresentate saranno 61: 43 europee e 18 di altri continenti. Sono arrivate iscrizioni persino da Hong-Kong e dall’India, dalla Giamaica e dagli Stati Uniti, dal Messico e dal Sudafrica. Un autentico esercito di atleti, a cui andranno aggiunti dirigenti, tecnici, accompagnatori e familiari.

 

In attesa dei primati che arriveranno da pista e strada, la 21^ edizione dei Campionati Europei Master – presentata oggi a Caorle – ha già frantumato ogni record: mai la rassegna continentale “over 35” aveva avuto un così alto numero di presenze. L’edizione con più partecipanti, in precedenza, era stata Cesenatico nel 1998, con 4291 iscritti. Il record di nazioni europee presenti apparteneva invece a Lubiana 2008, con 42 Paesi. Jesolo, Caorle ed Eraclea, anche grazie al traino turistico di Venezia, sono andate oltre in entrambi i casi.  

 

Il programma

Il programma tecnico della 21^ edizione dei Campionati Europei Master prevede competizioni negli stadi di Jesolo, Caorle ed Eraclea. Ma si gareggerà anche fuori dalle piste. Jesolo ospiterà la mezza maratona e la gara sui 10 chilometri, Caorle la corsa campestre e il Nordic Walking Challenge, Eraclea la marcia su strada. Il Nordic Walking Challenge, in calendario l’8 settembre, la mezza maratona e i 10 chilometri, in programma il 15 settembre, saranno aperti anche a chi non concorrerà per i Campionati Europei: per parteciparvi basta essere tesserati per una Federazione nazionale o possedere la Runcard. Le iscrizioni, in questo caso, rimarranno aperte sino al 25 agosto.

Promozione del territorio

Per le voci di spesa relative agli atleti e staff organizzativo, agli accompagnatori, e alle attività di promozione del territorio, è stato ipotizzato un indotto economico diretto per il territorio superiore ai 4 milioni e 200 mila euro così suddivisi: atleti partecipanti e staff organizzativo 1.553.350 euro, accompagnatori 1.921.680 euro, promozione del territorio 750.000 euro, per un totale di 4.225.030 euro.

 

A tale cifra, andrebbe inoltre aggiunta tutta la componente di spesa pubblica per lo sviluppo dell’evento e il miglioramento delle strutture che potrà essere dettagliata nell’analisi finale dell’evento, ovvero una volta che saranno definiti con compiutezza tutti gli interventi. Al momento è possibile ipotizzare una cifra complessiva di almeno 1.500.000 euro.

 

Questa analisi offre un primo quadro degli effetti che i campionati europei Master 2019 produrranno per il territorio con un indotto economico che a cascata toccherà l’intera provincia veneziana, a livello di ricettività, servizi, ristorazione e turismo. I dati relativi alle iscrizioni effettive, che superano del 13% la stima della ricerca, permettono già di tracciare un primo quadro, di assoluto successo, della manifestazione.

Ecco come si presenta la terza edizione del Festival che dal 13 al 18 agosto animerà la località balneare veneziana.

 

Un’area di 45 mila metri quadri, un’ottantina food truck da tutto il mondo, quasi cento artisti per sei giorni di musica e divertimento. Questi i numeri dello Street Food Festival di Piazzale Olimpia a Caorle, per la gioia di grandi e piccini. Giunto alla sua terza edizione, il “boutique festival” è cresciuto così tanto dall’esordio da essere considerato ora una delle più importanti manifestazioni nel panorama italiano, grazie anche alla sua formula che miscela ottimi servizi con qualità musicale ed enogastronomica per tutte le età. Una sorta di villaggio del benessere e del divertimento in riva al mare, con tanto di camping, che anno dopo anno attira migliaia di turisti, sia italiani che stranieri che con l’occasione visitano la località balneare veneziana.

 

Al via lo Street Food Festival con le star della musica

Quest’anno il livello si è alzato ulteriormente e lo dimostra il cast artistico, tra tutti spicca la star mondiale dell’electro house, Steve Aoki. Con lui altri nomi d’eccezione come Gigi D’Agostino, Dark Polo Gang, Salvatore Ganacci, Albertino con il Deejay Time al completo, per citarne solo alcuni dei quasi cento artisti invitati. Non basta. Il main stage sarà di per sé un’opera visiva d’effetto con un tripudio di ledwall, il palco secondario battezzato “La Calle” accoglierà il meglio della musica latina, mentre in un van sarà installata la consolle dei dj per chi vorrà ballare fino a notte fonda.

 

Vediamo allora da vicino i protagonisti di questo “boutique festival” destinato a far parlare di sé per la capacità di unire grandissimi live a cibo di qualità eccezionale.

 

Le date

Martedì 13 agosto è il format Deejay Time di Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso ad aprire le porte del divertimento. I più noti dj “made in Italy” sono stati riuniti insieme sul palco dello SFF19 per portare live il programma radiofonico più influente di sempre, un programma che da oltre 35 anni incendia le piste da ballo.

 

Mercoledì 14 è la consolle di Salvatore Ganacci a far scatenare tutti grazie ai suoi famosi show. Il disc jockey e produttore discografico bosniaco con cittadinanza svedese, si è esibito all’Ultra Music Festival e al Tomorrowland dove, nell’ultima edizione, è stato protagonista, a detta di tutti, dell’inizio show più epico di sempre e il suo ultimo video ha raggiunto oltre 11 milioni di visualizzazioni. Ora è in tour sui palchi dei più grandi festival internazionali, imperdibile quindi la sua tappa allo Street Food Festival. Nella stessa giornata, arriva anche Edmmaro, ovvero, il “provocatore dell’EDM”. Il giovane dj e producer mascherato dall’identità ancora misteriosa fa un grande uso dell’ironia e dell’autoironia, confezionando divertimento, originalità e pura energia. Divertimento assicurato.

 

Ed ecco l’attesissimo Ferragosto che porta con sé una sferzata di electro house di primissimo livello. Giovedì 15 agosto infatti sarà la star americana Steve Aoki a dominare Piazzale Olimpia. Il produttore e dj classe 1977, due volte nominato ai Grammy, è uno degli artisti di electro house di maggior successo, molteplici pubblicazioni, prestigiosi premi, miliardi di streaming della sua musica e dei suoi video e innovativi progetti multipiattaforma. Aoki è un visionario, nel 1996 ha fondato la Dim Mak Records, l’etichetta discografica di tendenza che è stata la piattaforma di lancio di artisti globali come The Chainsmokers, Bloc Party, The Bloody Beetroots, The Gossip e The Kills. Nel 2014, Dim Mak ha presentato la sua 500a uscita, seguita dal suo 20° anniversario nel 2016. L’anno scorso Aoki ha rilasciato il suo quinto album in studio “Neon Future III” che lo sta impegnando in un mega tour mondiale. Dopo Tomorrowland la star della consolle è pronta a sbarcare a Caorle con una performance ancora più hot e folle, con tanto di lancio di torte al pubblico, un suo must.

 

Riposati e rifocillati con le prelibatezze culinarie dei food truck, si riparte il giorno dopo, venerdì 16, con la Dark Polo Gang, il collettivo trap più irriverente in circolazione.  Nato a Roma nel 2014, attualmente è composto da Dark Wayne/Wayne Santana (Umberto Violo), Tony Effe (Nicolò Rapisarda) e Dark Pyrex/Prynce Pyrex (Dylan Thomas Cerulli). Lo scorso settembre hanno pubblicato “Trap Lovers”, il primo album distribuito dall’etichetta discografica Virgin Records e che in pochissimi giorni ha scalato le classifiche dei dischi più venduti in Italia. Da febbraio di quest’anno il trio è partito per il “Trap Lovers tour” che toccherà le città e le località più importanti d’Italia, tra le quali Caorle. Giornata ricca venerdì, a infiammare il palco di SFF19 ci pensa anche Beba Ounce, la giovane rapper torinese che attesta il talento femminile in un campo, quello del rap-trap, dominato di solito dai maschi. Con oltre 300 mila follower sul suo profilo instagram, Beba ha iniziato a farsi strada solo da poco tempo, ma sta acquistando sempre più consensi tra pubblico e membri della discografia italiana, tant’è che nell’ultima edizione del Nameless Music Festival ha letteralmente impressionato tutti per stile e flow. Sale poi sullo stesso palco un altro talentuoso rapper, Mambolosco. Pseudonimo di William Miller Hickman III, è un rapper italiano, originario di Vicenza. Nato da padre statunitense (militare dell’esercito USA) e madre italiana, è membro del collettivo della Sugo Gang. Nel 2017 pubblica i primi singoli, tra cui “Cristiano Romambo parte 1” realizzato con Lama, “Mille Giri” in collaborazione con Lil Lagio e “Guarda Come Flexo” che riscuote il maggiore successo. Nello stesso anno entra a far parte dell’etichetta Triplosette Entertainment e inizia ad affermarsi nella nuova scena. A potenziare il divertimento con un’ondata di autentico urban arrivano infine Wad & Val S con il famoso format itinerante “One Two One Two”. One Two One Two” è la storica trasmissione hip hop di Radio Deejay nata a metà degli anni 90 con Albertino. Ha regalato e continua a regalare epici momenti coinvolgendo il meglio della scena, siamo certi che sarà una “one night” da urlo.

 

Sabato 17 è il travolgente Mamacita, il brand numero uno dell’intrattenimento HipHop, Reggaeton e R&B a conquistare il popolo del SFF grazie al suo esplosivo team formato da Max Brigante e Andrea Pellizzari con gli scatenati vocalist Tormento e Didy. A salutare in modo spettacolare questa grande edizione, non poteva che essere lui, il mago degli effetti visivi all’insegna dell’adrenalina, ovvero Gigi D’Agostino. Il disc jockey e produttore discografico simbolo della musica dance dal 1986 con oltre 47 album pubblicati, ha rilasciato agli inizi di quest’anno il nuovo EP Gigi’s Time”. Oltre al suo sound, ciò che lo distingue sono anche le sue performance di forte impatto visivo ed emozionale che prevedono evoluzioni pirotecniche, il lancio di oltre 100 kg di coriandoli ed altri effetti visual sorprendenti. Sempre il 18 saliranno sul palco “super hero” Thorn e Matteo Botteghi. Al mixer Botteghi è uno dei dj e producer più attivi del panorama del clubbing italiano. Dal 2012 ad oggi ha diviso la consolle con top dj internazionali come David Guetta, Dimitri Vegas & Like Mike, Dj David Morales, Don Diablo, per citarne solo alcuni; oltre ad essere stato assoluto protagonista sul main stage del Nameless Music Festival, è anche dj resident del Samsara Beach di Riccione e al Numa Club di Bologna,

 

E se ancora questo non bastasse, c’è pure un’intera area con palco dedicato alla musica latino-americana. Si chiama “La Calle” ed è il paradiso per tutti gli amanti del genere, ospiterà infatti una rosa dei migliori artisti, dj e band da Cuba, Portorico, Santo Domingo, Colombia e Brasile che scalderà e scatenerà ancora di più l’atmosfera.

 

 

Gli organizzatori: “Evento internazionale, attendiamo turisti anche dall’estero”

“Il nostro obiettivo è far amare Caorle e far divertire tutti, dai giovani alle famiglie, in un contesto quasi fiabesco”, spiega l’organizzatore, Simone Tomasello, capace di far rinascere l’evento nel 2017 dopo alcuni anni di stop, portandolo da 36.000 presenze del 2017 alle 106.000 del 2018. “Questo è il primo anno in cui mettiamo un piccolo biglietto di ingresso, vogliamo garantire servizi e qualità sia musicale che enogastronomica migliore ai nostri fan, che speriamo arrivino numerosi come gli altri anni”.

 

Prezzi

INGRESSO GIORNALIERO 10€ +1€ ddp

ABBONAMENTO 33€ (5,5€ al giorno) +1€ ddp

FAMILY PACK (mamma + papà + bimbi sotto 1,5 mt di altezza = 1 solo ticket)

ABBONAMENTO 30€ +1€ ddp

 

Biglietti

evento

family

camping

La festa dei colori più grande d’Italia approda sulle spiagge veneziane di Caorle, Jesolo e Sottomarina con un carico di arcobaleni ed evoluzioni sonore che attirano moltissimi turisti stranieri. E il 25 agosto si continua a ballare e cantare tra mille colori anche a Bibione

 

Il Summer tour dell’Holi, il festival dei colori più grande d’Italia, dopo il successo della tappa di Caorle, nella quale ha ospitato anche la semifinale del famoso “Huawei P Smart 2019 DoubleTap” coi migliori talenti TikTok e Instagram, è pronto a ripartire alla conquista delle spiagge simbolo del divertimento. L’Holi il festival dei colori è un autentico fenomeno di tendenza che ha attirato, anno dopo anno, grandi e piccini, giovani e famiglie per un totale di mezzo milione di Holi lovers, un’intuizione eventistica che non smette mai di stupire grazie alla sua formula d’intrattenimento fatta di pura gioia di stare insieme tra profumate nuvole di colore. Il suo successo dilagante ha richiamato addirittura l’attenzione del regista Fausto Brizzi che lo ha inserito nel film “Forever Young”l’unico Holi ad esser entrato nelle sale cinematografiche.

 

Appuntamenti di agosto

Ed ecco che per agosto, mese delle ferie per antonomasia, gli event manager hanno programmato quattro date imperdibili sulle più belle spiagge venete, mete della movida. Esplosioni arcobaleniche sabato 10 al Double Flavor Music Festival sulla spiaggia della Madonnina di Caorle, dalle ore 15 fino alle 20 il palco dell’Holi scatenerà tutti i vacanzieri con la sua squadra professionista del divertimento formata da Dj Ms (il dj ufficiale di Nitro), Edoardo Pontecorvi e Bruce Blayne. A ritmare i countdown e scatenare il popolo dei colori anche le voci di Moova di radio Piterpan e Mattia de Luca. Il giorno dopo, domenica 11 si balla invece sulla sabbia dorata della spiaggia di Piazza Brescia a Jesolo, alla consolle anche il dj resident King’s. Martedì 13 agosto di nuovo “on the beach”, meta Sottomarina, al Sand Beach dalle ore 17 fino mezzanotte inoltrata e infine, domenica 25 sbarca a Bibione, sulla spiaggia di Piazzale Zenith dalle 18 in poi, entrata libera. Media partner ufficiale è Radio Piterpan che seguirà tutto l’arcobalenico Summer Tour.

La Brussa è uno dei rari lembi del litorale veneziano non urbanizzato, situata nel comune di Caorle all’interno del suggestivo paesaggio delle valli da pesca, inserite dagli anni ’60 in una zona di bonifica. Si tratta di una spiaggia di soffice sabbia dorata, suggestiva e dal fascino selvaggio.

 

Venerdì 14 giugno l’associazione sportiva ASD Strada Facendo Nordic Walking Treviso organizza una camminata all’alba, fra l’argine, la spiaggia, la pineta e laguna.

 

Programma della giornata

Ritrovo: ore 5.50 presso il parcheggio di Prato fiera
Ritrovo in loco: Brussa, parcheggio di via Brussa
Percorso pianeggiante di 14 km circa

 

Info utili

Difficoltà: facile
Quota di partecipazione: € 5
Prenotazioni entro oggi, mercoledì 12 giugno!

Il Campionato Italiano Moto d’Acqua 2019, organizzato dalla Federazione Italiana Motonautica tramite la propria società affiliata Radical Riders ASD, vedrà la partenza della sua seconda tappa “2°Gran Premio Città di Caorle” da venerdì 17 maggio a domenica 19 maggio dalle ore 10 alle ore 18 a Caorle – Duna Verde (VE); nello specchio d’acqua antistante il Centro vacanze Villaggio San Francesco.

 

Prevista anche la I Tappa del Campionato Femminile, alla sua seconda edizione, con le Moto Sea Doo Spark,  più piccole, più leggere, potenza massima 60 cavalli e che raggiungono le 40 miglia di  velocità. A differenza della scorsa edizione, questa specialità si svolgerà su più tappe a seconda degli accordi tra la Commissione sportiva FIM e i COL.

 

I piloti delle 12 categorie diverse che formano il Campionato 2019 di questa disciplina, saranno chiamati a misurarsi nelle due manches previste; la prima al sabato e la seconda alla domenica.

 

L’attività

 

L’indiscussa preparazione atletica e tecnica dei piloti sarà anche quest’anno l’elemento fondamentale per avere successo in questa disciplina sportiva. La moto d’acqua è considerata una delle più significative, attraenti e divertenti attività della motonautica in tutto il mondo. Un settore giovane, in costante espansione, in cui forza fisica e grinta del pilota, purché sempre espresse nel rispetto dell’avversario, dominano e guidano il mezzo.

 

I tipi di moto d’acqua che partecipano nelle diverse categorie sono due: SKI e RUNABOUT; ognuna delle quali si divide in classi e discipline diverse a seconda delle modifiche apportate alla moto ed al motore, secondo quanto previsto dai Regolamenti vigenti.

 

Le categorie previste

 

SKI CIRCUITO – Moto d’acqua che si guidano in piedi; sono sicuramente le più tecniche da guidare, occorre un eccellente allenamento fisico e tanto equilibrio per essere un talento. Velocità oltre 100 km/h.

 

RUNABOUT CIRCUITO – Moto d’acqua decisamente più grandi e potenti che si guidano da seduti. Sono le più diffuse in quanto utilizzabili anche da due persone, ovviamente solo nell’uso diportistico.

Velocità oltre 130 km/h.

 

FREE STYLE – Il vero spettacolo del settore, evoluzioni sempre più incredibili da parte dei piloti più esuberanti di tutto il Campionato; la loro esibizione raccoglie migliaia di persone sia dal vivo sia sui social.

 

ENDURANCE – Questa è la più dura delle discipline, i piloti si sfidano con moto d’acqua da 130 km/h in circuito basato esclusivamente sulla velocità e sulla durata; partecipano a questa categoria i piloti più allenati e pronti a resistere contro ogni avversità.

 

Le caratteristiche

 

Una delle peculiarità del Campionato Italiano Moto d’Acqua, è la maggiore attenzione alla qualità; anche la tappa di Caorle sarà un evento spettacolare in un contesto di assoluto pregio ed al cospetto di tanti spettatori attesi oltre che degli ospiti del Centro vacanze.

 

Dopo il successo dello scorso anno, la categoria Runabout F4, una categoria importantissima dati i costi contenuti  di acquisto e di manutenzione  della moto, quest’anno vede raddoppiare il numero dei partecipanti,.

 

Cosa aspettarsi

 

Nel corso del Campionato anche quest’anno si potranno cimentare in pista le giovani leve del Campionato Italiano giovanile; che nel 2018 hanno potuto usufruire delle 10 Seadoo Spark di proprietà della Federazione Italiana Motonautica e date in utilizzo alle Società che ne hanno fatto richiesta. La necessità di far crescere nuovi atleti (non solo di Moto d’Acqua ma anche delle altre discipline) è da sempre uno degli obiettivi più importanti che il Consiglio Federale della Fim si è dato fin dal suo insediamento nel 2016.

 

Un’altra grande novità del Campionato 2019 è rappresentata dalla maggiore attenzione che si è voluta dare al lavoro dei giudici di Gara. Oltre ai giudici di boa, già dotati di propria telecamera dallo scorso anno, quest’anno vi sarà la presenza di due ulteriori telecamere dedicate alle fasi di partenza, ma anche alle altre fasi della gara. Come dimostrato anche negli sport maggiormente praticati, l’ausilio video può essere molto utile per gli Ufficiali di Gara a dirimere in maniera più oggettiva eventuali reclami sportivi.

 

I piloti

 

Tra i piloti in gara, anche quest’anno vi sarà la presenza di campioni italiani ed internazionali fra i quali:

 

Lorenzo Benaglia campione italiano categoria Runabout F1 2018, Roberto Mariani, pilota Free Style, anche lui campione italiano ed europeo  in carica. Stefano Castronovo, campione Italiano in carica per la categoria Runabout F2.

 

Molti gli iscritti al campionato 2019, che si prospetta davvero ricco di atleti provenienti non solo dall’Italia ma anche dall’estero.

 

La Federazione Italiana Motonautica è un organismo istituzionale che governa l’intera attività motonautica sul territorio nazionale, ivi compresa la disciplina sportiva delle Moto d’acqua; il suo obiettivo è quello di organizzare manifestazioni sempre più attraenti per il grande pubblico, non tralasciando l’aspetto fondamentale della sicurezza.

 

Dopo Caorle, il Campionato Italiano Moto d’Acqua approderà il 19-21 luglio all’Idroscalo di Milano, per poi concludersi il 6- 8  settembre ad Anzio (Roma). La Tappa della Sardegna prevista dal 7 al 9 giugno, dovrà essere sostituita in luogo e data da definirsi a breve; a causa della sopraggiunta impossibilità del Comune di Olbia ad ospitare la gara.

Venerdì, sabato e domenica si sono svolte per il quinto anno a Caorle (VE) le attese finali nazionali di Festival Show Casting 2019; queste hanno registrato un importante successo di pubblico portando sul palco artisti emergenti di grande livello, giudicati da una giuria d’eccezione.

 

I partecipanti

C’erano giovani cantanti e musicisti da ogni regione d’Italia: sono stati ascoltati circa 300 ragazzi arrivati dalle decine di audizioni svoltesi da gennaio ad aprile e domenica 5 maggio sono stati decretati i vincitori che questa estate saliranno sul palco di Festival Show, il festival itinerante dell’estate italiana con i big della musica, organizzata da RADIO BIRIKINA e RADIO BELLA & MONELLA e condotto da Anna Safroncik.

 

Domenica la finale dei giovani emergenti, con 30 artisti, è stata condotta dalla bellissima Hoara Borselli e si è svolta per la prima volta al Palasport di Caorle. Dopo ben 4 anni in cui il borgo storico sul mare ha ospitato le finali in Piazza Matteotti, in questo quinto anno, per ovviare al maltempo, è stato necessario un cambio location che però ha esaltato ancora di più l’evento, permettendo a centinaia di persone di vedere la finale in un luogo riparato e con un’ottima acustica.

 

 

Le reazioni del pubblico

Grande entusiasmo del pubblico per le capacità dei finalisti che si sono esibiti di fronte all’eccezionale e qualificata Giuria che ha agito con grande professionalità. Mario Luzzatto Fegiz, Marco Masini, Omar Pedrini, Rossana Casale, Fausto Cogliati e Mauro Paoluzzi sono rimasti riuniti più di mezz’ora per stilare la classifica dei 12 vincitori: Alberto Boschiero (TV), Ambra Flamini (FR), Camì (TN), Carlo Borghesio (PD), Devis (CH), Ellynora (RM), Enrica Tara (LT), Irene e Francesco (LI), Jessica Tozzato (VE), Kram (RC), Miriana D’Albore (CE) e Tobia (VI).

 

Questi 12 emergenti si esibiranno durante le tappe di Festival Show, che partirà da Padova il 30 giugno. Il vincitore dell’edizione 2019 verrà proclamato nell’ultima data della kermesse nella splendida Piazza Unità d’Italia a Trieste il 7 settembre.

 

Non solo musica

È stata presentata anche la Dance Crew Selecta 2019 guidata da Etienne Jean Marie ed è stata incoronata la Miss Amen Anteprima Caorle, Sara De Lazzari, studentessa di Mestre, che accederà direttamente alla finale di Trieste per concorrere a Miss Amen 2019.

Inoltre sabato 4 maggio si è svolta la finale della sezione “Prime voci” (8-14 anni), con una giuria presieduta dal maestro Adriano Pennino. Hanno vinto Daniele Pollino (TP), Francesco Carrer (TV) e Benedetta Catenacci (FR) che si esibiranno nella penultima tappa della kermesse.

 

Le finali del Casting

Le finali di Festival Show Casting 2019 si sono svolte in collaborazione con la Città di Caorle e sono state condivise dalla Regione Veneto. Festival Show arriverà a Caorle il 25 luglio.

E quest’anno i giovani artisti in gara hanno un motivo in più per ambire al palco di Festival Show,: infatti, questa edizione sarà ancora più speciale perché la rassegna compie 20 anni!

 

20 anni di Festival Show

Una storia entusiasmante fatta di volti celebri, di sorrisi, di applausi ma anche di impegno e fatica per poi, alla fine, affacciarsi ogni sera su piazze gremite. Dagli inizi nel 2000, da un’idea di Roberto Zanella, editore del più potente network radiofonico del nord Italia, Festival Show è arrivato a conquistare prima l’Arena di Verona, dove si è svolta per quattro anni la finale, e dall’anno scorso la storica Piazza Unità d’Italia a Trieste, la piazza più grande d’Europa affacciata sul mare.

 

Negli anni la squadra di Festival Show si è sempre distinta per affidabilità e professionalità

La direzione commerciale e artistica è di Mariano Sannito, il coordinamento artistico di Stefano Favero. Valore aggiunto è dato dallo staff tecnico; da sempre con stile e professionalità costruisce un grande show applaudito da decine di migliaia di persone. Poi ci sono gli sponsor, che animano il pre-show, il backstage e impreziosiscono le piazze con i loro stand.

 

La direzione della fotografia è affidata a Renato Neri (light designer di eventi come Festivalbar) che rinnova il palco in ogni edizione; mentre la regia televisiva è di Claudio Asquini. In ogni tappa gli artisti sono accompagnati dal corpo di ballo guidato da Etienne Jean Marie; sarà presente anche la sezione Young dell’Orchestra Ritmico Sinfonico Italiana, già protagonista di Sanremo Young su Rai Uno: formata da ben sette elementi; a cui si aggiungono tre fiati e tre coristi, racchiude alcuni tra i migliori giovani musicisti del panorama nazionale provenienti da tutta Italia.

 

Festival Show è anche solidarietà; grazie al sodalizio con la Fondazione Città della Speranza che si occupa di raccogliere fondi per i bambini malati di gravi patologie. Da sempre, infatti, promuove nelle piazze una raccolta fondi che alla fine delle otto tappe viene versata nelle casse della Fondazione. Festival show ha donato in questi anni 630.000 euro.

 

Per info: www.festivalshow.it

 

Una delegazione dell’EMA è in visita agli impianti che dal 5 al 15 settembre 2019, a Jesolo, Caorle ed Eraclea, ospiteranno i Campionati Europei Master di atletica leggera.

 

I dirigenti dell’European Master Athletics, sotto la cui egida si svolgerà la prestigiosa rassegna continentale “over 35”, hanno incontrato i vertici del comitato organizzatore locale, guidato da Vito Vittorio e Moreno Beggio, e i rappresentati delle amministrazioni comunali interessate dall’evento. Sono intervenuti all’incontro anche l’assessore allo Sport del Comune di Jesolo, Esterina Idra, l’assessore allo Sport del Comune di Caorle, Giuseppe Boatto, e il dirigente Lavori Pubblici del Comune di Eraclea, Lorenzo Ghirardo.

 

La delegazione dell’EMA, guidata dal presidente Kurt Kaschke e comprendente anche i team manager di alcune nazioni partecipanti ai Campionati Europei Master, ha visionato gli impianti di gara e le strutture di servizio, esprimendo giudizi molto positivi sulla situazione organizzativa della rassegna, a quattro mesi dal via.

 

I dirigenti dell’EMA hanno potuto anche apprezzare la decisione del comitato organizzatore dei aprire le gare su strada alla partecipazione di atleti non iscritti ai Campionati Europei Master: l’8 settembre, a Caorle, si svolgerà il Nordic Walking Challenge, una novità assoluta per il programma tecnico della rassegna continentale, dedicata agli appassionati della “camminata nordica”. Mentre Jesolo, il 15 settembre, con partenza da Piazza Milano, ospiterà la mezza maratona e la gara sui 10 chilometri.

 

Questi tre eventi avranno, come detto, carattere “open”, saranno cioè aperti a tutti i tesserati e ai possessori di Runcard, come una qualsiasi gara federale. Le iscrizioni sono già possibili attraverso il sito ufficiale dei Campionati Europei Master, cliccando sul tasto “Openraces”.

 

Nello stesso sito è disponibile la piattaforma per le prenotazioni alberghiere, che garantisce agli atleti diverse agevolazioni. Qualche esempio? La possibilità di confermare la partecipazione alla gara direttamente attraverso il proprio computer, tablet o smartphone; l’accesso a trasporti extraurbani a prezzi particolarmente vantaggiosi (i trasporti urbani nei territori di Jesolo e Caorle saranno invece completamente gratuiti e terranno conto dell’ubicazione delle strutture ricettive ufficiali); la disponibilità di pacchetti turistici dal costo agevolato.

 

I Campionati Europei Master di atletica leggera, giunti alla 21^ edizione, saranno caratterizzati da numeri imponenti: oltre 12 mila gli atleti-gara attesi sul litorale veneziano, a cui andranno aggiunti dirigenti, tecnici, accompagnatori e familiari; quasi 500 i titoli in palio nelle varie categorie.

 

L’Italia ospiterà i Campionati Europei Master di atletica leggera per la quarta volta, dopo Viareggio (1978), Verona (1988) e Cesenatico (1998). La prima edizione in assoluto della rassegna continentale master, quarant’anni fa a Viareggio, registrò poco più di un migliaio i partecipanti. Da allora, l’evento è enormemente cresciuto sotto il profilo della partecipazione, ritagliandosi anche una precisa collocazione nel calendario internazionale dell’atletica leggera (ogni due anni, nelle stagioni dispari). A Jesolo, Caorle ed Eraclea il conto alla rovescia è già iniziato.

Il 27 e 28 aprile vie e piazze di Caorle si trasformano in una grande cantina a cielo aperto con la prima edizione di “Street Wine”, il festival dei vini e dei sapori della tradizione, co-organizzato da Associazione Culturale Hostaria Verona e Comune di Caorle.

 

Un percorso ordinato e vivace di degustazioni e intrattenimento attraverserà il centro storico con:

gli stand delle cantine delle DOC di Veneto e Friuli;

la birra artigianale dell’Oasi Naturale la Brussa;

l’olio EVO (Olio Extra Vergine di Oliva di qualità) proveniente dal Veneto, ingrediente principe della dieta mediterranea, proposto da aziende del Garda Orientale, della Valpolicella, dei Colli Berici ed Euganei;

•  Street food e cucina classica con le “sbecolerie” e gli stand con i piatti tipici della tradizione;

• momenti artistici, con musica dal vivo e concerti, performance itineranti, laboratori didattici per adulti e bambini sull’olio EVO e degustazioni guidate;

• conferenze pubbliche sui temi alimentazione e sport e arte;

 

Tra gli ospiti, Sara Simeoni, ex primatista mondiale e campionessa olimpica di salto in alto, l’ex campione di lancio del disco, e ora nutrizionista, Diego Fortuna, il cabarettista, musicista e scrittore Flavio Oreglio.

 

“Street Wine Caorle” è un grande evento tra sole e mare, storia e arte. Un’esperienza enogastronomica e culturale completa, con il meglio delle produzioni del territorio, all’insegna del “bere consapevole” e dello “stare assieme” in un’atmosfera rilassata e conviviale.

 

Si inserisce nelle celebrazioni dell’Anno della Dieta Mediterranea (dichiarata Patrimonio Immateriale dell’Unesco), nasce come evento legato alle famose “Strade del vino” che percorrono il Veneto colmandolo di profumi e sapori e al suo spirito diffuso che ha luogo nelle strade e nelle piazze. Non una semplice festa del vino ma un progetto che valorizza  il Made in Italy e il Made in Veneto.

 

 

“Street Wine Caorle” – Come funziona

Il percorso sarà indicato in una mappa in cui verranno segnalate tutte le cantine e gli stand gastronomici partecipanti all’evento, oltre al programma degli spettacoli e dei workshop.

 

Presso le casse situate agli estremi del percorso sarà possibile acquistare il biglietto di partecipazione, con il quale vengono forniti i da usare per gli assaggi agli stand, e il bicchiere con cui degustare i vini scelti.

 

I partecipanti potranno muoversi liberamente all’interno della manifestazione, godendo di tutte le attività organizzate. L’accesso al percorso rimarrà libero e gratuito, gli assaggi dei vini saranno a pagamento.

 

“Tutti gli eventi che organizziamo, come ad esempio il Festival Hostaria a Verona, sono focalizzati sul bere consapevole e su un approccio completo alla conoscenza del vino e delle produzioni enogarstronomiche da sempre fiore all’occhiello del nostro territorio – spiega il presidente dell’Associazione Culturale Hostaria Alessandro Medici. – I nostri festival seguono una formula precisa che punta innanzitutto a uno spirito popolare. Mi fa piacere constatare come ormai vino e olio siano intesi come cibo vero e proprio, parte integrante di un’alimentazione equilibrata, riscoperti anche nelle diete sportive per i loro benefici nutrizionali”.

 

“Abbiamo scelto di promuovere Street Wine a Caorle – prosegue Medici – perché si tratta di una città da sempre recettiva a manifestazioni pubbliche educative e di approfondimento culturale. A fine aprile il nostro evento raggiungerà anche i turisti già presenti in città. Ringraziamo l’Amministrazione Comunale per la grande collaborazione e per aver sostenuto e condiviso il nostro progetto”.

 

“Street Wine Caorle” è organizzato dall’Associazione Hostaria e gode del patrocinio della Regione del Veneto e del Comune di Caorle – assessorati allo Sport, alla Cultura, all’Istruzione, al Commercio e al Turismo.

 

Info

www.associazionehostaria.it – 800.684448

 

 

Programma 

Sabato 27 aprile – dalle 16.00 alle 22.00

Ore 16.00 – Inizio manifestazione

dalle 16.00 alle 22.00 – “Musica nell’aria” con Giuseppe Lo Pizzo e Simone Bortolami

ore 18.00 – Inaugurazione e brindisi

ore 19.00 – Conferenza pubblica con Sara Simeoni “L’estate del 1978 – Storia di un primato mondiale”.

Incontro con la primatista mondiale e campionessa olimpica di salto in alto Sara Simeoni per raccontare la storia del suo record mondiale rivivendo i momenti sociali, sportivi e culturali che hanno caratterizzato quella specifica stagione della storia italiana.

 

Domenica 28 aprile – dalle 11.00 alle 21.00

Ore 11.00 – Conferenza pubblica “L’Olio EVO: un elisir di vita sana e attiva” con Diego Fortuna e la partecipazione di Sara Simeoni

Dalle ore 12.00 alle 15.00 – “Sfilata musicale” della Si Fa Marching Band

Dalle ore 12.00 alle 18.00 – “Musica nell’aria” con Giuseppe Lo Pizzo e Simone Bortolami

Ore 16.00 – “Versi anche per me? Grazie!” Reading del Gruppo Colonna In-Fame

Ore 17.00 – Spettacolo comico con Flavio Oreglio “La storia degli idropatici”

Un racconto divertente e affascinante per raccontare la nascita del cabaret e di come la mescita del vino sia sempre stata occasione felice di aggregazione sociale.

 

Sabato 27 aprile, alle ore 16.30, e domenica 28 aprile, alle ore 12.00 – 15.00 – 19.00

Laboratori didattici gratuiti “Sai riconoscere un buon olio extravergine?”

(posti limitati – si consiglia prenotazione in loco – adatto ai bambini – in italiano e inglese)

Nel corso delle giornate – “Sorsi di moda” a cura di Moda Diamante – S. Oliver – Passepartout Bigiotteria

Anche la delegazione provinciale FISA di Padova ha aderito al progetto “Sea Rescuers Against Plastic” patrocinato dal Ministero dell’Ambiente, che ha preso il via domenica 24 marzo presso la spiaggia di Ponente a Caorle.

 

 

Questo progetto, promosso dal Settore Minaccia e Salvaguardia dell’Ambiente Marino della FISA e patrocinato dal Ministero dell’Ambiente. Il corso degli Assistenti Bagnanti FISA in mare prevede: 30 minuti di raccolta dei rifiuti con particolare attenzione alla plastica. Poi la sensibilizzazione sul consumo della plastica; questo insieme a un’educazione a stili di vita ecocompatibili, come l’utilizzo delle “boraccie” riutilizzabili che permettono di ridurre l’utilizzo della plastica monouso. Tutto questo portando ad una conseguente produzione di rifiuti.

 

La prima giornata ha visto la raccolta di rifiuti abbandonati in riva al mare o sulla diga, raccolti da dodici allievi che stanno affrontando la formazione di Assistente Bagnanti Mare. Molti passanti hanno apprezzato l’opera e molti di questi hanno loro stessi aiutato i ragazzi.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni