ArteCulturaSlide-mainTempo liberoTreviso

Lingue e Dialetti: Tesori Culturali dagli Archivi Benetton

1 minuti di lettura

Esposizione documentaria per Archivissima 2024. Dal 7 giugno al 2 agosto presso la Biblioteca della Fondazione Benetton Studi Ricerche a Treviso, Palazzo Caotorta, via Cornarotta 9

TREVISO – Anche quest’anno, la Fondazione Benetton Studi Ricerche prende parte ad Archivissima, il festival italiano dedicato alla promozione e valorizzazione degli archivi storici, con un focus sul tema delle #Passioni.

Apertura della Mostra

A partire da venerdì 7 giugno, in occasione della Notte degli archivi, la biblioteca della Fondazione Benetton ospiterà una mostra documentaria che evidenzia l’interesse e la passione per le lingue e i dialetti di tre importanti intellettuali: Enzo Dematté (1927–2014), scrittore, saggista e poeta; Giovanni Mafera (1920–2008), linguista e scrittore; e Luisa Zille (1941–1995), musicista, storica e poetessa, dei quali la Fondazione conserva gli archivi.

Esposizione dei Documenti

La mostra presenta una selezione di documenti dai loro fondi per illustrare come questi intellettuali abbiano coltivato la passione e il rispetto per le lingue e i dialetti, considerandoli come veicoli di cultura e tradizione. La loro produzione intellettuale dimostra un uso consapevole e raffinato di questi linguaggi.

Enzo Dematté, accanto alla sua carriera di insegnante, ha svolto una intensa attività di scrittore e poeta, concentrandosi su temi, autori, artisti, toponimi, lingue, usi e tradizioni del Veneto. La sua riflessione ha messo in luce il contributo della cultura veneta alla diversità del patrimonio letterario nazionale.

Giovanni Mafera ha sviluppato gran parte della sua carriera all’estero, con un particolare interesse per le lingue. La sua lunga esperienza in Danimarca gli ha permesso di collaborare con Knud Andersen alla stesura di un dizionario italiano-danese e danese-italiano.

Luisa Zille, oltre al suo lavoro filologico, si è dedicata alla poesia in lingua e dialetto, riuscendo, soprattutto con quest’ultimo, a esprimere una ricca gamma di sensazioni. Ha recuperato e reinventato il dialetto, prestando particolare attenzione agli arcaismi lessicali e alle sonorità aspre.

Informazioni sulla Visita

La mostra, che esplora questi e altri aspetti della loro produzione intellettuale, sarà aperta al pubblico da venerdì 7 giugno a venerdì 2 agosto negli orari di apertura della biblioteca: martedì e giovedì dalle 9:00 alle 17:00, mercoledì e venerdì dalle 9:00 alle 14:00.

L’ingresso è libero. Biblioteca della Fondazione Benetton Studi Ricerche, Palazzo Caotorta, via Cornarotta 9, Treviso

Articoli correlati
ArteCulturaLe eccellenzeSlide-mainVenezia

Quarta edizione della Biennale del Merletto

2 minuti di lettura
A Burano è iniziata la quarta edizione della Biennale del Merletto. In programma da luglio “I venerdì del merletto” con dimostrazioni di…
AttualitàIntervisteMogliano VenetoNewsSlide-mainVideo

La missione di Denny, salvare vite

1 minuti di lettura
Denny Castiglione, mister preferenze alle elezioni comunali di Mogliano, e il suo impegno nei teatri problematici del mondo Mogliano Veneto (TV) –…
CulturaIstruzioneMarca TrevigianaMusicaTempo libero

Grande successo per il Festival Cultura Liberata

2 minuti di lettura
Festival Cultura Liberata: se l’anno scorso i ragazzi dell’organizzazione avevano stupito, quest’anno hanno lasciato tutti a bocca aperta CONEGLIANO (TV) – Nella…