Slide-mainTurismoVeneto

Ville Castelli e Dimore: : timeless moment in the land of Venice

2 minuti di lettura

Il progetto finanziato dalla Regione Veneto, intitolato “Ville Castelli e Dimore: : timeless moment in the land of Venice“, ha raggiunto con successo la sua conclusione. Un’iniziativa che ha segnato un’importante pietra miliare, unendo per la prima volta 31 luoghi distribuiti dalle Dolomiti al Delta del Po. Questi siti unici hanno collaborato per presentare la loro identità distintiva al pubblico nazionale e internazionale.

Il progetto

Il focus del progetto è rappresentato da ville venete, castelli e dimore storiche, che non solo offrono ai singoli turisti un’esperienza unica e indimenticabile in ambienti esclusivi, intrisi di storia e fascino, ma si presentano anche come cornici straordinarie per il turismo aziendale, ospitando congressi ed eventi aziendali.

Il progetto è stato lanciato con successo presso il padiglione della Regione Veneto alla fiera internazionale ITB di Berlino. Le offerte sono state strutturate per soddisfare diverse tipologie di turisti. Mentre i turisti stranieri, in particolare francesi e inglesi, mostrano già una predisposizione a questo tipo di villeggiatura, un interesse significativo proviene dai paesi emergenti come Cina, Corea e Giappone, tradizionalmente affascinati dall’arte, moda e cultura italiana.

Il turismo proveniente dalla Germania, Austria e Svizzera ha risposto positivamente, evidenziando un’apprezzamento non solo per la bellezza paesaggistica e storica, ma anche per le esperienze enogastronomiche offerte da questi luoghi.

Le ville venete, con radici nella tradizione agricola e dell’allevamento, oggi vedono molti proprietari impegnati nella produzione di prodotti di alta qualità, come pasta, riso, vino e formaggi.

Il soggiorno in queste location esclusive si arricchisce ulteriormente con esperienze enogastronomiche, offrendo un comfort a 360 gradi. I proprietari, spesso eredi di nobili famiglie veneziane, arricchiscono l’esperienza con aneddoti, storie e segreti che coinvolgono il turista in un profondo processo di conoscenza.

Gli sguardi verso questi luoghi sono molteplici e diversificati. Ad esempio, i turisti americani considerano queste proprietà come location ideali per matrimoni indimenticabili e shooting poetici.

Il progetto ha contribuito a mettere in luce autentici gioielli nelle Dolomiti e nel Delta del Po, come Villa di Modolo, Villa Guarnieri, e Villa Ca’ Zen, attirando l’attenzione del pubblico sensibile al verde e alla sostenibilità.

Per formare una rete solida, i 31 luoghi hanno collaborato con un team di professionisti esperti, coaching e counselor che li hanno guidati attraverso sessioni di lavoro, garantendo che l’offerta turistica fosse basata su solide basi formative.

L’organizzazione di tour dedicati ad influencer italiani e tedeschi, così come a tour operator internazionali, ha contribuito a far comprendere e apprezzare questa offerta turistica unica.

A differenza dei castelli della Loira, la villa veneta è un organismo vivo, ancora abitato dai proprietari, spesso eredi di tradizioni centenarie. Questi luoghi, di rara bellezza, attraggono un turismo lento e sostenibile, spesso caratterizzato da numeri contenuti.

Al cuore di questa offerta c’è la persona, accolta e coccolata dai proprietari, che offre un’immersione in un mondo antico, ora visto come un faro nell’economia dei cambiamenti politici necessari per la salvaguardia del territorio e della natura.

Anche se il progetto si è concluso con successo, si delineano nuove opportunità di rete in virtù dei risultati positivi e delle ricadute culturali ed economiche di queste nuove pratiche turistiche in Veneto.

Articoli correlati
AmbienteSlide-mainVenezia

Ocean Literacy World Conference

1 minuti di lettura
La Ocean Literacy World Conference a Venezia promuove l’educazione e la sensibilizzazione sulla sostenibilità del mare in vista della terza Conferenza delle…
#instacultBlogMusicaSlide-main

Via Verdi

1 minuti di lettura
Via Verdi, che poi non si parla di toponomastica spiccia ma di Band, che con un contratto discografico alla fine del 1985…
AmbienteAttualitàMargheraSlide-main

Parco dell'Idrogeno a Porto Marghera

1 minuti di lettura
Il Consiglio comunale di Venezia ha approvato la delibera per la creazione del Parco dell’idrogeno e delle energie innovative a Porto Marghera…