ArteSlide-mainVenezia

“Viaggio in Oriente: Ou Topos Tibet”

2 minuti di lettura

Un viaggio alla scoperta del Tibet attraverso la mostra fotografica inedita di Fosco Maraini e tre giorni di dibattiti. Dall’8 al 20 novembre 2022 a Ca’ Foscari.

Tre giornate di studio, la proiezione di due film e un documentario, la mostra fotografica “Sulle orme di Giuseppe Tucci: da Fosco Maraini a oggi. La storia e la contemporaneità del Tibet nelle immagini di Fosco Maraini e negli scatti di Giampietro Mattolin”.

“Viaggio in Oriente: Ou Topos Tibet”. Il viaggio come simbolo di acquisizione di conoscenze e competenze, presa di coscienza e superamento dei propri limiti, questo il tema dell’iniziativa promossa e organizzata dal Centro Lama Tzong Khapa  col patrocinio del Comune di Venezia, dell’Università Ca’ Foscari Venezia, dell’Unione Buddhista Italiana (UBI) l’FPMT Italia – Fondazione per la Preservazione della Tradizione Mahayana e inserita nel palinsesto de “Le Città in Festa”.

Nel contesto immaginario in cui l’Oriente è l’alterità per eccellenza, segreto depositario di una visione più autentica della realtà, totalmente smarrita nell’Occidente civilizzato, il Tibet, racchiuso nelle sue montagne, rappresenta il mito più irraggiungibile.

“It could be argued that Tibet no longer exists, or that if it does, it is only as a utopian vision in a virtual world” (“si potrebbe dire che il Tibet non esiste più, o che se ancora esiste è solo come visione utopica in un mondo virtuale”), scrive l’antropologa e storica dell’arte orientale Clare Harris. In effetti, a partire dalla fine dell’Ottocento la realtà storica del Paese delle nevi si è persa nei confusi pregiudizi occidentali.

Partendo dalla “Dottrina segreta” di Helena Blavatsky, l’idea di un immaginario trascendente comune a Oriente e Occidente sepolto nel misterioso Tibet, si trasferisce nelle ardite filosofie di René Guénon e trova divulgazione più popolare in romanzi come “Orizzonte perduto” di James Hilton e nella sua traduzione cinematografica nell’omonimo “Orizzonte perduto” diretto da Frank Capra nel 1937.

L’evento sarà inaugurato martedì 8 novembre 2022, alle ore 14:30, con i saluti istituzionali da parte di Centro Lama Tzong Khapa (Danillo Ghirardo), Unione Buddhista Italiana, (Filippo Scianna), Comune di Venezia (Paola Mar), Università Ca’ Foscari (Caterina Carpinato) e con l’inaugurazione della mostra fotografica “Sulle orme di Giuseppe Tucci: da Fosco Maraini a oggi. La storia e la contemporaneità del Tibet nelle immagini di Fosco Maraini e negli scatti di Giampietro Mattolin”.

La mostra attraverso 70 foto in bianco e nero e a colori, racconta delle spedizioni compiute da Giuseppe Tucci, attraverso le fotografie di Fosco Maraini che, giovanissimo, accompagnò, come assistente e fotografo, l’archeologo nelle sue spedizioni del 1937 e del 1948.

Una foto di Fosco Maraini nella locandina dell’evento

A fianco delle opere di Maraini, quelle del fotografo e viaggiatore contemporaneo Giampietro Mattolin.

Il colore delle sue foto fa da contraltare alla scala di grigi delle immagini di Maraini, riproponendo persone, paesaggi e situazioni in un orizzonte cromatico prepotentemente diverso, ma persistente testimonianza di un passato che intende resistere.

«Attraverso questa mostra vogliamo portare l’attenzione su quanto i tibetani hanno subito negli anni, mio marito si era innamorato della loro antica cultura, che rivive in queste foto» afferma Mieko Namiki, moglie di Fosco Maraini.

«L’Unione Buddhista Italiana è felice di patrocinare questo prezioso evento che ci porta vicini a un territorio unico. Culla e custode di una tradizione spirituale che è patrimonio dell’umanità, il Tibet risuona nei cuori di tutti coloro che sentono la necessità di una visione saggia e compassionevole del mondo», le parole di Filippo Scianna presidente dell’Unione Buddhista Italiana.

Articoli correlati
MoglianoSlide-mainSpeciale 25 novembre contro la violenza sulle Donne

Continuano gli eventi a Mogliano Veneto per dire NO alla violenza in ogni sua forma

2 minuti di lettura
L’annuale Staffetta lungo il Terraglio termina quest’anno con l’inaugurazione di un’opera in memoria di tutte le vittime di violenza Nell’ambito delle molte…
AmbienteCulturaSlide-mainVenezia

Venezia e i cambiamenti climatici all'Ateneo Veneto

1 minuti di lettura
Venezia è un patrimonio tanto inestimabile quanto fragile e ha mostrato tutta la sua fragilità nel novembre 2019, quando l’acqua alta ha…
Slide-mainVeneto

Selva di Cadore, 3,1 milioni di euro per la sicurezza del territorio

2 minuti di lettura
L’Assessore al Dissesto Idrogeologico Gianpaolo Bottacin si è recato a Selva di Cadore, nel bellunese, per un sopralluogo a due cantieri curati…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio