Home / Posts Tagged "venezia"

Una cornice unica, per un dj set altrettanto unico. Domani 14 luglio alle 19 Marco Benassi, in arte Benny Benassi, tra i più talentuosi e celebri dj e produttori del panorama musicale internazionale, sarà protagonista di una performance musicale irripetibile, tappa veneziana del tour di dj set “Timeless — Italia attraverso un viaggio musicale”, organizzato da Nameless Music Festival. La performance non sarà aperta al pubblico, ma esclusivamente online, in streaming, sui canali Facebook e Instagram di Nameless Music Festival e della Collezione Peggy Guggenheim.

Attento agli interessi e ai linguaggi del pubblico, soprattutto di quello più giovane, il museo veneziano ha accolto con entusiasmo la partecipazione di un artista del calibro di Benassi, seguito da una vastissima comunità eterogenea e trasversale. Il dj set rappresenta inoltre l’occasione per sensibilizzare gli amanti della musica alla campagna di crowdfunding Insieme per la PGC, lanciata lo scorso 8 luglio, invitandoli a sostenere con il loro contributo il patrimonio artistico oggi conservato a Palazzo Venier dei Leoni. Dopo oltre 13 settimane di chiusura, il museo è tornato infatti a riaprire le porte al pubblico, ma solo parzialmente, dal venerdì alla domenica, e al momento il programma espositivo e le attività, destinate ai visitatori, sono sospese. Così come il concerto di Benassi è un evento accessibile a tutti, affinché tutti possano godere della sua performance in una modalità originale, nel rispetto delle attuali norme di sicurezza, il museo vuole tornare ad riaprire le sue sale 6 giorni la settimana, garantendo i tanti servizi e attività gratuite al suo pubblico e a quanti, come la Collezione Peggy Guggenheim, credono nel valore dell’arte, bene primario, collettivo, dal potere trasformativo in grado di accompagnare nei grandi cambiamenti che stiamo vivendo. Per donare alla campagna Insieme per la PGC basta un clic collegandosi alla homepage di guggenheim-venice.it. Anche il più piccolo gesto è importante.

Il giorno del Redentore, la galleria d’arte Magazzino Gallery resterà aperta dalle 15 alle 21 presentando ininterrottamente tre video musicali con testi inediti di Tiziano Scarpa

 

Il lunghissimo periodo della quarantena ha portato anche qualche beneficio, per esempio gli artisti, almeno alcuni, hanno associato insieme idee e prodotto cose che forse non avrebbero mai fatto.
Questa è la storia di Tiziano Scarpa, scrittore; Federico Serafini, musicista; Mara Vittori, cantante e Marco Agostinelli, video artista. Alla base di tutto c’erano tre canzoni scritte da Scarpa agli inizi degli anni duemila e musicate da Serafini.

 

Scrive Roberta Semeraro, curatrice del progetto:
“In un momento storico di massimo squilibrio come quello della pandemia ancora in corso, quando tutte le certezze sulle quali avevamo costruito questa nostra realtà si sono frantumate come un castello di sabbia si sgretola tristemente dinanzi agli occhi di un bambino, a Venezia nel silenzio di Canal Grande, sono scappate tre vecchie canzoni. Che sia stato il bisogno profondo di ritrovare il ritmo di quella vita perduta o semplicemente il desiderio di voler essere altrove, questi brani musicali andando per la città si sono trasformati in immagini e poi ancora nuovamente in parole e immagini. Propeller, Slow e Trapianto che più tecnicamente sono brani Trip-hop arricchiti da un gusto melodico italiano, nascono molti anni fa, dalla musica del compositore veneziano Federico Serafini, Un musicista tout court che conosce e ama la musica in tutte le sue espressioni a partire dalla musica classica”.

 

 

Adesso, quasi per scongiurare scaramanticamente ogni altro “contagio” gli artisti hanno pensato di presentarli al pubblico proprio a partire dalla festa del Redentore, come fossero un inno alla vita che riprende, una festa nella festa, un happening di felicità. Il segno lampante di una città che vuole ripartire. Per quel giorno il Magazzino Gallery resterà aperto dalle 15 alle 21.

 

Scrive sempre Semeraro: “I testi delle canzoni sono arrivati da una penna di tutto rispetto come quella di Tiziano Scarpa, che non ha bisogno di presentazione (premio Strega con il romanzo Stabat Mater nel 2009!) e che con grande maestria non solo ha saputo tradurre il senso della musica nelle parole, ma ha calibrato sillabe, parole e accordi e singole note in un contrappunto perfetto. Mara Vittori con la sua corretta e virtuosa esecuzione suggella il connubio tra i due autori, facendo vibrare le canzoni nelle sue  corde vocali con un timbro di voce seducente. Dopo circa vent’anni Propeller, Slow e Trapianto grazie a  Marco Agostinelli, affermato video artista internazionale, sono diventate immagini danzanti che nella loro essenza effimera, restituiscono la musica nel caleidoscopio dei colori, e richiamano le parole nelle geometrie evanescenti delle forme e delle figure che appaiano per un istante per poi scomparire. Come tocco finale, i tre brani musicali hanno trovato poi le parole del noto critico d’arte Annamaria Orsini che ha risposto ai  video clips, componendo a sua volta note di scrittura verbo-visiva, un genere artistico e letterario a lei congeniale, dove con un sofisticato gioco di rimandi tra significati e significanti si aprono visioni estatiche e metafisiche. L’happening è un omaggio alla lunga tradizione nella musica di Palazzo Contarini Polignac.  Dopo la lunga chiusura del lockdown il Magazzino Gallery riapre le sue porte al pubblico invitandolo a  ballare con l’Arte”.

 

Primo test completo per le 78 dighe mobili del sistema Mose superato con successo

 

Era presente il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, i ministri Lucia Lamorgese, Paola De Micheli e Federico D’Incà, il presidente del Veneto Luca Zaia e il sindaco Luigi Brugnaro. Sull’isola artificiale che divide la Bocca di Porto del Lido è stata approntata una “control room” dalla quale è stato possibile seguire le operazioni di sollevamento e discesa delle paratoie nelle quattro “bocche”, da nord a sud: Lido-Treporti, Lido-San Nicolò, Malamocco e Chioggia.

 

Una decina di piccole imbarcazioni hanno dato il via ad un’azione di protesta contro il Mose, ritenuto opera superata e insufficiente, nello spazio acqueo davanti a Piazza San Marco; quasi una battaglia navale che per fortuna non ha avuto conseguenze.

 

Silvia Moscati

 

POST TAGS:

“Chiedo scusa a tutti ma, a causa degli ultimi dati sull’aumento dei contagi, sono costretto a dirvi che annulliamo lo spettacolo pirotecnico del Redentore. Venezia è una città sicura e responsabile e non possiamo mettere a rischio la salute dei cittadini. Abbiamo cercato fino all’ultimo di realizzare uno degli spettacoli più belli al mondo e ringrazio tutti quelli che hanno lavorato con me. È stata una decisione difficile da prendere ma inevitabile. Prima vengono la salute e la sicurezza delle persone”, così ha annunciato questa mattina il Sindaco Luigi Brugnaro.

Rimarranno gli eventi: apertura del ponte votivo, le celebrazioni religiose, gli intrattenimenti musicali lungo le rive, i mini-concertini nei plateatici le regate in programma.

 

Silvia Moscati

Distanziamento e mascherine, l’estate riporta lo spettacolo dal vivo nelle storiche sale nel rispetto delle norme di sicurezza

 

Cento serate di spettacoli per accontentare ogni sorta di palato: “tutti i gusti del teatro” vanno in scena per la Stagione Estiva 2020 del Teatro Stabile del Veneto che per la prima estate animerà insieme, dal 23 luglio al fino al 12 settembre, i palcoscenici delle tre città con alcuni appuntamenti anche all’aperto, tra cui quelli al Castello Carrarese. Se per il pubblico del Teatro Verdi di Padova la programmazione nei mesi più caldi è ormai una cara abitudine, il Teatro Mario Del Monaco di Treviso ospita invece per la prima estate una rassegna che racchiude teatro e musica con otto concerti e quattordici appuntamenti di prosa. E di novità si tratta anche per il Teatro Goldoni di Venezia che, riservato solitamente da luglio a ottobre a una produzione pensata soprattutto per il pubblico internazionale, in questa estate tutta italiana accoglierà sul palco una varietà artisti e compagnie per un programma dedicato alla città. Dopo mesi di chiusura, la Stagione Estiva segna così il ritorno dello spettacolo dal vivo nelle storiche sale, che aprono finalmente al pubblico nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, dalla sanificazione al distanziamento dei posti, all’obbligo di mascherina.

 

© MoniQue Foto – MONICA CONDINI

 

Le produzioni al centro delle stagioni estive

Un solo cartellone con un vasto programma che spazia dai grandi classici alla nuova drammaturgia, dal teatro di narrazione alla commedia dell’arte, attraverso temi che parlano sempre e comunque al nostro tempo, dando voce ad autori, artisti e compagnie veneti, ma non solo. Al centro le produzioni del Teatro Stabile del Veneto, undici in totale, con il debutto in prima regionale di Paolo Rossi al Castello Carrarese il 4 agosto: Pane o libertà. Su la testa, una co-produzione con lo Stabile di Bolzano in cui stand up comedy, commedia dell’arte e commedia greca si mescolano in un solo spettacolo dando voce alle storie di maestri come Jannacci, Gaber, De Andrè, Fo e persino il fantasma della Callas. L’estate diventa anche un’occasione per sperimentare: sono quattro gli spettacoli presentati in forma di studio sui palcoscenici estivi dello Stabile del Veneto come Tutta la vita della compagnia padovana Amor Vacui, una co-produzione con La Piccionaia e Teatro Metastasio Prato, che debutterà poi nella stagione invernale 20/21, lo spettacolo Franca, come te solo la Valeri un omaggio alla grande artista Franca Valeri di e con l’attrice padovana Lucia SchieranoLa fatica d’essere spettatore di Pierre Notte con Fabio Sartor e Jocker con Michele Maccagno.

 

Tornano sul palco anche compagnie venete come Amor Vacui con Intimità e StivalaccioTeatro che oltre ai due spettacoli della Trilogia dei commediantiRomeo e Giulietta. L’amore è saltimbanco e Don Chisciotte. Tragicommedia dell’atre, presenta una novità in anteprima: Cèa Venessia. Odissea nostrana dal NordEst all’Australia, uno spettacolo dedicato alla storia della prima colonia fondata da un insediamento di migranti veneti e friulani in Australia, con Stefano Rota e per la regia di Marco Zoppello.

 

© Photo Credits: Luca Del Pia

 

I cartelloni estivi dei teatri Verdi, Goldoni e Mario Del Monaco

Sono moltissimi i nomi della scena teatrale veneta e italiana che animeranno l’estate del Teatro Stabile del Veneto e i suoi storici palcoscenici. Oltre ai titoli delle produzioni, i numerosi ospiti che arricchiscono i cartelloni delle tre città saranno presentati in tre conferenze stampa aperte al pubblico insieme alle Amministrazioni Comunali: mercoledì 15 luglio per il Teatro Verdi di Padova (ore 11.30) e per il Teatro Mario Del Monaco di Treviso (ore 15.00) e giovedì 16 luglio per il Teatro Goldoni di Venezia (ore 18.00).

A Padova Beethoven con l’OPV, a Treviso una rassegna di concerti e a Venezia torna “Sottocasa”

Ad arricchire la programmazione estiva del Teatro Verdi di Padova è il ciclo di 5 concerti Immortali amate con cui l’Orchestra di Padova e del Veneto avvia un originale omaggio a Ludwig van Beethoven in occasione del 250° anniversario della nascita che verranno registrati da Rai5 tra l’11 e il 16 luglio (la trasmissione nei palinsesti televisivi nazionali avverrà il prossimo dicembre). I concerti eseguiti per la registrazione – anticipazione di quella integrale prevista a Padova per l’inizio di novembre prossimo – saranno aperti gratuitamente al pubblico per un massimo di 40 spettatori su prenotazione obbligatoria. Una rassegna di concerti organizzati dal Comune di Treviso in collaborazione con lo Stabile del Veneto anima anche la stagione del Teatro Mario Del Monaco, il cui palcoscenico ospiterà il ritorno di artisti trevigiani quali Roberto Scandiuzzi accompagnato dalla figlia Diletta Scandiuzzi e dal baritono Lucio Gallo, cantanti di fama internazionale come la soprano Hui He, con il Quartetto d’Archi Verona Lirica, e Teresa Iervolino, ma anche l’Orchestra Ritmico Sinfonica diretta dal Maestro Diego Basso, I solisti di Radio Veneto Uno con il chitarrista Massimo Scattolin, Enrico Rava Quartet, tra gli ospiti in programma per il Treviso Suona Jazz Festival, e la serata inaugurale del Festival chitarristico delle Due Città.  A Venezia, invece, dopo il successo dello scorso anno trona anche questa estate “Sottocasa. Il teatro nelle Città”: grazie al progetto promosso dal Comune di Venezia con il Teatro Stabile del Veneto, lo spettacolo esce dalle storiche sale per animare nuovi spazi urbani fuori dalle consumate rotte quotidiane del centro storico come parchi, piazze e ville in terraferma da Chirignago a Mestre e nelle isole da Burano a Pellestrina per dare vita ad un’esperienza coinvolgente e divertente pensata soprattutto per i più piccoli.

 

Jesolo mette in bella mostra le bellezze del suo territorio, tra mare, laguna ed entroterra

 

L’edizione 2020 del programma televisivo di Rete 4 ha premiato l’Italia e il desiderio di sostenere la ripartenza del Belpaese in questo momento delicato. Il litorale jesolano è una delle location scelte dalla trasmissione televisiva.

 

Riprese e shooting fotografici vedono Jesolo protagonista di questi giorni, con la presenza in città di ragazze e telecamere di Donnavventura, trasmissione che racconta i luoghi e le mete più spettacolari del pianeta. Il servizio mostretrà ogni angolo del territorio jesolano, quasi in una formula di “tutorial per le vacanze”, per mostrare come si può trascorrere un soggiorno al mare o scoprire le peculiarità storiche, ambientali ed enogastronomiche che caratterizzano la località. Un modo di presentare Jesolo e le sue opportunità di vacanza, all’insegna del relax e del divertimento con uno stile fresco e leggero.

 

A guidare la spedizione sono quattro veterane di Donnavventura, tra cui due venete, con alle spalle servizi in diverse parti del mondo. La puntata dedicata a Jesolo e alle sue bellezze, viste con gli occhi delle reporter di viaggio sarà trasmessa su Rete 4 nelle prossime settimane. Un’opportunità significativa per la località che godrà di visibilità su un’emittente televisiva nazionale e un richiamo anche sulle principali reti social, Facebook, Instagram e Twitter dove Donnavventura può contare oltre 335mila contatti.

 

“Siamo elettrizzati da questa esperienza – dichiara l’assessore Flavia Pastò – e abbiamo costruito con le ragazze e tutto il team di Donnavventura un gruppo di lavoro che sta dando vita ad una puntata che siamo sicuri sorprenderà il pubblico. Vogliamo dimostrare che anche in Italia e nel Veneto si possono incontrare paesaggi mozzafiato e vivere esperienze che restano nel cuore”.

Questa mattina, verso le 4, i Vigili del fuoco sono intervenuti nel canale della Giudecca a Venezia per il rovesciamento di un barchino: in salvo le tre persone finite in acqua. L’allarme è stato dato dal personale di un vaporetto ACTV, i quali si sono accorti da un faro che il barchino era capovolto all’altezza di Sacca Fisola. I Vigili del fuoco accorsi con un’autopompa lagunare individuavano a riva le due donne e un uomo che erano riuscite a raggiungere autonomamente la riva. I tre malcapitati sono stati presi in cura dal personale sanitario del SUEM e portati in pronto soccorso per dei controlli. Sul posto personale della capitaneria di porto e i carabinieri. In mattinata si valuterà il recupero dell’imbarcazione affondata.

«Così la manovra del duo Zaia-Brugnaro, per controllare la spina dorsale economica e logistica della città, si è compiuta. Adesso, sul commissariamento, la palla passa al Ministero: ci aspetta un’estate complicata, auspicando che almeno per i lavoratori non ci siano ripercussioni negative».
Lo dice in una nota Erika Baldin, consigliera regionale veneta del Movimento 5 Stelle, dopo l’assenza, anche dalla seduta odierna del Comitato di gestione dell’AdSP MAS per discutere del bilancio 2019, dei rappresentanti della Città Metropolitana di Venezia e della Regione Veneto.

 

«Un intervento che complica non poco il funzionamento dell’ente – ribadisce la consigliera M5S – e, se in prima battuta potevamo anche far finta di considerarlo solo come tecnico e rivolto davvero al bilancio (che molti esperti considerano solido), adesso si è decisamente trasformato in un atto politico. È la conferma della dichiarazione di guerra nei confronti del presidente Musolino, già intravista nelle scorse settimane. Chissà se motivata dalle prossime, vicine e coincidenti elezioni regionali e comunali».

 

«Per concludere, non possiamo non sottolineare un risvolto di questo movimento a tenaglia, decisamente incongruente con il mantra leghista. Infatti – chiosa Baldin – così facendo (nessuno crede alla favoletta della decisione in perfetta autonomia della componente con casacca regionale) Zaia ha indirettamente abdicato a una parte di autonomia regionale, a lui tanto cara. Perché adesso, come vuole la legge del comparto, chi viene a decidere cosa fare del Porto di Venezia? I tecnici del Ministero, direttamente da Roma. Per il modo di pensare di Zaia, più che un effetto collaterale, è proprio un autogol».

POST TAGS:

Godere il piacere di un buon libro, anche se si hanno problemi di vista, a Jesolo si può, grazie al nuovo servizio cui ha aderito la biblioteca civica

 

C’è una nuova, importante novità, tra i servizi erogati dalla biblioteca civica di Jesolo: è l’App per smartphone a tablet “Libro Parlato Lions” sviluppata dal Lions Club di San Donà di Piave, che arriva a Jesolo per facilitare l’accesso alla lettura per persone con difficoltà di vista grazie a titoli parlati.

 

La convenzione siglata dalla biblioteca di Jesolo con il Lions Club di San Donà di Piave permette a tutte quelle persone che non sono in grado di leggere autonomamente, a causa di disabilità fisiche o sensoriali, anche temporanee di poter accedere ad un servizio che promuove la lettura e, di conseguenza, il diritto alla cultura. Il progetto si rivolge quindi ai non vedenti, agli ipovedenti gravi, i dislessici e gli anziani che possono chiedere al personale della biblioteca l’attivazione del servizio.

 

Possono usufruire dell’opportunità anche le persone temporaneamente ricoverate in ospedale o sottoposte a cure in day hospital presso strutture convenzionate, ricevendo in prestito tablet e cuffie con cui poter ascoltare il libro preferito. Oltre ad offrire migliaia di testi letti da volontari, l’App permette anche di “donare la voce” mettendo quindi a disposizione un po’ del proprio tempo e della propria voce per regalare momenti di serenità agli altri.

 

“Jesolo è una realtà sempre in fermento e sempre alla ricerca di modi per ampliare l’offerta culturale rivolta ai suoi cittadini. La biblioteca civica in particolar modo svolge un ruolo di primo piano essendo la casa della cultura e pronta ad erogare nuovi servizi – commenta l’assessore alla Cultura della città di Jesolo, Otello Bergamo -. L’App “Libro Parlato Lions” è solo l’ultima di una lunga serie di novità che dimostrano l’attenzione al bisogno di conoscenza degli jesolani e abbiamo trovato in questo caso un’associazione all’avanguardia in questo campo con grande esperienza alle spalle. Grazie a questa collaborazione mettiamo le i cittadini con difficoltà visive nella condizione di poter vivere al meglio il diritto alla lettura e alla cultura”.

Il Consolato dell’Uruguay a Venezia, in collaborazione con Ateneo Veneto, intende ricordare la recente scomparsa del grande autore Latino Americano Luis Sepúlveda, che più volte è stato presente nella nostra Regione.

L’evento si svolgerà online alle ore 17.00 di oggi, venerdì 24 aprile 2020, sulla piattaforma GoToMeeting.

 

Interverranno:

– Claudio Scarpa, Console Onorario dell’Uruguay a Venezia

– Gianpaolo Scarante, Presidente dell’Ateneo Veneto

– Milton Fernandez, Artista uruguayano, Direttore del Festival della Poesia di Milano

– Rodrigo Diaz, Direttore del Festival del Cinema Latino Americano di Trieste

– Franco Avicolli, già Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a Cordoba – Argentina e  esperto dell’Ambasciata Italiana a Città del Messico.

 

 

Come accedere:

è possibile partecipare alla riunione da computer, tablet o smartphone, semplicemente cliccando su questo link.

Se è la prima volta che si usa GoToMeeting, è necessario prima scaricare l’App: GoToMeeting Download.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni