Home / Posts Tagged "Zaia"

“Grazie al vicepremier Matteo Salvini per aver ancora maggiormente dimostrato la volontà di questo governo di portare avanti la partita dell’autonomia. I veneti sono andati a una consultazione referendaria su questo tema e ora aspettano con ansia di vedere il giorno in cui le aspettative espresse con il loro voto troveranno finalmente applicazione”.

 

A dirlo è il presidente del Veneto Luca Zaia, che commenta le parole del vicepremier e ministro dell’interno Matteo Salvini che ha confermato oggi l’impegno a fare entro l’autunno il primo passaggio in Consiglio dei ministri sulla maggiore autonomia richiesta da Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna.

 

“L’autonomia rappresenta per noi un obiettivo imprescindibile – aggiunge Zaia – e questo governo ha dato nuovo impulso all’innovativo percorso istituzionale che abbiamo imboccato per ottenere ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia per tutte le 23 materie previste dalla Costituzione”.

Il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha prorogato sino a giovedì 29 novembre la sospensione della caccia nei comuni bellunesi di Canale d’Agordo, Colle di Santa Lucia, Gosaldo, Livinallongo del Col di Lana, Rivamonte Agordino, Rocca Pietore, Taibon Agordino e Voltago Agordino, Auronzo di Cadore, Perarolo di Cadore, Lorenzago di Cadore, San Pietro di Cadore, Vigo di Cadore e Pieve di Cadore. La decisione è motivata dalla prosecuzione degli interventi di messa in sicurezza e ripristino di infrastrutture, viabilità e insediamenti e dalle movimentazione di uomini e di mezzi per le operazioni di ripulitura di boschi, a seguito del grave maltempo che ha interessato l’intera provincia dolomitica nelle scorse settimane.

 

Lo stop temporaneo alla pratica venatoria è prolungato sino a giovedì 29 novembre anche nelle aree boschive interessate da schianti totali o parziali e nelle aree interessate da frane, ove siano presenti cantieri e macchine operatrici, e nelle aree operative di ripristino, con una fascia di rispetto e sicurezza di 500 metri da tali aree.

 

Alla Provincia di Belluno è riconosciuta la facoltà di proporre eventuali ulteriori restrizioni alla pratica venatoria, da recepire con un successivo decreto del presidente della Giunta regionale.

 

Il presidente della Regione dà, inoltre, facoltà ai Sindaci di disporre, con propria ordinanza, ulteriori divieti temporanei all’esercizio della caccia – anche in ampliamento alle aree individuate con il decreto odierno – dove sia necessario garantire adeguata sicurezza agli operatori impegnati nelle operazioni di abbattimento tronchi, rimozione, ripristino della viabilità e dei collegamenti comunali.

“Ringrazio l’Associazione Bancaria Italiana e il suo Presidente Patuelli per la sensibilità dimostrata nell’accogliere la nostra richiesta, nella certezza che gli Istituti di Credito associati daranno seguito all’indicazione”.

 

Con queste parole, il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, esprime il suo apprezzamento per la decisione dell’ABI di chiedere a tutte le banche associate di accogliere la richiesta del Veneto e del  Friuli Venezia Giulia di non far pagare commissioni su bonifici o altre forme di trasferimento di fondi disposti a favore di iniziative a sostegno delle popolazioni colpite dalle calamità naturali, e di destinare gli importi corrispondenti alle commissioni eventualmente già applicate a favore delle iniziative di raccolta fondi.

 

“Lo spirito di solidarietà e di vicinanza ai territori che ha mosso il mondo bancario – aggiunge Zaia – è di grande significato. Se da un lato, come avevamo chiesto, è giusto non gravare di spese chi in questi giorni sta versando il suo contributo di generosità, dall’altro è anche importante la destinazione alle popolazioni colpite degli importi già eventualmente applicati. La squadra della solidarietà – conclude il Governatore – si allarga ogni giorno di nuovi protagonisti, e questo è bello e incoraggiante per il futuro”.

“A maggior ragione di fronte a questa notizia dobbiamo lavorare, progettare, fare squadra come se avessimo mille competitors. Guai abbassare la guardia”.

Con queste parole, il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, commenta la notizia, rimbalzata nelle edizioni web dei giornali che, nel referendum indetto sull’opportunità o meno della candidatura di Calgary alle Olimpiadi invernali del 2026, i cittadini canadesi hanno bocciato l’idea. Pur essendo di tipo consultivo, va ricordato che il Consiglio comunale di Calgary si era invece espresso favorevolmente, ma aveva in qualche modo legato la decisione finale all’esito della consultazione.

 

“A questo punto – aggiunge il Governatore del Veneto – dobbiamo sostenere la candidatura Milano-Cortina con ancora più tensione e determinazione di prima, a cominciare dall’andare a Tokyo ancora più forti e convinti delle qualità della nostra proposta. Sarebbe un errore calare la tensione per un possibile avversario in meno, perché non si vince adesso, ma il giorno dell’assegnazione ufficiale da parte del Cio”.

 

“Ce la dobbiamo fare – conclude Zaia – e allora non c’è che mettersi pancia a terra e lavorare, uniti e forti come sinora”.

Il Gruppo Despar scende in campo per partecipare attivamente alla ricostruzione delle aree del Veneto gravemente colpite dal maltempo dei giorni scorsi.

 

Ieri, a Venezia, l’Amministratore Delegato Arcangelo Francesco Montalvo e il Direttore Marketing Fabio Donà hanno incontrato a Palazzo Balbi, sede della Giunta regionale del Veneto, il Presidente Luca Zaia, al quale hanno illustrato l’iniziativa, che punta a coinvolgere i clienti degli oltre 150 punti vendita attivi nel solo Veneto.

 

In tutte queste sedi partirà una campagna di sensibilizzazione con una raccolta di fondi da destinare alla rinascita dei boschi travolti dalla furia degli elementi, accompagnata dallo slogan “Ripiantiamo da qui: c’è una ferita da sanare nelle nostre montagne. C’è una natura da aiutare. Per questo abbiamo deciso di creare un vivaio per far rinascere le nostre foreste”.

 

Le modalità dell’iniziativa sono descritte sul sito www.despar.it.

 

“Le immagini dei boschi veneti rasi al suolo dal vento – ha detto Zaia – sono tra le più impressionanti e dolorose di questa calamità e sono grato al Gruppo Despar per aver colto, con sensibilità sociale e ambientale, l’opportunità di aiutarci a sanare una ferita così grave. È significativo e consolante scoprire, giorno dopo giorno, quante grandi e piccole aziende si stiano attivando per dare il loro contributo alla rinascita. Una funzione sociale che, come anche nel caso del Gruppo Despar, si affianca alla valenza economica e qualitativa aziendale”.

 

“Tocchiamo con mano i primi effetti della legalità affermata dal decreto Salvini. Finalmente i delinquenti tornano a casa loro, com’è giusto che sia e come hanno sancito il ministro dell’Interno, il Governo e il Parlamento con la fiducia votata ieri dal Senato. Bene così, avanti così”.

Con queste parole, il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, commenta la notizia secondo cui è stata respinta la richiesta di protezione internazionale di uno spacciatore di droga nigeriano richiedente asilo, sorpreso in flagranza di reato alcuni giorni fa dalla Polizia locale di Treviso che, nel suo alloggio nella struttura di accoglienza dove era ospitato nella ex caserma Serena di Dosson, ha poi trovato altri 240 grammi di marijuana. L’uomo è ora nel Cpr di Brindisi e verrà espulso.

 

“Per troppo tempo, per anni – aggiunge Zaia – abbiamo dovuto assistere a imprese come quella di questo delinquente  troppo spesso accompagnate da una sorta di inaccettabile impunità. Ora basta, l’aria è cambiata anche in Italia, grazie alla concretezza di un lavoro che il ministro dell’Interno ha portato avanti tenacemente in questi mesi”.

 

“Siamo anche di fronte – conclude Zaia – alla risposta concreta a chi ha criticato il provvedimento sostenendo che non avrebbe funzionato. Invece funziona, alla grande”.

Una partita stellare di volley femminile, con un significativo fuoriprogramma rivolto alle popolazioni venete colpite dalla grave ondata di maltempo dei giorni scorsi

 

Ha vissuto due momenti entrambi intensi, uno sportivo e uno di solidarietà, la presentazione, avvenuta oggi a Treviso, nella sede del Consorzio Tutela Prosecco Doc, della Supercoppa italiana di Pallavolo femminile che, sabato 10 novembre alle 20.30 al Palaverde di Villorba, metterà di fronte le due corazzate del volley femminile nostrano: l’Imoco Volley Conegliano Campione d’Italia e l’Igor Gorgonzola Novara detentrice della Coppa Italia che, tanto per capire, metteranno in campo cinque settimi della nazionale azzurra argento mondiale (Danesi, de Gennaro e Sylla nell’Imoco e Chirichella e Egonu per l’Igor) più una campionessa del mondo, la serba Stefana Velikovic, nelle fila novaresi.

 

L’evento è stato lanciato alla presenza del Presidente della Regione Luca Zaia, del Presidente della Lega Volley femminile Mauro Fabris, del Presidente dell’Imoco Pietro Garbellotto, dell’Ad di Igor Srl Fabio Leonardi, del Presidente del Consorzio di Tutela Prosecco Doc Stefano Zanette. Con loro il coach delle trevigiane Daniele Santarelli e una delle “pantere” più amate: la palleggiatrice polacca Joanna Wolosz.

 

A uno Zaia sinceramente sorpreso (“giuro che non ne sapevo nulla”), e poi profondamente grato, il Presidente Fabris ha consegnato un assegno di 10 mila euro, donati dalla Lega Volley Femminile alla Regione per contribuire agli aiuti alle popolazioni venete duramente colpite dal maltempo. “Grazie di cuore – ha detto Zaia a Fabris – perché con questo gesto dimostrate come lo sport più vero sappia vivere dentro la vita di ogni giorno. Vi assicuro che ogni euro servirà per aiutare persone, comunità, vallate, che in questo momento stanno combattendo con immensa dignità e forza una battaglia per la sopravvivenza”.

 

Sul piano sportivo, Zaia, parlando di una Supercoppa “stellare”, ha voluto ricordare l’impegno della famiglie Garbellotto, Maschio e Polo “che – ha detto – continuano a regalarci il sogno Imoco, ma anche a pensare con amore e impegno al vivaio, alle centinaia di ragazzine che lo compongono e che, grazie allo sport, imparano a condurre una vita sana, a socializzare correttamente, oltre che a divertirsi tanto”.

Con due decreti, recanti i numeri 141 e 142, siglati in data 2 novembre 2018, il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha revocato il divieto temporaneo di caccia e di pesca dilettantistica sportiva per i giorni 3 e 4 novembre 2018.
Per quanto riguarda la caccia, il divieto rimane in vigore limitatamente all’intero territorio amministrativo della Provincia di Belluno ed alla porzione di territorio amministrativo della Provincia di Vicenza posti al di sopra del limite della Zona Faunistica delle Alpi, secondo la individuazione vigente, e come indicato dalla cartografia allegata al Piano Faunistico Venatorio regionale 2007-2012.
Il divieto relativo all’attività di Pesca dilettantistica e sportiva rimane in vigore anche il 3 e 4 novembre per il solo territorio della Provincia di Belluno.

POST TAGS:

“Da Intesa Sanpaolo davvero un ottimo segnale. Ringrazio l’amministratore delegato Carlo Messina per la disponibilità e per la rapidità con cui ha voluto sospendere per 12 mesi i ratei dei finanziamenti  in essere presso le famiglie e le imprese delle aree in ginocchio per il maltempo dei giorni scorsi”.

Così il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia esprime la sua gratitudine a Intesa Sanpaolo che, visto il perdurare del maltempo che sta pesantemente colpendo il Nordest, ha confermato la disponibilità a intervenire finanziariamente e a sospendere le rate dei finanziamenti.

 

“Intesa Sanpaolo – prosegue il presidente veneto – ha fornito la prova concreta che una banca ha anche una funzione sociale e di sostegno”.

 

“Ora spero che questo segnale venga colto dal più ampio mondo del credito – conclude Zaia – e da tutti i soggetti che a qualche titolo possono operare per ridare fiato e speranza alle nostre genti,  alle nostre imprese, al nostro settore primario, alle economie di territori che non elemosinano ma che per risollevarsi hanno bisogno di essere concretamente aiutati”.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni