Arte, Cultura, Storia e ArcheologiaIntervisteIstruzioneSlide-mainVideo

Pittura tradizionale etiopica. Le tele dell’Orientale

1 minuti di lettura

Intervista al Prof. Gianfrancesco Lusini, Professore di Lingue e Letterature Ge’ez e Amarica, Dipartimento Asia, Africa e Mediterraneo, all’Università di Napoli l’Orientale

di Carlo Franchini

NAPOLI – Dal 4 giugno al 18 giugno presso l’Università degli Studi di Napoli l’Orientale, Palazzo Du Mesnil è possibile visitare due mostre di grande interesse sotto il profilo artistico ma anche storico-culturale: “Pittura tradizionale etiopica. Le tele dell’Orientale” e “Una Galleria di successi: il lavoro italiano in Etiopia dal 1941 al 1973”.

Guarda il video su YouTube.

La mostra sulla pittura tradizionale etiopica, a cura della Dottoressa Ilaria Zorzan  (Dottorato di ricerca Asia, Africa e Mediterraneo) è  “una piccola testimonianza della ricchissima produzione di tele dipinte prodotte tra la fine del XIX e gli inizi del XX secolo… cinque opere donate da privati al Museo Orientale Umberto Scerrato o prestate permanentemente ai Dipartimenti di Asia, Africa e Mediterraneo e di Studi Linguistici Comparati… esposte eccezionalmente per la prima volta, sono altrettanti esempi di una pittura  sviluppatasi tra la fine del XIX secolo e gli inizi del XX come effetto di un contatto con modelli europei, recepiti e creativamente rielaborati “.

Esposizione: 4-18 giugno 2024

Dal lunedì al venerdì ore 9.30-17.30

Palazzo Du Mesnil, Sala Verde

Via Chiatamone 61-62, Napoli

Di altro genere, anche se relativa allo stesso paese, l’Etiopia, è la mostra “Una Galleria di successi: il lavoro italiano in Etiopia dal 1941 al 1973”.

A cura di Carmelo Giordano, Antonella Loliva, Olga Montuori e Giampiero Angelini, la mostra è “…una rassegna culturale dedicata al lavoro che gli italiani hanno svolto in Etiopia… nel periodo compreso tra la fine dell’occupazione (1941) e la caduta della monarchia (1973). L’obiettivo è mettere in luce e far conoscere il ruolo che la comunità italiana in Etiopia ha svolto nel ravvicinamento fra i due paesi e nel miglioramento delle relazioni dopo il drammatico quinquennio 1936-1941.”

Articoli correlati
Città Metropolitana di VeneziaSlide-mainSportVenezia

Carl Wheatle alla Reyer

2 minuti di lettura
Carl Anton Delroy Wheatle è ufficialmente un nuovo giocatore dell’Umana Reyer Venezia VENEZIA – L’Umana Reyer Venezia ha comunicato la firma pluriennale…
JesoloSlide-mainSpettacolo

Warner Bros. Discovery a Jesolo

3 minuti di lettura
La Warner Bros. Discovery dà il via alla seconda edizione del tour estivo itinerante per celebrare le storie e i personaggi più…
AttualitàEconomia&LavoroSlide-main

Nuovi talenti giornalistici cercasi

1 minuti di lettura
Grande opportunità, per giovani under 30, con il TG di Poste Italiane Roma – Scoprire e lanciare giovani talenti del giornalismo capaci…