Slide-mainSocialeTrevisoVenezia

“La forza in passerella” da Treviso sfila a Mestre

3 minuti di lettura

La 4ª edizione si terrà il 6 ottobre al Teatro Toniolo di Mestre
Sfileranno 43 donne che hanno affrontato o stanno affrontando un percorso oncologico

“La Forza in Passerella” non è una sfilata qualsiasi. È la forza delle donne che, a seguito dell’incontro con la malattia del tumore al seno, emerge per ribadire che la femminilità nonostante le terapie, la mastectomia, la paura, rimane anzi, è più “forte” che mai. E lo dimostreranno le 43 donne, dai 28 ai 73 anni, delle associazioni rosa Cafè Coraggio e Stella Polare di Treviso che domani sera, assieme alle Pink Fire, Pink Lioness e Trifoglio Rosa di Mestre, alle ore 20.00, sfileranno al Teatro Toniolo di Mestre.  

Sarà un evento dal forte significato e dalle tante emozioni come lo sono state le precedenti edizioni: quella di Monastier nel 2020, quella di Treviso nel 2021 in piazzale Burchiellati che ha visto la partecipazione di oltre 450 persone e quella di Asolo la scorsa primavera.

La “Forza in Passerella” è diventata una manifestazione itinerante che in 3 edizioni ha visto coinvolte 100 donne, 25 attività e negozi che hanno prestato capi e gli accessori, 20 professionisti del make-up e della acconciatura che hanno offerto le loro prestazioni con più di mille spettatori per portare in ogni parte della nostra regione tre importanti messaggi:

  • quello della prevenzione perché arrivare in tempo e diagnosticare una neoplasia al seno in fase iniziale significa salvare la vita di una persona e cambiare il destino di intere famiglie;
  • far sapere, a quante la malattia la stanno combattendo in questo momento, talvolta in silenzio, che non ci si deve abbattere e bisogna continuare a lottare insieme “perché insieme – ci tengono a ribadire le donne rosa – è più facile!”
  • portare solidarietà visto che il ricavato della manifestazione va alla LILT di competenza territoriale; nel caso della sfilata al Teatro Toniolo andrà alla LILT di Venezia.

La forza in passerella 2022 ad Asolo


Come nasce “La forza in passerella”

La manifestazione nasce nel 2020, in piena pandemia, dall’idea di Michela Bardi, donna rosa di Cafè Coraggio con la collaborazione della Lilt Treviso ed ha avuto subito il supporto di Matteo Geretto e della Casa di Cura “Giovanni XXIII” di Monastier, e di Giuliana Menegaldo dell’Associazione “Un giro in Piazza” di Monastier. Da quest’anno c’è un altro partner importante che ha deciso di sostenere il progetto: CentroMarca Banca Credito Cooperativo di Treviso e Venezia. Ma ciò che contraddistingue ulteriormente l’iniziativa è la mobilitazione dei commercianti e artigiani dei luoghi dove queste modelle speciali sfilano. Ad ogni edizione infatti attraverso la Stylist Doris Feltrin che coordina le passerelle, prestano i propri abiti e si mettono a disposizione per il “trucco e parrucco” artigiani e commercianti del territorio. In questo caso, per la 4° edizione al Teatro Toniolo: Domino di Zelarino, Vividanza di Mestre, Martina Vidal di Burano, Moda Berti di Marghera, Zancanaro di Mestre, Franca di Mestre e Jesolo, Jeunesse Dorée di Mestre e Belle Amie di Mestre.

Abiti che, a differenza delle sfilate classiche dove è l’indossatrice che deve adattarsi alla taglia, in La Forza in Passerella, vengono conformati alla linea della modella.

La forza in passerella 2020 a Monastier


L’edizione veneziana

La 4ª edizione di Venezia/Mestre, che anche in questo caso sarà presentata dall’ormai affezionato Alessandro Bevilacqua, si svolge con il patrocinio del Comune di Venezia, dell’ULSS 3 Serenissima e della Regione Veneto.

Per partecipare è necessario prenotare acquistando i biglietti qui https://bit.ly/LaForzaaVenezia mentre per ulteriori informazioni si può scrivere a [email protected] o collegarsi alla pagina FB La Forza in Passerella Venezia/Mestre.


Chi sono le modelle?

Sono donne che hanno vissuto o stanno vivendo un percorso di cura dopo la diagnosi di tumore al seno. L’età varia dai 28 ai 73 anni, spesso non si conoscono tra di loro, alcune frequentano associazioni come la Lilt altre si ritrovano in piccoli gruppi di ascolto, altre vivono la loro malattia nel silenzio e nella discrezione, non sempre per scelta.  Poi arriva Michela, tende loro una mano e le accompagna in questo percorso rigenerativo. Le riunioni per conoscersi, le chat per scambiarsi i dettagli ed emozioni, le prove degli outfit, le prove di sfilata… Fino al giorno dell’evento quando passano tantissime ore insieme, cariche di adrenalina e gioia che non fanno sentire la stanchezza né altri disturbi fisici. Dunque parola d’ordine: divertirsi!


Vision & Mission

Vision. Diffondere la cultura della prevenzione attraverso la diagnostica preventiva, le visite senologiche, l’autopalpazione così che diventino una routine come la visita ginecologica e il Pap Test perché la cura di sé e la buona forma fisica passano anche, e soprattutto, attraverso la salute.

Mission. Far vivere, a quante più pazienti oncologiche, questo percorso di bellezza, creando così sempre nuovi testimonial, donne che grazie alla ritrovata e rinnovata femminilità sapranno coinvolgere e diffondere il messaggio che insieme è più facile ma soprattutto prima è meglio!


Goals

In tre edizioni quasi 100 donne coinvolte, 25 attività e negozi che hanno prestato capi e gli accessori, 20 professionisti del make-up e della acconciatura che hanno offerto le loro prestazioni, più di mille partecipanti commossi ed entusiasti.

Articoli correlati
ArteItalia MondoSlide-main

Natura morta di Morandi venduta all'asta per 3,4 milioni: è record assoluto per un'opera italiana

2 minuti di lettura
Per aggiudicarsi il dipinto 15 minuti di rilanci via telefono partiti dalla cifra di 700mila euro. La Contemporary Art Evening Auction di…
CryptoDigitalSlide-main

L'sola di Tuvalu si sta ricreando nel Metaverso mentre il cambiamento climatico rischia di cancellarla dalla mappa

2 minuti di lettura
La nazione insulare del Pacifico di Tuvalu è stata a lungo una causa celebre per i rischi sul cambiamento climatico. Situata quasi…
AttualitàItalia MondoSlide-main

Frana a Ischia. Morta una donna, 11 dispersi

3 minuti di lettura
“Al momento c’è un decesso accertato”, quello di una donna, “i dispersi sono 11. Gli sfollati circa 130. Entro stasera saranno sistemati…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio