ItaliaSlide-mainSportVideo

Italvolley, primo test vincente

3 minuti di lettura

Esordio per l’Italvolley femminile e primo test vincente contro la Svezia per 3-0 (25-13, 25-9, 25-13) . Stasera si replica a Piacenza.

NOVARA – È iniziata ufficialmente l’era di Julio Velasco. Ieri sera l’Italvolley femminile ha affrontato nel primo test-match di questa stagione la Svezia. Nonostante le numerose assenze dovute alla finale tutta italiana di Champions League che ha visto trionfare Conegliano, le azzurre si sono imposte con un deciso 3-0 (25-13, 25-9, 25-13).

Davanti a 2549 gli spettatori presenti, per un totale 40.085,00 euro, la Nazionale ha visto come miglior marcatrice della partita Camilla Mingardi con 12 punti, ben 4 muri vincenti, invece, per Yasmina Akrari.

Staserai la sfida si ripeterà al PalaBancaSport di Piacenza alle 19 con diretta su EuroSport 1 e Discovery Plus. 

La partita

Una gara che ha visto il ritorno sulla panchina azzurra di Julio Velasco, affiancato da Massimo Barbolini e Lorenzo Bernardi. Il sestetto azzurro iniziale è composto da Cambi in palleggio, opposto Antropova, schiacciatrici Degradi e C. Bosetti, centrali la coppia DanesiAkrari, libero Fersino.

Esordio da capitano per Anna Danesi, mentre per Yasmina Akrari, Stella Nervini e Benedetta Sartori è stato il debutto assoluto in maglia azzurra. 

Nel primo set l’Italia ha preso velocemente il comando del gioco, sfruttando molto bene il muro (10-6). La Svezia ha tentato di rispondere con il servizio, ma le azzurre una volta sistemati alcuni dettagli hanno preso il largo (15-7). L’Italia ha dominato il resto della frazione e nel finale il ct Velasco ha dato spazio prima a Piva e poi alla diagonale Bosio-Mingardi

Nel secondo parziale le azzurre si sono presentate con la stessa formazione e in poche azioni si sono portate al comando (9-6). Danesi e compagne non concedono alcuna chance alle avversarie (12-6) e Bosetti in attacco va a segno a ripetizione (15-8). Nelle fasi successive, esordio con la maglia dell’Italia per Stella Nervini e il set si chiude con un perentorio (25-9). 

Il terzo set vede il Ct Velasco cambiare completamente il sestetto iniziale: Bosio in palleggio, opposto Mingardi, schiacciatrici Piva e Nervini, centrali la coppia Akrari e Sartori, libero Spirito. Le azzurre partono comunque a razzo portandosi sull’8 a 3. Il resto del set vedono l’Italia gestire il vantaggio e chiudere sul 25-13.

Il commento di Velasco

Le parole post partita del CT Julio Velasco:

“Questa sera essendo la prima partita, non solo per me, ma anche per diverse ragazze, l’emozione si è fatta un po’ sentire. Il match non ci ha creato molti problemi, però in questo tipo di sfide non è facile tenere alta l’attenzione, mentre noi soprattutto in fase di copertura abbiamo fatto vedere buone cose. Alcune soluzioni in attacco che avevamo provato hanno funzionato, così come il muro e altra cosa importante è stato il fatto di sbagliare pochi servizi, senza però battere facile. 
Ci siamo presentati a questa partita dopo diverse settimane di lavoro, però con gruppi che sono arrivati in periodi diversi. Qualche ragazza è stata tenuta a riposo per piccoli problemi fisici. 
In questo periodo stiamo lavorando, inserendo gradualmente gruppi di giocatrici e così sarà anche la prossima settimana, quando buona parte della squadra paritrà per la Turchia, mentre alcuni elementi dello staff resteranno in Italia per allenare le giocatrici che inizieranno la stagione in azzurro. 
Avere Massimo (Barbolini) così come Lorenzo (Bernardi) al mio fianco in panchina è un lusso assoluto, così come Juan Manuel (Cichello). Nel corso delle nostre riunioni escono sempre idee nuove e questo è un qualcosa di veramente positivo. Ho a disposizione un bellissimo gruppo di lavoro, così come lo è quello delle ragazze che sta lavorando duramente e con grande attenzione”.

Tabellino: ITALIA – SVEZIA 3-0 (25-13, 25-9, 25-13)

ITALIA: Cambi 2, Bosetti 7, Danesi 5, Antropova 6, Degradi 7, Akrari 11. Fersino (L). Piva 2, Mingardi 12, Bosio, Nervini 6, Sartori 2, Spirito. All. Velasco

SVEZIA: Haak A. 10, Nilsson 3, Lindberg 2, Lazic 5, Andersson 3, Julevik 1. Brink (L). Malm, Gustafsson, Nilsson, Van Leusen, Lindberg P., Broberg, Andersson E. All. Bregoli

Arbitri: Venturi e Scotti. 
Spettatori 2549. Durata Set: 19′, 19′, 21′.
Italia: 5 a, 6 bs, 15 m, 12 et.
Svezia: 1 a, 5 bs, 2 m, 5 et.

MASSIMO BARBOLINI JULIO VELASCO E LORENZO BERNARDI ITALIA- SVEZIA AMICHEVOLE VOLLEY FEMMINILE NOVARA 08/05/24 FOTO FIORENZO GALBIATI
Articoli correlati
MondoSlide-mainSociale

Giornata Mondiale dei Bambini: riflessioni e impegni per un futuro migliore

2 minuti di lettura
Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della Disciplina dei Diritti Umani (CNDDU), in occasione della Prima Edizione della Giornata Mondiale dei Bambini, propone…
AttualitàItaliaSlide-main

L'ipotesi del servizio civile o militare obbligatorio

1 minuti di lettura
Due opzioni, a scelta, per sei mesi: impegno civile o formazione militare. La Lega ha avanzato una nuova proposta di legge per…
Città Metropolitana di VeneziaSlide-mainVenezia

Nuove strade a Venezia: tra i nomi Giulia Cecchettin e Don Armando Trevisiol

2 minuti di lettura
La Giunta comunale ha deliberato dieci nuove intitolazioni di strade, rotonde e parchi, onorando figure significative che hanno lasciato un’impronta indelebile nella…