ItaliaOlimpiadi Parigi 2024Slide-mainSportVideo

Danesi nuova capitana dell’Italvolley

6 minuti di lettura

Si è tenuta ieri la presentazione della stagione 2024 delle Nazionali Azzurre. Velasco annuncia Anna Danesi come nuova capitana dell’Italvolley femminile.

MILANO – Nella splendida cornice del Belvedere di Palazzo Lombardia “Silvio Berlusconi” di Milano, si è tenuta ieri la presentazione della stagione 2024 di tutte le Nazionali azzurre, giovanili e Seniores.

All’incontro, tenutosi in una sala gremita, erano presenti i vertici nazionali e locali FIPAV, i rappresentanti delle istituzioni politiche e sportive locali, i partners federali, oltre ai principali organi di stampa nazionali. Relatori di giornata sono stati: il presidente FIPAV Giuseppe Manfredi, i due commissari tecnici delle nazionali seniores Julio Velasco e Ferdinando De Giorgi, il Direttore Tecnico del Settore Giovanile Femminile Marco Mencarelli e al Coordinatore Tecnico delle Nazionali Giovanili Maschili Vincenzo Fanizza. A moderare la presentazione il volto noto di Rai Sport Simona Rolandi.

Tanti gli interventi dei presenti, tra cui il Sottosegretario con Delega allo Sport e ai Giovani, ed ex giocatrice della Nazionale, Lara Magoni: 

“Innanzitutto do il benvenuto a tutti voi nella sede della Regione Lombardia. Sono felice di essere qui e rappresentare le istituzioni della Regione. Ho vestito per ben sedici anni la maglia della nazionale e ancora oggi quando vedo il tricolore mi emoziono. Sono stata un’atleta che si è sempre messa in gioco, sia che si vinca sia che si perda.

Per noi è una giornata straordinaria, abbiamo tre squadre italiane in lotta nella Champions League e questo è un grande motivo di orgoglio per tutti noi. Voglio fare anche i complimenti alla squadra lombarda della Vero Volley per tutto quello che fa sul nostro territorio. Colgo l’occasione per ringraziare il presidente Manfredi per l’impegno profuso dalla FIPAV con il Centro Pavesi FIPAV che per la città di Milano è davvero importantissimo”. 

La parola è poi passata al Presidente FIPAV, Giuseppe Manfredi:

Un grande ringraziamento al sottosegretario Lara Magoni per le parole e il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana per averci ospitato in questa splendida location. La Regione Lombardia e sempre stata vicina al mondo della pallavolo; stiamo ultimando dei lavori al Centro Pavesi di Milano, motivo di vanto della nostra attività, che tra l’altro sta ospitando in questi giorni i primi collegiali della nazionale seniores femminile. È bello ritrovare facce amiche in una giornata come questa.

Ringrazio davvero tutti i presenti, la stampa e in particolare tutti i nostri partner. Sta per iniziare una stagione, che sarà delicata e importante, e la loro presenza e vicinanza ci rende davvero molto orgogliosi. Tra l’altro a inizio aprile, siamo stati tutti insieme a Locorotondo, in Puglia, per un weekend di analisi. Abbiamo infatti parlato di numeri e di risultati; veniamo dall’organizzazione dei due Campionati Europei della scorsa estate che non è stato facile mettere in pratica, ma con l’impegno di tutti gli addetti ai lavori, si è rivelata essere un’esperienza da ricordare, sia a livello di immagine che di numeri. Siamo stati ben felici di sentire l’Istituito Piepoli che ha fatto un grandissimo o lavoro: ci ha dato dei risultati assolutamente significativi”.

Il Presidente Manfredi ha poi continuato:

“I dati emersi dalla ricerca sono molto interessanti. La ricerca testimonia che il volley è uno degli sport preferiti dai giovani. Possiamo dire che dopo il calcio la pallavolo è il secondo sport di squadra più popolare e praticato, il primo se si considera solo l’universo femminile. Il successo di pubblico avuto nei due campionati europei certamente ha contribuito ad incrementare questi numeri. La missione del consiglio federale in questi anni è sempre stata quella di promuovere nel migliore dei modi la pratica sportiva della pallavolo tra i più giovani.

Parallelamente lavoriamo senza sosta sull’alto livello. La ricerca condotta dall’Istituto Piepoli non ha fatto altro che certificare questi risultati. Siamo chiaramente felici ed orgogliosi del lavoro che abbiamo svolto. Il pass olimpico? Con il beach volley abbiamo praticamente due coppie già ai Giochi. Per quanto riguarda la pallavolo dobbiamo avere la consapevolezza che siamo l’Italia e quindi non è immaginabile l’assenza delle nostre nazionali.

Allo stesso tempo, però, dico che dobbiamo stare molto attenti e concentrati perché le partite vanno giocate e vinte per andare a Parigi. I tecnici azzurri sono preparatissimi e sono molto fiducioso. Supportiamo come FIPAV tutte le nostre nazionali, dalla seniores alla nazionale under 17.

Il traino delle nazionali azzurre è fondamentale per tutto il nostro movimento. Le nazionali sono quindi un patrimonio da preservare e custodire con cura.  Allo stesso tempo devo ringraziare i club maschili e femminili per tutti gli investimenti che ogni anno fanno. Investimenti che permettono di innalzare sempre di più il livello dei nostri campionati nazionali”.

La parola ai Commissari Tecnici

Il primo a parlare tra i Commissari Tecnici è stato il Direttore delle squadre nazionali femminili, Marco Mencarelli

“Veniamo da due estati veramente straordinarie per quanto riguarda il mondo della pallavolo giovanile femminile. L’esperienza, non solo di campo, acquisita dalle ragazze nel corso di questi ultimi anni è stata un qualcosa di estremamente importante. Fortunatamente in campo abbiamo vinto tutto. Facciamo davvero il possibile per raggiungere gli obiettivi prefissati. Questo sarà l’annata dedicata ai Campionati Europei, mentre il prossimo anno sarà quello delle rassegne iridate. Possiamo dire che nella pallavolo giovanile femminile siamo in una fase di transizione, la FIVB ha cambiato le categorie e ci saranno altre modifiche che verranno attutate nel 2026. Guardiamo verso il futuro in maniera assolutamente ottimista”.

Queste invece le parole del Coordinatore tecnico delle squadre nazionali giovanili maschili, Vincenzo Fanizza: 

“Abbiamo la grande responsabilità di confermare i risultati ottenuti gli scorsi anni raccogliendo l’eredità di Julio Velasco. Per noi è uno stimolo grande per fare bene. Quest’anno abbiamo lavorato molto sul territorio con il progetto del Club Italia Allargato. Un lavoro intenso con tutte le regioni italiane e con i tecnici incontrati di volta in volta abbiamo avuto bellissimi momenti di confronto. Siamo molto fiduciosi per questa stagione. Un 2024 intenso che prevede l’impegno di tutte le nostre squadre giovanili nei Campionati Europei di categoria. Come ha detto anche il presidente Manfredi noi siamo l’Italia e quindi dobbiamo scendere in campo sempre con l’obiettivo di vincere”

Danesi nuova capitana dell’Italvolley

Poi le tanto attese considerazioni dei tecnici delle Nazionali Seniores. Il Neo Commissario Tecnico della Nazionale Femminile, Julio Velasco tra le righe annuncia che non sarà più Myriam Sylla la capitana ma la centrale Anna Danesi e torna sulla questione Egonu/Antropova

“Sono abbastanza emozionato ma sono convinto che mi emozionerà di più Parigi. La nostra stagione è già cominciata., abbiamo cominciato i ritiri e le ragazze si stanno comportando in maniera straordinaria. Il gruppo verrà rinforzato settimana dopo settimana in base agli impegni con i rispettivi club. Tutte le giocatrici avranno una settimana di stop dopo aver disputato l’ultima partita con le società.

Non avremo la squadra al top per le prime partite ma non è un problema perché credo molto in questo gruppo. Ci tengo molto a sottolineare un aspetto che per me è molto importante: non ho convocato nessuna giocatrice che non sia titolare nel proprio club. Se un’atleta possiede delle determinate potenzialità, lo deve dimostrare in campo ed essere protagonista, altrimenti in nazionale non ci va.

La qualificazione a Parigi non la do per scontata anche se è vero che siamo messi bene nel ranking olimpico. Non esiste niente di scontato perché la qualificazione va guadagnata sul campo. Senza fare ulteriori calcoli, praticamente dobbiamo vincere tutte le partite. Tutte le atlete dovranno dare il massimo in allenamento. L’essere squadra dovrà essere il fattore determinante.

La nostra Federazione ci ha dato il totale appoggio per l’organizzazione dei primi collegiali al Centro Pavesi di Milano; tra poco cominceranno le prime uscite ufficiali, i primi test match. Le giocatrici dovranno superare i loro limiti. Siamo pronti per affrontare questa nuova stagione. Una cosa importante: non permetterò che l’estate girerà sul nome di Paola Egonu ed Ekaterina Antropova. Noi siamo una squadra”.

La reazione di Myriam Sylla

Myriam Sylla, dopo la notizia, ha rilasciato la sua dichiarazione d’amore alla Nazionale sui suoi canali Social:

Eccoci qua cara Italia 🇮🇹

È stato un onore essere il tuo capitano!

Ti ho sempre RISPETTATA e ONORATA nel bene, ma soprattutto nel male.

È tempo per me di fare un grande grandissimo in bocca al lupo ad un amica e atleta fantastica, dacci dentro Anna Danesi 🇮🇹🔥

Ps: Fascia o meno su quella maglia il mio impegno e la mia dedizione non cambieranno 😉❤️‍🔥

Il punto sulla Nazionale maschile

Il Commissario Tecnico della Nazionale Maschile, Ferdinando De Giorgi, ha invece commentato così: “È un piacere essere qui oggi. Noi non ci siamo qualificati per i Giochi ad ottobre scorso, a questo punto dobbiamo ottenere la qualificazione il prima possibile durante la VNL. Partiremo quindi già dalle prime settimane con i migliori azzurri in campo per ottenere la qualificazione ai Giochi di Parigi 2024.

Ottenuta la qualificazione potremo poi programmare al meglio tutto il resto della nostra attività. Il calcolo del ranking è complicatissimo e come ha già detto Velasco meglio pensare di vincerle tutte. Noi dovremo fare un passo alla volta e pensare partita dopo partita. La differenza poi la farà il lavoro in palestra, il lavoro quotidiano inteso come superamento dei limiti è fondamentale per migliorare e vincere la partita. È questa mentalità che cerco di inculcare nei ragazzi.

Nella lista dei 30 per la VNL ci sono i ragazzi che oggi ho ritenuto i più utili alla causa. Finita la VNL tirerò una linea e certamente se necessario cambierò qualche scelta. La nazionale maschile ha raggiunto altissimi livelli e traguardi. La parte più impegnativa ora sarà mantenere l’Italia su un livello molto alto. Sono molto fiducioso dei nostri mezzi e soprattutto dei ragazzi che alleno.

Come ho detto già in altre occasioni sono felice di poter proseguire anche dopo i Giochi di Parigi il mio lavoro con la nazionale e con questo gruppo fantastico di ragazzi”.

Photo Credits: federvolley.it

Articoli correlati
MondoSlide-mainSociale

Giornata Mondiale dei Bambini: riflessioni e impegni per un futuro migliore

2 minuti di lettura
Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della Disciplina dei Diritti Umani (CNDDU), in occasione della Prima Edizione della Giornata Mondiale dei Bambini, propone…
AttualitàItaliaSlide-main

L'ipotesi del servizio civile o militare obbligatorio

1 minuti di lettura
Due opzioni, a scelta, per sei mesi: impegno civile o formazione militare. La Lega ha avanzato una nuova proposta di legge per…
Città Metropolitana di VeneziaSlide-mainVenezia

Nuove strade a Venezia: tra i nomi Giulia Cecchettin e Don Armando Trevisiol

2 minuti di lettura
La Giunta comunale ha deliberato dieci nuove intitolazioni di strade, rotonde e parchi, onorando figure significative che hanno lasciato un’impronta indelebile nella…