Home / Posts Tagged "sport"

Prime visite medico-sportive per il Basket di serie A: venerdì mattina, la Campione d’Italia Umana Reyer Venezia ha affollato gli ambulatori della Casa di Cura Giovanni XXIII a Monastier, ad esclusione di Davide Casarin e Ariel Filloy, impegnati con le attività sportive delle rispettive categorie di Nazionale.

 

Gli atleti campioni d’Italia sono stati sottoposti a varie prove: il controllo dell’acuità visiva e del senso cromatico, gli esami di laboratorio, la misurazione del peso, per poi concludere con l’elettrocardiogramma, sia di base sia sotto sforzo.

 

“Dopo le prime visite mediche della mattina, come consuetudine, avremo un meeting al pomeriggio. – ha commentato Stefano Tonut, ormai considerato uno dei giocatori simbolo dell’Umana Reyer Venezia – Ci aspettiamo un campionato di altissimo livello, ancora una volta, ma dobbiamo puntare sempre su noi stessi, e cercare di costruire la squadra insieme ai nuovi innesti, per iniziare il prima possibile. Sicuramente quest’anno ci sarà un po’ più di pressione, ma la viviamo bene. Bisogna fare un ottimo precampionato, per poi puntare subito alla Supercoppa, nostro primo obiettivo”. Esce dall’ambulatorio anche l’argentino Bruno Cerella, subito dopo il termine della visita sotto sforzo condotta dal dottor Totò Giujusa, cardiologo e primario di Medicina dello Sport. È visibilmente provato, ma la fatica non gli ha levato il classico sorriso e la voglia di scherzare. “I test sono sempre un po’ faticosi, ma anche divertenti, – ha commentato Cerella, ancora con il fiatone – per noi atleti, la sicurezza è una cosa fondamentale, quindi questa parte è fondamentale per iniziare bene la stagione. Sono pronto, ma soprattutto felice di ricominciare. Ho passato delle belle vacanze, ho recuperato le energie: gli obiettivi sono lavorare bene, amalgamare la squadra con i nuovi arrivati ed essere competitivi, ma soprattutto divertirci”. Presente anche un nuovo acquisto dell’Umana Reyer Venezia, Federico Pellegrino. “Essere arrivati alla Reyer è un motivo d’orgoglio, – ha commentato – sono contentissimo di far parte di questa famiglia. I miei obiettivi personali sono quelli di vincere più partite possibili, come ogni anno e, di poter dare il contributo migliore alla squadra”.

 

Nel pomeriggio, invece, è toccato a un altro campione, che però milita nella fazione trevigiana: il newyorkese Jordan Parks, arrivato il giorno prima in Italia, nuovo acquisto della neopromossa De’ Longhi Treviso, si è sottoposto alla visita medico sportiva. Quella dello statunitense è stata la prima visita medico sportiva alla “Giovanni III” per la De’Longhi Treviso Basket nella Serie A: lo scorso 8 agosto, la formazione cestistica trevigiana ha ricominciato gli allenamenti per preparare questa nuova e prima stagione nella massima serie italiana. “La Casa di Cura “Giovanni XXIII” non va in vacanza- ha detto Matteo Geretto Responsabile Comunicazione della struttura di Monastier- anzi, proprio in questo periodo in cui le squadre si stanno preparando per il campionato è necessario essere a disposizione dei giocatori. Oggi abbiamo avuto l’Umana Reyer e il neo acquisto della De’Longhi Treviso Jordan Parks. Qui le squadre sanno di poter trovare un centro di eccellenza che dispone non solo della diagnostica di primo livello ma anche di secondo livello”, ha detto Matteo Geretto.

La società Mogliano Rugby 1969 è felice di poter pubblicare la composizione degli staff che, sotto la direzione del responsabile tecnico, Claudio Zizola, si occuperanno delle categorie minirugby, uno dei settori fondamentali della società biancoblù.

 

L’inizio delle attività avrà luogo martedì 3 settembre per la categoria Under 12, mentre tutte le altre Under, dalla 6 alla 10, inizieranno la loro stagione sportiva martedì 10 settembre.

 

Gli allenamenti settimanali delle categorie Under 6, 8 e 10 saranno due, il martedì e il giovedì. La categoria Under 12 sarà invece impegnata anche il mercoledì. Tutti insieme affronteranno poi i raggruppamenti domenicali, durante i quali avranno modo di incontrare e confrontarsi con i loro pari età delle altre società del territorio.

 

Per l’Under 12, che proporrà 2 squadre (come faranno anche le categorie Under 8 e 10) lo staff sarà composto da:
Educatore Longo Nicolò
Educatore Sara Sebastiano
Educatore D’Onofrio Leonardo
Dirigente accompagnatore Andretti Roberto
Dirigente accompagnatore Kamber Alberto

 

Per l’Under 10:
Educatore Zizola Mauro
Educatore Pavan Palmiro
Educatore Magnaguagno Davide
Educatore Malossi Marco
Dirigente accompagnatore Salvalaio Thomas
Dirigente accompagnatore Cestaro Alessandro
Dirigente accompagnatore Seno Andrea

 

Per l’Under 8:
Educatore Zanata Cristina
Educatore Naldi davide
Educatore Ricci Marco
Dirigente accompagnatore Cestaro Alessandro
Dirigente accompagnatore Surugiu Andreea Corina
Dirigente Accompagnatore Bonfiglio Manuela Vettorello

 

Infine, i cuccioli dell’Under 6 verranno seguiti da:
Educatore De Lazzari Daniele
Educatore Tiveron Andrea
Dirigente Accompagnatore Campello Gianni
Dirigente Accompagnatore Vassia Alessandro.

 

Iscrizioni e prove gratuite

Ricordiamo infine a tutti i genitori che le iscrizioni alle squadre del minirugby biancoblù sono sempre aperte. Chi volesse ottenere maggiori informazioni può contattare la segreteria della società scrivendo alla mail [email protected]

A partire dalle date sopra citate, sarà possibile effettuare fino a 4 allenamenti di prova gratuiti, per permettere ai ragazzi di vivere senza alcun impegno l’esperienza di questo magnifico sport.

La società di San Vendemiano ha portato i propri atleti ad allenarsi per otto giorni nel centro sportivo delle Fiamme Gialle a Castelporziano: l’incontro con gli azzurri Malavisi, Stecchi e Randazzo e con l’ex campione mondiale di salto con l’asta Gibilisco

 

Otto giorni ad allenarsi nella “casa dei campioni”. ATL-Etica, la società di atletica leggera di San Vendemiano, è stata protagonista di un raduno speciale: i suoi giovani atleti sono infatti stati ospiti per otto giorni del centro sportivo delle Fiamme Gialle a Castelporziano (Roma).

 

Al raduno hanno partecipato una quindicina di atleti, per lo più delle categorie ragazzi e cadetti, guidati dalla presidente di ATL-Etica, Mariangela Di Benedetto, e dai tecnici Andrea De Lazzari, Hristina Kaltcheva (ex iridata di salto in alto indoor) ed Eva Pelos.

 

Durante il raduno, gli atleti di ATL-Etica hanno potuto usufruire delle strutture del centro sportivo – pista, palestre e piscine – svolgendo allenamenti e attività ricreative. Hanno conosciuto alcuni degli atleti di punta del gruppo sportivo Fiamme Gialle, come gli astisti Sonia Malavisi e Claudio Stecchi e il lunghista Filippo Randazzo, in partenza per i Campionati Europei a squadre di Bydgoszcz.

 

 

Hanno inoltre potuto svolgere alcune sedute d’allenamento con i tecnici della società gialloverde: tra loro, anche l’ex campione mondiale di salto l’asta Giuseppe Gibilisco e l’ex pesista azzurro Daniele Secci. Foto e autografi, ovviamente, si sono sprecati. E per i ragazzi di ATL-Etica è stata un’esperienza altamente formativa, sia dal punto di vista sportivo che personale.

 

A conclusione del raduno, dirigenti e tecnici di ATL-Etica hanno anche incontrato il generale di brigata Flavio Aniello, nuovo comandante del centro sportivo della Guardia di Finanza, invitandolo, insieme agli atleti delle Fiamme Gialle, all’inaugurazione del rinnovato campo di atletica di San Vendemiano, prevista nella primavera del 2020.

 

L’attività di ATL-Etica si ispira ai valori tecnici e culturali espressi dalla Carta dei Diritti dei Ragazzi allo Sport, dalla Carta del Fair Play del Coni e dalla Carta Etica dello Sport della Regione del Veneto. L’accettazione di questi valori accomuna tutti coloro che entrano a far parte del sodalizio: gli atleti e le loro famiglie, i dirigenti, i tecnici, persino gli sponsor, tanto che ATL-Etica accetta tra i propri partner solo aziende in possesso di un codice etico e che si prefiggano obiettivi in linea con i valori perseguiti dalla società sportiva.

La società Mogliano Rugby 1969 ha il piacere di poter confermare la composizione definitiva di tutti gli staff delle categorie juniores Under 18, Under 16 e Under 14 per la stagione 2019/20.

 

Staff tecnico della Categoria Under 18

Capo Allenatore – Marco Toppan

Assistente Allenatore – Giacomo Branni

Assistente Allenatore – Mattia Zappalorto

Prep. Atletico – Matteo Zampieri

Dirigente Accompagnatore – Italo Padovani

Dirigente Accompagantore – Aldo Ronchin

 

Le attività dei ragazzi avranno inizio il 29 agosto. Dopo la prima settimana di allenamenti al Quaggia, la squadra si trasferirà a Jesolo per tre giorni di ritiro e di consolidamento del gruppo, dal 6 al 8 settembre 2019, per poi proseguire nella preparazione nuovamente a Mogliano e trovarsi pronti per l’inizio del Campionato Elite programmato per il 6 di ottobre.

 

 

Staff tecnico della Categoria Under 16

Allenatore – Angelo Gigliodoro

Allenatore – Vittorio Candiago

Prep. Atletico – Giacomo Lavorgna

Dirigente Accompagnatore – Paolo Lorenzetto

Dirigente Accompagantore – Luca Bertolissi

 

L’Under 16 ha programmato l’inizio della preparazione il 26 di agosto, e successivamente, dal 7 al 8 settembre, effettuerà un breve ritiro di 2 giorni a Feltre. Anche per loro il Campionato Elite avrà inizio nella giornata del 6 ottobre 2019.

 

 

Staff tecnico della Categoria Under 14

Allenatore – Roberto Bresolin

Allenatore – Fabrizio Lorenzon

Allenatore – Federico Zanon

Prep. Atletico – Giacomo Lavorgna

Dirigente Accompagnatore – Mirco casarin

Dirigente Accompagantore – Filippo Mazzariol

Dirigente Accompagantore – Gianni Campello

 

Sarà il 4 settembre, la data in cui i giovani Under 14 inizieranno la preparazione, che li porterà fino all’inizio del proprio Campionato previsto sempre per il 6 di ottobre.

 

 

Mirko Marchiori, ortopedico e medico della prima squadra, oltre alla Cadetta farà da consulente anche per le categorie Under 18, Under 16 e Under 14.

Alessandro Zambon, Medico Legale, si occuperà della valutazione degli infortuni di tutte e tre le categorie Juniores.

Angelo Pauletti e Mauro Dabalà, fisioterapisti, seguiranno la categoria Under18.

L’obiettivo della Run for Children è importante, Treviso è pronta ad andare di corsa per sostenerlo           

 

L’obiettivo è sempre lo stesso: far vincere la solidarietà. Inizia il conto alla rovescia in vista della terza edizione della Run for Children, manifestazione a carattere ludico-motorio, aperta a tutti, che percorrerà le strade del centro storico di Treviso nella serata di mercoledì 11 settembre.

 

Nata nel 2017 a sostegno del progetto Giocare in corsia

La Run for Children è nata due anni fa per sostenere il progetto della LILT “Giocare in corsia”. E il successo è stato immediato: 1144 partecipanti nel 2017, 1206 l’anno scorso. I volontari di “Giocare in corsia” dal 1994 sono impegnati a portare il gioco nei reparti di pediatria degli ospedali di Treviso e Conegliano. Il sostegno della Run for Children è importante: nelle prime due edizioni la manifestazione ha raccolto e interamente devoluto a “Giocare in corsia” oltre 23 mila euro.

 

«Conosciamo l’impegno dei volontari di “Giocare in corsia” – spiegano Gian Luca Sacilotto e Fabio Simionato, organizzatori della Run for Children insieme alla società sportiva H.Robert Running Team -. Sappiamo con quanta serietà e preparazione operano per portare il sorriso ai piccoli ospiti dei reparti di pediatria di Treviso e Conegliano. Le prime due edizioni della Run for Children sono state un successo, l’atmosfera era bellissima. Pensiamo che l’evento possa crescere ancora: più saremo, l’11 settembre, e più doneremo”.

 

Partenza da Piazza Indipendenza alle 19.30

La partenza della Run for Children avverrà alle 19.30 da Piazza Indipendenza. Il percorso sarà di 8 chilometri e si svilupperà interamente in centro storico. L’interpretazione della Run for Children sarà assolutamente libera: i partecipanti potranno correre o camminare.

 

Iscrizioni già aperte

Le iscrizioni – al costo di 10 euro – sono già aperte in otto punti di raccolta: Farmacia Calmaggiore (via Calmaggiore 24, Treviso), Tato Bar (viale Brigata Treviso 34, Treviso), Cappelletto (Piazza dei Signori 10, Treviso), Farmacia Santarello (via Trento Trieste 23, Zero Branco), Mio Mio Run (via Padre L. Tezza 6, Conegliano), Passsport (via Ortigara 84, Signoressa), LILT – Giocare in corsia (via Ospedale 1, Treviso), Treviso Assicura (viale Vittorio Veneto 3, Treviso).

 

È anche possibile iscriversi online attraverso il portale B4RUN SERVICE all’indirizzo www.b4run.com (pagamento con carta di credito, paypal o bonifico).

 

L’iscrizione comprende l’esclusiva t-shirt ufficiale dell’evento, gadget offerti dalla LILT e dagli sponsor, pettorale simbolico, assicurazione e ristoro finale all’arrivo.

Boom di presenze per l’evento che si svolgerà dal 5 al 15 settembre a Jesolo, Caorle ed Eraclea: 5039 gli iscritti in rappresentanza di 61 nazioni, oltre 8000 gli atleti-gara. L’indotto economico per il territorio veneziano supererà i 4 milioni e 200 mila euro. Oggi conferenza stampa a Caorle.

 

All’inizio delle gare mancano ancora 23 giorni, ma i campionati europei Master di atletica leggera, che si terranno dal 5 al 15 settembre a Jesolo, Caorle ed Eraclea, hanno già stabilito il primo record. Chiuse ufficialmente le iscrizioni il 3 agosto, il numero di adesioni non ha precedenti nella storia del campionato continentale dedicato agli atleti “over 35”, di cui l’appuntamento veneziano rappresenta la 21^ edizione.

 

Gli iscritti sono complessivamente 5039: 4926 appartengono a nazioni europee (circa un quinto gli italiani), 113 arriveranno da Paesi extra-europei e ovviamente non potranno concorrere per i titoli continentali. Ben 8318, invece, gli atleti-gara: gran parte degli iscritti parteciperà infatti a più di una competizione, molti ne faranno persino tre.

 

Le nazioni rappresentate saranno 61: 43 europee e 18 di altri continenti. Sono arrivate iscrizioni persino da Hong-Kong e dall’India, dalla Giamaica e dagli Stati Uniti, dal Messico e dal Sudafrica. Un autentico esercito di atleti, a cui andranno aggiunti dirigenti, tecnici, accompagnatori e familiari.

 

In attesa dei primati che arriveranno da pista e strada, la 21^ edizione dei Campionati Europei Master – presentata oggi a Caorle – ha già frantumato ogni record: mai la rassegna continentale “over 35” aveva avuto un così alto numero di presenze. L’edizione con più partecipanti, in precedenza, era stata Cesenatico nel 1998, con 4291 iscritti. Il record di nazioni europee presenti apparteneva invece a Lubiana 2008, con 42 Paesi. Jesolo, Caorle ed Eraclea, anche grazie al traino turistico di Venezia, sono andate oltre in entrambi i casi.  

 

Il programma

Il programma tecnico della 21^ edizione dei Campionati Europei Master prevede competizioni negli stadi di Jesolo, Caorle ed Eraclea. Ma si gareggerà anche fuori dalle piste. Jesolo ospiterà la mezza maratona e la gara sui 10 chilometri, Caorle la corsa campestre e il Nordic Walking Challenge, Eraclea la marcia su strada. Il Nordic Walking Challenge, in calendario l’8 settembre, la mezza maratona e i 10 chilometri, in programma il 15 settembre, saranno aperti anche a chi non concorrerà per i Campionati Europei: per parteciparvi basta essere tesserati per una Federazione nazionale o possedere la Runcard. Le iscrizioni, in questo caso, rimarranno aperte sino al 25 agosto.

Promozione del territorio

Per le voci di spesa relative agli atleti e staff organizzativo, agli accompagnatori, e alle attività di promozione del territorio, è stato ipotizzato un indotto economico diretto per il territorio superiore ai 4 milioni e 200 mila euro così suddivisi: atleti partecipanti e staff organizzativo 1.553.350 euro, accompagnatori 1.921.680 euro, promozione del territorio 750.000 euro, per un totale di 4.225.030 euro.

 

A tale cifra, andrebbe inoltre aggiunta tutta la componente di spesa pubblica per lo sviluppo dell’evento e il miglioramento delle strutture che potrà essere dettagliata nell’analisi finale dell’evento, ovvero una volta che saranno definiti con compiutezza tutti gli interventi. Al momento è possibile ipotizzare una cifra complessiva di almeno 1.500.000 euro.

 

Questa analisi offre un primo quadro degli effetti che i campionati europei Master 2019 produrranno per il territorio con un indotto economico che a cascata toccherà l’intera provincia veneziana, a livello di ricettività, servizi, ristorazione e turismo. I dati relativi alle iscrizioni effettive, che superano del 13% la stima della ricerca, permettono già di tracciare un primo quadro, di assoluto successo, della manifestazione.

La società Mogliano Rugby 1969 è lieta di poter annunciare ufficialmente la composizione dell’intero staff della squadra cadetta che affronterà il campionato di serie B 2019/20 con la sfida di apertura fuori casa, il 20 di ottobre, contro il Castellana Rugby.

 

A questo link è possibile scaricare il calendario della Serie B girone 3. Il ritrovo generale per l’inizio della preparazione è previsto in data 26 agosto. Al momento sono confermate le amichevoli, con date e avversari da definire, durante la partecipazione alle 9 serate organizzate dalla Tarvisium, e quella contro il Rugby Asti, negli impianti di casa dello Stadio Quaggia, sabato 29 settembre. In corso di definizione è una giornata di team-building sempre verso la meta del mese di settembre.

A completare l’organico, dopo il già annunciato staff tecnico composto dal Capo Allenatore Darrel Eigner e dal suo assistente e specialista della mischia Vittorio Lavorgna, saranno:

• Luca Bellio, dirigente accompagnatore e aiuto allenatore per il reparto dei trequarti, che continuerà a dare il suo prezioso apporto dentro e fuori dal campo. Luca è nato rugbysticamente a Mogliano, dove e tornato come allenatore/dirigente dopo aver militato in diverse società, raggiungendo il traguardo di competere nel massimo campionato italiano.

 

• Davide andreuzza, dirigente accompagnatore, è nato e cresciuto rugbysticamente a Casale Sul Sile dove ha militato fino al 2016, disputando il Campionato di  Serie A e rendendosi negli anni figura di riferimento sia in campo che fuori per compagni e società. È stato uno dei protagonisti indiscussi della crescita del gruppo culminata con la promozione dei Caimani nella stagione 2014-2015. Davide ha già avuto un’esperienza a Mogliano nel 2001-2002, come pilone, per poi ritornare a Casale dove ha concluso la sua carriera di giocatore; oggi torna in biancoblù con il ruolo di dirigente accompagnatore della Squadra Cadetta portando con sé il grande bagaglio rugbystico maturato negli anni.

 

• Mirko Marchiori, ortopedico e medico della prima squadra, farà da consulente per tutte le altre categorie compresa la squadra Cadetta.

 

• Alessandro Zambon, Medico Legale, oltre a seguire la squadra di Top12, si occuperà della valutazione degli infortuni per la Cadetta e le categorie Under 18, 16 e 14.

 

• Angelo Pauletti, fisioterapista con numerose esperienze lavorative nel settore privato e pubblico, ha già collaborato con Società di Rugby per la preparazione alle gare e la riabilitazione dagli infortuni. Oltre alla Cadetta seguirà anche l’Under 18;

 

• Mauro Dabalà, fisioterapista, ormai da varie stagioni con la società biancoblù, anche lui seguirà Cadetta e U18, ma si occuperà allo stesso tempo della squadra amatori, la Tribù del Mogliano Rugby 1969;

 

 

Iscritti all’ultimo anno di fisioterapia presso l’Università degli Studi di Padova, collaboreranno:

• Alberto Pinton, Studente Fisioterapia con esperienze in alcuni istituti ospedalieri del territorio;

• Paolo GaliazzoStudente Fisioterapia con un’esperienza di alcuni mesi presso la Benetton Rugby.

 

Per entrambi le aspettative sono quelle di una crescita a livello personale e professionale in un ambiente sportivo di livello, con l’opportunità di osservare nella pratica fisioterapisti già esperti.La loro inclusione nello staff rappresenta la volontà di Mogliano di collaborare con le Università e favorire la crescita professionale dei giovani; i ragazzi infatti verranno affiancati ai professionisti che già collaborano con le squadre del Mogliano, avendo la possibilità di mettere in pratica in un ambiente controllato di tutoraggio le competenze acquisite attraverso i corsi universitari, avranno inoltre la possibilità di utilizzare le casistiche di riabilitazione che la stagione sportiva di una Società della nostra dimensione mette a disposizione, per poterne ricavare dati utilizzabili nella stesura delle loro tesi di laurea. Questo rappresenta il primo passo di Mogliano Rugby 1969 sulla strada per una stabile collaborazione con le università del territorio.

Agli Eurojunior di fondo svoltisi dal 2 al 4 agosto in Repubblica Ceca, Giorgia Gosetto si è classificata nona nella 5 km, seconda del 2005. Dunque ottimo risultato per lei che era una esordiente in Nazionale giovanile.

 

Ai Campionati italiani di Categoria di Roma che si sono svolti dal 5 al 7 agosto, Giorgia ha conquistato la medaglia d’argento sugli 800 stile libero, con un ottimo riscontro cronometrico (8:56,40) che è anche il suo personale di sempre.

 

I prossimi appuntamenti si terranno a Licata (Ag) con la Nazionale giovanile di fondo, dove verrà disputata una gara di circuito Gran Prix Sicilia e poi la Coppa Comen a Cipro sempre sulla 5 km il 5 e 6 ottobre.

Tra un mese il doppio appuntamento allinsegna del running: sabato la grande corsa al femminile con finalità benefiche, domenica le gare internazionali sulle distanze di 10 e 20 miglia

 

Bibione si prepara per un intero weekend di corsa. Sabato 7 e domenica 8 settembre è in programma l’edizione 2019 di Bibione in rosa e Bibione is surprising run. Un doppio appuntamento dedicato a tutti gli appassionati di corsa, che quest’anno si proporrà con date invertite: sabato 7 settembre, nel pomeriggio, riflettori puntati su Bibione in rosa, evento al femminile con finalità benefiche che ritorna in Piazza Fontana dopo il bel successo dell’edizione 2018. Domenica 8 settembre, in mattinata, spazio invece alla gara Fidal sulla distanza delle 10 miglia, a cui anche quest’anno si aggiungerà una 20 miglia.

 

Bibione in rosa

Donne che corrono per altre donne. Parte il conto alla rovescia per la nuova edizione di Bibione in rosa, la grande manifestazione al femminile che verrà riproposta nel pomeriggio di sabato 7 settembre dopo il gran successo dell’anno scorso. Organizzata da Palextra Events in collaborazione con il Running Team Conegliano, Bibione in rosa anche quest’anno si svilupperà su due percorsi: e 9 chilometri.

 

L’evento sarà esclusivamente dedicato alle donne, che potranno parteciparvi correndo o camminando nella più assoluta libertà. Partenza e arrivo nella scenografica Piazza Fontana, con start alle 17. Sarà un evento all’insegna del benessere e del divertimento, ma non mancherà un obiettivo benefico: il ricavato della manifestazione, tolti i costi organizzativi, sarà infatti devoluto a Sole Donna (www.soledonna.org), associazione che opera dal 1999 in provincia di Venezia (all’ospedale di Dolo e nel comprensorio dell’ULSS 3 Serenissima, distretto di Mirano-Dolo) per la riabilitazione delle donne operate di tumore al seno, a cui offre assistenza medica e supporto psicologico.

Lo sport aiuta a prevenire la malattia e a guarire più velocemente. Ma lo sport, come nel caso di Bibione in rosa, può anche diventare una grande occasione di solidarietà. Nel sito ufficiale dell’evento sono illustrate le modalità d’iscrizione ed è disponibile l’elenco dei punti d’iscrizione già attivi nelle province di Venezia, Treviso e Pordenone.

Bibione is surprising sun

Il nome è tutto un programma: Bibione is surprising runDomenica 8 settembre, archiviata Bibione in rosa, la rinomata località balneare veneziana ospiterà la sesta edizione di una gara sulla distanza delle 10 miglia (16,093 km) che si è ormai ritagliata uno spazio nel cuore di tanti appassionati. Dopo il bel successo del 2018, anche quest’anno la gara sulle 10 miglia sarà abbinata ad una prova sulla doppia distanza (20 miglia, pari a 32,186 km). Partenza e arrivo, anche in questo caso, in Piazza Fontana, dove sorgerà un’area espositiva, dedicata alla promozione di prodotti tipici e materiali tecnici per il running. Il percorso di “Bibione is surprising run” toccherà gli angoli più suggestivi di quest’angolo di Adriatico che ogni anno attira milioni di turisti e rappresenta una meta abituale anche per gli appassionati delle più diverse discipline sportive.

In particolare, un lungo tratto di gara sfrutterà l’ampia rete di piste ciclopedonali, a ridosso della spiaggia, che caratterizza questa parte del litorale veneziano. Tra cielo e mare, pineta e laguna, Bibione prepara una corsa davvero sorprendente. Organizza il Running Team Conegliano, in collaborazione con Palextra Events. Per saperne di più: www.bibionerun.com.

Ci si può abbonare dal 10 agosto

 

“Questo è il valore del Consorzio Treviso Siamo Noi, dove i consorziati possono proporre e valutare nuove soluzioni per stare insieme e per sostenere il nostro percorso. Grazie alla famiglia Geretto per l’opportunità, che concede agli abbonati e grazie a tutti gli associati che stanno costruendo simili iniziative per il Consorzio e il Treviso A.C. e i loro tifosi”. Così Marco Pinzi, presidente del Consorzio Treviso Siamo Noi saluta l’iniziativa della Casa di Cura Giovanni XXIII di Monastier legata all’avvio della campagna abbonamenti, iniziata sabato 10 agosto, e che regalerà agli abbonati una speciale card che fa rima con un cuore, il simbolo di “Treviso siamo noi”, dal doppio significato. Quello affettivo, a testimonianza dell’attaccamento dei molti imprenditori consorziati verso il calcio della propria terra, e quello della salute.

 

La Casa di Cura “Giovanni XXIII” di Monastier incarna entrambi i significati ed è per questo che, come socio consorziato, ha deciso di offrire a tutti i tifosi che sottoscriveranno un abbonamento al Treviso A.C. per il 2019-2020 una particolare card per usufruire di una scontistica del 10% sui servizi sanitari a listino privato offerti dalla struttura. Tra questi, la diagnostica per immagini come la mammografia in 3D con tomosintesi, la risonanza magnetica, l’ecografia, la TAC e la radiografia, ma anche visite specialistiche, indagini strumentali, visite sportive, riabilitazione, fisioterapia odontoiatra, stomatologia, screening e check up.

 

Inoltre, per tutta la community dei consorziati alla “Treviso siamo noi” e ai componenti delle loro famiglie, ci sarà uno screen odontoiatrico comprensivo di pulizia dei denti a soli €33. La nuova clinica odontoiatrica della “Giovanni XXIII” di Monastier dispone di un’area riservata ai bambini con specialisti dedicati ed è dotata di 8 riuniti di cui uno riservato a persone con disabilità.

 

Sarà molto semplice prenotare, basterà presentare la particolare card che verrà fornita al momento della sottoscrizione dell’abbonamento o in caso di prenotazioni telefoniche sarà sufficiente indicare il codice 90901 che è riservato alla “Treviso siamo noi”. Un depliant con tutti i dettagli dell’intera convenzione verrà fornito al momento della sottoscrizione dell’abbonamento assieme alla CARD riservata. Punto di eccellenza ortopedico nazionale, 1° in Veneto e 4° nella classifica nazionale della protesica all’anca e al ginocchio del Programma Nazionale Esiti, la Casa di Cura “Giovanni XXIII” di Monastier nel corso del 2018 ha registrato oltre 10.301 ricoveri, di cui il 30% provenienti da fuori Veneto.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni