Home / Posts Tagged "sport"

“Guardatelo bene. Ha un aspetto umano, ma è un punto esclamativo pervaso d’energia, venuto dallo spazio. Si chiama Igor Cassina, signori. Si chiama Igor Cassina. E non ce n’è per nessuno”.

 

Era il 23 agosto 2004, quando ad Atene Cassina vinceva l’oro olimpico nella sbarra (la cinquecentesima medaglia olimpica conquistata dall’Italia), realizzando un’impresa mai riuscita prima a un ginnasta italiano. Le parole del telecronista Andrea Fusco accompagnarono Cassina sul gradino più alto del podio olimpico.

 

Lì il ginnasta di Meda entrò nella leggenda. Nel suo palmarés, l’oro olimpico, ma anche un argento e un bronzo mondiale, un argento e due bronzi europei, oltre a gloria imperitura per aver inventato un esercizio particolare, un Kovacs teso con avvitamento a 360° sull’asse longitudinale, che la Federazione internazionale ha ufficialmente chiamato “movimento Cassina”.

 

 

 

Chi è Igor Cassina

Igor, ormai trevigiano d’adozione (vive a Paderno di Ponzano con la fidanzata Valentina), ha chiuso la carriera nel 2011, abbracciando nuove sfide sportive e professionali. È anche per questo che giovedì 25 aprile sarà al via della 48^ edizione della Duerocche, la grande classica del podismo di primavera che si svilupperà sulle colline tra Cornuda e Asolo. Tra i cinque percorsi previsti – quattro dedicati alla corsa e uno al nordic walking – Cassina ha scelto quello da 12 chilometri.

 

“Da qualche anno mi sono avvicinato alla corsa, grazie a mia sorella Mara che mi ha spinto a correre una maratona – spiega l’ex ginnasta, ora 42enne -. Mi piace e mi affascina mettermi in gioco in nuove sfide. La corsa, in particolare, richiede un approccio e una preparazione totalmente differente da quello della ginnastica. Correre mi permette di stare all’aperto e mi rende libero. La Duerocche sarà un’altra bellissima esperienza”.

 

La sua storia – i mille volti di un campione (ginnasta, innovatore, ma anche allenatore, insegnante e maratoneta) – è raccontata nel libro “Igor Cassina. Il ginnasta venuto dallo spazio”, dedicato a Filippo, un giovane sportivo strappato troppo presto alla vita da un male crudele.

 

Un’altra piccola, grande pagina sarà scritta giovedì 25 aprile alla Duerocche, nell’anno del quindicesimo anniversario di un oro olimpico entrato nella storia. Sarà bello vedere Cassina idealmente affiancato, sulla linea di partenza, ai tanti campioni del trail azzurro (un nome su tutti, la regina del Monte Bianco, Francesca Canepa) annunciati al via della Duerocche 2019.

 

 

Per iscriversi

Con la chiusura della procedura d’iscrizione online, le adesioni alle quattro prove podistiche della Duerocche (48, 21, 12 e 6 chilometri) continueranno a essere raccolte martedì 23 e mercoledì 24 aprile alla palestra comunale Palapace (già sold out, invece, la prova sui 14 chilometri riservata ai praticanti del nordic walking, sul tragitto della Duerocche storica, da Asolo a Cornuda). Quest’anno, per la prima volta, non sarà invece possibile iscriversi alla Duerocche nella mattinata della gara.

 

 

La partenza

La partenza sarà in via della Pace (zona impianti sportivi sportivi) a Cornuda; alle 7.15 la 48 km, alle 9 la 21 km, alle 9.30 la 6 e la 12 km. Avvio libero, invece, dal centro di Asolo, per la Passeggiata Storica dedicata al Nordic Walking. Spettacolo garantito. Le iscrizioni nei giorni scorsi hanno raggiunto quota 4.000.

 

Ogni stagione porta con sé caratteristiche ben precise, a cui il nostro corpo deve adattarsi: per agevolarlo in questi passaggi, è possibile focalizzare l’attenzione sull’elemento che, secondo la Medicina Tradizionale Cinese, caratterizza il periodo.

 

Grazie allo Stretching energetico dei meridiani è possibile armonizzare mente e corpo all’elemento che domina la stagione.

 

L’appuntamento è a Villa Margherita a Treviso, sabato 11 maggio, alle ore 11.

 

Alcune caratteristiche di questo elemento:

• Orario di attività dell’elemento: 11:00-15:00

• stagione: estate

• punto cardinale: sud

• gusto: amaro

• odore: bruciato

• senso: tatto

• tessuti: sangue e vasi sanguigni

• voce: allegra

• agente esterno: caldo

• colore: rosso

• emozioni: gioia, allegria

 

Al termine, ci sarà una meditazione in connessione con la natura per stimolare il contatto con il cuore, in armonia con l’elemento fuoco.

 

Le iscrizioni sono aperte fino a martedì 7 maggio.

 

 

Insegnante e curatrice dell’evento: Alessandra Ramelli, istruttrice di ginnastiche posturali, Pilates e Stretching Energetico dei Meridiani

 

Conduce la meditazione: Roberta Marzola, facilitatrice in tecniche per il riequilibrio energetico, insegnante di meditazioni attive.

 

In caso di pioggia l’evento si terrà presso la palestra Strada Facendo Indoor.

Dopo il grande successo dell’anno scorso, domenica 5 maggio torna la Treviso in rosa, la grande manifestazione a passo libero dedicata a tutte le donne.

 

Le iscrizioni vanno a gonfie vele. Così a gonfie vele che per venire incontro alla numerose richieste di partecipazione si è deciso di prorogare il termine di chiusura delle iscrizioni, inizialmente previsto per il 21 aprile.

 

In questi giorni stanno progressivamente chiudendo i punti d’iscrizione esterni, che gli organizzatori invitano a non utilizzare più, ma sarà ancora possibile iscriversi a Treviso in rosa attraverso due modalità:

• compilando l’apposito modulo per l’iscrizione individuale, disponibile nel sito e seguendo le indicazioni che vi sono contenute

• utilizzando la procedura d’iscrizione online (pagamento con carta di credito – circuiti Visa, Visa Electron o MasterCard) attraverso il portale Enter Now (spese di commissione a carico di chi effettua l’iscrizione). Clicca qui.

 

La data di chiusura ufficiale delle iscrizioni a Treviso in rosa sarà comunicata con adeguato anticipo sui canali social e nel sito internet della manifestazione.

Fabio Pagan, Camilla Vigato e Rebecca Pavan hanno partecipato al grande incontro organizzato dalla Fidal che ha coinvolto oltre cento giovani talenti dell’atletica italiana 

 

Un “check” sulla stagione che sta per entrare nel vivo. E anche un modo per ritrovarsi insieme, rafforzare lo spirito di gruppo, far lievitare l’entusiasmo e sentirsi parte di un progetto.

 

Il sole di Grosseto ha accolto gli oltre 100 azzurrini che per quattro giorni, sino ad oggi, sabato 20 aprile, si sono allenati sulla pista dello stadio Carlo Zecchini e del campo scuola Bruno Zauli per preparare gli appuntamenti internazionali della stagione estiva.

 

Al grande raduno hanno partecipato anche tre saltatori del Gruppo Atletico Aristide Coin Venezia 1949: Fabio Pagan, Camilla Vigato e Rebecca Pavan. Al loro fianco, il tecnico Enrico Lazzarin.

 

Pagan, Vigato e Pavan sono arrivati a Grosseto dopo un inverno da incorniciare, culminato con i quattro titoli conquistati ai campionati italiani juniores indoor di Ancona: l’accoppiata lungo-triplo messa a segno da Fabio, l’acuto nel triplo siglato da Camilla e il successo nell’alto realizzato da Rebecca. Un poker d’oro seguito dalla convocazione in azzurro, all’inizio di marzo, per l’incontro Italia-Francia indoor di Ancona.

 

Da Grosseto, per tutti e tre, ha preso slancio la nuova stagione all’aperto, che propone un obiettivo di grande rilievo: i Campionati Europei under 20, in programma a Boras, in Svezia, dal 18 al 21 luglio. Con il prologo dei campionati italiani di categoria di Rieti (7-9 giugno). Fabio, Camilla e Rebecca continuano a saltare, con l’obiettivo di arrivare in alto.

Pronti, via. Il sipario sulla stagione provinciale della pista si è alzato nel weekend a Treviso e Montebelluna, in concomitanza con l’avvio del Trofeo Giovanile Veneto dedicato alle categorie ragazzi e cadetti. Quasi 700 gli atleti scesi in pista nelle due giornate di gara, e per qualcuno c’è anche stata la soddisfazione di una doppia vittoria. Al femminile, doppiette delle cadette Vittoria Fighera (alto e 80 ostacoli) ed Elisa Maglione (giavellotto e 1200 siepi).

 

Tra i cadetti, doppio oro per Giovanni Zuccon (300 ostacoli e 100 ostacoli) e Luca Cinel che a Montebelluna, nella stessa mattinata, ha vinto disco e martello. Quest’ultima gara era valida come recupero del campionato provinciale invernale: Cinel si è così aggiudicato anche la maglia di campione trevigiano, imitato in campo femminile da Giulia Hernandez Broggin. Nella categoria ragazzi, da segnalare l’eccellente risultato ottenuto dalla ponzanese Anna Michielin nei 2 km di marcia: 11’12”2. Tabelle di punteggio alla mano, è stata la miglior prestazione tecnica dell’intero weekend. E siamo solo ad inizio stagione.

 

 

RISULTATI. TREVISO (13/4)

 

CADETTI. 1000: 1. Filippo Bisetto (Trevisatletica) 2’53”5. 300 ostacoli:1. Giovanni Zuccon (Trevisatletica) 42”5. Alto: 1. Giovanni Lazzaro (Atl. Quinto Mastella) 1.68. Peso: 1. Enrico Busato (Nuova Atl. Roncade) 11.11. Giavellotto: 1. Alessandro Vanzella (Atl. Stiore Treviso) 43.43. RAGAZZI. 1000: 1. Fabio Gardenal (Nuova Atl. Tre Comuni) 3’12”3. 60 ostacoli: 1. Giacomo Rottin (Atl. Villorba) 9”4. Lungo: 1. Matteo Martini (Atl. Ponzano) 4.46. Vortex: 1. Giacomo Paolo Fantinel (Atl-Etica San Vendemiano) 48.69.  CADETTE. 1000: 1. Francesca Piccolo (Atl. Valdobbiadene Gsa) 3’10”6. 300 ostacoli: 1. Benedetta Dalla Mora (Trevisatletica) 50”4. Alto: 1. Vittoria Fighera (Atl. Ponzano) 1.49. Peso: 1. Sara Pincin (Atl. Montebelluna) 9.88. Giavellotto: 1. Elisa Maglione (Atl. Stiore Treviso) 30.41. RISULTATI

 

 

MONTEBELLUNA (14/4)

 

CADETTI. 100 hs: 1. Manuel Bresolin (Atl. Pederobba) e Giovanni Zuccon (Trevisatletica) 14”4. 1200 siepi: 1. Sofyan Goudadi (Atl. Valdobbiadene) 3’41”6.  Asta: 1. Andrea Krohn (Atl. Pederobba) 2.70. Triplo: 1. Christian Panatta (Atl. Santa Lucia di Piave) 11.82. Disco: 1. Luca Cinel (Atl. Montebelluna) 22.82. Martello (campionato provinciale invernale): 1. Luca Cinel (Atl. Montebelluna) 28.87. CADETTE. 80 hs: 1. Vittoria Fighera (Atl. Ponzano) 12”8. 1200 siepi: 1. Elisa Maglione (Atl. Stiore) 4’18”6.   Asta: 1. Ester Checuz (Atl. Pederobba) 2.10. Triplo: 1. Francesca Mariotto (Atl. Santa Lucia di Piave) 9.61. Disco: 1. Chiara Mariotto (Atl. Silca Conegliano) 21.39.Martello (campionato provinciale invernale): 1. Giulia Hernandez Broggin (Atl. Montebelluna) 32.31. RAGAZZE. 60: 1. Harriet Amponsa Agyekum (Atl. Silca Conegliano) 8”3. Alto: 1. Lorenza De Noni (Atl. Silca Conegliano) 1.40.  Peso: 1. Anna Simona Gatto (Us Atl. Quinto Mastella) 9.30.  Marcia (2 km): 1. Anna Michielin (Atl. Ponzano) 11’12”2. RISULTATI

Nel fine settimana parte la stagione trevigiana su pista. In cartellone, un doppio appuntamento giovanile.

Domani, sabato 13 aprile, si gareggia agli impianti sportivi di San Lazzaro a Treviso, dov’è in programma la 1^ giornata del Trofeo Giovanile Veneto, dedicato alle categorie cadetti e ragazzi. La manifestazione, organizzata da Trevisatletica, è anche valida per il campionato provinciale di società. Inizio alle 15.45.

 

Dopodomani, domenica 14 aprile, replica allo stadio comunale di Montebelluna, dove alle gare del Trofeo Giovanile Veneto per cadetti e ragazzi si aggiungerà il recupero del campionato provinciale invernale cadetti di lancio del martello, non disputato il 23 marzo. Organizza l’Atletica Montebelluna. Inizio alle 9.30.

 

Per il movimento trevigiano, reduce dalle belle prove dei campionati veneti di staffette di Noale, inizia così una lunga annata su pista che, questo mese, proporrà già due appuntamenti di livello nazionale: il 25 a Conegliano il classico Junior Meeting, organizzato dai giovani dell’Atletica Silca, e il 28 a Treviso il 16° Atletica Triveneta Meeting, allestito dall’Atletica Stiore e coincidente con il campionato regionale di corsa, oltre che con il 1° memorial Magalì Vettorazzo.

 

Foto credit: FB @fidaltreviso

Sabato 13 e domenica 14 aprile, dalle ore 17, presso la piazza Eventi Unieuro del centro commerciale Auchan Porte di Mestre, si terrà l’evento “New Sport Exhibition”, una spettacolare rassegna di discipline sportive.

 

Le associazioni partecipanti si alterneranno nelle due giornate per coinvolgere il pubblico con una panoramica completa di tantissime attività che saranno dimostrate dagli allievi e dagli insegnanti delle scuole partecipanti.

 

Sabato sarà caratterizzato da dimostrazioni di Step & Tone e Zumba Fitness – a cura di Green Garden Villaggio Fitness in collaborazione con il punto vendita Game 7 Athletics – e della nuovissima ginnastica dinamica militare, una disciplina sportiva basata su esercizi a corpo libero che sfrutta solo le leve e le resistenze del nostro corpo, senza l’ausilio di attrezzi.

 

Domenica l’evento sarà aperto dalla tradizionale e affascinante “Danza del Dragone” a cura dell’associazione Shaolin Wu-Shu di Venezia; seguirà una dimostrazione di karate a cura dell’associazione Shin Ghi Tai – Karate Do e si terminerà con esibizioni di Taiji Quan e Shaolin Kung-fu, una delle arti marziali cinese più antiche.

 

I responsabili di ogni associazione saranno a disposizione del pubblico per fornire informazioni sui diversi corsi proposti.

La società Scherma Conegliano organizza un seminario gratuito al teatro Dina Orsi, dedicato alle modalità e ai benefici dellattività sportiva per il miglioramento della qualità della vita

 

Praticare sport fa bene. Anzi: benissimo. Ma con quali modalità? E quali sono i benefici e le problematiche che ne derivano?

Se ne parlerà venerdì 12 aprile, al Teatro Dina Orsi di Conegliano, in occasione del seminario Lattività sportiva in età adulta, organizzato dalla società Scherma Conegliano con il patrocinio del Comune di Conegliano.

Interverranno Renzo Turbian, titolare del Centro Fisico Bobadilla di Vittorio Veneto e autore del libro “Il sedentario non ha colpe”, che tratterà l’argomento “Camminare fa bene ma non basta. È l’esercizio fisico mirato che cambia la vita”; Antonio Poser, docente di fisioterapia applicata allo sport all’università di Siena, e titolare del Centro Kinè di Conegliano e Treviso (“Nati per correre…”); Daniele Modolo, nutrizionista (“Una dieta paradossale”), e Giovanni di Cara, psicologo (“Corri… con i piedi per terra”).

Il seminario si rivolge agli sportivi, ai dirigenti, ai genitori e in generale a tutti gli adulti, con l’obiettivo di promuovere una maggiore consapevolezza nell’approccio alla vita sportiva e non solo. 

Ingresso liberoInizio alle 20.45.

 

Per informazioni:

Società Scherma Conegliano

Segreteria: 345 1549584

e-mail: [email protected]

L’associazione Strada facendo – Nordic Walking di Treviso organizza una camminata Nordic Walking a Refrontolo, nei dintorni del Molinetto della Croda, per sabato 13 aprile (indicativamente dalle 8 alle 12.30).

 

Il Molinetto della Croda è un antico mulino (1630) ad acqua ubicato in area paesaggistica di rilievo della provincia di Treviso, nella valle del Lierza, lungo la strada che collega l’abitato di Refrontolo a quello di Rolle. Si trova ai piedi del torrente, in un salto d’acqua di 12 mt. Fu dismesso nel 1953.
Restaurato dal comune di Refrontolo, attualmente è sede di esposizioni e museo della molitura.

 

La camminata si concluderà con un brindisi.

 

Programma

Lunghezza: 7,5 km

Durata: 2 ore e 30

Dislivello: 250 mt (medio)

Difficoltà: facile

 

Prenotazioni entro giovedì 12 aprile!

Il ritmo è giusto, l’obiettivo è da record. Treviso in rosa ha raggiunto le 12.000 iscritte. Ad un mese da domenica 5 maggio, data dell’edizione 2019, la grande corsa al femminile ha tagliato un primo, significativo traguardo. Il riferimento sono le 16.314 iscritte dell’edizione scorsa, ma gli organizzatori puntano ben oltre.

Dal 31 marzo sono chiuse le iscrizioni per i gruppi, ora si accettano solo adesioni individuali – commenta Filippo Bellin, portavoce del comitato organizzatore rappresentato da due società di atletica cittadine, Trevisatletica e Asd Corritreviso -. La situazione è ancora in piena evoluzione, gli ultimi giorni sono stati davvero frenetici. Ma abbiamo già alcune certezze: i gruppi iscritti sono oltre 160, la crescita complessiva rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso è attorno al 20%. La data ufficiale di chiusura delle iscrizioni è il 21 aprile. Migliorare il già straordinario risultato di partecipazione dell’edizione 2018, a questo punto, ci pare il minimo”.

Il successo dell’evento

 

Già l’anno scorso Treviso in rosa aveva decisamente perso la connotazione di corsa locale, per diventare un evento di risonanza nazionale. E la tendenza prosegue. “Sono arrivate iscrizioni da tutto il Triveneto – spiega Bellin – ma anche dalla Lombardia, dall’Emilia-Romagna, persino dal Lazio e dalla Campania. Siamo sorpresi da tanto entusiasmo: considerando anche le iniziative legate all’arrivo del Giro d’Italia, a maggio Treviso sarà davvero la città più rosa d’Italia”.

 

Tra gli oltre 160 gruppi iscritti a Treviso in rosa, ci sono palestre, corsi di yoga e di zumba, appassionate di nordic walking. Ci sono squadre parrocchiali e comunali. Scenderanno in campo scuole e le “quote rosa” di intere aziende. C’è chi domenica 5 maggio festeggerà l’addio al nubilato. E chi approfitterà di Treviso in rosa per riunire le compagne di scuola d’un tempo, per quella che, inevitabilmente, diventerà anche una corsa tra i ricordi.

 

Dopo i grandi numeri dell’edizione 2018, gli organizzatori di Treviso in rosa hanno pianificato alcune importanti novità: la partenza non sarà più in viale Bartolomeo d’Alviano, ma in Piazza del Grano, in modo da poter utilizzare gli ampi spazi di Viale Burchiellati per le fasi precedenti allo start. L’arrivo avverrà sulle mura, ma dal lato opposto rispetto alle precedenti edizioni. E il villaggio rosa che accoglierà la grande festa finale troverà spazio, subito dopo l’arrivo, nell’ampio Piazzale Burchiellati.

 

Due, come sempre, i percorsi: 5 e 8 chilometri. Saranno toccati gli angoli più suggestivi della città. Ma i tracciati quest’anno sono stati parzialmente ridisegnati in modo da avere uno sviluppo che si mantenga interamente dentro il perimetro del centro storico.

 

Treviso in rosa è una festa dedicata a tutte le donne, indipendentemente dall’età e dalla forma fisica, che per una domenica all’anno prendono simpaticamente possesso della città, colorandola di sorrisi, balli e voglia di stare insieme.

 

Ma Treviso in rosa è anche l’occasione per riflettere su tematiche importanti che riguardano la salute e i corretti stili di vita. E non mancherà, come sempre, l’aspetto solidale: al fianco degli organizzatori ci sarà infatti la sezione trevigiana della LILT, la Lega italiana per la lotta contro i tumori, che anche quest’anno patrocina la manifestazione. L’obiettivo 2019 proposto dalla stessa LILT? L’acquisto di un mezzo attrezzato per il trasporto dei pazienti oncologici. Il conto alla rovescia va avanti. Nel segno dell’entusiasmo.

 

L’iniziativa

La prima edizione di Treviso in rosa si è svolta il 17 maggio 2015 su iniziativa di due società sportive della città, Trevisatletica e Asd Corritreviso, che hanno pensato di organizzare un evento, esclusivamente dedicato alla donne, che facesse da preludio al passaggio in città della Corsa Rosa per eccellenza, il Giro d’Italia.

 

 

La manifestazione nacque in meno di un mese, e fu subito un successo. Tanto che gli organizzatori l’hanno subito trasformata in un appuntamento fisso. La seconda edizione di Treviso in rosa si è disputata nel 2016 e ha coinvolto oltre 4.500 donne, il doppio dell’anno precedente. La terza, nel 2017, ha superato le 11.000 partecipanti.  E’ stato però nel 2018 che Treviso in rosa ha fatto davvero boom: il 6 maggio dell’anno scorso, oltre 16 mila donne (16.314, per la precisione) si sono presentate ai nastri di partenza della corsa, che si è così ritagliata un posto tra le più partecipare kermesse in rosa d’Italia.

 

 

La prossima edizione di Treviso in rosa – la quinta – si svolgerà il 5 maggio 2019. Tra i partner, anche quest’anno, la sezione trevigiana della Lilt, la Lega italiana per la lotta contro i tumori. A Treviso chi corre rosa, corre solidale. Per ulteriori informazioni: www.trevisoinrosa.it.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni