AmbienteAttualitàCiboItaliaSlide-mainSostenibilità

Alimentiamo il nostro futuro

2 minuti di lettura

Si celebra oggi, in tutto il mondo, la giornata mondiale dell’alimentazione

“Siamo quello che mangiamo” recitava un vecchio detto, mai come oggi tanto attuale, perché tutte le ricerche lo attestano: le nostre scelte in ambito alimentare condizioneranno le vite dei nostri figli e dei nostri nipoti.

Oggi, 16 Ottobre, è la giornata giusta per ricordarlo perché, istituita dalla FAO nel 1945, si celebra la giornata mondiale dell’alimentazione, un’occasione importante per riflettere su quanto questa possa impattare nelle nostre vite presenti e soprattutto future.

Il tema proposto quest’anno è “Le nostre azioni sono il nostro futuro”, un invito a diventare eroi del cibo e contribuire alla trasformazione dei sistemi agroalimentari per una produzione sostenibile, un’alimentazione consapevole, un ambiente più sano e una vita migliore, non lasciando nessuno indietro.

Secondo la FAO, la trasformazione dei nostri sistemi agroalimentari deve iniziare dai consumatori e dalle scelte quotidiane che facciamo in merito agli alimenti che consumiamo, dove li acquistiamo, come sono confezionati, quanto sprechiamo: tutto ciò incide sui nostri sistemi agroalimentari, economici e culturali.

manifesto FAO per la Giornata Mondiale dell’Alimentazione

Parlando specificatamente di cibo, è doveroso dire che non si tratta di semplice nutrimento. Ma un “trasmettitore” di valori profondi e radicati nel nostro modo di essere, di esprimerci e anche nelle nostre tradizioni.

Alain Ducasse sostiene che mangiare sia un atto civico, per Wendell Berry si tratta di un atto agricolo, per Bottura (ma non solo) è un atto politico, in ogni caso, si tratta di qualcosa che genera delle conseguenze su di noi, il nostro corpo, la nostra mente, l’ambiente in cui viviamo. In una parola, il nostro futuro.

Abbiamo parlato con Lisa Colladet, biologa nutrizionista e insegnante certificata di Mindfull Eating e sull’argomento ci ha spiegato che:

“Il cibo del “miracolo” non esiste, piuttosto siamo noi che possiamo fare la differenza, siamo noi che con le nostre piccole scelte quotidiane possiamo, anche solo un po’, migliorare il mondo.

Dobbiamo pensare che il cibo è fatto da persone e di persone che lavorano la terra, che fanno ricerca, che portano innovazioni e che seguono la tradizione. Quando scegliamo cosa comprare dobbiamo avere chiari i nostri valori e rispecchiarli nelle scelte alimentari

Il consiglio della biologa nutrizionista è quello di preferire prodotti che non arrivino da agricolture intensive che impoveriscono terreni e di conseguenza popolazioni; acquistare la giusta quantità, solo ciò di cui si ha bisogno; ricordare che lungo la filiera alimentare viene perso fino al 50% del cibo, mentre se si favoriscono le filiere corte si concorre a ridurre la mortalità per fame e la malnutrizione, e infine, rispettare la stagionalità, in questo modo rispettiamo anche i ritmi e i cicli della natura.

“Quello che abbiamo in tavola” continua Colladet “non si limita a calorie e nutrienti ma è una storia, è cultura e vi assicuro, l’appagamento sarà maggiore e leggeremo in modo diverso il suo valore nutritivo.”

La giornata dell’Alimentazione verrà celebrata oggi in 150 paesi con centinaia di eventi e verranno premiati dalla FAO i Food Heroes, influencers, imprenditori illuminati, lavoratori agricoli, innovatori, di tutto il mondo. Per informazioni https://www.fao.org/newsroom/detail/world-food-day-2021-celebration/en/

#worldfoodday2021

Articoli correlati
SaluteSlide-mainSociale

"Festa d'Estate al Centro di Salute Mentale

2 minuti di lettura
Al Centro di Salute Mentale di San Donà di Piave si è svolta la tradizionale “Festa d’Estate”, un evento di integrazione e…
CulturaSlide-mainSpettacoloTempo liberoTreviso

"Colpo di Scena" al Teatro Del Monaco

1 minuti di lettura
La Fondazione Teatro Stabile del Veneto-Teatro Nazionale ha concluso il tour di presentazioni della nuova stagione 24/25, svelando il cartellone del Teatro…
PoliticaRoncadeSlide-main

Roncade, la nuova Giunta

1 minuti di lettura
Il neo sindaco Marco Donadel ha distribuito anche le cariche di supporto agli assessorati RONCADE – Una Giunta che unisce “esperienza e…