Home / Posts Tagged "ordinanza"

Agenti impegnati in tutta Jesolo con servizi antidroga, vigilanza per il rispetto dell’ordinanza sul divieto di detenzione e consumo di alcolici in aree pubbliche il sabato notte e attività lungo le strade in uscita dalla città per il contrasto alla guida in stato di ebbrezza. 

 

Non si ferma l’azione della Polizia locale di Jesolo per garantire la sicurezza in città. Tre i fronti principali su cui sono stati impegnati gli agenti del Corpo nella notte tra sabato 3 e domenica 4 agosto: servizi antidroga con impiego dell’unità cinofila “Chaos” tra lungomare e accessi al mare; controlli per il rispetto dell’ordinanza “anti-alcol” che vieta il sabato notte la detenzione e il consumo di alcolici su area pubblica del Lido di Jesolo; attività di prevenzione degli incidenti stradali e contrasto alla guida in stato di ebbrezza.

 

Controllo allo spaccio di stupefacenti

Per quanto riguarda il contrasto allo spaccio di stupefacenti, si conferma importante il ruolo dell’unità cinofila “Chaos” che sotto la guida degli operatori della Polizia locale ha contribuito all’individuazione e al sequestro di circa 23 grammi di marijuana nell’accesso al mare di via Carducci in zona piazza Aurora.

 

 

Contro l’abuso di alcol tra i giovani

Conferme sulla bontà del provvedimento firmato dal sindaco Zoggia per frenare l’abuso di alcol tra i giovani, arrivano dai numeri registrati la scorsa notte. Solo 3 i verbali emessi dagli agenti di Polizia locale, in piazza Mazzini, per violazione all’ordinanza: uno a carico di un trentenne della provincia di Treviso e due nei confronti di soggetti extracomunitari.

 

Controlli agli automobilisti

Anche l’attività di prevenzione degli incidenti stradali e della guida in stato di ebbrezza inizia a dare i suoi frutti. Le pattuglie della Polizia locale dislocate presso la rotatoria “Frova” in uscita da Jesolo hanno fermato circa 200 veicoli tra l’1.00 e le 5.00 della mattina sottoponendo altrettanti conducenti a pre-test alcolimetrico. Per 3 di loro sono seguiti ulteriori accertamenti con l’impiego di etilometro omologato riscontrando valori alcolemici compresi tra 0,57 e 1,18 g/L e conseguente ritiro della patente.

 

 

“Siamo soddisfatti delle misure che abbiamo messo in campo per la sicurezza in città – dichiara il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia -. Il nostro obiettivo è quello di promuovere un atteggiamento responsabile tra le persone e in particolare tra chi viene a Jesolo nel weekend. La nostra è una realtà ospitale ma che chiede anche rispetto: per i suoi cittadini, per gli operatori economici e per i suoi ospiti. Dunque sì al divertimento, in particolare tra i giovani, purché sia un divertimento senza eccessi. Il senso dell’ordinanza emessa nelle scorse settimane serve a questo. Continueremo a vigilare il sabato notte e nei giorni clou del Ferragosto perché Jesolo non è, né vuole essere la casa dello sballo”.

In tutto il Lido di Jesolo, tutti i sabati a partire dal prossimo 27 luglio e fino al 14 settembre, Ferragosto compreso, stop a vendita per asporto, detenzione e consumo su suolo pubblico di alcolici.

 

Il provvedimento emesso dal Comune si muove sulla stessa linea di quello varato negli ultimi anni per bloccare il fenomeno della “pasquetta alcolica” e del divertimento eccessivo tra i giovani e promuovere al contrario un atteggiamento responsabile nel consumo di sostanze alcoliche.

 

L’ordinanza siglata dal primo cittadino di Jesolo varrà per tutti i sabati notte, a partire dal prossimo 27 luglio e fino al 14 settembre e coinvolgerà il Lido di Jesolo, arenile compreso e avrà efficacia dalle ore 20.00 del sabato e fino alle 6.00 del giorno successivo.

 

In questo periodo e nelle fasce orarie indicate sarà vietata la vendita per asporto di bevande alcoliche di qualunque gradazione in contenitori di vetro e in lattine effettuata anche attraverso distributori automatici. Sarà consentita solo la vendita per asporto di bevande alcoliche per uso domestico con la prescrizione che i contenitori dovranno essere chiusi e sigillati in appositi involucri.

 

Sempre nella zona del Lido di Jesolo, arenile compreso, l’ordinanza prevede inoltre il divieto di detenzione di qualsiasi contenitore e consumo di bevande alcoliche di ogni gradazione su suolo pubblico, ad eccezione del consumo effettuato all’interno dei pubblici esercizi autorizzati alla somministrazione e nelle aree di pertinenza dei locali stessi.

 

Le limitazioni si applicheranno anche per il ponte di Ferragosto, a partire dalle ore 20.00 di mercoledì 14 agosto e fino alle ore 6.00 di lunedì 19 agosto.

 

La violazione di quanto stabilito dal provvedimento comporterà una sanzione di 200 euro.

 

“Questo intervento è già stato testato in questi anni in occasione di specifici momenti e iniziative dando dei buoni risultati – spiega il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia -. Ora ampliamo il raggio d’azione di questa misura per cercare di far capire ai giovani che con l’alcol non si scherza e un abuso può comportare rischi per sé e per gli altri e che si deve imparare ad avere un atteggiamento responsabile. Un impegno che muove i suoi passi anche attraverso le campagne di sensibilizzazione; su tutte Off Limits che vede da vent’anni il Comune di Jesolo in prima linea nel sostegno all’attività portata avanti dai volontari e anche alla campagna per la sicurezza stradale Pensa alla vita… Guida con la testa che partirà in questi giorni. Noi ci siamo ma è importante sottolineare che deve esserci corresponsabilità e tutti devono fare la loro parte nell’educazione dei giovani”.

I due locali di via Piave, chiusi con ordinanza del sindaco Brugnaro in data 28 agosto 2018, fino al 7 gennaio 2019 potranno riaprire con orario ridotto, dalle 8 alle 18.

 

I due locali – “Pizza Piave” e “Buonissimi Pizza e Kebab” – sono stati oggetto di chiusura perché giudicati ricettacolo di pusher, pregiudicati e nulla facenti nelle ore serali e notturne.

 

Questo è uno dei tanti tentativi messi in atto dalle Forze dell’ordine per contrastare il dilagare della malavita in zona Piave e stazione Mestre.

Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha firmato oggi un’ordinanza che individua le “misure urgenti per garantire l’incolumità pubblica, la sicurezza e la vivibilità nella città storica di Venezia nei giorni 1 e 2, 8 e 9, 15 e 16 settembre 2018“, in previsione di una possibile affluenza straordinaria di visitatori per assistere alla Regata storica e agli eventi correlati alla 75esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, oltre che di turisti provenienti dalle località balneari del litorale.

 

Come già stabilito nelle precedenti ordinanze, la polizia locale, in caso di necessità e di pericolo per la pubblica incolumità, potrà disporre deviazioni alla viabilità pedonale, inibire temporaneamente il transito ai non residenti e istituire sensi unici facendo transennare le eventuali aree interdette.

 

La circolazione veicolare sul Ponte della Libertà, se necessario, potrebbe essere limitata ai soli veicoli di conducenti abbonati alle autorimesse di Piazzale Roma e Tronchetto, ai taxi, ai veicoli dei noleggiatori nonché agli autobus di linea e non, oltre che, ovviamente, ai veicoli delle Forze di polizia, del soccorso pubblico e dei servizi pubblici.

 

Nelle giornate indicate sarà istituito il divieto di sbarco agli abituali approdi di Riva degli Schiavoni (di fronte la caserma Cornoldi) per i lancioni gran turismo provenienti dai Comuni di Cavallino-Treporti, Jesolo, Caorle, Musile di Piave e Quarto d’Altino, con deviazione agli approdi appositamente allestiti alle Fondamente Nuove.

 

L’inosservanza delle disposizioni indicate nell’ordinanza sarà punita con sanzione amministrativa da 25 a 500 euro.

 

Il Comune di Venezia, in base alle notizie che saranno fornite dalla Polizia locale, aggiornerà costantemente gli utenti in merito alle possibili deviazioni di percorso e ogni altra misura resasi necessaria attraverso i propri profili Facebook e Twitter e i siti istituzionali.

In data odierna è stata emessa l’ordinanza sindacale 483/18, che ha per oggetto “Misure di prevenzione ed eliminazione di pericoli per l’incolumità e la sicurezza urbana in occasione della manifestazione denominata ‘Festival Show’ che si svolgerà in piazza Ferretto a Mestre nella giornata del 24 agosto 2018”.

 

La disposizione prevede che nella giornata del 24 agosto, dalle ore 18 alle ore 1, in piazza Ferretto e nelle aree pubbliche e aperte al publbico transito adiacenti (piazzetta Da Re, Corte Bettini, piazzetta Matter, via Manin, piazzale Candiani, via San Rocco, via Palazzo, via san Girolamo, via della Torre, via Pescheria vecchia, Riviera Magellano, Calle del sale, via Lazzari, Galleria Giacomuzzi, via fratelli Rondina, via Ferro, Galleria Barcella, via Battisti, via Poerio, Galleria Matteotti, via Ospedale, via Allegri, via Fapanni, via Antonio da Mestre, via Einaudi) sia vietato il trasporto, il consumo, nonché la semplice detenzione di bevande, di qualsiasi genere, conservate in vetro. Eccezione è fatta per l’area interna ai pubblici esercizi e locali, nonché l’area esterna regolarmente autorizzata, anche a carattere stagionale degli stessi (plateatico).

È stata pubblicata oggi sul sito del Comune di Venezia l’ordinanza che riguarda la modifica di alcuni articoli del Testo Unico in materia di circolazione acquea. L’ordinanza entrerà in vigore dal 1° agosto e sarà affissa all’Albo Pretorio comunale.

 

Nello specifico, si è intervenuti sul punto 4 dell’art. 2 riguardante la “circolazione delle unità a remi”. Questo stabiliva il divieto di navigazione per jole, dragon boat, pattini, pedalò, canoe, kayak e tavole a remi nei rii principali di collegamento all’interno del centro storico di Venezia, dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 15, e al sabato dalle ore 8 alle 13. L’ordinanza pubblicata oggi stabilisce invece che:

 

“In Canal Grande, Canale di Cannaregio, nei rii del sestiere di San Marco, e negli altri rii e canali dove sono attivi servizi di trasporto pubblico di linea di navigazione autorizzati dal Comune di Venezia, è vietata la navigazione dei natanti denominati jole, pattini, pedalò, canoe, kayak, tavole a remi e ad ogni altra tipologia a queste assimilabile.

 

Nei rii dei Greci – San Lorenzo, Santa Giustina, Sant’Antonin – Pietà, di Noale – Canale delle Misericordia, Novo-di Ca’ Foscari, dei Santi Apostoli-Gesuiti, è vietata la navigazione dei natanti denominati jole, pattini, pedalò, canoe, kayak e tavole a remi, e ad ogni altra tipologia a queste assimilabile, dal lunedì al venerdì dalle 07.00 alle ore 17.00, e al sabato dalle ore 7.00 alle ore 15.00, festivi esclusi. La navigazione nei canali e negli orari consentiti non autorizza in alcun modo di ricomprendere l’attraversamento del Canal Grande.

 

Nei restanti canali della Z.t.l. lagunare è vietata la navigazione dei natanti denominati jole, pattini, pedalò, canoe, kayak e tavole a remi, e ad ogni altra tipologia a queste assimilabile, dal lunedì al venerdì dalle 08.00 alle ore 15.00, e al sabato dalle ore 8.00 alle ore 13.00, festivi esclusi”.

 

Restano invariate le regole per quanto riguarda le dotazioni di bordo del fanale e le modalità e gli orari del suo utilizzo. Infine si autorizzano eventuali deroghe per eventi specifici riconosciuti di interesse pubblico dall’Amministrazione comunale.

 

Altro articolo che viene modificato è il 18esimo, che riguarda la “circolazione delle unità da diporto”, al suo punto 1 che sancisce: “La navigazione da diporto all’interno della zona a traffico limitato è vietata ad esclusione delle unità da diporto di proprietà di residenti nel Centro Storico di Venezia e nelle sue isole, o concessionari di spazi/specchi acquei rilasciati dal Comune di Venezia, alle quali, salvo diverse limitazioni, è consentita dalle ore 00.00 alle 24.00 di tutti i giorni feriali e festivi”.

 

Questo punto viene integrato con la seguente aggiunta: “ed è vietata alle unità con scafo gonfiabile ‘gommoni’ o parzialmente gonfiabile (con chiglia o carena rigide) di qualsiasi conformazione e dimensione anche se di proprietà di residenti”.

La Polizia municipale del Comune di Venezia ha emesso un’ordinanza con le misure a tutela della circolazione e della sicurezza stradale al Lido di Venezia in occasione della 75. Mostra internazionale d’Arte cinematografica di Venezia, che si svolgerà dal 29 agosto all’8 settembre. Come negli anni passati, sarà modificata la viabilità lungo il Lungomare Marconi, per consentire l’allestimento e lo smantellamento delle strutture.

 

In particolare, da lunedì 23 luglio a mercoledì 15 agosto, viene istituito nel tratto compreso tra via delle Quattro Fontane e via Candia, nella corsia destra, in direzione via Colombo, il divieto di transito e sosta a tutti i mezzi, ad esclusione di quelli in servizio per l’allestimento, nonché il senso unico alternato, regolato da semaforo, in direzione Piazzale Bucintoro.

 

Il divieto di transito riguarderà anche la corsia di destra – in direzione Lungomare – del tratto di via delle Quattro Fontane compreso tra l’incrocio con Lungomare Marconi e via Dardanelli, mentre il senso unico di marcia, sempre nella corsia destra, sarà istituito in direzione via Dardanelli.

 

Il divieto di transito sarà nuovamente istituito nelle fasi di smantellamento, da domenica 9 a domenica 30 settembre, sempre in via delle Quattro Fontane, tra l’incrocio con Lungomare Marconi e via Dardanelli, sulla corsia di destra provenendo da via Dardanelli, assieme al senso unico di marcia in direzione via Dardanelli.

In occasione della Festa del Redentore, in programma sabato 14 e domenica 15 luglio nelle aree prospicienti lo specchio acqueo del Bacino di San Marco, il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha emanato un’ordinanza con misure di prevenzione per l’incolumità e la sicurezza pubblica.

 

L’evento è stato oggetto anche di alcuni tavoli tecnici convocati dalla Questura, che hanno definito le seguenti misure per la gestione di eventuali situazioni di pericolo:

– individuazione di via di fuga, con l’assistenza di apposito personale;
– previsione di corridoi di emergenza;
– suddivisione in settori dell’area di affollamento;
– individuazione di punti di assistenza medica e di protezione civile e di spazi di soccorso raggiungibili dai mezzi di assistenza;
– riduzione drastica della presenza di contenitori di vetro nelle aree interessate dagli eventi, nelle vie di fuga e nelle aree limitrofe.

 

In particolare, dalle ore 19 di sabato 14 luglio alle ore 3 di domenica 15 luglio, nel territorio del centro storico di Venezia, è vietata alle attività commerciali di qualsiasi natura, alle attività artigianali e agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande la vendita per asporto di bevande, comprese quelle alcoliche e super alcoliche, in bottiglie o qualsiasi altro contenitore di vetro; è vietato inoltre il trasporto senza un giustificato motivo sulla pubblica via di qualsiasi tipo di bevanda in bottiglie o altro contenitore in vetro.

 

Nell’area marciana, Riva degli Schiavoni, Riva della Ca’ di Dio, Riva San Biagio, Riva dei Sette Martiri, Campo SS. Filippo e Giacomo, Fondamenta della Dogana, Fondamenta Zattere ai Saloni, Fondamenta Zattere allo Spirito Santo, Fondamenta Zattere agli Incurabili, Fondamenta Zattere ai Gesuati, compresi il Campo della Salute e la Punta della Dogana, Fondamenta San Giovanni (Giudecca), Fondamenta delle Zitelle, Fondamenta della Croce, oltre al sagrato della Chiesa di San Giorgio Maggiore, nonché in tutte le aree attigue che costituiscono vie d’esodo in caso di necessità, è vietata la somministrazione sul suolo pubblico in contenitori di vetro.

 

Le violazioni saranno punite con sanzioni da 25 a 500 euro.

 

Nei prossimi giorni sarà emanata anche l’ordinanza che regolamenta il traffico acqueo in occasione della manifestazione.

In occasione della manifestazione “Zucchero in concerto”, che si svolgerà in piazza San Marco a Venezia questa sera e domani, il Comandante generale della Polizia locale, Marco Agostini, ha emanato un’ordinanza per agevolare la circolazione pedonale e consentire il regolare svolgimento dell’evento.

 

Al fine di assicurare ogni eventuale intervento di emergenza, particolarmente nelle zone più affollate, in base al numero di persone e alle caratteristiche strutturali dei luoghi, le misure disposte potranno prevedere temporanei obblighi e divieti al transito pedonale per singole vie e/o la loro chiusura parziale o totale. In particolare:

– nelle località interessate dalla manifestazione, la Polizia locale avrà la facoltà di dirottare il traffico pedonale ed organizzarlo con l’istituzione di sensi unici e di temporanei obblighi e divieti, facendo transennare, ove necessario, le aree interdette, inibendo l’accesso nelle zone in cui la presenza e il transito delle persone potrebbe creare pericolo alla pubblica incolumità;
– la Polizia locale e gli altri Organi di Polizia, ove ne ravvisino la necessità a tutela della pubblica incolumità, potranno adottare ogni altro provvedimento di limitazione della circolazione pedonale nel Centro storico di Venezia, anche con l’utilizzo di transenne mobili e disporre la sospensione o riduzione parziale delle occupazioni di suolo pubblico esistenti.

 

Per chi dovesse violare i divieti è prevista una sanzione pecuniaria da 25 a 500 euro.

 

 

Situazione a rischio a Venezia, in Canal Grande, e nei rii più trafficati, a causa del gran numero di canoe e kayak che transitano e attraversano queste importanti vie d’acqua.

Queste imbarcazioni intralciano continuamente la navigazione dei battelli ACTV, con grave pericolo per i passeggeri.

Per questo motivo, il Sindaco Brugnaro sta preparando una ordinanza per limitare il traffico di questo tipo di imbarcazioni in Canal Grande e nei canali più trafficati della città lagunare.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni