Marca TrevigianaSlide-mainTrevisoVeneto

Polis è arrivato in provincia di Treviso

2 minuti di lettura

Con il progetto di Poste Italiane il sevizio di richiesta e rinnovo passaporti è già possibile nei comuni trevigiani di Cornuda, Cison di Valmarino e Monfumo

Treviso – Il progetto Polis di Poste Italiane procede a passi sempre più spediti con il lancio del nuovo servizio di richiesta e rinnovo passaporti negli uffici postali in altri 36 uffici postali del Veneto dopo la fase sperimentale partita in sette uffici della provincia di Verona. In provincia di Treviso, il nuovo servizio è già disponibile negli uffici di Cornuda, Cison di Valmarino e Monfumo.

In tutto sono 43 gli uffici postali, in Veneto, nei quali è attivo il servizio, prima di essere progressivamente esteso a tutti gli uffici della regione. Grazie alla convenzione firmata tra Poste Italiane, Ministero dell’Interno e Ministero delle Imprese e del Made in Italy, da oggi è possibile, per i cittadini residenti o domiciliati nei due comuni, aprire la pratica di richiesta o rinnovo del passaporto presentando la documentazione direttamente presso l’ufficio postale, senza andare in questura.

Grazie alla piattaforma tecnologica di Poste Italiane sarà l’operatore di sportello a raccogliere le informazioni e i dati biometrici del cittadino (impronte digitali e foto) inviando poi la documentazione all’ufficio di polizia di riferimento. A scelta del richiedente, inoltre, Poste Italiane potrà occuparsi anche della consegna a casa dei cittadini.

Progetto Polis – Poste Italiane

Polis trasforma gli uffici postali nella Casa dei Servizi Digitali, uno sportello unico per rendere semplice e veloce l’accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione in 7mila uffici postali nei comuni al di sotto di 15mila abitanti. Il progetto è finanziato con risorse del piano complementare al PNNR (Dl 59/2021) con 800 milioni di euro e per circa 400 milioni a carico di Poste Italiane.

Sarà sufficiente consegnare all’operatore dell’ufficio postale del proprio comune un documento di identità valido, il codice fiscale, due fotografie, pagare il bollettino di 42,50 euro e una marca da bollo da 73,50 euro. In caso di rinnovo si dovrà consegnare anche il vecchio passaporto o la copia della denuncia di smarrimento o furto del vecchio documento.

“Con questa iniziativa Poste Italiane dà ai cittadini la possibilità di richiedere il passaporto e di averlo a casa senza l’obbligo di recarsi presso il più vicino Commissariato o in Questura” dichiara il Responsabile della Filiale di Treviso di Poste Italiane Vincenzo Cassaro “Siamo particolarmente orgogliosi di poter fornire questo servizio sul nostro territorio, dimostrando ancora una volta l’attenzione e la vicinanza che Poste Italiane rivolge alle comunità e ai piccoli centri. Questo nuovo servizio consente ai cittadini di risparmiare tempo e denaro, diminuendo gli spostamenti, e di conseguenza le emissioni, dando così un prezioso contributo alla sostenibilità ambientale”.

L’obiettivo di Polis è quello di favorire la coesione economica, sociale e territoriale del nostro Paese, superare il digital divide, sostenere la crescita delle comunità periferiche rendendo facile ai cittadini l’accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione. https://ilnuovoterraglio.it/polis-a-cornuda/

Articoli correlati
CulturaSlide-mainSpettacoloTreviso

L'eredità di Romeo e Giulietta al Teatro del Monaco

3 minuti di lettura
Un nuovo capitolo per Romeo e Giulietta TREVISO – Pochi giorni ancora e, nell’incantevole Teatro Del Monaco di Treviso, il regista Filippo…
Slide-mainTreviso

Ritrovata per caso un'onorificenza: restituita ai familiari

2 minuti di lettura
Riconsegnata ai discendenti di Albino Schiavon l’onorificenza a lui consegnata diversi decenni fa VILLORBA (TV) – Il sindaco Francesco Soligo e il…
Città Metropolitana di VeneziaSaluteSlide-main

Ulss4, Simona Sforzin nominata direttore dei servizi socio-sanitari

1 minuti di lettura
La nomina è stata ufficializzata lunedì 15 luglio San Donà di Piave (VE) – È Simona Sforzin, residente a San Donà di…