MotoriSlide-mainVenezia

"Pensa alla vita… guida con la testa!"

2 minuti di lettura

Grande successo di pubblico ieri pomeriggio in piazzetta Coin a Mestre per la tappa veneziana dell’iniziativa “Pensa alla vita… guida con la testa!!! – Dall’Adriatico alle Dolomiti 2018”, la campagna informativa sulla sicurezza stradale promossa dall’ANVU (Associazione Professionale Polizia locale d’Italia) in collaborazione con le Polizie locali e vari Enti e Associazioni impegnati nel campo della sicurezza stradale e che ha interessato, durante l’estate 2018, le piazze di alcune località turistiche (Jesolo, Eraclea, Cavallino-Treporti, Chioggia, Rosolina, Caorle, Bibione, Belluno, Rovigo, Conegliano, Abano Terme e Verona).
 
La manifestazione, organizzata dalla Polizia locale di Venezia, ha ospitato vari stand informativi per sensibilizzare i cittadini a una maggiore educazione alla sicurezza, sostenendo l’uso del casco e delle cinture e informare sui rischi e gli effetti derivanti dall’uso di sostanze alcoliche e stupefacenti alla guida dei veicoli, con particolare attenzione nei confronti dei giovani al fine di ridurre le cosiddette “stragi del sabato sera”.
 
“Da diversi anni – ha sottolineato l’assessore alla Sicurezza urbana, Polizia locale e Protezione civile, Giorgio D’Este – siamo impegnati con percorsi formativi nelle scuole puntando, in particolare, sui più giovani. L’intento è quello di potenziare ulteriormente queste attività, integrando anche la materia della navigazione che purtroppo è stata recentemente oggetto di cronaca”.
 
Nel corso dell’evento gli operatori della Polizia locale di Venezia sono stati a disposizione dei cittadini per rispondere alle domande e fornire informazioni su vari temi inerenti la sicurezza, mentre sono stati distribuiti numerosi opuscoli informativi e illustrato il funzionamento delle attrezzature quotidianamente utilizzate sulle strade per garantire una maggiore sicurezza della circolazione (autovelox, dispositivo pre-test per il rilevamento dello stato di ebbrezza ecc).
 
Notevole successo hanno riscosso i simulatori di guida di motocicli in dotazione alla Polizia locale e alla Federazione Motoclub Spinea, apprezzati soprattutto da parte dei giovani.
 
Allestito anche un circuito ciclo-pedonale attrezzato con relativa segnaletica, a disposizione dei moltissimi bambini che durante l’intero pomeriggio hanno potuto sperimentare una corretta circolazione sulle bici fornite dalla Polizia locale. Gli adulti sono stati coinvolti in simulazioni di guida in stato di ebbrezza di vario livello, attraverso una semplice gimcana a piedi, resa difficoltosa dall’uso di speciali occhiali per l’alterazione del visus.
 
Alla realizzazione dell’iniziativa hanno contribuito i volontari della Croce Verde, della Federazione motociclistica italiana, dell’Associazione vittime della strada e ARCAT e della Protezione civile che, con i loro operatori, hanno effettuato dimostrazioni pratiche in materia di sicurezza.

Articoli correlati
MestreSlide-mainVenezia

Al Teatro del Parco prende vita una minirassegna musicale gratuita con due date imperdibili

1 minuti di lettura
Al Teatro del Parco prende vita una minirassegna musicale gratuita con due date imperdibili: il 12 novembre con Tamikrest e il 3…
RegioneSlide-main

Il Veneto riparte dopo il buio del Covid. Crescono il Pil, consumi e vola il vino

2 minuti di lettura
IL VENETO RIPARTE DOPO IL BUIO DEL COVID. CRESCONO PIL, CONSUMI E VOLA IL VINO. NUMERI POSITIVI ANCHE PER COMPARTO TURISTICO E…
LavoroRegioneSlide-main

Fim Cisl Veneto. "Sostenibilità e Innovazione: determinante nella transizione ruolo dei lavoratori"

3 minuti di lettura
Sindacato e imprese metalmeccaniche del Veneto lavorano insieme per favorire una “giusta transizione” e garantire adeguate competenze. La transizione sostenibile e digitale…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!