Costume&SocietàSlide-main

L’essenziale…sugli oli essenziali

1 minuti di lettura

Gli oli essenziali, o oli eterici, sono estratti che racchiudono le sostanze aromatiche volatili di una pianta, le quali possono essere localizzate in vari “organi” della pianta stessa: foglie, fiori, steli, legno, radice, ma anche frutti e semi.  Metodi di coltivazione e luogo di provenienza della pianta influiscono sulla qualità dell’olio essenziale e quindi anche sul costo dello stesso; Meglio diffidare degli oli essenziali venduti a pochi euro, per quanto allettante sia l’acquisto si rischia di diffondere nell’ambiente miscele che hanno  ben poco di naturale.

 

Il modo più conosciuto di utilizzare gli oli essenziali è sicuramente quello per diffusione nell’ambiente, li usiamo per rendere piacevoli , profumate o rilassanti le stanze della casa o per aiutarci a respirare meglio, grazie ai suffumigi, quando abbiamo il raffreddore, ma c’è molto altro. Agli inizi del 900 studi approfonditi portarono a riconoscere una spiccata funzione antisettica, mentre negli anni ’50 attraverso una specifica analisi, l’aromatogramma, si riuscì a determinare la grande proprietà antibiotica. Ecco allora che possiamo utilizzarli a livello topico, sempre miscelati in un olio vettore, mai a diretto contatto con la pelle, per curare herpes, micosi alle unghie o alleviare dermatiti, o per uso interno, sempre sotto controllo del medico, come  antisettici del cavo orale e delle prime vie respiratorie.

 

Di seguito alcuni rimedi per cui utilizzare gli oli essenziali, ma dato che ogni essenza ha una sua funzione specifica torneremo presto sull’argomento, concentrandoci su alcuni oli che non possono mancare in casa.

IN CASO DI STRAPPO MUSCOLARE: 3 gocce di Canfora, 2 gocce di Rosmarino. Diluire la miscela in olio di mandorle dolci e massaggiare la parte dolorante.

 

IN CASO DI GENGIVITI: per alleviare il dolore usare un batuffolo di cotone con 2 gocce di chiodi di garofano da applicare direttamente sulla parte, per prevenire le gengiviti diluire in  ½ bicchiere di acqua 2 gocce di tea tree, o chiodi di garofano o menta e procedere con gli sciacqui.

 

IN CASO DI MAL DI TESTA: massaggiare le tempie con una miscela di olio di mandorle dolci e 1 goccia di olio essenziale di menta.

 

 

 

 

Articoli correlati
AnimaliCostume&Società

Chef Ciro: un gesto contro lo spreco d'acqua

2 minuti di lettura
Chef Ciro di Maio del “San Ciro” di Brescia combatte lo spreco d’acqua donando quella avanzata ai cani del Canile Rifugio di…
Marca TrevigianaSlide-mainSociale

San Biagio di Callalta disciplina il volontariato civico

1 minuti di lettura
Arrivano le linee-guida per lo svolgimento delle attività di volontariato civico SAN BIAGIO DI CALLALTA (TV) – Il volontariato è una risorsa…
Slide-mainTurismoVenezia

Contributo d'accesso: la sperimentazione continua

2 minuti di lettura
Venezia traccia un primo bilancio della sperimentazione del Contributo di Accesso (CdA) e rilancia l’iniziativa VENEZIA – Avrebbe dovuto fermarsi il 14…