Home / Posts Tagged "Salute"

Arriva a Venezia centro storico il ciclo di incontri sulla prevenzione promossi dalla Amministrazione comunale, per la divulgazione delle buone prassi e dei corretti stili di vita per la tutela della salute. Gli incontri sono rivolti alla popolazione, ad ingresso libero e gratuito. I medici specialisti che vi partecipano intervengono su temi di particolare interesse in modo chiaro ed aperto alle domande dal pubblico. A moderare gli interventi Marco Ceotto, articolista del magazine Medicina Moderna.

 

Nell’incontro che si terrà venerdì 6 dicembre 2019 alle ore 18 presso la Sala San Leonardo San Leonardo, Cannaregio 1584 · Venezia centro storico si svilupperà il tema “Dal dolore di stomaco al mal di schiena: quando la pancia si gonfia”.
All’incontro interverranno due specialisti del Centro di medicina Mestre: l’omeopata Alessandro Targhetta e l’ortopedico Agostino Bernabei, già conosciuto in provincia per aver fatto parte dell’unità operativa complessa di ortopedia e traumatologia dell’Ospedale di Dolo Ulss 13.

 

 

 

 

 

 

 

Dal “colpo della strega” alla lombalgia cronica, al centro dell’incontro è il mal di schiena, un fenomeno che colpisce l’80% della popolazione almeno una volta nella vita. L’incontro aiuta a capire come prevenirlo e come gestire il dolore nella cronicità. L’incontro affronta anche il tema del dolore intestinale, colite, colon irritabile e pancia gonfia. L’aumento dei disturbi dovuti a queste malattie dipendono dal cambiamento di reazione di stomaco e intestino dovuto ai nuovi fattori climatici, alla diversa alimentazione ma anche al fatto che si è più impegnati dal punto di vista lavorativo e si è più soggetti a situazioni caratterizzate da stress.

 

 

Gli incontri del 2020

GIOVEDÌ 30 GENNAIO 2020, ORE 18.00
Centro Culturale Candiani, sala conferenze
Piazzale Candiani, 7 · Mestre Venezia
I controlli del cuore: tra sport e tempo libero

 

GIOVEDÌ 6 FEBBRAIO 2020, ORE 18.00
Antica Scuola dei Battuti, sala Teatro Mabilia
Via Spalti, 1 · Mestre Venezia
Dalla pelle allo stomaco: come difendere le nostre barriere

 

GIOVEDÌ 5 MARZO 2020, ORE 18.00
Sala San Leonardo
San Leonardo, Cannaregio 1584 · 30121 Venezia
La menopausa: informarsi per non preoccuparsi

 

 

 

Il tour della prevenzione, che si inserisce nel Progetto Città Sane dell’Amministrazione comunale, vede la collaborazione scientifica e organizzativa del Centro di medicina Mestre, la partecipazione dell’Antica Scuola dei Battuti di Mestre, e il patrocinio dell’Ordine dei Medici di Venezia.

Questa sera alle 18.30 Deborah Compagnoni e il suo team presentano la 3^ edizione dell’evento presso l’Auditorium dell’Istituto Canossiano Madonna del Grappa (viale Europa)

 

Si terrà a Treviso, domenica 22 settembre, la 3^ edizione dell’evento Camminare per la Vita, manifestazione ludico-motoria a passo libero, organizzata dalla “costola di pianura” della Onlus Sciare per la Vita e capitanata dalla campionessa di sci Deborah Compagnoni.

 

Con il motto “Il buon fare, genera il buon fare”, nelle scorse due edizioni gli organizzatori hanno coinvolto in totale circa 8000 persone tra partecipanti e volontari, portandoli a riscoprire il movimento spontaneo come forma di inclusione e partecipazione alla vita sociale, oltre ai ben noti effetti positivi del camminare, legati alla prevenzione e quindi alla salute.

 

Camminare a sostegno dei bambini malati

Ad ogni partecipante è stato chiesto un piccolo contributo che è stato devoluto interamente a scopi benefici concreti e il netto raccolto e donato nelle due edizioni è stato di € 56.983,86.
L’intero ricavato è stato versato interamente alla Fondazione Città della Speranza, che sostiene il più grande centro di ricerca sulle malattie infantili d’Europa e, in particolare, a favore della borsa di studio del ricercatore dott. Edoardo Maghin, impegnato a svolgere il proprio dottorato di ricerca sull’ernia diaframmatica congenita infantile (o CDH).

Dal Laboratorio di Ingegneria Tissutale dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza fanno sapere che il progetto ha ottenuto notevoli risultati e riconoscimenti nella Comunità Scientifica, pertanto nei prossimi anni lo studio proseguirà ancora e avrà ancora bisogno del sostegno di tutti.

 

“Sono stati due anni intensi e molto proficui sia dal punto di vista scientifico che professionale e personale. Ho potuto dare continuità alla mia formazione in IRP, dopo avervi svolto la tesi di laurea, e dedicarmi totalmente al progetto sull’ernia diaframmatica congenita. L’esperienza di sei mesi all’UCL Great Ormond Street Institute of Child Health di Londra ha sicuramente contribuito ad allargare le mie prospettive. Tutto questo ha permesso la pubblicazione, quest’anno con tutto il gruppo di ricerca capeggiato dalla dott.ssa Martina Piccoli, di due studi scientifici e la mia partecipazione ad altrettanti congressi nazionali e internazionali per illustrare i risultati ottenuti.
Altra soddisfazione è stata ‘Repopulating Home’, la foto che mi è valsa il secondo premio al concorso internazionale ‘RME 2019 Art of Science’”, racconta il dott. Edoardo Maghin.

“Dopo due anni posso dire di avere la piena consapevolezza che quella del ricercatore è la professione che voglio continuare a fare nella vita. L’entusiasmo che ogni giorno si ricava dal proprio lavoro in laboratorio è la soddisfazione più bella, nonostante gli ostacoli e le difficoltà che possono insorgere. Tale spinta arriva anche dalle tantissime persone che, attraverso Camminare per la Vita, credono nel mio progetto e lo sostengono con tenacia. A tutte loro rivolgo un grazie speciale”.

 

Due i percorsi attraverso i quartieri di Treviso

Quest’anno, ogni partecipante (runner, appassionato di Nordic Walking o semplice camminatore) potrà scegliere tra due percorsi che si snoderanno nei quartieri Santa Bona, San Liberale e San Paolo, aree densamente popolate fuori dal centro storico di Treviso, con tante scuole e famiglie, ricche di persone impegnate in associazioni che operano in campo sportivo, sociale e culturale.

 

Lungo il percorso anche sorprese e gruppi musicali

Invitiamo le persone a unirsi a noi, con semplicità, per correre o camminare insieme lungo le vie di questi quartieri di Treviso, che ci hanno sorpreso per la generosità delle persone che qui vivono e per la particolarità di tanti luoghi che andremo a visitare”, spiega Deborah Compagnoni.

“Cammin facendo, ci saranno sorprese e gruppi musicali che trasformeranno la nostra giornata in una festa ricca di suoni e colori! Inoltre, con un piccolo contributo di partecipazione ci aiutate a sostenere i progetti della Fondazione Città della Speranza. Perché il movimento, oltre a farci bene, può aiutare concretamente chi è meno fortunato, a patto però che unisca le persone”.
Ed aggiunge: “Verranno a camminare con noi anche campioni dello sport, ma sicuramente i veri campioni del cuore sono tutti coloro che ci sostengono e partecipano con entusiasmo e gioia alla nostra manifestazione, che è aperta a tutti e non è competitiva”.

 

Un successo che cresce sempre di più

“Il successo di Camminare per la Vita è un successo di tutti: degli organizzatori e dei volontari che lavorano un intero anno per dare il meglio e offrire sempre qualcosa di nuovo; di tutti quei sostenitori che credono nel progetto e vi collaborano a vario titolo; delle migliaia di persone che giungono da ogni dove per questo evento”, osserva il presidente di Città della Speranza, Stefano Galvanin. “Tutta Treviso, e non solo, sta dimostrando attenzione per la Fondazione. Auspichiamo che trovino posto altre iniziative forti per far crescere questo sostegno, che è prima di tutto sostegno ai bambini malati”.

 

Treviso ama lo sport e ama tendere una mano a chi bisogno

“Siamo veramente felici di sostenere Camminare per la Vita, manifestazione che fa bene e fa del bene, sostenendo la ricerca scientifica con Fondazione Città della Speranza”, le parole del sindaco Mario Conte.
“Lo sport riesce sempre a muovere gambe e animi, facendo conoscere alla gente realtà lodevoli come Sciare per la Vita, che vede impegnata una grande campionessa come Deborah Compagnoni. Inoltre, mi piace che i due percorsi si snodino lungo i quartieri, dove ogni giorno centinaia di persone si impegnano per il prossimo. Treviso è una città che ama lo sport e ama tendere una mano a chi bisogno e Camminare per la Vita è un’iniziativa che riassume questi grandi valori”.

 

Info e iscrizioni

Partenza dallo Stadio del Rugby di Treviso
Iscrizioni dalle ore 8.30
Ritrovo alle ore 9.00
Per iscriversi e partecipare o fare una donazione, si consiglia di consultate il sito www.camminareperlavita.it oppure la pagina Facebook.

Altre info su:
www.sciareperlavita.com
www.cittadellasperanza.org

L’evento gode del patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Treviso e del Comune di Treviso.

 

 

Photo Credits: FB @CamminareperlaVita

Oggi la Chirurgia Laparoscopica si è ampiamente diffusa e trova applicazione in sempre maggiori patologie rappresentando il gold-standard nelle nostre sale operatorie. Caring & Technology  è il tema dell’evento organizzato da A.I.C.O. (Associazione Italiana Infermieri di Camera Operatoria) Società Scientifica che si tiene domani 25 Maggio 2019 presso Park Hotel Villa Fiorita, a Monastier di Treviso.

Convegno

Un convegno al quale parteciperanno esperti del settore e durante il quale verrà approfondito l’aspetto assistenziale riferito al percorso di preparazione all’intervento. Verrà posta l’ attenzione alle problematiche che affrontano i pazienti nel percorso chirurgico; evidenziando il buon Caring nella pratica infermieristica unito all’aspetto tecnologico in continua evoluzione sia di materiali che tecniche chirurgiche sempre meno invasive.

Cos’è laparoscopia

La tecnica chirurgica laparoscopia permette di risolvere problematiche rilevanti; facendo questo con un impatto estetico importante in termini di incisioni cutanee e di risultato fisico come nella chirurgia bariatrica. L’intervento chirurgico (come ad esempio il By-pass gastrico) è molto efficace nel determinare una perdita di peso significativa nel lungo termine in caso di obesità.

La situazione in italia

 

In Italia l’eccesso di peso ha dei contorni preoccupanti, come indicato dall’ultimo rapporto Osservasalute, nel 2018 un terzo della popolazione italiana di età pari o superiore ai 18 anni era in sovrappeso e una persona su dieci soffriva di obesità (10,5%). Tra i bambini la quota di eccesso ponderale era del 24,2%. I due terzi dei soggetti obesi patologici che hanno scelto un intervento bariatrico riescono a non recuperare almeno il 50% del peso in eccesso nell’arco di 10 anni.

Temi

Nel corso della giornata verranno approfonditi rilevanti interventi specialistici; gestiti con tecnica laparoscopia a livello urologico, ginecologico ed addominale (fegato ed intestino-colon) documentati da Professionisti che lavorano in centri di eccellenza  e condivideranno le loro conoscenze ed esperienze. Queste tecniche chirurgiche permettono una rapida ripresa dell’autonomia unito ad un elevato controllo del possibile dolore post-operatorio.

Organizzazione

Nell’organizzare questo evento, il Comitato Scientifico di AICO Triveneto, intende mantenere fede alla mission di AICO; ovvero promuovere la formazione, migliorare le conoscenze degli Infermieri di Area Chirurgica e di Sala Operatoria, la nostra evoluzione professionale, che si traduce nell’agire quotidiano di noi Infermieri di Camera Operatoria.

Un bottone. Più spesso monete e caramelle, oppure giocattoli troppo piccoli e non adatti all’età.

 

L’ostruzione delle vie aeree in età pediatrica è un evento abbastanza frequente purtroppo: secondo i dati Istat, nel nostro Paese ogni anno si verificano in media 450 casi di inalazione di corpi estranei, di cui il 60% riguarda bambini, con esiti talvolta fatali (circa 50 morti per soffocamento).

 

Un rapido riconoscimento dei segnali permette di intervenire tempestivamente con poche ma fondamentali manovre, che in molti casi possono salvare una vita.

 

L’iniziativa

Per questo, il 24 e il 31 maggio e il 14 giugno Lifebrain, il più grande network di laboratori d’analisi d’Italia, ospita in Veneto – tra Mestre, Mogliano Veneto e Quarto d’Altino – tre edizioni del corso gratuito dal titolo “Disostruzione delle vie aeree nel bambino e prevenzione”.

 

Il ciclo di lezioni, aperte a tutti e organizzate in orario serale da Ateneo Terzo Valore (associazione di Promozione Sociale della provincia trevigiana), mira ad illustrare le tecniche di primo soccorso e le manovre di disostruzione nei bambini e prevede una parte interattiva con esercitazioni pratiche per i partecipanti.

 

Gli incontri

I corsi saranno tenuti da Volontari e Istruttori di Primo Soccorso accreditati CREU – Coordinamento Regionale Emergenza Urgenza della Regione Veneto.

 

Nel dettaglio, le lezioni gratuite coinvolgeranno i seguenti Centri Analisi Lifebrain:

  • Venerdì 24 maggio 2019, ore 20.30-22.30 – Laboratorio Fleming – viale Garibaldi, 50 – Venezia – Mestre
  • Venerdì 31 maggio 2019, ore 20.30-22.30 – Laboratorio Fleming – via Roma, 93 (c/o Centro San Michele) – Quarto D’Altino, Venezia
  • Venerdì 14 giugno 2019, ore 20.30-22.30 – Laboratorio Fleming – via Ronzinella, 162 – Mogliano Veneto

 

Il corso di PSP

 

Per chi fosse interessato, nei 3 centri si terrà a seguire anche un corso vero e proprio di Primo Soccorso Pediatrico (PSP), che prevede il rilascio di un attestato e un contributo di iscrizione.

 

Iniziative simili promosse da Lifebrain nel corso 2019 in alcuni centri in Lombardia (Mantova, Poggio Rusco e Ceresara) hanno visto un grande coinvolgimento della popolazione, dimostrando con i fatti il crescente impegno di #Lifebrainperilsociale, in collaborazione con associazioni e realtà locali, che hanno come fine ultimo quello della salute e della prevenzione in tutti i suoi aspetti.

 

A proposito di Lifebrain

Lifebrain Group è stato fondato nel 2013 dal Prof. Michael Havel e Bernhard Auer ed è oggi uno dei maggiori fornitori italiani di test di laboratorio clinici nei settori della chimica clinica, ematologia, immunochimica, microbiologia, biologia molecolare, citologia e patologia.  Nel 2018 Lifebrain ha aggiunto anche i test ambientali e alimentari non clinici al proprio portafoglio con l’acquisizione di Laboratorio Giusto. Ad oggi, Lifebrain è il gruppo di laboratori con la crescita più rapida in Europa.

L’associazione sportiva Strada Facendo Outdoor – Nordic Walking Treviso propone nuove lezioni di livello base per principianti e per chi non conosce il Nordic Walking.

 

Le lezioni saranno di 90 minuti ciascuna e si terranno a Villa Margherita di Treviso (ritrovo al parcheggio al bivio con via Ghirlanda).

I partecipanti variano da 6 a 8, il costo è fissato a euro 50 (non inclusivo di iscrizione a Strada Facendo).

 

Le date utili per aggiungersi al gruppo sportivo sono:

sabato 25 maggio con orario 14.30
domenica 26 maggio con orario 9.30
sabato 1° giugno con orario 14.30

 

I posti disponibili sono ancora 6.

Per info e iscrizioni: sito

È iniziato questa mattina, dalla stazione di Venezia, alla presenza, in rappresentanza della città, della presidente del Consiglio comunale, il viaggio del “Treno della salute’, promosso da “Medici con l’Africa Cuamm”, “Ferrovieri con l’Africa” e Regione, che toccherà, sino al 22 maggio prossimo le principali stazioni ferroviarie del Veneto.

 

Cinque vagoni per offrire, a chi lo desidera, screening gratuiti per la salute: dal controllo della pressione, del colesterolo e della glicemia, a elettrocardiogrammi, da consulenze nutrizionali a interventi di primo livello per il trattamento del tabagismo. E oltre alla prevenzione, anche l’informazione, rivolta in primis ai bambini, con laboratori didattici sulla corretta alimentazione e sull’importanza dell’attività motoria.

 

“È un’iniziativa – ha sottolineato la presidente del Consiglio comunale – davvero nobile, che l’Amministrazione cittadina sostiene con grande partecipazione, perché abbina alla prevenzione a favore dei cittadini, anche la sensibilizzazione per il lavoro che ‘Medici con l’Africa Cuamm’ sta compiendo in quel continente, in particolare rivolto ai bambini e alle loro mamme.”

 

L’associazione, nata nel 1950, svolge attualmente un’opera di tutela e promozione della salute in 8 paesi dell’Africa sud-sahariana (Angola, Etiopia, Mozambico, Repubblica Centrafricana, Sierra Leone, Sud Sudan, Tanzania e Uganda), appoggiando 24 ospedali e 64 distretti, oltre a 3 scuole infermieri e un’università (in Mozambico).

 

Dopo Venezia, il “Treno della Salute” farà tappa a Padova (3-5 maggio), Rovigo (6-7 maggio), Bassano (8-9 maggio), Treviso (10-12 maggio), Belluno (13-14 maggio), Portogruaro (15-16 maggio), Verona (17-19 maggio), Vicenza (20-22 maggio).

 

In questo viaggio “Medici con l’Africa Cuamm” chiederà un contributo libero per sostenere la propria attività: con 15 euro si può finanziare un trasporto in ambulanza (dai Paesi più sperduti ai più vicini ospedali), con 40 un parto sicuro assistito, con 80 i farmaci per un ricovero di emergenza, con 150 il trattamento per un bambino malnutrito.

Sabato 4 maggio, dalle ore 16.30, presso la piazza Eventi Unieuro del centro commerciale Auchan Porte di Mestre, si terrà l’evento “La salute al centro”. Un importante appuntamento con il benessere gratuito ed aperto a tutti.

 

Il poliambulatorio mestrino Bissuola Medica sarà presente con il suo staff di fisioterapisti; questi forniranno agli interessati sia una valutazione del movimento atletico durante la corsa ed analisi del passo, sia una valutazione funzionale fisioterapica per patologie a carico della schiena e degli arti. Ciò è rivolto a chiunque risenta di dolori alla schiena, alle ginocchia, e così via.

Chiunque si trovi all’interno del centro commerciale potrà beneficiare di queste valutazioni; inoltre potrà sfruttare questa possibilità di ricevere informazioni su dolori muscolari e articolari di cui soffre.

 

Verrà allestita una struttura chiusa dai 4 lati con porta, per garantire la privacy di chi vorrà sottoporsi alla valutazione fisioterapica.

A disposizione del pubblico anche due infermiere per fornire informazioni sulle visite medico sportive che si svolgono nella sede del poliambulatorio.

 

L’evento è stato organizzato in collaborazione con il punto vendita di abbigliamento tecnico-sportivo Game 7 Athletics che proporrà dei buoni-sconto a chi si sottoporrà alle valutazioni fisioterapiche.

“Camminare per prevenire – Il Nordic Walking, un’opportunità in più” è il titolo del convegno che si terrà domani, domenica 14 aprile, dalle ore 8.45 alle 13.30 a Treviso presso il Cinema Teatro Aurora (in via Venier 32, a Treviso). Rivolto a tutti, l’evento radunerà alcuni esperti da tutt’Italia, che illustreranno i benefici di questa disciplina secondo la ricerca scientifica.

 

Fra i medici relatori, ci saranno anche il dott. Agostino Paccagnella (Direttore U.0. Complessa di Endocrinologia, Malattie del Ricambio e della Nutrizione AULSS), con l’intervento “Stile di vita e rischio di malattia nel paziente obeso e/o con diabete mellito tipo 2” e il dott. Stefano Lamon (Direttore U. O. S. D. Oncologia Medica, Ospedale di Oderzo), che tratterà “L’attività fisica nella prevenzione e terapia dei tumori”. La dott.ssa Manuela Mazzetto (Dirigente medico UOS Promozione della Salute AULSS2) interverrà con la relazione “Sedentarietà e movimento nella nostra popolazione”. Fra i ricercatori, sarà presente con un video intervento il dott. Andrea Di Blasio (Dipartimento di Medicina e Scienze dell’invecchiamento, Università “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara; INWA International Trainer), sul tema “Nordic Walking: alleato contro il cancro alla mammella in tutti i gradi di prevenzione”.

 

Fra i ricercatori ci sarà anche la rappresentante italiana dell’unica organizzazione internazionale di Nordic Walking INWA, la dott.ssa Raffaela Rosa (Tecnico Nazionale di Nordic Walking Anwi, Education and Research manager Inwa, Docente esterno Univr), con l’intervento “Il Nordic Walking nella visione di ANWI/INWA”.

 

La ricerca scientifica evidenzia i benefici della camminata e soprattutto del Nordic Walking

È vero che da sempre camminiamo, ma nessuno mai ci ha aiutati a farlo in modo consapevole. Il Nordic Walking amplifica i gesti della camminata naturale e prevede quindi una correzione e una precisazione della stessa.

Fra i pregi riscontrati in quasi quindici anni di osservazione di questa disciplina in Italia, spicca la capacità di attrarre e stimolare un’attività fisica regolare in moltissime persone, smuovendole dalla sedentarietà. Conoscere e applicare correttamente la tecnica significa sfruttare al massimo le potenzialità di questa disciplina in apparenza semplice e scontata.

Grazie all’intervento di esperti di diversa estrazione, il convegno “Camminare per Prevenire” chiarirà quali sono i presupposti biomeccanici, fisiologici, coordinativi, ecc. di questa disciplina che, se seguiti in modo preciso, aiutano a superare limiti personali o a rendere più efficiente il proprio organismo, per uno stile di vita più sano e più sereno.

 

Il Nordic Walking

Il Nordic Walking è arrivato a Treviso nel 2006 grazie all’A.S.D. Strada Facendo, organizzatrice del Convegno, associazione divenuta un punto di riferimento in tutta Italia, per aver reso noti i benefici del Nordic Walking coinvolgendo migliaia di persone e aiutandole a migliorare lo stato di salute generale. A.S.D. Strada Facendo collabora anche con l’AULSS2, con l’incarico di gestire diversi gruppi di cammino nella Marca Trevigiana.

Il Convegno è organizzato con il patrocinio del Comune di Treviso e del CONI di Treviso, e il sostegno della Rete trevigiana Lasciamo il segno, con la collaborazione di ASD Strada Facendo Indoor e con il sostegno di ANWI (Associazione Nordic Walking Italia), INWA (International Nordic Walking Association), Università di Verona, CSA Nazionale, ENDAS, Associazione Diabetici Treviso, LILT Treviso. Sponsor: Formaggi Tomasoni.

 

Info utili

Il Convegno si aprirà alle ore 8.45 e si concluderà alle 13.30 dopo gli interventi del pubblico. Il Cinema Teatro Aurora si trova in via Venier 32 a Treviso. Il parcheggio è quello dell’oratorio della Chiesa Votiva (a 200 metri dalla sede). L’ingresso è gratuito, previa iscrizione dal sito.

Evento Facebook (curiosità, approfondimenti e aggiornamenti giornalieri).

L’Ospedale Civile di Venezia, grazie a un disegno di legge della Giunta regionale, portato all’approvazione dallo stesso Presidente nell’ultima seduta, tornerà a fregiarsi della qualifica di Presidio Ospedaliero di primo livello.

 

Il documento approvato costituisce una modifica del piano sociosanitario 2019-2023. Si tratta di un comma 3bis dell’articolo 7, che recita: “L’ospedale del Centro Storico di Venezia è classificato come presidio di Primo Livello, tenuto conto che il bacino d’utenza di afferenza dell’ospedale è comprensivo, oltre che della popolazione del territorio insulare, anche della forte presenza turistica e della mobilità urbana giornaliera, e considerate le peculiari e disagiate condizioni geomorfologiche e insulari, in conformità all’articolo 15, comma 3, dello Statuto del Veneto”.

 

“Appena è apparso il problema, legato alla normativa nazionale sulle caratteristiche che determinano le qualificazioni degli ospedali, il DM 70/2015, meglio noto come decreto ‘Balduzzi’ – dice il Governatore – ho chiesto un lavoro tecnico giuridico urgente, ma approfondito, per individuare una norma che risolvesse la questione, e consentisse di dare al Civile di Venezia il rango che merita. Era un impegno che avevamo preso da subito e che siamo riusciti a mantenere in fretta, trovando la chiave giuridica che supportasse il ritorno del nosocomio a Presidio ospedaliero di primo livello”.

 

Ed è proprio al rispetto di quanto previsto dal DM 70, che si riferiscono le motivazioni del DDL della Giunta Regionale, la cui relazione specifica una serie di caratteristiche, previste dallo stesso decreto Balduzzi, che portano a classificare di primo livello l’Ospedale di Venezia.

 

In particolare, nella relazione si evidenzia come, oltre agli 80.726 residenti, va conteggiata anche la presenza turistica giornaliera media (che arriva a 44.900 presenze in agosto) e la popolazione che si reca a Venezia per studio o lavoro (tra le 10.000 e le 20.000 persone). La sola popolazione universitaria è di circa 25.000 studenti, ai quali vanno aggiunte migliaia di lavoratori.

 

Nella relazione si specifica inoltre che il Civile, nella scheda ospedaliera proposta nella delibera 22/2019 trasmessa al Consiglio, è dotato di tutte le specialità previste dal DM 70 per delineare una struttura di primo livello, tra le quali il Pronto Soccorso, l’Emergenza-Urgenza per le maggiori complessità e Osservazione Breve Intensiva. L’Ospedale è inoltre inserito nella reti delle patologie tempo dipendenti dell’Ictus (ospedale di primo livello in collegamento con la stroke unit di secondo livello); dell’infarto acuto del miocardio (con presenza dell’emodinamica); e del trauma (Centro Trauma di Zona).

 

A queste ottime motivazioni tecniche, sia aggiungono le condizioni geomorfologiche del territorio di riferimento e della popolazione all’interno dello stesso, con criticità nella mobilità urbana, tali da rendere complessa la gestione dell’urgenza-emergenza, tenuto conto delle difficoltà e dei tempi dei collegamenti con la terraferma.

 

Qualche settimana fa anche la capogruppo del Movimento 5 Stelle di Venezia, Elena la Rocca, si era espressa in merito al declassamento del nosocomio veneziano.

Corso di Nordic Walking per donne in dolce attesa e nel post-partum

 

Giovedì 18 aprile, dalle 9.30 alle 11, l’associazione Strada Facendo Outdoor – Nordic Walking Treviso organizza una attività di camminata nordica, accompagnata da esercizi di ginnastica posturale per la prevenzione e il trattamento del mal di schiena.

L’appuntamento è a Villa Margherita, in prossimità del parcheggio al bivio di via Ghirlanda.

Il corso viene tenuto da un’istruttrice laureata in Scienze Motorie, specializzata in Nordic Walking e ginnastica posturale.

 

I benefici rispetto alla camminata classica:
• aumento del 46% del consumo di energia
• aumento del tono muscolare
• miglioramento del sistema cardiocircolatorio
• miglioramento di equilibrio
• diminuzione del carico su ginocchia, anca, caviglie.

 

Con il Mamma Walking sarà possibile:
• controllare l’aumento del peso
• ridurre gli edemi degli arti inferiori
• prevenire e controllare il diabete pre gravidico e gestazionale e l’ipertensione
• prevenire lo stress e la depressione post partum, favorire la socializzazione e l’autostima
• raggiungere un completo benessere psicofisico grazie al diretto contatto con la natura
• avere effetti diretti di benessere anche sul bambino migliorando la perfusione utero placentare.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni