Home / Posts Tagged "Salute"

È iniziato questa mattina, dalla stazione di Venezia, alla presenza, in rappresentanza della città, della presidente del Consiglio comunale, il viaggio del “Treno della salute’, promosso da “Medici con l’Africa Cuamm”, “Ferrovieri con l’Africa” e Regione, che toccherà, sino al 22 maggio prossimo le principali stazioni ferroviarie del Veneto.

 

Cinque vagoni per offrire, a chi lo desidera, screening gratuiti per la salute: dal controllo della pressione, del colesterolo e della glicemia, a elettrocardiogrammi, da consulenze nutrizionali a interventi di primo livello per il trattamento del tabagismo. E oltre alla prevenzione, anche l’informazione, rivolta in primis ai bambini, con laboratori didattici sulla corretta alimentazione e sull’importanza dell’attività motoria.

 

“È un’iniziativa – ha sottolineato la presidente del Consiglio comunale – davvero nobile, che l’Amministrazione cittadina sostiene con grande partecipazione, perché abbina alla prevenzione a favore dei cittadini, anche la sensibilizzazione per il lavoro che ‘Medici con l’Africa Cuamm’ sta compiendo in quel continente, in particolare rivolto ai bambini e alle loro mamme.”

 

L’associazione, nata nel 1950, svolge attualmente un’opera di tutela e promozione della salute in 8 paesi dell’Africa sud-sahariana (Angola, Etiopia, Mozambico, Repubblica Centrafricana, Sierra Leone, Sud Sudan, Tanzania e Uganda), appoggiando 24 ospedali e 64 distretti, oltre a 3 scuole infermieri e un’università (in Mozambico).

 

Dopo Venezia, il “Treno della Salute” farà tappa a Padova (3-5 maggio), Rovigo (6-7 maggio), Bassano (8-9 maggio), Treviso (10-12 maggio), Belluno (13-14 maggio), Portogruaro (15-16 maggio), Verona (17-19 maggio), Vicenza (20-22 maggio).

 

In questo viaggio “Medici con l’Africa Cuamm” chiederà un contributo libero per sostenere la propria attività: con 15 euro si può finanziare un trasporto in ambulanza (dai Paesi più sperduti ai più vicini ospedali), con 40 un parto sicuro assistito, con 80 i farmaci per un ricovero di emergenza, con 150 il trattamento per un bambino malnutrito.

Sabato 4 maggio, dalle ore 16.30, presso la piazza Eventi Unieuro del centro commerciale Auchan Porte di Mestre, si terrà l’evento “La salute al centro”. Un importante appuntamento con il benessere gratuito ed aperto a tutti.

 

Il poliambulatorio mestrino Bissuola Medica sarà presente con il suo staff di fisioterapisti; questi forniranno agli interessati sia una valutazione del movimento atletico durante la corsa ed analisi del passo, sia una valutazione funzionale fisioterapica per patologie a carico della schiena e degli arti. Ciò è rivolto a chiunque risenta di dolori alla schiena, alle ginocchia, e così via.

Chiunque si trovi all’interno del centro commerciale potrà beneficiare di queste valutazioni; inoltre potrà sfruttare questa possibilità di ricevere informazioni su dolori muscolari e articolari di cui soffre.

 

Verrà allestita una struttura chiusa dai 4 lati con porta, per garantire la privacy di chi vorrà sottoporsi alla valutazione fisioterapica.

A disposizione del pubblico anche due infermiere per fornire informazioni sulle visite medico sportive che si svolgono nella sede del poliambulatorio.

 

L’evento è stato organizzato in collaborazione con il punto vendita di abbigliamento tecnico-sportivo Game 7 Athletics che proporrà dei buoni-sconto a chi si sottoporrà alle valutazioni fisioterapiche.

“Camminare per prevenire – Il Nordic Walking, un’opportunità in più” è il titolo del convegno che si terrà domani, domenica 14 aprile, dalle ore 8.45 alle 13.30 a Treviso presso il Cinema Teatro Aurora (in via Venier 32, a Treviso). Rivolto a tutti, l’evento radunerà alcuni esperti da tutt’Italia, che illustreranno i benefici di questa disciplina secondo la ricerca scientifica.

 

Fra i medici relatori, ci saranno anche il dott. Agostino Paccagnella (Direttore U.0. Complessa di Endocrinologia, Malattie del Ricambio e della Nutrizione AULSS), con l’intervento “Stile di vita e rischio di malattia nel paziente obeso e/o con diabete mellito tipo 2” e il dott. Stefano Lamon (Direttore U. O. S. D. Oncologia Medica, Ospedale di Oderzo), che tratterà “L’attività fisica nella prevenzione e terapia dei tumori”. La dott.ssa Manuela Mazzetto (Dirigente medico UOS Promozione della Salute AULSS2) interverrà con la relazione “Sedentarietà e movimento nella nostra popolazione”. Fra i ricercatori, sarà presente con un video intervento il dott. Andrea Di Blasio (Dipartimento di Medicina e Scienze dell’invecchiamento, Università “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara; INWA International Trainer), sul tema “Nordic Walking: alleato contro il cancro alla mammella in tutti i gradi di prevenzione”.

 

Fra i ricercatori ci sarà anche la rappresentante italiana dell’unica organizzazione internazionale di Nordic Walking INWA, la dott.ssa Raffaela Rosa (Tecnico Nazionale di Nordic Walking Anwi, Education and Research manager Inwa, Docente esterno Univr), con l’intervento “Il Nordic Walking nella visione di ANWI/INWA”.

 

La ricerca scientifica evidenzia i benefici della camminata e soprattutto del Nordic Walking

È vero che da sempre camminiamo, ma nessuno mai ci ha aiutati a farlo in modo consapevole. Il Nordic Walking amplifica i gesti della camminata naturale e prevede quindi una correzione e una precisazione della stessa.

Fra i pregi riscontrati in quasi quindici anni di osservazione di questa disciplina in Italia, spicca la capacità di attrarre e stimolare un’attività fisica regolare in moltissime persone, smuovendole dalla sedentarietà. Conoscere e applicare correttamente la tecnica significa sfruttare al massimo le potenzialità di questa disciplina in apparenza semplice e scontata.

Grazie all’intervento di esperti di diversa estrazione, il convegno “Camminare per Prevenire” chiarirà quali sono i presupposti biomeccanici, fisiologici, coordinativi, ecc. di questa disciplina che, se seguiti in modo preciso, aiutano a superare limiti personali o a rendere più efficiente il proprio organismo, per uno stile di vita più sano e più sereno.

 

Il Nordic Walking

Il Nordic Walking è arrivato a Treviso nel 2006 grazie all’A.S.D. Strada Facendo, organizzatrice del Convegno, associazione divenuta un punto di riferimento in tutta Italia, per aver reso noti i benefici del Nordic Walking coinvolgendo migliaia di persone e aiutandole a migliorare lo stato di salute generale. A.S.D. Strada Facendo collabora anche con l’AULSS2, con l’incarico di gestire diversi gruppi di cammino nella Marca Trevigiana.

Il Convegno è organizzato con il patrocinio del Comune di Treviso e del CONI di Treviso, e il sostegno della Rete trevigiana Lasciamo il segno, con la collaborazione di ASD Strada Facendo Indoor e con il sostegno di ANWI (Associazione Nordic Walking Italia), INWA (International Nordic Walking Association), Università di Verona, CSA Nazionale, ENDAS, Associazione Diabetici Treviso, LILT Treviso. Sponsor: Formaggi Tomasoni.

 

Info utili

Il Convegno si aprirà alle ore 8.45 e si concluderà alle 13.30 dopo gli interventi del pubblico. Il Cinema Teatro Aurora si trova in via Venier 32 a Treviso. Il parcheggio è quello dell’oratorio della Chiesa Votiva (a 200 metri dalla sede). L’ingresso è gratuito, previa iscrizione dal sito.

Evento Facebook (curiosità, approfondimenti e aggiornamenti giornalieri).

L’Ospedale Civile di Venezia, grazie a un disegno di legge della Giunta regionale, portato all’approvazione dallo stesso Presidente nell’ultima seduta, tornerà a fregiarsi della qualifica di Presidio Ospedaliero di primo livello.

 

Il documento approvato costituisce una modifica del piano sociosanitario 2019-2023. Si tratta di un comma 3bis dell’articolo 7, che recita: “L’ospedale del Centro Storico di Venezia è classificato come presidio di Primo Livello, tenuto conto che il bacino d’utenza di afferenza dell’ospedale è comprensivo, oltre che della popolazione del territorio insulare, anche della forte presenza turistica e della mobilità urbana giornaliera, e considerate le peculiari e disagiate condizioni geomorfologiche e insulari, in conformità all’articolo 15, comma 3, dello Statuto del Veneto”.

 

“Appena è apparso il problema, legato alla normativa nazionale sulle caratteristiche che determinano le qualificazioni degli ospedali, il DM 70/2015, meglio noto come decreto ‘Balduzzi’ – dice il Governatore – ho chiesto un lavoro tecnico giuridico urgente, ma approfondito, per individuare una norma che risolvesse la questione, e consentisse di dare al Civile di Venezia il rango che merita. Era un impegno che avevamo preso da subito e che siamo riusciti a mantenere in fretta, trovando la chiave giuridica che supportasse il ritorno del nosocomio a Presidio ospedaliero di primo livello”.

 

Ed è proprio al rispetto di quanto previsto dal DM 70, che si riferiscono le motivazioni del DDL della Giunta Regionale, la cui relazione specifica una serie di caratteristiche, previste dallo stesso decreto Balduzzi, che portano a classificare di primo livello l’Ospedale di Venezia.

 

In particolare, nella relazione si evidenzia come, oltre agli 80.726 residenti, va conteggiata anche la presenza turistica giornaliera media (che arriva a 44.900 presenze in agosto) e la popolazione che si reca a Venezia per studio o lavoro (tra le 10.000 e le 20.000 persone). La sola popolazione universitaria è di circa 25.000 studenti, ai quali vanno aggiunte migliaia di lavoratori.

 

Nella relazione si specifica inoltre che il Civile, nella scheda ospedaliera proposta nella delibera 22/2019 trasmessa al Consiglio, è dotato di tutte le specialità previste dal DM 70 per delineare una struttura di primo livello, tra le quali il Pronto Soccorso, l’Emergenza-Urgenza per le maggiori complessità e Osservazione Breve Intensiva. L’Ospedale è inoltre inserito nella reti delle patologie tempo dipendenti dell’Ictus (ospedale di primo livello in collegamento con la stroke unit di secondo livello); dell’infarto acuto del miocardio (con presenza dell’emodinamica); e del trauma (Centro Trauma di Zona).

 

A queste ottime motivazioni tecniche, sia aggiungono le condizioni geomorfologiche del territorio di riferimento e della popolazione all’interno dello stesso, con criticità nella mobilità urbana, tali da rendere complessa la gestione dell’urgenza-emergenza, tenuto conto delle difficoltà e dei tempi dei collegamenti con la terraferma.

 

Qualche settimana fa anche la capogruppo del Movimento 5 Stelle di Venezia, Elena la Rocca, si era espressa in merito al declassamento del nosocomio veneziano.

Corso di Nordic Walking per donne in dolce attesa e nel post-partum

 

Giovedì 18 aprile, dalle 9.30 alle 11, l’associazione Strada Facendo Outdoor – Nordic Walking Treviso organizza una attività di camminata nordica, accompagnata da esercizi di ginnastica posturale per la prevenzione e il trattamento del mal di schiena.

L’appuntamento è a Villa Margherita, in prossimità del parcheggio al bivio di via Ghirlanda.

Il corso viene tenuto da un’istruttrice laureata in Scienze Motorie, specializzata in Nordic Walking e ginnastica posturale.

 

I benefici rispetto alla camminata classica:
• aumento del 46% del consumo di energia
• aumento del tono muscolare
• miglioramento del sistema cardiocircolatorio
• miglioramento di equilibrio
• diminuzione del carico su ginocchia, anca, caviglie.

 

Con il Mamma Walking sarà possibile:
• controllare l’aumento del peso
• ridurre gli edemi degli arti inferiori
• prevenire e controllare il diabete pre gravidico e gestazionale e l’ipertensione
• prevenire lo stress e la depressione post partum, favorire la socializzazione e l’autostima
• raggiungere un completo benessere psicofisico grazie al diretto contatto con la natura
• avere effetti diretti di benessere anche sul bambino migliorando la perfusione utero placentare.

Nell’ambito del ciclo CONSCIAmente, si avvicina l’appuntamento dal titolo “Anche l’occhio vuole la sua parte”.

 

Come suggerisce il titolo, l’incontro di venerdì 22 marzo, dalle 18 alle 19.30, alla Cooperativa Toniolo di Conscio, sarà dedicato all’occhio e andrà ad approfondire i disturbi visivi e le possibili soluzioni.

 

La serata vedrà il prezioso contributo dell’esperto Matteo Michielan di Ottica 2M e conterà della collaborazione di “Glamour ottica”, di via Peschiere.

 

Seguirà come sempre lo spritz in compagnia.

 

Il Comune di Casier, unitamente alla famiglia, comunica che le condizioni di salute del sindaco Miriam Giuriati sono in lento ma costante miglioramento. La prima cittadina – ricoverata prima all’ospedale di Treviso e successivamente trasferita in una struttura altamente specializzata della Lombardia – alcuni giorni fa è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico il cui esito è stato positivo. Ora è attesa da una paziente convalescenza.

 

 

Un ringraziamento sentito e doveroso va a tutti coloro – rappresentanti delle istituzioni, amici, colleghi, rappresentanti degli organi di informazione e soprattutto tantissimi cittadini di Casier e Dosson ma anche di tutta la provincia di Treviso e non solo – che in questo periodo hanno chiamato, hanno scritto, hanno mandato il proprio messaggio di vicinanza e affetto al sindaco.

Nella mattinata di martedì 4 dicembre si è tenuto, presso la sala degli Atti parlamentari della Biblioteca del Senato Giovanni Spadolini, il convegno dal titolo “Il complesso paradigma assistenziale e gestionale delle patologie tumorali”, dedicato al sostegno delle figure di assistenza familiare dei malati oncologici, promosso dalle senatrice Roberta Toffanin, in collaborazione con FAVO (Federazione Italiana Volontariato Oncologico).

 

“I numeri delle persone colpite dal cancro e l’elevato impatto socioeconomico di questa patologia, anche in termini di costi da sostenere per il paziente e le famiglie, rendono necessaria l’azione legislativa mirata a riconoscere il valore sociale ed economico per l’intera collettività della figura del caregiver (assistente) familiare, la cui attività rappresenta ormai un servizio imprescindibile per il funzionamento dei sistemi sociosanitari. Con il disegno di legge a mia prima firma si è ritenuto quindi fondamentale il riconoscimento giuridico della figura del caregiver includendovi anche l’assistente familiare oncologico” – dichiara la senatrice Toffanin. Lo Stato ha il dovere di riconoscere, in termini economici, contributi previdenziali e assicurativi per chi deve rinunciare alla propria attività lavorativa per occuparsi del malato in famiglia, in termini di decontribuzione le spese sostenute e in termini di sostegno morale e psicologico attraverso corsi di formazione e di collaborazione con enti e associazioni. Gli ultimi studi evidenziano che, in mancanza del caregiver familiare, vero e proprio ammortizzatore sociale, lo Stato dovrebbe spendere annualmente cifre elevatissimo per l’assistenza.

 

“Sostenere e valorizzare la figura del caregiver familiare, costituisce dunque un vero e proprio investimento per la sostenibilità dei sistemi sanitari e come tale deve essere considerato” conclude la senatrice Toffanin.

Nell’ambito del ciclo Consciamente, è giunto il momento di riflettere sulla salute. Domani, venerdì 7 dicembre, dalle ore 20.30 alle 22, presso la sala convegni della cooperativa Toniolo si terrà l’incontro “La salute orale in età evolutiva: prevenzione e gestione delle patologie e traumi dentale”, introdotto dal Dott. Roberto Rizzo, dirigente e medico di chirurgia maxillo facciale dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso e Alessia Bredariol, studentessa dell’Università di Padova.

 

La serata si concluderà con il consueto spritz in compagnia.

 

Torna a Mestre, oggi, dalle 9.30 alle 15, la “Giornata mondiale del cuore”, organizzata dall’associazione “Amici del cuore”. Anche quest’anno la Città accoglierà, nell’area commerciale di via Don Tosatto, stand e professionisti per sensibilizzare la popolazione sui rischi delle malattie cardiovascolari, con la possibilità per gli under 65 di effettuare sul posto un elettrocardiogramma di controllo.

 

Una vera e propria visita specialistica all’interno di una cittadella della salute, con tanto di colloquio con un cardiologo e risultati degli accertamenti scaricabili direttamente in una chiavetta Usb. Si potrà aggiungere anche un eventuale dialogo con un nutrizionista.

 

Per sottoporsi alle visite bisognerà però rispettare alcune prescrizioni: per accertamenti riguardanti colesterolo, glicemia, trigliceridi, pressione, per esempio, sarà necessario presentarsi a digiuno.

 

Novità di questa edizione una possibile dimostrazione e prova di Nordic Walking a cura delle associazione sportive che danno vita al gruppo “Venezia in cammino” (nel caso si sia interessati indossare scarpe da ginnastica).

 

“Ringrazio l’associazione Amici del cuore per il suo continuo impegno nella sensibilizzazione alla prevenzione delle malattie cardiovascolari – commenta l’assessore alla Coesione sociale Simone Venturini – Non bisogna mai abbassare la guardia e bisogna tenere costantemente alta l’attenzione quando si parla della salute dei cittadini. Per questo sabato mattina porterò il saluto dell’Amministrazione”.

 

I dettagli sull’appuntamento e sulle sedi al seguente link: https://bit.ly/2xIIdVV

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni