Home / Cultura  / Ambiente  / A Venezia i rifiuti si raccolgono correndo! Questa sera debutta il “plogging”

A Venezia i rifiuti si raccolgono correndo! Questa sera debutta il “plogging”

Questa sera alle ore 18, con ritrovo agli Impianti sportivi universitari in Fondamenta dei Cereri, debutta il “plogging”, grazie all’impegno del Cus Venezia, in collaborazione con le Università Ca’ Foscari Venezia e Iuav e il

Questa sera alle ore 18, con ritrovo agli Impianti sportivi universitari in Fondamenta dei Cereri, debutta il “plogging”, grazie all’impegno del Cus Venezia, in collaborazione con le Università Ca’ Foscari Venezia e Iuav e il contributo di Veritas e dell’Amministrazione comunale.

 

Il plogging nasce in Svezia, e deriva il suo nome da “plocka app” che significa “raccogliere” e “running”. Si tratta di combinare il classico allenamento di corsa sportiva con la raccolta dei rifiuti che si trovano lungo il percorso. Mentre si fa l’attività, quindi, si effettuano delle brevi soste e si raccolgono bottiglie di plastica, lattine, cartacce, mozziconi di sigarette e altri rifiuti abbandonati che inquinano l’ambiente e sporcano la città. Ai partecipanti, in collaborazione con Veritas, verranno forniti guanti in lattice e dei sacchetti per raccogliere la spazzatura. In base al numero dei partecipanti verranno formati 3 o 4 gruppi, ognuno dei quali seguirà un percorso definito e porterà quanto raccolto al Cus, dove verrà fatta la raccolta differenziata.

 

“Da sempre siamo convinti che lo sport debba contribuire anche ad alcuni aspetti educativi e a far emergere temi sociali – sottolinea il presidente del Cus Venezia, Massimo Zanotto -. In quest’anno sportivo vogliamo cercare di porre l’attenzione su temi ambientali ed ecologici e al rispetto per la città. In collaborazione con Veritas abbiamo già collocato negli impianti che seguiamo, contenitori per la raccolta differenziata e faremo alcuni incontri per una corretta realizzazione di questa attività”.

 

Il direttore generale di Veritas, Andrea Razzini, ha deciso di aderirvi con convinzione: “Forniamo volentieri collaborazione e supporto tecnico a questa interessante iniziativa. È l’inizio di una collaborazione tra Veritas e Cus Venezia che certamente darà risultati importanti”.

 

Unire sport e tutela dell’ambiente – spiega l’assessore comunale all’Ambiente, Massimiliano De Martin – è il miglior modo per dimostrare concretamente l’amore e il rispetto per la città in cui si vive o si studia e assume una valenza ancora maggiore se i protagonisti sono i giovani. Venezia è una città delicata, frequentata ogni anno da milioni di persone che arrivano da ogni parte del mondo e da culture molto diverse tra di loro. Il rispetto per la città che li ospita è però un valore universale, quindi a nessuno può essere consentito di sporcarla o abbandonare rifiuti”.

 

“In piena sintonia con la campagna #EnjoyRespectVenezia – conclude l’assessore Paola Mar -, promossa per orientare i visitatori verso l’adozione di comportamenti responsabili e rispettosi dell’ambiente, del paesaggio, delle bellezze artistiche e dell’identità di Venezia, l’iniziativa del prossimo 9 ottobre ci vede al fianco del Cus Venezia e di Veritas. Il plogging fa bene a chi lo pratica e all’ambiente che ci circonda e sono convinta che riusciremo a riproporlo periodicamente in altre aree della nostra città, perché questa è una corsa dove vinciamo tutti.”

 

Per partecipare all’attività, completamente gratuita, è gradita una conferma chiamando lo 041.5200144, via email a [email protected] o attraverso la pagina Facebook CUS VENEZIA.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni