Slide-main

Uccise il figlio, niente ergastolo perchè adottivo

1 minuti di lettura

UDINE – Ha ucciso il figlio, ma essendo “solo” adottivonon può essere condannato all’ergastolo.
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione accogliendo il ricorso di Andrei Talpis, 57 anni, originario della Moldova, che in provincia di udine, la notte del 26 novembre 2013, pugnalò mortalmente il figliastro che era stato formalmente adottato dalla coppia in Moldavia.

Tra l’uomo e la vittima non esisteva quindi un rapporto di consanguineità. Sul piano civile, vale la parificazione di status con i figli legittimi operata dalla legge. Secondo il Codice Penale, invece, la distinzione è importante ed esclude  l’aggravante del carcere a vita.

La Corte di Cassazione ha disposto la trasmissione degli atti alla Corte d’Assise d’appello di Venezia per la quantificazione della pena, prescrivendo che non scenda sotto i 16 anni di reclusione.

Riccardo Rocchesso

Articoli correlati
NewsSlide-mainSociale

“Io ho l’Alzheimer, ma l’Alzheimer non avrà me”. Evento gratuito di sensibilizzazione nella Giornata mondiale all’Alzheimer

2 minuti di lettura
Presenti all’evento l’assessore Francesco Truccolo e il consigliere Katia Lovisotto con delega al Sociale del Comune di Cimadolmo (TV), insieme alla felicitatrice…
MoglianoSlide-main

Un uomo di 62 due anni rivenuto morto in via Casoni

1 minuti di lettura
Mogliano. Un uomo di 62 anni si è suicidato nella sua abitazione in via Casoni.Su tratta di Vittorio Favaro poliziotto in pensione…
Slide-mainVenezia

Mira. Uomo cade da barca nel Brenta e muore

1 minuti di lettura
Mercoledì scorso alle ore 16:00 i vigili del fuoco sono intervenuti in Via Pallada a Mira nel Naviglio del Brenta per la…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!