Slide-main

Uccise il figlio, niente ergastolo perchè adottivo

1 minuti di lettura

UDINE – Ha ucciso il figlio, ma essendo “solo” adottivonon può essere condannato all’ergastolo.
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione accogliendo il ricorso di Andrei Talpis, 57 anni, originario della Moldova, che in provincia di udine, la notte del 26 novembre 2013, pugnalò mortalmente il figliastro che era stato formalmente adottato dalla coppia in Moldavia.

Tra l’uomo e la vittima non esisteva quindi un rapporto di consanguineità. Sul piano civile, vale la parificazione di status con i figli legittimi operata dalla legge. Secondo il Codice Penale, invece, la distinzione è importante ed esclude  l’aggravante del carcere a vita.

La Corte di Cassazione ha disposto la trasmissione degli atti alla Corte d’Assise d’appello di Venezia per la quantificazione della pena, prescrivendo che non scenda sotto i 16 anni di reclusione.

Riccardo Rocchesso

Articoli correlati
SaluteScienzaSlide-mainSport

Un 'buon sonno' migliora la performance sportiva degli adolescenti

2 minuti di lettura
Uno studio dell’Università di Pisa sul Journal of Biological Rhythms conferma gli effetti negativi della mancanza di sonno cronica e del Social…
IstruzioneSlide-mainTreviso

Fregona, ecco il nuovo Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze

2 minuti di lettura
Sport, cultura, aggregazione, ma anche attenzione all’ambiente, alla formazione e ad avvicinare gli studenti della scuola primaria al tema della cittadinanza attiva….
LifestyleSlide-mainVenezia

Il Carnevale di Venezia 2023 sbarca nel Metaverso

3 minuti di lettura
“Take Your Time For The Original Signs” è il primo Carnevale al mondo che veste la nostra identità digitale, a prescindere dall’età….

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio