Home / Posts Tagged "Lettura"

Cimadolmo, il noto paese dell’asparago bianco della Marca Trevigiana, durante la manifestazione di lunedì 23 dicembre “Auguri in piazza” ha dato il benvenuto a due facoltosi vecchietti ultra ottantenni: si tratta di due tronchi d’albero della Val di Fassa abbattuti lo scorso autunno dalla tempesta Vaia.

 

Donati dalla Francescon Imballaggi srl e lavorati da due cittadini cimadolmesi volontari, i due tronchi sono ora sorti a nuova vita, diventando una piccola biblioteca-libreria a cielo aperto, a disposizione di tutti.

 

Chiunque infatti è libero di prendere in prestito un libro, leggerlo e restituirlo, potendo donarne altri a beneficio di tutti.

 

In un’epoca in cui il digitale è sempre più presente nelle nostre vite, questo regalo alla comunità intende contribuire alla promozione della lettura negli spazi cittadini, recuperando allo stesso tempo il sapore della carta stampata.

Sabato 21 dicembre, il Teatrino della Neve porta due letture animate con le marionette nella biblioteca di Preganziol.

 

Questo il programma:

• ore 9.45, IL PICCOLO B, lettura animata e creazione di marionette.
Dai 3 ai 6 anni.
È necessaria la presenza di un adulto.

• ore 11.15, LO SCHIACCIANOCI, lettura animata e creazione di marionette.
Dai 6 ai 10 anni.
Ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria.

 

Prenotazioni: 0422.632371 | [email protected]

 

 

La parola “diversità” è oggi assurta al ruolo di concetto-chiave della contemporaneità. Declinata in diverse accezioni (sociale, culturale, economica, linguistica ecc.), necessariamente protagonista nel dibattito pubblico, impugnata con energia nel discorso politico, “diversità” è un termine che necessita di attente e approfondite riflessioni più che di facili slogan e luoghi comuni.  

 

Se ne parlerà sabato 5 ottobre alle ore 18.30 nella Sala della Biblioteca del Castello di San Salvatore a Susegana (Treviso) nell’ambito della 17ª edizione di “Libri in Cantina”, mostra nazionale della piccola e media editoria, nel corso della presentazione del volume collettivo Piccolo lessico della diversità, a cura di Marco Aime e Davide Papotti, pubblicato dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche con Antiga Edizioni.

 

Ne parleranno Luigi Marfè (storico della letteratura, Università di Padova, autore nel volume della “voce” Viaggio e Racconto) e Patrizia Boschiero (responsabile edizioni della Fondazione). 

 

Un invito a dedicare tempo all’approfondimento del concetto di “diversità”, ad aprirsi a una varietà di rimandi storici e ad accogliere una necessaria pluralità di sguardi interpretativi, attraverso le undici “voci” che compongono questo “lessico”: L’altro; L’altrove; Viaggio e Racconto; Mappa; Confini/Frontiere; L’esotismo; Autenticità al plurale. Umanità e patrimoni a confrontoTurismo; Incontro; Curiosità e Spaesamento; Scienza/Conoscenza.

 

La Fondazione Benetton Studi Ricerche sarà inoltre presente da sabato alle 12 a domenica alle 19.30 a “Libri in Cantina” con uno stand gestito dalla sua redazione e tutte le sue pubblicazioni, nella Sala Rambaldo VIII, al 1° piano del Castello di San Salvatore, sabato 5, ore 12–19.30, e domenica 6 ottobre, ore 10–19.30

 

Ingresso libero. 

Per informazioni:

[email protected]

www.libriincantina.it 

Venerdì 27 settembre alle 16.00 al museo di Borgo Cavour sarà proposta la lettura pubblica di un articolo dedicato ad Arturo Martini del 1931 e del testo introduttivo al catalogo della mostra dell’artista del 1967: in entrambi il letterato trevigiano parla dell’amico scultore, del quale ebbe il merito di scoprire e valorizzare il talento.

 

Per l’edizione 2019 de Il Veneto legge, il Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti” collabora con la Fondazione Benetton e il Premio di poesia Mario Bernardi, organizzando in partnership venerdì 27 settembre diversi appuntamenti che sono stati pensati per coinvolgere studenti di istituti scolastici trevigiani, insieme a lettori adulti: tra questi vi sarà in particolare il pomeriggio al Museo Bailo, dove dalle 16.00 si potrà riscoprire il legame profondo tra Bepi Mazzotti e lo scultore Arturo Martini.

 

Attraverso la lettura pubblica dell’articolo “Arturo Martini” scritto da Mazzotti il 3 aprile 1931 su Il Gazzettino e del testo introduttivo al catalogo della mostra dello scultore del 1967, organizzata da Mazzotti nel ventennale della morte dell’artista, emergeranno più spunti di riflessione. Da un lato l’abilità dell’intellettuale trevigiano nel distinguere il talento e nel saperlo valorizzare – delineandosi come un head hunter ante litteram -, dall’altro la capacità di divulgare e promuovere le eccellenze della sua città, con competenza e maestria (fu grazie a lui se Martini venne conosciuto e riconosciuto a Treviso e nel Veneto).

 

Mazzotti sarà protagonista anche dell’appuntamento alla Fondazione Benetton alle 18.00, del quale il focus sarà il paesaggio: anche qui saranno letti due brani del giornalista e scrittore, l’introduzione a Mostra della Ricostruzione (Catalogo Longo & Zoppelli 1952) e La difesa del paesaggio (Nuovi Sentieri Editore 2011  pp.10 – 13).

 

I due incontri si inseriscono nella terza edizione della maratona di lettura “Il Veneto legge”, organizzata dall’Assessorato alla cultura della Regione del Veneto in collaborazione con la sezione regionale dell’Associazione Italiana Biblioteche, l’Ufficio Scolastico Regionale, l’Associazione Librai Italiani, il Sindacato Italiano Librai Cartolibrai, e proposta a scuole, biblioteche, librerie e a tutti i cittadini che amano i libri, come una delle numerose iniziative di educazione alla lettura per tutte le fasce d’età.

 

Ingresso agli eventi libero. Per maggiori informazioni: www.ilvenetolegge.it

 

 

Per informazioni: www.premiomazzotti.it

Il vincitore sarà proclamato a Mestre il prossimo 25 ottobre 

 

La giuria tecnica del Premio “Regione del Veneto – Leonilde e Arnaldo Settembrini”, presieduta da Giancarlo Marinelli, si è riunita oggi a Mestre per indicare la terna dei finalisti della 56.a edizione del concorso letterario.

 

Sono stati scelti: 

Patrizia Cavalli, Con passi giapponesi, Einaudi

Marco Marrucci, Ovunque sulla terra gli uomini, Racconti Editore

Beatrici Masini, Più grande la paura, Marsilio.

 

Le tre opere saranno ora valutate dalla Giuria Giovani, composta da studenti dei licei di Venezia e Mestre, a cui spetterà la scelta del vincitore. Il suo nome sarà reso noto in occasione della cerimonia finale in programma venerdì 25 ottobre 2019, alle ore 18, al Teatro Toniolo di Mestre.

 

 

“Il premio Settembrini – afferma l’assessore alla Cultura della Regione del Veneto, Cristiano Corazzari – è un appuntamento atteso e di prestigio nell’ambito delle attività letterarie nazionali. La Regione è impegnata ad assicurare la continuità, l’alto livello qualitativo e la più ampia risonanza di questo concorso, che in passato ha visto la partecipazione di celebri autori quali Italo Calvino, Aldo Palazzeschi, Diego Valeri e Dino Buzzati”.

 

Lo scorso anno il Premio Settembrini, originale riconoscimento assegnato annualmente a un’opera di novelle o racconti editi nei due anni che precedono l’edizione di riferimento, venne assegnato al torinese Enrico Remmert con La guerra dei murazzi.

Dopo la fortunata esperienza dello scorso anno con “Il Veneto Legge”, l’assessorato alla Cultura di Casale sul Sile promuove una nuova maratona di lettura nella giornata di venerdì 24 maggio (dalle 16.15 alle 17.30), in occasione della campagna nazionale di promozione della lettura “Il Maggio dei Libri.

 

Nel parco della scuola di Casale sul Sile, i volontari leggeranno dei passaggi in lingua araba e italiana tratti dal libro La zuppiera di Marzouk. Con l’occasione, la nuova mascotte della nostra biblioteca fa la sua prima apparizione ufficiale nel volantino dell’evento (in foto): il suo nome è Riccio Bembo ed è stato ideato e creato dalla nuova volontaria del servizio civile, Arianna Cicciò.

 

In caso di maltempo, l’evento sarà rinviato a data da destinarsi.

 

«Ho una bomba nella mia valigetta. La userò, se necessario. Voglio che si sieda accanto a me. State per essere dirottati»

 

Nuovo appuntamento con la letteratura per ragazzi. Domenica 14 aprile, alle ore 16.30 La Stanza Spazio Eventi apre le porte alla storia dell’aviazione americana, con l’ultimo romanzo “Il ladro dei cieli” di Christian Hill, ingegnere aereonautico milanese e giornalista. Ingresso libero.

 

L’autore parlerà ai giovani della vicenda che il 24 novembre 1971 sconvolse l’America con un eccezionale caso di dirottamento, ancora oggi rimasto irrisolto: D.B. Cooper si lanciò da un aereo di linea decollato dall’aeroporto di Portland (Oregon), dopo aver chiesto che venissero caricati a bordo duecentomila dollari e un paracadute.

 

Una storia ad alta quota che nel libro si intreccia alla vita del giovane Rusty Secatero, 35 anni dopo il fatto realmente accaduto. Il ragazzo di quindici anni, a capo di una banda di teppisti, deve fare i conti con una esistenza difficile, turbata in particolare dall’assenza del padre e dalla madre tossicodipendente. Tutto per lui sembra finito, ma il rapporto con il vecchio Carter gli darà una chance di riscatto: «c’è sempre un’altra possibilità».

 

L’autore

Nato a Milano da madre italiana e padre tedesco, Christian Hill ha studiato ingegneria aeronautica e nella vita si è occupato di giochi di ruolo, giornalismo, informatica e fotografia. Ha molte passioni tra le quali spiccano la scrittura, la lettura, il cinema e la musica. Fa parte del gruppo di autori Book on a Tree, colleghi e amici con cui condivide l’amore per la narrazione di storie avvincenti.

 

La Stanza Spazio Eventi

via Pescatori 23, Treviso
[email protected]
tel: 349.3768420

www.temacultura.it

Venerdì 1° febbraio, alle 17.30, alla Biblioteca di Marghera parte la rassegna primaverile 2019 Autori e Autrici a km 0, promossa dalla Rete Biblioteche Venezia e curata dalla VEZ, con un calendario di dieci appuntamenti che si snodano nella città. Protagonisti racconti, testimonianze, diari, versi che hanno un legame con il nostro territorio per i paesaggi narrati o per l’esperienza degli autori – editori. Pagine e voci dai tanti riverberi.

 

A inaugurare la rassegna, uno dei casi editoriali del 2018 il romanzo Confessioni di un neet di Sandro Frizziero, edito da Fazi. Una narrazione che indaga la condizione giovanile odierna commuovendo e interrogando con una scrittura agile e avvincente. Con l’autore dialogherà Alice Ghezzo. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

 

Con l’acronimo NEET (Not in Education, Employment or Training) si comprendono i giovani che non studiano, non lavorano né sono impegnati in attività di formazione. Il NEET protagonista di questo libro vive a Chioggia, in casa dei genitori o meglio in una stanza della casa dalla quale esce solo spinto dai bisogni fisiologici, dalle prediche del padre o dalla pasta al forno della madre. Il grosso della giornata lo passa tra letto e computer in compagnia di Asia e Nina, due gatte oltremodo schiette, che non si astengono da aspre critiche nei confronti del loro “padrone”.

 

Il nostro NEET si autodefinisce “rivoluzionario”: non vuole un lavoro, che gli appare tanto alienante quanto carico d’illusioni per chi lo ottiene, e non vuole neanche una relazione che, insieme all’amore, considera unicamente fonte di ipocrisie oltre che di inutili responsabilità Questo giovane uomo trasuda misantropia e disprezzo nei confronti dell’intera società che ritiene malata nel suo bisogno di finti bisogni. La sua unica finestra sul mondo èacebook, in cui, come crede, un NEET intelligente può estreggiarsi ingannando abilmente gli altri, vittime della loro stessa ignoranza e protesi unicamente al soddisfacimento di desideri creati a tavolino da qualche multinazionale californiana.

 

Info

Biblioteca Marghera

Piazza Mercato 40/B

tel. 041.921600 – 041.922083

Domani alle ore 10 al Centro Civico del Parco Bissuola-Albanese si svolge il workshop “Attenti al libro: quale biblioteca dei ragazzi?”

Entra nel vivo, con il workshop sul tema dei servizi bibliotecari per giovani adulti di domani, 14 dicembre alle ore 10, – sala conferenze del Centro civico del Parco Bissuola – la serie di iniziative, laboratori, eventi che il Comune di Venezia e il Settore Cultura – Rete Biblioteche Venezia sta organizzando in quanto soggetto titolare del Piano di interventi in materia di politiche giovanili, promosso dalla Regione del Veneto con il bando ex DGR n. 1392 del 29 agosto 2017. 

 

L’appuntamento, curato dalla Rete Biblioteche Venezia in collaborazione con la cooperativa Sumo, rientra nel progetto Biblioteca 4.0.

 

Il workshop di domani presso l’auditorium del Centro civico del parco sarà aperto ai cittadini e dal titolo “Attenti al libro: quale biblioteca dei ragazzi?. L’incontro è organizzato con l’obiettivo di raccogliere idee, esperienze e suggerimenti su quali siano le caratteristiche che una biblioteca deve avere per diventare un punto di riferimento per i ragazzi tra i 14 e i 20 anni.

 

Interverranno numerosi esperti dell’argomento provenienti da diverse città ed esperienze italiane e estere, insieme a due classi del Liceo Stefanini. I giovani studenti, dopo aver discusso in classe sul tema del workshop, riporteranno le loro valutazioni a tutta la platea presente. Tra i relatori il sociologo Stefano Laffi, di Codici ricerche, autore di La congiura contro i giovani. Crisi degli adulti e riscatto delle nuove generazioni (2014), Micaela Mander, insegnante, autrice di La biblioteca che piace ai ragazzi (2017), il biblio-educatore della Holden di Ravenna Luca Mandorlini con Kingsley Ngadiuba, i docenti Guido Borelli dello IUAV e Monica Calcagno dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

 

Il Piano giovani concluderà le attività in aprile 2019, ma l’attenzione verso la fascia di età 15-20 anni è appena iniziata e avrà continuità nelle biblioteche della Rete, in particolare in Biblioteca VEZ con rassegne dedicate nella prossima primavera.

 

All’interno del workshop verrà riservato uno spazio ai rappresentanti degli studenti per riportare il dibattito e le riflessioni emerse in classe.

 

È gradita la conferma di partecipazione scrivendo a: [email protected]

 

I relatori:

Stefano Laffi – Sociologo, Codici |Ricerca e intervento

Micaela Mander – Insegnante

Francesca Romana Grasso – Pedagogista, Edufrog

Luca Mandorlini – Bibliocreativo, Collaboratore della Biblioteca Classense, con Kingsley Ngadiuba– Autore bibliotecario

Guido Borelli – Professore, IUAV Venezia

Monica Calcagno – Professoressa Ca’ Foscari Venezia

 

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni