Home / Posts Tagged "danza"

La nostra lettrice Maria Meoni, operatrice nel settore artistico, ci invia ancora una lettera, che publichiamo qui di seguito, nella quale si evidenzia l’attività delle scuole di danza. Oggi è la volta dei corsi della A.S.D. Laboratorio Musica e Danza.

 

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Laboratorio Musica e Danza, nasce sotto la direzione artistica di Prataviera Marina nell’anno 2011 nella zona confine tra Noventa di Piave e San Donà di Piave. La Scuola vive all’interno di uno stabile privato coprendo lo spazio di circa 250 mq, suddiviso in due sale, due spogliatoi muniti anche di docce, una zona accoglienza genitori e reception.
Ci piace pensare ad una scuola che riesce a preparare gli allievi per scuole professionali e coreutiche, ma anche ad una scuola pronta ad appassionare i bambini e i ragazzi alla danza classica, modern, contemporanea e hip hop.

 

Molteplici sono le coreografie notate e premiate ai vari concorsi nazionali ed internazionali che permettono ai nostri allievi di poter usufruire di borse studio che li possano aiutare ad uscire dal loro guscio.Gli insegnanti si aggiornano annualmente attraverso master e stage, mentre gli allievi hanno la possibilità di studiare direttamente nella propria scuola ospitando docenti molto competenti e conosciuti nell’area del balletto. La scuola pur non essendo un istituto professionale punta alla qualità dei propri allievi.
Ai concorsi dell’anno 2019 molti allievi sono stati notati ed è stata data a loro la possibilità di frequentare importanti Camp estivi professionali nonché la possibilità di poter partecipare ad audizioni interne per potervi poi entrare definitivamente.
Un esempio, Tommaso Terribile notato per il MAS di Milano e Balletto di Toscana.
Cerchiamo di stare al passo con l’arte della danza che é in continua evoluzione.

 

La nostra lettrice Maria Meoni, operatrice nel settore artistico, ci invia ancora una lettera, che publichiamo qui di seguito, nella quale si evidenzia l’attività delle scuole di danza. Oggi è la volta dei corsi della A.S.D. Ritmidanza di Mestre.

 

Fondata nel 2002, l’associazione sportiva Ritmidanza si occupa di promozione dell’arte nel settore “danza” e di promozione sportiva nel settore “fitness”. Le attività sono concentrare in tre aree di interesse: formativa – servizi – progetti.

Per quanto riguarda l’area formativa, Ritmidanza offre un ampio ventaglio di opportunità con corsi e stage in varie discipline: danza classica, modern jazz, danza contemporanea, funk, hip hop, danze caraibiche, danza orientale, ginnastica motoria, aerobica e step. Grazie ad una consolidata esperienza, alla qualificazione del corpo docente, ad una sede operativa, accogliente e attrezzata, oltre che alla competenza di uno staff poliedrico ed elastico, negli anni accademici passati l’area formativa ha strutturato corsi di apprendimento per oltre 100 allievi, di età compresa tra i 3 e i 70 anni.

L’area servizi offre le seguenti possibilità: affitto spazi di lavoro, organizzazione stage, preparazione coreografie inedite e di repertorio, organizzazione spettacoli, serate, manifestazioni.

L’area progetti si occupa invece di attivare collaborazioni con altri Enti del settore, individuare fonti di finanziamento, costruire sinergie progettuali per migliorare con continuità lo spessore della nostra proposta artistica.

Le sedi, ampie ed attrezzate, si trovano a Mestre in via Cardinal Massaia, 20, e alla Cipressina in via del Gaggian, 20.

Sabato 15 febbraio, alle ore 17.00, presso la piazza Eventi Unieuro del centro commerciale Auchan Porte di Mestre, si terrà l’evento “Vivi, ama, danza!” a cura delle scuole di danza Dreaming Dance Mestre e Urban Dance Martellago.

 

In occasione della festa di San Valentino, gli allievi dei corsi di danza di entrambe le associazioni si esibiranno in una rassegna di coreografie precedute dalla lettura di brevi brani tratti da poesie e romanzi d’amore. Alla stregua del grande Fred Astaire che diceva: “Non dimostro il mio amore con un bacio, lo dimostro ballando”, così tutti i ballerini delle due scuole si esibiranno con impegno e passione sul palco dell’area eventi!

 

I responsabili delle due associazioni saranno a disposizione del pubblico per fornire informazioni sui propri corsi di danza e sulle altre discipline praticate nelle proprie sedi. 

 

Urban Dance è un’associazione sportiva dilettantistica nata nel 2009, nel comune di Martellago in provincia di Venezia, con lo scopo di promuovere la danza, in particolare la street dance.

Dreaming Dance è nata nel 2012 come sezione danza dell’ASD Judokwai a Mestre e si occupa in particolare di danza moderna, danza classica e ginnastica ritmica.

POST TAGS:

“Ci definirono persino barbari accusandoci di voler chiudere il Teatro di Treviso. Oggi siamo qui a presentare un rilancio senza precedenti, con il Mario Del Monaco inserito da luglio nella rete virtuosa del Teatro Stabile del Veneto e con un cartellone 2019-2020 di estrema qualità, oltre che innovativo. Come dico sempre, forse correndo da soli si fa più strada, ma facendo squadra si arriva più lontano. Regione Veneto, Comune di Treviso, Teatro Stabile del Veneto e Teatro di Treviso hanno saputo unire le forze e questa nuova offerta culturale di strada ne farà tantissima. Di certo Treviso sta vivendo un nuovo rinascimento”.

 

Lo ha detto il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, intervenendo, oggi a Treviso, alla presentazione della nuova stagione della stagione di prosa, danza e lirica 2019/2020 del Teatro Mario Del Monaco di Treviso, assieme, tra gli altri, al Sindaco di Treviso, Mario Conte, al Presidente del Teatro Stabile del Veneto, Giampiero Beltotto, e al Direttore, Massimo Ongaro.

 

Il cartellone 2019-2020, accompagnato dal logo “Una Stagione Spaziale” raffigurante un astronauta ritratto con, sullo sfondo, la platea e il palco del teatro, conta su 25 titoli per oltre 50 serate di spettacolo e tante novità in arrivo nei prossimi mesi. La stagione sarà aperta il 25 ottobre con la messa in scena di Madama Butterfly con  l’Orchestra Filarmonica Marchigiana. La stagione teatrale partirà con Marco Paolini che, da 22 al 24 novembre, torna sul palcoscenico trevigiano con il suo ultimo spettacolo, “Nel tempo degli dei” per parlare dell’oggi attraverso il mito di Ulisse. E poi tanti grandi nomi, come Umberto Orsini, Sebastiano Lo Monaco, Ale e Franz, Giorgio Alberti e Barbara Bobulova, Corrado Abbati, e le registe e attrici Serena Sinigaglia e Teresa Mannino.

 

“Anche se nella classificazione dei teatri a Roma non se ne sono accorti, ma faremo in modo che rimedino in fretta – ha detto poi Zaia – questo è un cartellone di caratura nazionale. Accettiamo la competizione nazionale nella quale sapremo dire la nostra in termini di qualità e di organizzazione, augurandoci che il Ministero, assegnando il Fondo Unico per lo Spettacolo, voglia tenere conto della qualità e non della spesa storica”. 

Venerdì 14 giugno, alle ore 17, presso la Piazza Eventi Unieuro del centro commerciale Auchan Porte di Mestre, si terrà il concerto “Musica senza confini!” a cura di associazione Agape Onlus e della scuola di danza Dreaming Dance di Mestre.

 

“Musica senza confini” è un innovativo progetto musicale che, tramite tecnologie più o meno sofisticate, permette a persone con gravi limitazioni motorie o con problemi visivi di suonare e comporre musica.

 

I ragazzi dell’associazione Agape diretti da Manuele Maestri, ideatore del progetto, si esibiranno dal vivo proponendo alcuni successi recenti della musica pop e altri grandi classici. A interagire con loro le ballerine della Dreaming Dance che si esibiranno in alcune sequenze coreografiche per arricchire e accompagnare l’esecuzione musicale. Altre coreografie di danza e ginnastica ritmica verranno eseguite per allietare il pubblico presente.

 

Le due realtà associative infatti collaborano già da parecchi anni e per questo evento hanno deciso di fondere le loro competenze per dare vita ad uno spettacolo unico ed emozionante.

 

 

Associazione Agape

Opera nel settore dell’assistenza e dell’inserimento sociale delle persone disabili, avvalendosi dell’insostituibile servizio di operatori, volontari e giovani del servizio civile. Tra le varie iniziative ed attività sono comprese: la gestione di una casa-famiglia residenziale per disabili e la gestione di un centro socio riabilitativo.

 

Dreaming Dance

È una sezione dell’associazione sportiva Judokwai dedicata alla danza e alla ginnastica ritmica. L’associazione è operativa a Mestre dal 1973 e avvia alla passione sportiva una moltitudine di ragazzi e ragazze ogni anno.

Ogni anno, a conclusione del percorso accademico, ogni allievo sa che dovrà impegnarsi in vista dell’atteso saggio finale.

 

Quest’anno gli allievi di Danzainsieme, una rinomata scuola di danza del trevigiano, diretta da Manuela Pagot Giacomini e da un nutrito corpo docenti professionisti, saliranno sul palco del Teatro comunale Mario Del Monaco di Treviso sabato 25 maggio, alle ore 20.30.

 

Lo spettacolo andrà poi in replica anche nel pomeriggio di domenica 26 maggio, alle ore 17.

 

Il saggio

L’atteso spettacolo finale vedrà impegnati gli allievi di ogni età e livello accademico.

Il sipario si aprirà lasciando spazio ai più piccoli, a partire dai 3 anni di età, che interpreteranno le fiabe di Andersen.

La seconda parte della performance avrà invece per tema l’amore, e sarà interpretata nelle diverse discipline: classico, contemporaneo, moderno, hip hop e commercial.

 

Vendita dei biglietti

La vendita dei biglietti è curata dalla direttrice Manuela Pagot, raggiungibile al numero349.3685994, oppure nella biglietteria del Teatro stesso, un ‘ora prima dell’inizio dello spettacolo.

 

 

Danzainsieme presenta una nutrita varietà di corsi: spazia dalla danza classica e contemporanea a quella più moderna, hip hop e tango, senza trascurare corsi di fitness, zumba e yoga-pilates.

La sua direttrice Manuela Pagot Giacomini è laureata presso l’Accademia nazione di danza di Roma e perfezionata alla scuola di ballo-Teatro La Scala di Milano.

L’oriente torna ad essere protagonista in via Verdi con un evento straordinario proposto dall’Associazione Culturale Coreana del Veneto e Via Verdi Viva in collaborazione con il Comune di Venezia – Le Città in Festa.

Ad esibirsi sarà il gruppo di arte popolare tradizionale coreana Cheong-Choon in tour in Italia e impegnato a trasmettere e conservare le tradizioni coreane mediante balli e canti popolari.
Ad esibirsi saranno numerosi musicisti e cantanti accompagnati da ballerine nei tipici abiti coreani.

L’evento ha la sua genesi nella rete di contatti e relazioni sviluppate proprio nelle attività di via Verdi, a dimostrare quanto queste siano importanti per la vita della città ed il tessuto economico e sociale.

La collaborazione con tra l’Associazione Culturale Coreana del Veneto e Via Verdi Viva portò già lo scorso anno ad un grande evento, Oriente, che vide in via Verdi una serie di attività culturali e musicali legate al mondo orientale. La partecipazione all’evento fu molto numerosa e molti furono gli apprezzamenti da parte dei presenti.

In caso di pioggia l’evento si svolgerà nella sede dell’Associazione Culturale Coreana del Veneto in via Verdi 34.

Ultimo appuntamento con la stagione di Danza al Teatro Toniolo: martedì 16 aprile, alle 21, l’ultimo spettacolo è affidato alla sensualità di Carmen.maquia della compagnia Titoyaya Dansa.

 

 

Quello che va in scena al Toniolo è uno spettacolo dove la danza contemporanea approda in terra andalusa e si fonde con il paso doble in Carmen.maquia, rivisitazione contemporanea della storia di Mérimée ad opera di Gustavo Ramírez Sansano. Il coreografo spagnolo, uno dei più conosciuti a livello internazionale, ha sviluppato per Titoyaya Dansa le sue opere più intime e personali: l’esperienza con questa compagnia è infatti libera da qualsiasi tipo di vincolo e ciò gli ha permesso di rompere le barriere creative e di proporre qualsiasi argomento immaginabile.

 

 

Carmen.maquia si sviluppa attorno alla figura della bella e compiacente Carmen, che usa la sua sensualità per manipolare gli uomini e ottenere ciò che vuole. I danzatori esplorano la scena con movimenti energici ma fluidi, muovendosi in uno spazio bianchissimo in cui spicca soltanto il vestito nero della protagonista. L’opera è permeata da una delicata sensualità che si intensifica nei duetti tra Carmen e Don José: i movimenti dell’uno completano quelli dell’altro, in una danza che sembra non giungere mai ad una fine.

Domani, dalle ore 16, presso la piazza eventi fronte Unieuro del centro commerciale Auchan Porte di Mestre, avrà luogo il primo di quattro appuntamenti con l’evento “Gran Galà della Danza” alla sua terza edizione, in collaborazione con le migliori scuole di danza del territorio.

 

La spettacolare rassegna di coreografie vedrà impegnate ben 15 associazioni sportive che si alterneranno nelle giornate di domani, sabato 30 e domenica 31 marzo, sabato 6 e domenica 7 aprile.

 

Dalla danza classica alla break dance, dal country all’hip-hop: vedremo una panoramica completa di tantissimi stili di danza che saranno portati in scena dagli allievi, sia bambini che adulti, delle scuole partecipanti, per consentire al pubblico di vivere un intenso pomeriggio dedicato all’arte della danza.

 

I responsabili di ogni associazione saranno inoltre a disposizione del pubblico per fornire informazioni sui diversi corsi proposti.

 

Presenta il Gran Galà della Danza 2019 la giornalista Alessia Da Canal.

Sempre domani, in occasione del Gran Galà della Danza, verrà presentato il nuovo T-Cross: il city SUV di Volkswagen, Crossover compatto, molto spazioso e versatile.
Dopo la presentazione ci sarà il taglio della torta, che verrà offerta a tutti i presenti, realizzata dalla premiata pasticceria Zizzola di Noale.


Guest star d’eccezione Etienne Jean Marie e la sua crew!

Torna, martedì 12 marzo, dalle 14.45 alle 18 in sala San Leonardo a Cannaregio 1584, “Ocio che si balla! – Insieme in Sicurezza”, una nuova occasione per stare assieme, divertirsi e nello stesso tempo ricevere consigli e “dritte” per non diventare vittime di furti e truffe.

 

La musica dell’one man one band Gianni Gatto farà da colonna sonora del pomeriggio danzante, mentre gli operatori del Comune di Venezia informeranno i partecipanti sugli ultimi furti e truffe in atto nel territorio, ribadendo così l’importanza di tenere alta l’attenzione e proseguire nell’opera di sensibilizzazione su questi temi in tutta la città, con una particolare attenzione alle persone che vivono da sole.

 

L’iniziativa, aperta a tutti e a ingresso libero, è organizzata dalla Direzione Coesione sociale, Servizio Anziani del Comune di Venezia, in collaborazione con la Società di Mutuo Soccorso Carpentieri e Calafati e il supporto del gruppo Anziani di Cannaregio. In caso di maltempo l’appuntamento sarà rinviato.

 

“Ocio che si balla” riprenderà poi la sua programmazione martedì 19 marzo, dalle ore 15 alle 18 al Palaplip di Carpenedo, in via S. Donà 195.

 

Per informazioni
Comune di Venezia – Ufficio Attivazione Risorse
Via Verdi 36 – 30172 Mestre (Venezia)
tel. 041.2749658 – 348.3901439
email: [email protected]venezia

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni