AmbienteSlide-mainSostenibilità

Ogni goccia conta: un mare di piccole azioni per il Pianeta

2 minuti di lettura

La campagna 2024 della “Settimana Verde” si concentra sullo spreco alimentare e sull’importanza delle piccole azioni per la salvaguardia del pianeta.

Nella battaglia per la salvaguardia del nostro pianeta, ogni azione, per quanto piccola possa sembrare, riveste un’importanza cruciale. È questo il messaggio centrale della nuova campagna 2024 della “Settimana Verde” promossa da Ambiente Mare Italia (AMI), presentata giovedì presso la biblioteca del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA).

Basta un piccolo gesto

“La goccia”, spiegano i rappresentanti di AMI, “rappresenta l’azione, anche minima, che ciascuno di noi può compiere per difendere il Pianeta. Le nostre scelte alimentari non solo influenzano la nostra salute, ma hanno anche un impatto diretto sull’ambiente che ci circonda. Ogni volta che acquistiamo cibo, compiamo una scelta che può essere a favore della sostenibilità ambientale o contro l’equilibrio naturale del nostro ecosistema.”

In un contesto in cui l’impatto ambientale delle nostre azioni è sempre più evidente, AMI ha organizzato 130 iniziative di sensibilizzazione e intervento ambientale in tutta Italia durante la “Settimana Verde”. In particolare, è stata dedicata una giornata intera allo spreco alimentare, con la presentazione del “Manuale sullo spreco alimentare”.

I dati parlano

Secondo dati ufficiali europei, il 50% del totale delle eccedenze e delle perdite alimentari nella filiera proviene dallo spreco domestico. In Italia, secondo uno studio condotto dal CREA, il 70% dello spreco alimentare è generato dal consumo domestico e da quello fuori casa, il 20% dalla distribuzione e vendita al dettaglio, e il restante 10% dal comparto agricolo tra post-raccolta e trasformazione.

Nell’ultimo anno, in Italia sono stati sprecati in media 524,1 grammi pro capite a settimana di cibo, pari a circa 75 grammi di alimenti al giorno e a 27,328 chilogrammi all’anno di beni alimentari. Tra gli alimenti più sprecati figurano frutta fresca, insalata, cipolle, aglio, tuberi e pane fresco.

Ilaria Falconi, ricercatrice del CREA e responsabile per Ambiente Mare Italia dell’Area Terra, Suolo e Agricoltura sostenibile, evidenzia paradossi nel sistema agroalimentare: “Nonostante produciamo cibo sufficiente per 9 miliardi di persone, ci sono ancora milioni che soffrono di fame o vivono in condizioni di insicurezza alimentare. Questa discrepanza tra produzione e consumo è in gran parte dovuta agli sprechi lungo tutta la filiera alimentare.”

Alcune regole da seguire

Per ridurre lo spreco alimentare, il manuale di AMI raccomanda alcune regole fondamentali da seguire, soprattutto a livello domestico:

  • Acquistare poco ma di frequente
  • Prediligere prodotti a filiera corta o Km zero
  • Congelare i prodotti non consumati
  • Organizzare frigo e dispensa per scadenza dei prodotti
  • Fare una lista della spesa basata su un menu settimanale
  • Controllare le scadenze dei prodotti
  • Riutilizzare gli avanzi

La “Settimana Verde” di quest’anno è patrocinata dal MASE, Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, dalla Commissione Europea, dalla Guardia Costiera, dalla Marina Militare, dalla Lega Navale, dalla Federazione Italiana Vela, e ha ricevuto il sostegno di Anas (Società del Polo Infrastrutture del Gruppo FS Italiane).

Articoli correlati
Città Metropolitana di VeneziaSlide-mainVenezia

Nuove strade a Venezia: tra i nomi Giulia Cecchettin e Don Armando Trevisiol

2 minuti di lettura
La Giunta comunale ha deliberato dieci nuove intitolazioni di strade, rotonde e parchi, onorando figure significative che hanno lasciato un’impronta indelebile nella…
AmbienteAnimaliMondoSlide-main

Celebrando la vita sulla Terra: la Giornata Mondiale della Biodiversità

2 minuti di lettura
Il 22 maggio di ogni anno, il mondo celebra la Giornata Mondiale della Biodiversità, un evento istituito dalle Nazioni Unite per accrescere…
ItaliaPoliticaSlide-main

Il ruolo dell'algoritmo nella distribuzione dei fondi Next Generation EU

1 minuti di lettura
L’intervista a Paolo Gentiloni contrasta la narrazione del M5S sul successo del governo Conte nella trattativa per il PNRR ROMA. Il Corriere…