Home / Food & Lifestyle  / Food  / Dove e quando è nato il tramezzino veneziano

Dove e quando è nato il tramezzino veneziano

Quando è nato il famoso tramezzino, gustoso spuntino da accompagnare con un bicchiere di prosecco, e dove è nato? Il tramezzino nasce nella contea inglese di Sandwich, da qui il suo primo nome, nel 1700. Emise

Quando è nato il famoso tramezzino, gustoso spuntino da accompagnare con un bicchiere di prosecco, e dove è nato?

Il tramezzino nasce nella contea inglese di Sandwich, da qui il suo primo nome, nel 1700. Emise i suoi primi vagiti durante una partita di carte quando un giocatore, John Montagu, ordinò due fette di pane morbido senza crosta imburrate e con del roast beef all’interno.

Ben presto questa abitudine dilagò dall’Inghilterra in tutta Europa. Nel 1800 una nobile inglese prese l’abitudine di accompagnare il classico tè delle cinque con del pane bianco senza crosta a forma di triangolo imburrato e ripieno di cetrioli.

In seguito vennero messi in questi piccoli triangoli anche dei salumi e formaggi. Divenendo presto usanza in tutta l’Europa. In Italia nel 1925 a Torino nel Caffè Malussano per la prima volta vengono serviti con il tè panini di forma triangolare.

Fu poi Gabriele D’Annunzio che battezzò questi panni con il nome “intramezzo” per indicare qualcosa di piacevole da consumare tra un pasto e l’altro.

Tuttavia la sua apoteosi il tramezzino la raggiunge a Venezia dove si diffuse molto rapidamente in tutti i bar della città divenendo “el tramesin” che viene servito con uno Spritz o un’ombra. Ben presto l’abitudine di gustare “el tramesin” si è diffusa in tutto il nord est d’Italia.

Il tramezzino veneziano è composto da pane morbido al latte senza crosta e tagliato a triangolo. Viene farcito generosamente con vari prodotti. Ne esistono di farciti con prosciutto funghi, o tonno e uova sode, rucola e granchi o pollo pomodoro olive e molta maionese.

Moltissime sono le varianti ed a volte anziché dei triangoli di pane sono confezionati con pane arrotolato. Il clima umido di Venezia contribuisce a mantenere il pane morbido e vengono esposti nei banconi dei bar ricoperti da un panno umido appunto per mantener la morbidezza del pane.

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni