Frazioni e quartieriMoglianoQuartieriSlide-mainVeneto

Documento del Sindaco, tre punti chiave: Boulevard del Terraglio, riqualificazione urbana e valorizzazione ambientale

3 minuti di lettura

L’articolo 3 della Legge Regionale 11/2004 stabilisce che la pianificazione comunale si articola nel piano di assetto del territorio comunale (PAT) e in quello degli interventi comunali (PI). Insieme, costituiscono il piano regolatore.

Durante il Consiglio Comunale del 9 luglio scorso, il Primo Cittadino di Mogliano Veneto ha presentato il Documento del Sindaco: secondo la Legge Regionale 11/2004 evidenzia, secondo priorità, le trasformazioni urbanistiche, gli interventi e le opere pubbliche da realizzarsi e sancisce l’inizio effettivo della redazione del Piano degli Interventi.

Il Piano degli interventi (PI) ha il compito di fissare azioni strategiche e concrete in un arco temporale che coincide con il mandato amministrativo, utile ad attuare politiche urbane, di trasformazione o tutela nella massima coerenza delle strategie fissate dal PAT.

Il Documento del Sindaco, quindi, ha svelato quelli che saranno gli obiettivi del redigendo piano degli interventi, tra cui figurano il Boulevard del Terraglio e il Parco di Mogliano.

BOULEVARD DEL TERRAGLIO. Obiettivo del PI è rigenerare l’intero asse dalla Porta Nord alla Porta Sud di Mogliano Veneto, riqualificando gli ambienti prospicienti degradati, valorizzando i coni visuali di pregio ma anche e soprattutto  dando priorità alla linea ciclopedonale e alla risoluzione del nodo Terraglio/Marocchesa.

PARCO DI MOGLIANO. Mogliano insiste su un corridoio verde che parte da Treviso, corre lungo il Parco Fluviale del Sile e si collega al fiume Dese e al Bosco di Mestre: una preziosa opportunità per rafforzare i ruoli connettivi e relazionali della città, implementando sia le funzioni pubbliche ma soprattutto quelle ambientali.

All’interno del Parco trova una nuova e definitiva definizione* l’area umida delle Cave Senili di Marocco, per le quali l’Amministrazione ha già espresso la volontà, tramite una mozione della Maggioranza, di istituirle a Biotopo specificatamente normato a tutela della forte valenza ambientale e paesaggistica, promuovendone la riqualificazione e contrastandone il degrado.

 

Il Piano degli interventi favorirà, nello specifico:

  • Il riordino della viabilità con particolare attenzione alla mobilità lenta;
  • La promozione della valenza turistica della città;
  • La tutela e valorizzazione del tessuto insediativo della città giardino;
  • Il recupero e riqualificazione di edifici inutilizzati;
  • La fruizione degli ambiti rurali, nel recupero funzionale di tracciati esistenti e l’implementazione degli stessi per una mobilità slow;
  • L’adozione di azioni per la gestione sostenibile delle acque sia in ambito urbano sia agricolo;
  • La promozione di modalità di pianificazione e progettazione volte a valorizzare le opportunità offerte dai servizi eco-sistemici presenti o potenziali del territorio (drenaggio naturale, fitodepurazione diffusa, riforestazione, barriere e corridoi verdi);
  • La Semplificazione delle Norme Tecniche Operative in allineamento alle disposizioni contenute nel nuovo Regolamento Edilizio;
  • L’Individuazione delle principali opere pubbliche, dei manufatti incongrui la cui demolizione sia d’interesse pubblico, della premialità per le buone pratiche realizzate in ambito energetico, delle regole insediate e atte a garantire connessione tra città storica e recenti interventi di sviluppo e recupero urbano.

Il Piano degli Interventi quindi definirà

  • La disciplina delle aree oggetto di PAT: ~ revisione indici edificatori nelle zone B. ~ ridefinizione delle destinazioni e delle carature urbanistiche nelle altre soggette a P.U.A. ~ ridefinizione delle zone E4;
  • La dotazione di standard urbanistici necessari alle differenti funzioni insediative in relazione al contesto urbano in cui si collocano;
  • Il Regolamento dei Crediti Edilizi;
  • I criteri per la definizione dei valori per la perequazione urbanistica e per i crediti edilizi;
  • Il riordino tecnico degli strumenti urbanistici generali, incidente su cartografia di norme; nuovo testo che semplifica le regole al PAT, in conformità agli obiettivi strategici stabiliti precedentemente.

La redazione del Piano degli Interventi avviene attivando fonti di consultazione, di partecipazione e di concertazione con cittadini, associazioni di categoria e portatori di interessi, per incentivare le politiche proattive e non solo normative di contrasto al consumo del suolo, fondate su un ripensamento degli usi di lunga durata e delle modalità di gestione degli spazi attraverso il coinvolgimento di attori sociali ed economici – dichiara il Sindaco Davide Bortolato – il Documento del Sindaco parla di Boulevard del Terraglio, Riordino e Riqualificazione Urbana, Attenzione alle biodiversità, implementazioni ciclopedonali e attenzione all’efficienza energetica e alla valorizzazione ambientale: un passo importante per la nostra città, che stende le linee guida per uno sviluppo urbano attento, green e sostenibile”.

Sono felice di aver inserito anche la partita delle Cave di Marocco – conclude Bortolato – il Consiglio Comunale si è impegnato affinché le Cave diventino un biotopo: è mia premura perseguire questo obiettivo che già con il Piano degli Interventi diventerà attuativo”.

Articoli correlati
Slide-mainTrevisoVenetoVenezia

Oggi Santa Barbara, Patrona dei Vigili del Fuoco

3 minuti di lettura
Oggi 4 dicembre, Santa Barbara Patrona dei Vigili del fuoco. Santa Barbara è la Patrona dei Vigili del fuoco, in quanto protettrice…
AttualitàFood & LifestyleSlide-mainZero Branco

Fabbrica del Natale a Zero Branco

1 minuti di lettura
Piazza Umberto I a Zero Branco si è trasformata nella Fabbrica del Natale. Oggi e domani la location sarà animata da arte,…
NewsSlide-mainVideo

TG WEB “Il Nuovo Terraglio” – Edizione del 03 dicembre 2021

1 minuti di lettura
Benvenuti a una nuova edizione del TG WEB “Il Nuovo Terraglio”. Vediamo insieme le notizie più importanti di questa settimana.

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!