AmbienteMondoSlide-mainSostenibilità

“Città per l’Oceano”: risultati raggiunti e prossime priorità

1 minuti di lettura

La conferenza internazionale “Città per l’Oceano” a Barcellona celebra i successi del “Decennio delle Scienze dell’Oceano per lo Sviluppo Sostenibile”.

BARCELLONA – Ieri mattina a Barcellona ha preso il via la conferenza internazionale “Città per l’Oceano”, un evento volto a celebrare i risultati ottenuti nel quadro del “Decennio delle Scienze dell’Oceano per lo Sviluppo Sostenibile” delle Nazioni Unite e a individuare le prossime priorità. Organizzato in collaborazione con la Commissione Oceanografica Intergovernativa dell’UNESCO (IOC/UNESCO), il convegno mira a promuovere il dialogo tra diversi attori, tra cui politici, università, settore privato e pubblico, ONG, settore marittimo e scientifico.

L’evento d’inaugurazione ha visto la partecipazione dell’assessore all’Ambiente del Comune di Venezia, Massimiliano De Martin, e dell’oceanografa Francesca Santoro dell’Ufficio regionale dell’UNESCO. De Martin ha sottolineato l’importanza della città di Venezia nel contesto della gestione sostenibile delle risorse marine, evidenziando le sfide legate all’acqua alta e alla preservazione della laguna.

Progetti e investimenti

Il Mose, una delle più grandi opere di ingegneria idraulica al mondo, è stata citata come esempio di come la città affronta il problema delle inondazioni. De Martin ha inoltre evidenziato gli investimenti significativi del Comune di Venezia nella manutenzione e nel controllo del sistema idrografico della terraferma, sottolineando l’importanza di un approccio integrato alla gestione delle risorse idriche.

Un altro punto chiave dell’intervento di De Martin è stato il riferimento al progetto “Sea Beyond”, un’iniziativa lanciata nel 2019 in collaborazione con l’IOC UNESCO e il Gruppo Prada, finalizzata a sensibilizzare i bambini sul tema della conservazione marina e a promuovere la conoscenza della laguna e delle sue tradizioni.

Parlando di transizione ecologica, De Martin ha annunciato il varo, previsto per il 2027, della nuova flotta ibrida per il trasporto pubblico locale nel Canal Grande, evidenziando l’impegno del Comune di Venezia per ridurre l’impatto ambientale delle attività urbane.

L’evento principale, che si protrarrà fino a venerdì 12 aprile, prevede una serie di incontri di alto livello e eventi satellite che consentiranno ai partecipanti di approfondire i temi trattati e di creare reti di collaborazione sia a livello nazionale che internazionale.

Articoli correlati
Città Metropolitana di VeneziaMarca TrevigianaMogliano VenetoSlide-main

Confindustria Veneto Est: il Consiglio generale elegge Mirco Viotto e Loredano Grande Vicepresidenti

1 minuti di lettura
Subentrano a Vincenzo Marinese, eletto Vicepresidente di Confindustria, e a Silvia Bolla, candidata alle elezioni europee MOGLIANO VENETO (TV). Il Consiglio Generale…
CulturaItaliaSlide-main

Premio Rosa Camuna 2024 a suor Anna Monia Alfieri La prestigiosa onorificenza della Regione Lombardia

6 minuti di lettura
La libertà di scelta educativa delle famiglie e l’autorevolezza dei docenti nei confronti dei ragazzi. A sour Monia Alfieri il Premio “Rosa…
Rosso d'InvernoSlide-main

Milano, leggera

5 minuti di lettura
Benvenuti nella sezione dedicata ai racconti del Concorso Letterario Nazionale “ROSSO D’INVERNO”, giunto quest’anno alla X edizione con il tema della “Leggerezza”, ispirato…