Casale sul SileMusicaSlide-mainSpettacolo

Chiude in bellezza la quinta edizione del Festival della Restera

3 minuti di lettura

Gli organizzatori della kermesse: “Un segnale di grande importanza per tutto il settore degli eventi e dello spettacolo”

 

Un festival in totale sicurezza. È il bilancio di Restival 2020. Una sfida ai tempi del Coronavirus, lanciata e vinta dagli organizzatori del Festival della Restera di Casale sul Sile con una nuova formula al Parco delle Vecchie Pioppe. Spazi più ampi, capienza limitata, “Arena Spettacoli” con posti a sedere e maxi schermo per poter godere anche da lontano le performance. Una soluzione apprezzata che ha garantito lo svolgimento degli eventi e il movimento delle persone nel rispetto delle misure di contrasto al Coronavirus, all’interno di una cornice all’insegna del relax e del divertimento nel verde. Come negli anni passati Restival ha saputo emozionare con una programmazione variegata e di qualità: dalla musica al cabaret, dagli stand gastronomici all’artigianato locale, fino alla danza e agli artisti di strada. E la risposta del pubblico, anche in questa edizione, non è mancata. Bella e ordinata la partecipazione delle tante persone, giunte anche da fuori comune, nonostante il maltempo del weekend, che hanno fatto sentire tutto il loro calore seguendo le indicazioni anti-COVID per tutti i cinque giorni della kermesse.

 

La sfida lanciata dagli organizzatori di Restival per l’edizione 2020 era mettere in pratica tutte le linee guida in tema di eventi e spettacoli. Il bilancio? Un successo e un bel segnale di ripartenza. Si è chiusa in bellezza, nel rispetto di tutte le indicazioni di contrasto al Coronavirus, la quinta edizione del Festival della Restera. Sul palco dell’Arena Spettacoli, domenica 30 agosto, ad alternarsi alla grande esibizione dei Funkasin Street Band, sir Oliver Skardy e i Pitura Stail con una performance già in programma per sabato 29 agosto, annullata e posticipata a causa delle piogge intense e del forte vento. Una modifica della line-up, costretta dalle avversità del maltempo, che ha dato vita a una serata tanto eccezionale quanto memorabile. Ad assistere, un pubblico emozionato e divertito, ma anche ordinato e distanziato che, nel pieno rispetto di tutte le regole a tutela della salute, ha potuto godere per cinque giorni di ben 5.000 mq allestiti nel nuovo Restival Park al Parco delle Vecchie Pioppe, tra spettacoli, gastronomia e 40 stand di artigianato locale. Una formula apprezzata dagli operatori e premiata dal pubblico – giovani e non, ma anche tante famiglie – giunto anche da fuori comune. Una manifestazione, Restival, che nonostante le tante incognite e grazie alla collaborazione di tutti, si conferma un punto di riferimento non solo per il territorio, ma anche per l’intero settore degli eventi e dello spettacolo.

 

 

 

Parlano gli organizzatori

“Il compimento di questa quinta edizione di Restival rappresenta per noi una grande vittoria – commentano gli organizzatori di Restival. – La scelta di guardare avanti in questa fase così complessa, infatti, poteva sembrare un azzardo. Ma noi non ci siamo mai dati per vinti. Nonostante le tante incognite, Restival 2020 si è svolto al meglio e in completa sicurezza.

 

Per questo ringraziamo le tante persone che hanno creduto in questo progetto e che ci hanno aiutato a portarlo a termine. Sono stati cinque giorni intensi e di grandi gioie, dalle performance emozionanti e partecipate alla grande collaborazione di tutti i nostri ospiti – artisti, ristoratori, negozianti, artigiani – fino ai nostri volontari. Un gruppo di ragazzi impegnati con attenzione, forza di volontà e il sorriso di chi ci mette l’anima e il cuore, senza i quali Restival non sarebbe possibile.

 

Un ringraziamento speciale agli sponsor, così come agli enti, alle istituzioni e alle realtà del territorio per il loro importante contributo alla felice realizzazione della manifestazione: la Protezione Civile, i Carabinieri in congedo, il Gruppo Alpini, il Gruppo Parrocchiale Festeggiamenti.

 

La nostra gratitudine non può non andare, inoltre, all’Amministrazione Comunale di Casale Sul Sile per il fondamentale supporto e la fruttuosa cooperazione che mai è venuta meno.

 

E poi c’è il nostro pubblico – continuano gli organizzatori – le tante persone, giunte anche da fuori comune, che hanno partecipato con ordine e rispetto, seguendo tutte le misure a tutela della salute. Una risposta bellissima, in questo momento storico, che dà un segnale di grande importanza non solo per Restival, ma per tutto il settore degli eventi e dello spettacolo.

 

Tantissimi e accorati gli incoraggiamenti ricevuti, anche online, che ci hanno dato energia, soprattutto in occasione della terribile pioggia di sabato scorso: un sostegno essenziale per il grande successo riscosso nella giornata finale di domenica. A tutti, un grande abbraccio e un arrivederci all’edizione 2021 di Restival”.

Articoli correlati
Le eccellenzeMarca TrevigianaSlide-mainTurismo

L'eccellenza al femminile: la storia di Dal Din, un viaggio tra terroir e passione

3 minuti di lettura
Il cuore delle colline di Valdobbiadene, culla del vino di qualità, custodisce una storia che merita di essere conosciuta: è la storia…
ItaliaSlide-main

Giorgia Meloni: nuova direzione del Governo sulla sfida demografica

2 minuti di lettura
Il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni e il Ministro per la Famiglia Eugenia Roccella hanno ribadito l’impegno del governo italiano nel contrastare…
Marca TrevigianaSlide-mainSPECIALE ELEZIONI 2024Treviso

Esplosione centrale idroelettrica a Bargi: recuperati i corpi di due dispersi

1 minuti di lettura
I Vigili del Fuoco hanno recuperato i corpi di due persone dopo l’esplosione alla centrale idroelettrica di Bargi, portando il bilancio delle…