La terza paginaSlide-mainTreviso

Carta Carbone 2021. Appunti di viaggio nei dintorni della poesia

3 minuti di lettura

Pubblichiamo gli appunti e le considerazioni su questo importante evento trevigiano della nostra collaboratrice Antonella Melioli che ha presenziato a tutte le giornate programmate:


Il Festival dedicato ai nostri paesaggi descritti con parole intense dal poeta Andrea Zanzotto che si è appena concluso a Treviso è stato un compendio di arte, musica, teatro e parole che ha saputo accogliere un pubblico sempre più eterogeneo e affamato di cultura.
La prima giornata si è conclusa con la proiezione del docu-film “Logos Zanzotto” realizzato dal regista, sceneggiatore e montatore Denis Brotto, docente presso l’Università di Padova nell’ambito degli studi sul cinema ed i rapporti tra il suo linguaggio e le nuove tecnologie, che intervistato magistralmente dal poeta Stefano del Bianco (curatore per Mondadori dell’intera opera di Zanzotto) ci ha ricondotti a quel “cinema di poesia” che piaceva tanto a Pasolini e a cui teneva moltissimo anche Zanzotto. Il regista ha vinto la sfida che si era posto inizialmente e precisamente quella di riuscire a far capire la poesia attraverso le immagini, filmare qualcosa che per sua natura è invisibile, il cinema che “brucia ed illumina” citando il Filò e che ci riesce concretizzando silenzi impercettibili, immagini delicate e denunciando rovine di paesaggi accomunandole alla decadenza dei rapporti dell’animo umano, utilizzando voci e musiche distopiche per sottolineare questo disagio ma indicandoci anche una via di fuga, un varco da attraversare.

Nella seconda giornata del Festival Adrian Fartade, youtuber , divulgatore scientifico e coinvolgente performer mi ha trascinata con il suo spettacolo “Paesaggi ludici e fantascientifici” all’interno del mondo dei videogiochi con le conoscenze fisiche di come funziona realmente il nostro universo.
Se i Pokemon si trasformassero ed evolvessero davvero cosa succederebbe nella realtà? Quando Pikachu rade al suolo una collina ha in realtà distrutto l’atmosfera terrestre, devi sapere che il tuo bambino innocente sta solo giocando con bombe nucleari e tu lo vedi tranquillo e sereno. Forse questo è un buon punto di riflessione.

Il metaverso da Mark Zuckerberg. Un mondo parallelo e completamente virtuale sarà la nostra nuova dimensione di vita? Ennio Bianco, figura eclettica nell’ambito dell’arte contemporanea, ha introdotto il tema della virtual art e l’artista che più la incarna nelle sue opere, il visual artist Vincenzo Marsiglia e la sua la scenografica installazione luminosa installata nella Loggia dei Cavalieri.
Uno dei pochissimi ad utilizzare in modo creativo la realtà aumentata di HoloLens2, Marsiglia crea per lo spettatore mondi immersivi in cui ognuno può creare la propria opera personale. Questa è arte pubblica in cui ognuno interagisce in prima persona.

L’attrice Marta Cuscunà all’Auditorium Stefanini con il suo spettacolo di satira “La semplicità ingannata” ha toccato i nostri cuori con una interpretazione mirabile che ha dimostrato il suo enorme talento, rivelando le sue potenti e versatili capacità vocali ed espressive. Ci ha raccontato una storia di donne, monache in questo caso, che non si sono arrese e sono divenute loro stesse protagoniste di una rivoluzione culturale.
Alla fine ha ringraziato il pubblico che per la prima volta dopo due anni dal suo ultimo debutto ha riempito al completo la sala. Un bellissimo messaggio di ripartenza. Ultimo giorno, domenica, a Cà dei Carraresi mi attendeva Melania Mazzucco e la presentazione del suo ultimo romanzo storico “L’architettrice” su Plautilla Bricci , un’architetta e pittrice del ‘700, una figura di donna praticamente esclusa dalla memoria artistica del suo tempo ma la reale costruttrice di una villa dell’abate Elpidio Benedetti e di molto altro tutto da scoprire. Un ritratto appassionato restituito al mondo, un libro definito “immenso” da Asor Rosa e vincitore e finalista di innumerevoli premi.

l Maestro PUPI AVATI mi ha letteralmente incantato, ma anche divertito, con il racconto dei suoi lavori cinematografici e letterari. Alla domanda sulla differenza di scrivere per il cinema o per la letteratura lui ha risposto con la sua innata franchezza e semplicità, che da sempre lo caratterizza, dando la colpa alle differenze di budget, i soldi condizionano ancora la libertà creativa! Alla fine ci ha anche parlato suo prossimo film dedicato alla vita di Dante Alighieri, raccontando il bambino che incontra Beatrice e la insegue per 9 anni fino a quando lei si accorge di lui e lo saluta. Ha dato un ruolo a Beatrice, lei nel suo film è consapevole della sua importanza nella vita di Dante, l’ho immaginata così. Non è solo una bella figurina diventata grandiosa grazie a Dante ma lo è anche nella vita vera.
“Dante è grandioso e ineffabile, e l’ardire di fare un film su di lui mi è venuto solo perché mi sono imbattuto in Boccaccio che ha scritto come primo biografo la vita di Dante, è stato lui a liberarmi dalla responsabilità di scriverla io. Lo spettacolo “Mancamento azzurro” ha chiuso in maniera più che degnamente questa mia scorpacciata di cultura, con un momento molto intenso di poesia intrecciata alla musica: la profonda voce narrante di Vasco Mirandola, la musica e il canto di Erica Boschiero e il piano e la fisarmonica di Sergio Marchesini mi hanno accompagnata verso casa facendo riecheggiare nella mente i suoni e le immagini delle parole di un grande poeta che prima non conoscevo così profondamente.

Articoli correlati
JesoloSlide-mainVenezia

Jesolo candidata "Città Europea dello Sport 2025"

2 minuti di lettura
La presidenza di ACES Italia ha accolto la candidatura avanzata dall’amministrazione comunale, riconoscendo le potenzialità logistiche della città ma anche le capacità…
MargheraSlide-mainVenezia

Via libera dalla Giunta alla variante per la realizzazione del nuovo Distretto socio sanitario Ulss 3 a Marghera

1 minuti di lettura
La Giunta comunale, riunitasi oggi, ha licenziato, su proposta dell’assessore all’Urbanistica Massimiliano De Martin e dell’assessore alle Politiche Sociali Simone Venturini, la…
PreganziolSlide-main

Preganziol. Progetto "Qui si Legge", volontari cercasi

1 minuti di lettura
“Qui si legge” è un grande progetto di promozione della lettura e delle biblioteche, vincitore del bando “Città che legge 2020”, presentato…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!