Casale sul SileCasierEconomiaMoglianoPreganziolSlide-mainVeneto

Comuni e Confidi per le aziende del territorio

5 minuti di lettura

Nella complessità del momento, in provincia di Treviso le Amministrazioni Comunali di Casale sul Sile, Casier, Mogliano Veneto e Preganziol hanno scelto di concedere alle imprese del territorio appositi fondi tramite Confidi. 

Un tasso agevolato allo 0,70 per cento, sei anni di durata, la possibilità di avere due anni di preammortamento che equivale alla possibilità, per le imprese, di respirare. Nessun costo di garanzia né di istruttoria bancaria o penali in caso di estinzione anticipata. Comuni e Confidi uniscono le forze e gli intenti per supportare le imprese del territorio.

L’accesso al credito era difficile per le imprese già prima dell’avvento della pandemia mondiale da Covid-19. L’emergenza sanitaria ha complicato ulteriormente il quadro economico, con tutte le conseguenze e le difficoltà per le aziende.

UN IMPEGNO TRASVERSALE. Nella complessità del momento, in provincia di Treviso le Amministrazioni Comunali di Casale sul Sile, Casier, Mogliano Veneto e Preganziol hanno scelto di concedere alle imprese del territorio appositi fondi tramite Confidi.  Dall’anno scorso a quest’anno, due le novità: c’è chi ha mantenuto il plafond ma alzato la soglia massima di accesso al credito e chi ha ampliato il budget mantenendo invariata la soglia massima, riservandosi di valutare eventuali richieste differenti.

In un modo o nell’altro, agricoltori, artigiani commercianti, PMI e grandi aziende del territorio di questi quattro Comuni hanno la possibilità di ripartire sena intaccare i propri risparmi.

CASALE SUL SILE. “Quando la pandemia ha avuto inizio, a febbraio 2020 – racconta il sindaco di Casale sul Sile, Stefano Giuliato – ci siamo subito interrogati su quali strumenti urgenti potessimo mettere in campo per aiutare concretamente le imprese locali. Essenziale è stato il confronto all’interno del Forum comunale delle Attività produttive, che rappresenta gli interessi e i bisogni di tutte le aziende del territorio: artigiane, commerciali, industriali, agricole, del terzo settore. Da quella fase di ascolto e confronto, nacque il progetto ‘Casale per le imprese a tasso zero’, iniziativa di cui siamo molto orgogliosi, resa possibile grazie ad una stretta collaborazione dell’Amministrazione comunale con le Associazioni di categoria locali e i rispettivi Confidi”. “Vista l’efficacia dell’attività 2020 e il protrarsi dell’emergenza sanitaria, abbiamo pensato, sempre in accordo con le aziende e le loro Associazioni di rappresentanza, che fosse opportuno rifinanziare il progetto anche per l’anno in corso” – aggiunge Lorenzo Biotti, vicesindaco nonché assessore alle Attività produttive di Casale sul Sile. “L’obiettivo è agevolare la liquidità dei soggetti economici con sede nel territorio comunale di Casale, favorendo l’accesso al credito, in tempi certi e a tassi agevolati. Il contributo 2021 di 10mila euro che abbiamo erogato è equamente suddiviso fra il Consorzio Veneto Garanzie, Canova Cooperativa Artigiana di Garanzia, Fidimpresa & Turismo Veneto, Trevigianfidi”.

CASIER ha rifinanziato il contributo relativo al protocollo d’intesa “Garanzia Casier” sottoscritto lo scorso anno con Trevigianfidi soc. Cooperativa, Canova Cooperativa Artigiana di Garanzia della Marca Trevigiana SCARL, Consorzio Veneto Garanzie – Confartigianato Imprese Veneto, Fidimpresa & Turismo Veneto, Bcc Pordenonese e Monsile, CentroMarca Banca Credito Cooperativo di Treviso e Venezia, a sostegno delle attività produttive del territorio. L’accordo, che è stato esteso per un ulteriore anno, prevede l’ingresso dell’istituto bancario Volksbank e ha aumentato il limite massimo di finanziamento a 40mila euro. Vengono mantenute le condizioni già concordate, come il tasso agevolato dello 0,70%, nessuna spesa di istruttoria, documentazione semplificata. Il rinnovo del protocollo d’intesa genererà ulteriori finanziamenti per 360mila euro. “È un segnale importante vedere i quattro Comuni uniti per aiutare il proprio tessuto economico d’intesa con Ascom e Fidimpresa, così com’è importante fare rete con le proprie attività produttive”, commenta soddisfatto il Sindaco Renzo Carraretto. “Abbiamo cercato una soluzione comune nell’unico interesse delle nostre piccole, medie e grandi imprese. Ognuno ha adottato il proprio protocollo con una delibera ad hoc, perché ogni territorio ha la sua diversità, ma l’obiettivo è il medesimo. A Casier, dopo un’attenta valutazione delle esigenze, assieme agli assessori al Bilancio e alle Attività Produttive, abbiamo scelto di aumentare la soglia massima di accesso al credito anche e soprattutto dopo un dialogo continuo e costruttivo attraverso il forum delle attività produttive, con cui continuiamo a confrontarci per accogliere le richieste e trasformarle in azioni concrete”.

MOGLIANO VENETO. Continua l’azione di sostegno al credito da parte dell’amministrazione moglianese, su specifica richiesta del Consiglio Comunale. “Nel 2020 l’Amministrazione Comunale di Mogliano Veneto ha stanziato 40mila euro che hanno generato 480mila euro di accesso al credito – spiega il Vicesindaco con delega alle Attività produttive Giorgio Copparoni – ora aumentiamo il plafond di ulteriori 20mila euro per un accesso al credito di ulteriori 240mila euro di possibili finanziamenti attraverso Confidi, senza che le attività produttive del nostro comune vadano a intaccare le proprie risorse”.  “In una ricognizione sui fondi già stanziati – prosegue Copparoni – abbiamo rilevato come il settore che patisce di più, in questo momento, sia il commercio.  Mogliano Veneto mantiene la soglia massima di accesso al credito di 20mila euro, con la possibilità di valutare anche richieste superiori”. Giorgio Copparoni tiene a sottolineare l’aspetto positivo di questa iniziativa: “Tutta l’area del Terraglio, anche di colori e sensibilità diverse, converge su un tema importante:  l’aiuto alle imprese. Ci tengo particolarmente, è un primo passo verso altri temi come il turismo e la promozione culturale”. Inoltre, Ascom Confcommercio Mogliano si è resa disponibile ad aprire un punto consulenza presso la sede di Mogliano in via Tavoni, riservato a tutte le imprese del terziario socie e non socie di Confcommercio, con sede legale nei quattro comuni coinvolti nel progetto. La consulenza, gratuita e senza impegno, sarà erogata previo contatto telefonico al numero 041 5905272 dal Dott. Fabio Scardellato, responsabile di Fidimpresa.

PREGANZIOL. Ulteriore contributo di 20mila euro ai Confidi per garantire un totale di 720mila euro di accesso al credito a favore delle imprese del territorio. L’Amministrazione Comunale ha incrementato di 20mila euro il contributo straordinario alle Cooperative e ai Consorzi di Garanzia Fidi, che vanno ad aggiungersi ai 40mila euro stanziati a novembre 2020 a seguito della sottoscrizione del Protocollo “Preganziol per il Credito” con Trevigianfidi Società Cooperativa, Canova Cooperativa Artigiana di Garanzia, Consorzio Veneto Garanzie, Fidimpresa & Turismo Veneto, CentroMarca Banca e BCC Pordenonese e Monsile. “Ognuno dei Confidi riceverà ulteriori cinquemila euro di contributo attraverso i quali concedere garanzie su prestiti destinati ad aziende operanti nel territorio di Preganziol a condizioni di estremo vantaggio rispetto a quelle di mercato. Grazie ai moltiplicatori che intervengono nell’applicazione delle garanzie, la somma complessiva di 60mila euro consentirà un accesso al credito per circa 720mila euro”, dichiara Stefano Mestriner, vicesindaco con delega alle attività produttive. “Sin dall’inizio dell’emergenza legata alla pandemia in corso l’Amministrazione Comunale di Preganziol ha voluto mantenere un focus sui possibili interventi per sostenere anche il tessuto economico del territorio: riteniamo che l’accesso agevolato al credito continuerà a essere una priorità anche nei prossimi mesi e per questa ragione invitiamo le imprese del territorio a rivolgersi ai Confidi aderenti al protocollo in caso di necessità in tal senso, servendosi delle condizioni di vantaggio stabilite dall’accordo sottoscritto lo scorso anno”.

“Come Ascom Confcommercio Delegazione di Mogliano – afferma il Presidente Massimo Cestaro – abbiamo appoggiato e sostenuto il Fund sin dalla prima edizione, in quanto modello di finanza sociale innovativo e propulsivo che fa da volano all’economia e ristora le aziende in crisi di liquidità. Mentre la prima edizione del Fund ha risposto ad un’emergenza inattesa ed incalzante, questa nuova edizione nasce come strumento strutturale di incentivo e diventa un tassello fondamentale della ripresa. Visto il successo, non possiamo che confermare il nostro sostegno e la nostra totale disponibilità a collaborare per il buon esito di questa tornata”.

Articoli correlati
Slide-mainVeneto

Poste Italiane: potenziati da oggi gli orari apertura di 41 uffici postali del Veneto

1 minuti di lettura
Poste Italiane comunica che a partire da oggi lunedì 29 novembre, 41 Uffici Postali in tutte le province del Veneto sono interessati…
AmbienteSlide-mainVeneto

"Cambiamenti climatici: come affrontarli?

2 minuti di lettura
CONFERENZA FINALE DEL PROGETTO LIFE VENETO ADAPT:“CAMBIAMENTI CLIMATICI: COME AFFRONTARLI?GLI STRUMENTI MESSI A PUNTO DAL PROGETTO VENETO ADAPT” Dal Veneto, a disposizione…
Slide-mainTrevisoVenetoVenezia

Tiramisù Global Marathon

1 minuti di lettura
ECCO LE RICETTE “PER IL NOSTRO PIANETA” Dalle 11 alle 19 di ieri la lunga diretta online. Hanno vinto l’Instagram contest: 1°…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!