Italia MondoSlide-mainSportVenezia

Venicemarathon, un’edizione da record

3 minuti di lettura

32mila persone tra 42K-21K-10K e le cinque tappe di Alì Family Run. Il patron Rosa Salva “È stata l’edizione più spettacolare di sempre”.

Mai così tanti, mai così veloci a Venezia! Quella che si è conclusa ieri in Riva Sette Martiri è stata l’edizione dei record. Con l’inserimento della nuova mezza maratona, la manifestazione quest’anno ha salutato ben tre partenze (Stra, Mestre e Parco San Giuliano), applaudito 15mila persone che hanno dato vita a uno spettacolare serpentone colorato che ha coinvolto l’intero territorio della città metropolitana di Venezia e nelle scorse settimane, con le cinque tappe delle Ali Family Run, ha coinvolto 17mila persone tra studenti e famiglie.

Ma soprattutto è stata l’edizione del record della gara maschile, 2h08’10”, a firma dell’ugandese Solomon Mutai che ha limato di 3 secondi il precedente primato (2h08’13”) ottenuto nel 2009 dal keniano John Komen.

Felicissimo il patron di Venicemarathon Piero Rosa Salva: “In 36 edizioni, devo confessare che questa è stata la più spettacolare di sempre, sotto ogni punto di vista: i numeri degli iscritti, il record della gara maschile, il numerosissimo pubblico presente lungo il percorso, le splendide immagini trasmesse dalla Rai in tutto il mondo e la grande scommessa vinta della nuova mezza maratona. L’edizione 2022 scrive una nuova ed importante pagina di storia di questa maratona. Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile questo straordinario risultato”.

Toccante l’arrivo di Sammy Basso, il 27enne di Tezze sul Brenta (VI), affetto dalla nascita da progeria, che ha percorso l’intera Maratona di Venezia assieme ai ‘Sammy Runners’, una trentina di amici podisti, che a turno lo hanno spinto con una speciale carrozzella a ruota unica – la Joelette – lungo tutto il tracciato. Sammy e i suoi runners hanno impiegato 4h47′. “Questa è stata la mia seconda volta a Venezia e me la sono goduta un pò di più perchè già sapevo quello che mi aspettava e quindi mi preparavo mentalmente alle emozioni. Entrare in Piazza San Marco però è un tuffo al cuore sempre fortissimo. Ringrazio i Sammy Runners per quello che sono riusciti a fare oggi, sono un gruppo straordinario”.

Federico Rossi, il 28enne paralimpico di Schio, reduce dalla grandissima impresa di aver raggiunto lo Stelvio in carrozzina, è arrivato al traguardo di Riva Sette Martiri stravolto ma felice. “Adoro questa gara, adoro questa città e il suo pubblico e anche questa volta mi è scesa una lacrimuccia appena siamo entrati in Laguna”. 

LE CURIOSITÀ DELL’EDIZIONE 2022

Risultati degli atleti più maturi: Fiorenza Simion (1943) che ha concluso la maratona in 6h36’56”;  Paolo Barbato (1941) in 5h34’00’. Mentre l’atleta più ‘esperto’ in assoluto delle tre gare è Sergio Molinari, classe 1936, che ha impiegato nella 10K 1h35’25”.

Papà Christian Barzazi che ha spinto il suo piccolo Riccardo (9 anni) nato con una paralisi cerebrale a causa di asfissia perinatale, ha impiegato 4h27’47”.

Don Marco Carletto, il parroco tesserato per Athletica Vaticana, e che ieri sera ha celebrato la Messa del Maratoneta ha impiegato 4h05’51”.

PREMI SPECIALI

Trofeo “Porti del Veneto” – Il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Fulvio Lino Di Blasio ha premiato Anna Vianello (58’57”) e come lo scorso anno Thomas Gavagnin (42’39”), i dipendenti più rapidi al traguardo nella 10 km.

Trofeo Sprint” – il caporedattore de Il Gazzettino Davide Scalzotto ha premiato il primo veneto al traguardo, ovvero il vicentino Luigi Vivian (Nico Runners) 2h29’17”.

Il 1^ Trofeo Banca Ifis è stato consegnato dal responsabile eventi e comunicazione di Banca Ifis Federico Bacciolo ad Alì, azienda con il maggior numero di iscritti.

I FEDELISSIMI

Giuliano Barizza 6h49’02”; Gianfranco Tagliapietra 5h24’27”, Mauro Trevisan 3h50’09”, Laudino Mason 5h05’40” e Vittorio Fincato 3h57’08” sono i “fedelissimi” che non hanno mai perso un’edizione della corsa.

La 36^ UYN Venicemarathon è organizzata da Venicemarathon e realizzata grazie all’imprescindibile supporto dei Comuni di Venezia, Stra, Fiesso d’Artico, Dolo e Mira. Fondamentale inoltre, anche quest’anno, il contributo della Regione Veneto, della Città Metropolitana di Venezia, della Prefettura, della Questura, del CONI, FIDAL, CIP e AIMS, della Camera di Commercio Venezia Rovigo, Confindustria Venezia, dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, dei Vigili del Fuoco, della Polizia di Stato, Stradale, delle Telecomunicazioni, e di Frontiera, dei Carabinieri, delle Polizie Municipali, della Protezione Civile della Città Metropolitana di Venezia e di tutte le altre Istituzioni e Forze dell’Ordine che da sempre contribuiscono in maniera determinante alla riuscita dell’evento

Articoli correlati
MestreSlide-main

Dedicato a Don Franco De Pieri il nuovo ponte ciclopedonale in riviera Marco Polo

1 minuti di lettura
La Giunta comunale riunita ieri ha approvato, su proposta dell’assessore alla Toponomastica Paola Mar, la delibera con la quale si autorizza l’intitolazione a Don…
AnimaliMargheraMestreSlide-mainVenezia

Colonie feline, arriva il bando per i contributi finanziari del Comune di Venezia

1 minuti di lettura
La Giunta comunale riunita ieri ha approvato, su proposta dell’assessore all’Ambiente Massimiliano De Martin, la delibera che contiene gli indirizzi, i requisiti e i…
Slide-mainTrevisoTutela del Cittadino

Carabinieri e pagamenti online, 5 denunce per truffa

1 minuti di lettura
I CC della Stazione di Dosson di Casier hanno denunciato, per truffa in concorso, un 18enne residente a Roma e una 38enne,…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio