Home / Posts Tagged "Villa Condulmer"

Continuiamo con la pubblicazione a puntate del libro scritto dal nostro concittadino, Nuccio Sapuppo. In questa raccolta l’autore ha voluto raccontare – in forma di monografie – luoghi, avvenimenti e personaggi figli di Mogliano che si sono distinti per le opere che hanno compiuto nella loro vita

 

Il campo si snoda all’interno dell’immenso parco che circonda il famoso Ristorante con Albergo a 5 stelle denominato Villa Condulmer. È lungo 5.900 metri e si compone di 18 buche fra le piante secolari del parco della settecentesca villa. È un Golf Club storico e prestigioso per la posizione strategica che occupa al centro della campagna trevigiana, comodo da raggiungere sia da Mestre che da Treviso e è vicinissimo all’ingresso alla bretella che congiunge le Autostrade per Belluno, Milano e Bologna.

 

Vi vengono organizzati anche tornei a livello internazionale ai quali partecipano di solito concorrenti famosi provenienti da tutte le parti del mondo. Il Club dispone anche di un ampio parcheggio per chi arriva in macchina. Invece per chi viene da distante in Aereo troverà comodissimi gli aeroporti di Treviso e il Marco Polo di Venezia, che distano ambedue dal campo del golf non più di venti chilometri.

 

L’intero campo da golf gira attorno al prestigioso Albergo con annesso il ristorante della massima categoria esistente nelle varie guide turistiche e offrono il Ristorante una cucina internazionale gestita da cuochi di fama, e in grado di offrire ai loro clienti un vastissimo assortimento di manicaretti anche della tradizionale cucina veneta, e per la notte un assoluto silenzio e tranquillità adatta e indispensabile per il riposo.

Domani sera tutta Italia vedrà l’intramontabile icona genovese scendere le mitiche scale del Teatro Ariston. Alla vigilia della sua apparizione su Rai1 a fianco di Amadeus, abbiamo intervistato la splendida Sabrina Salerno, trevigiana d’adozione ormai da molti anni.

 

• Felice o sorpresa per l’invito a partecipare a Sanremo?

Sorpresa no, felice sì. Sanremo per me è tornare un po’ nel posto e nel teatro dove tutto è cominciato, avendo io vissuto a Sanremo dai 5 ai 15 anni, quindi in un periodo della mia vita molto importante.

 

• Che effetto ti fa tornare nella tua terra natale?

Sono legata affettivamente a quella città e al teatro dell’Ariston dove sono successe tante cose. Mi ricordo che lì per la prima volta vidi Grease, perché faceva anche cinema. Da ragazzina, fino ai 12-13 anni, mi imbucavo ogni volta che arrivavo al Festival di Sanremo per chiedere l’autografo e vedere i vari cantanti in gara. Diciamo che da lì sono nati un po’ i miei sogni.

 

• Cosa pensi dell’invito di Amadeus a partecipare al Festival?

Amadeus cercava donne con percorsi diversi, che avessero ancora molto da raccontare.

 

• Credi sia possibile che la tua storica amica Jo Squillo ti raggiunga sul palco dell’Ariston?
Siete sempre molto amiche, vi sentite?

Sì, con Jo siamo ancora molto amiche, ci siamo sentite anche ieri, ma la sua partecipazione non è prevista.

 

• Quali sono le tue impressioni in merito allo studio di incisione delle star della musica riaperto recentemente a Villa Condulmer di Mogliano Veneto?

Condulmer Recording Studio è stato inaugurato da poco e ne sono molto felice, perché di lì sono passate alcune delle più famose star mondiali e italiane al mondo.

 

• Perché hai deciso di vivere nella provincia trevigiana e cosa ti affascina di questi luoghi?

A dire il vero non ho deciso, è stata una scelta dettata dal destino perché come tutti sanno sono sposata con Enrico Monti e stiamo insieme da trent’anni, quindi mi sembrava una scelta fin troppo logica.
Comunque sia in Veneto c’è un’ottima qualità di vita e si sta bene (clima a parte)!

Sabato 8 febbraio, alle ore 18.30, Villa Condulmer di Mogliano Veneto riprende gli appuntamenti musicali con il primo concerto 2020.

Nella veranda dell’Hotel si esibiranno il violoncellista Riccardo Pes e la pianista Irina Vaterl in un inconsueto e romantico programma. Sarà l’occasione di apprezzare anche la musica di Clara Schumann che, a detta di alcuni critici, era una compositrice e pianista ancora più brillante del fratello.

 

Programma

• Clara Schumann (1819-1896) – Tre romanze op.22
Andante molto, Allegretto, Leidenschaftlich schnell

• Robert Schumann (1810 – 1856) – “Grande Sonata” per violino e pianoforte in Re minore
Ziemlich langsam –Lebhaft, Sehr Lebhaft, Leise, einfach, Bewegt

 

Ingresso: euro 15 – soci euro 10

 

 

 

 

Sono inoltre aperte, via mail o per telefono, anche le prenotazioni per la cena che seguirà l’appuntamento musicale.

Il menu propone:
Ravioli di Faraona con Salsa al Taleggio profumata al Tartufo e Granella di Pistacchi
Crema Catalana al Cioccolato Bianco
Minerali
Vini
Caffè

 

Costo per persona: euro 30

Tel. Paolo 348.9025425 – Claudio 348.7265243

 

 

Photo Credits: Francesco Fratto

Domenica 21 luglio 2019 alle ore 20.45, nella Barchessa di Villa Condulmer, si terrà il concerto del Trio Veneto, che vedrà Enzo Ligresti al violino, Marco Dalsass al violoncello e Gabriele Maria Vianello Mirabello al pianoforte.

Ingresso 10 euro.

 

Musiche in programma

Bedrich Smetana: piano trio op.15 in sol minore.
Dimitri Shostakovich: piano trio n.2 op.67 in mi minore.

 

Terminato nel 1855, il piano trio op.15 in sol minore di Smetana, dall’andamento appassionato e rapsodico, esprime con immediatezza sentimenti di dolore, di rimpianto, alternati a motivi che talora indulgono tra malinconia e visioni fantastiche; si nota un certo entusiasmo verso le ardite innovazioni di Berlioz.
Tutti e tre i movimenti in cui il Trio è articolato, hanno come idea comune la scala cromatica discendente, emblematica espressione del dolore dai tempi del barocco.

 

La musica da camera di Shostakovich si sta rivelando in questi ultimi anni come la parte della sua opera di più alta qualità musicale e soprattutto di maggiore profondità e potenza spirituale. Il Trio per violino, violoncello e pianoforte n. 2 op. 67 venne composto da Sostakovic nel 1944, con dedica alla memoria di Ivan Sollertinskij, uomo di cultura e critico musicale suo grande amico. È una pagina drammatica e tesa, nella quale si alternano momenti di intenso lirismo a episodi scherzosi, al limite del grottesco.

Come tutti gli anni, l’associazione Amici della Muscia “Toti Dal Monte” è lieta di ospitare il vincitore del concorso pianistico nazionale “Premio Venezia” 2018.

 

L’appuntamento è fissato per sabato 16 marzo, alle ore 18:30, nella veranda di Villa Condulmer, dove il talentuoso pianista Gabriele Strata, al rientro dagli Stati Uniti, si esibirà in brani di Beethoven, Debussy e Liszt.

 

Al termine del concerto si potrà proseguire con la consueta cena proposta dal Ristorante dell’Hotel.
Si raccomanda agli interessati di contattar per tempo l’associazione, sia per il concerto sia per la cena.

 

Costo

Ingresso € 15, Soci € 10, gratuito per i giovani fino ai 16 anni

 

Musiche

Beethoven – Sonata in re magg. op.28 Pastorale
Debussy – Nocturne L.89 da Préludes, secondo libro L 131
Liszt – da Années de pèlerinage. Deuxième Année. Italie, S 161

 

Recapiti

348.9025425 (Paolo)
348.7265243 (Claudio)
338.8308500 Ester)

Iniziativa del Rotary col patrocinio del Comune il 12 giugno a Villa Condulmer

 

Lo sport è la metafora della vita: ti insegna a compiere sacrifi­ci, a credere in ideali, a lottare per qualcosa, a rialzarti dopo una caduta.

 

Le storie di campioni, come di atleti qualsiasi, specie se paratleti, sono spesso paradigma di come andrebbe affrontata la quotidianità.

 

Per questo il Rotary Club Treviso Terraglio di Mogliano Veneto, col patrocinio del Comune, assessorato allo sport, ha chiesto a due atleti di successo del nostro territorio di raccontarsi nel corso di una serata aperta a tutti, che si svolgerà a Villa Condulmer, martedì 12 giugno alle 20.00 (ore 20.00: aperitivo a bu­et – costo €15,00 su prenotazione; ore 20.45: ingresso libero e presentazione degli atleti, con saluto per l’Amministrazione Comunale dell’assessore Oscar Mancini).

 

A raccontarsi, presentati da Valter Durigon, formatore di educazione fisica, ci saranno Andrea Cipressa, olimpionico medaglia d’oro nel fioretto a squadre (con Stefano Cerioni, Mauro Numa e Angelo Scuri) ai giochi olimpici di Los Angeles 1984, ora CT Nazionale Italiana Fioretto Medaglia d’oro Olimpica a squadre, e Fabrizio Pescatori, Medaglia d’oro ai Mondiali di Nuoto Acque libere

 

Previsto anche l’intervento del neo presidente del rugby Mogliano, Maurizio Piccin.

 

Il Café Verdi a Villa Condulmer diventerà un vero e proprio palcoscenico per un simposio gastronomico d’eccezione grazie ad una gara succulenta fra due cucine amatissime, quella veneziana e napoletana, presentata da Fabrizio Nonis, celeberrimo Bekèr televisivo, divulgatore e appassionato, nonché grande conoscitore della cucina locale.

 

Il pubblico voterà ogni portata preparata dai due chef, e avrà il difficile compito di giudicare le pietanze in base all’equilibrio, il sapore e l’impiattamento. Ci sarà solo un vincitore.

 

Non mancherà la componente musicale: la tribute band di Lucio Battisti 10HP si esibirà per un dopocena decisamente movimentato e lascerà poi lo spazio alla disco con dj set.

 

Per informazioni e prenotazioni è possibile chiamare il 041-5972700 (Villa Condulmer). Il prezzo a persona è di 45€.

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni