Home / Posts Tagged "mirano"

La “Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole”, intende promuovere, valorizzare e condividere le attività e le iniziative realizzate dalle scuole sui temi della sicurezza e della prevenzione dei rischi.

 

La Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole è stata istituita per ricordare tutte le vittime della scuola e, in particolare, il tragico evento avvenuto nella Città di Rivoli presso il liceo scientifico statale Darwin il 22 novembre 2008 e quelli della Scuola “Jovine” di San Giuliano di Puglia e della “Casa dello Studente” de L’Aquila e per far riflettere tutti sull’importanza di iniziative e momenti di formazione e informazione sul fondamentale valore della sicurezza.

 

Per raggiungere obiettivi ambiziosi, come quello della sicurezza, è necessario, infatti, lavorare tutti insieme nella stessa direzione ed è necessario uno sforzo congiunto di tutti i soggetti istituzionali coinvolti nonché una partecipazione attiva delle comunità scolastiche per diffondere informazioni corrette, azioni e buone pratiche per la promozione della cultura della sicurezza e per la gestione dei rischi all’interno delle scuole, anche attraverso momenti formativi e incontri con dirigenti scolastici, docenti, studentesse, studenti e genitori.

 

È, quindi, fondamentale che si parta proprio dalle scuole per promuovere in positivo iniziative per la condivisione della conoscenza dei rischi legati al proprio territorio e alla propria scuola, diffondendo un messaggio concreto di come la sicurezza debba essere un diritto di tutti e di come si possa essere e diventare cittadini attivi e consapevoli.

 

Ufficio Scolastico Regionale, INAIL Direzione regionale Veneto, la rete regionale delle scuole SIRVESS, il comando interregionale dei Vigili del Fuoco, l’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco organizzano una conferenza stampa per giovedì 22 novembre, alle ore 10.30, presso l’Istituto d’Istruzione Superiore 8 Marzo – K. Lorenz Via Matteotti, 42A/3 30035 Mirano (VE).

 

Nel corso della conferenza stampa verrà illustrato il progetto ISSA (Informazione, sensibilizzazione alla sicurezza antincendio), giunto alla terza edizione e che ha consentito agli studenti di ottenere il patentino per addetto antincendio e al personale scolastico e ad alcuni insegnanti di confrontarsi con i vigili del Fuoco su tematiche relative alla sicurezza delle persone e degli ambienti scolastici.

 

Parteciperanno all’incontro il direttore Regionale dell’INAIL Daniela Petrucci, il Vicedirettore Generale dell’USR per il Veneto Mirella Nappa, il comandante dei vigili del fuoco di Venezia Ennio Aquilino, il dirigente scolastico dell’Istituto 8 marzo K.Lorenz Roberta Gasparini, il coordinatore regionale dell’Associazione dei vigili del Fuoco Fabrizio Zanaga.

 

Per ulteriori informazioni:

Elena Pisoni – [email protected] – 041.2729381

Giuliana Domestici – [email protected] – 041.2729359

Continuano le ricerche dei vigili del fuoco della donna 77enne di Mirano, di cui non si hanno più notizie da mercoledì, dopo pranzo quando è uscita di casa senza più fare rientro.

 

Le ricerche dell’anziana dopo la denuncia dei familiari sono iniziate alle 19 di mercoledì stesso, dopo l’attivazione del piano provinciale delle persone scomparse. Le ricerche vengono coordinate dai vigili del fuoco dall’UCL (unità di comando locale), dove gli operatori TAS (topografia applicata al soccorso) monitorano  le varie zone di ricerche di tutti i soccorritori.

 

Nella giornata di ieri ai 15 operatori dei pompieri presenti si sono aggiunti gli specialisti del nucleo sommozzatori di Venezia, che ha effettuato una ricerca lungo il canale Taglio che collega Mirano a Mira. Ricerche anche dall’alto con l’elicottero Drago 71 del reparto volo di Venezia, che ha sorvolato a lungo la zona e un nucleo cinofilo proveniente dalla Lombardia. Alla ricerca stanno prendendo parte anche la polizia locale i carabinieri e volontari della protezione civile.

Da poco dopo la mezzanotte, i vigili del fuoco stanno operando in via Casin di Sala, a Mirano, per l’incendio di un’abitazione disabitata. I pompieri accorsi da Mira e Mestre con quattro automezzi con quattordici operatori hanno spento le fiamme, che hanno interessato l’abitazione spesse volte utilizzata come rifugio di senzatetto, e che hanno causato il crollo del tetto. Questa mattina l’interno dell’abitazione sarà ispezionato con l’ausilio del nucleo cinofilo per escludere del tutto la presenza di persone all’interno della struttura.

Alle 10.15 circa, i vigili del fuoco sono intervenuti in via Stazione, in Località Ballo’ di Mirano, per lo scontro tra due auto con successivo incendio: due feriti. I pompieri arrivati da Mira hanno spento l’incendio dell’Alfa Romeo Giulietta divampato subito dopo l’incidente. I due conducenti scesi autonomamente dalle vetture, sono stati presi in cura dal personale del Suem 118. Sul posto la polizia locale del miranese per la deviazione del traffico e i rilievi del sinistro. Le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco sono terminate dopo circa un’ora.

 

 

 Il Giro d’Italia passerà il 18 maggio lungo la Riviera del Brenta e nelle località di Mirano, Maerne, Martellago e Zero Branco, le cui strade resteranno chiuse per il periodo necessario.

Tutte le località attraversate dai girini saranno addobbate con il colore rosa, in onore dei ciclisti e saranno organizzati festeggiamenti.

Quella dei Kaos Protokoll è una band che non manca mai di suscitare sorpresa e di trovare come sua prima cifra stilistica il contrasto. Quando si ascoltano è difficile non farsi venire in mente le particolari sonorità del Nord, e non immaginare band come gli ADHD o i Jaga Jazzist.

 

Con il tempo hanno cominciato anche a farsi riconoscere per le esplorazioni delle più scure e lunatiche accezioni dell’elettronica; il loro è un ritmo artificiale quasi magico e le loro musiche si muovono con una particolare sensibilità cinematografica; sul palco “spaccano” con energia post punk e grande ruvidità.
Adesso sono pronti per svelare ancora un nuovo capitolo musicale: da poco divenuti quartetto e modificati alcuni dettagli della line up, portano in Europa, e più precisamente a Mirano, un lavoro discografico di imminente uscita… e chissà quali sono le sorprese che ancora ci riservano!

 

L’appuntamento è per domani, venerdì 27 aprile 2018, alle ore 21.00, presso il Teatro Villa Belvedere.
L’ingresso libero, la prenotazione consigliata.

 

Info e prenotazioni
[email protected]
Tel. +39 347 5793170
(dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 18)

Prevenire gli incidenti stradali dovuti all’eccesso di velocità e garantire sempre maggior sicurezza agli automobilisti in transito sulle strade provinciali: questi i motivi che hanno spinto la Città metropolitana di Venezia a procedere all’installazione di due nuovi dispositivi autovelox lungo la Strada Provinciale n. 81 al km 3+641 in Comune di Spinea, nel tratto denominato via Costituzione ai piedi del cavalcaferrovia sulla linea Venezia-Padova compreso tra via Fornase e via Ferrovia e lungo la Strada Provinciale n. 32 al km 9+105 in Comune di Mirano nel tratto denominato via Cavin di Sala della zona commerciale compresa tra via Galilei e via Varotara.

I dispositivi saranno attivi dalle ore 13.00 del prossimo 17 aprile 2018. L’installazione è stata decisa dalla Città Metropolitana di Venezia, su autorizzazione della Prefettura e sentiti gli enti locali, dopo un attento monitoraggio e analisi delle velocità dei veicoli in transito lungo le due arterie stradali in seguito ai nuovi limiti di velocità istituiti a gennaio 2018.

Il dispositivo posto lungo la SP81 in Comune di Spinea controllerà i veicoli provenienti da Mirano-Spinea in direzione Marghera-Venezia, mentre quello installato lungo la SP32 in Comune di Mirano controllerà i veicoli in entrambe le direzioni. In entrambi i casi occorrerà rispettare il limite di velocità di 70 km/h.

Le apparecchiature, installate su apposito sostegno e munite di sistema antivandalico, rileveranno le targhe dei veicoli trasgressori attraverso strumenti che verranno tarati e verificati nella loro corretta funzionalità, come previsto dalla nuova normativa in materia.

I dispositivi autovelox perseguono l’obiettivo di garantire un’efficace azione preventiva di contrasto al fenomeno dell’incidentalità legato agli eccessi di velocità. Sia la S.P. n. 32 che la S.P. n. 81 sono state, infatti, teatro di alcuni gravi incidenti, nel giugno del 2014 e nel gennaio del 2016, in cui hanno perso la vita anche due giovani, tra cui un minorenne.

Le due strade in questione, nel corso del 2017, sono state oggetto di interventi di miglioramento per quanto riguarda la sicurezza stradale con il potenziamento della segnaletica, l’installazione di nuove barriere di sicurezza stradali e di guard-rail. Come previsto dal Codice della Strada, i proventi derivanti dall’accertamento della violazione dei limiti di velocità saranno interamente destinati al finanziamento di interventi per la sicurezza stradale delle strade di competenza della Città Metropolitana di Venezia.

 

Con l’attivazione dei due autovelox si completa anche la prima fase di attuazione del Progetto “Strade Sicure”, che ha portato all’installazione di altri dispositivi di rilevazione della velocità già attivi in Comune di Venezia, San Stino di Livenza e Quarto d’Altino.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni