Home / Mogliano  / Roberto Masiero presenta al pubblico il suo nuovo romanzo

Roberto Masiero presenta al pubblico il suo nuovo romanzo

Lo scrittore Roberto Masiero presenta al pubblico il suo nuovo romanzo dal titolo Dragan l’imperdonabile (Infinito edizioni).

Intervista e letture di Silvia Battistella con l’accompagnamento musicale del M.o Silvano Borin

 

Lo scrittore Roberto Masiero presenta al pubblico il suo nuovo romanzo dal titolo Dragan l’imperdonabile (Infinito edizioni). L’appuntamento, con il patrocinio della città di Mogliano Veneto, è per lunedì 17 febbraio alle ore 18 presso la sala consiliare del Municipio di Mogliano Veneto.

 

L’autore, nativo di Bolzano anche se risiede nel Veneto, introduce ad un’opera narrativa dai forti connotati psicologici, ambientata agli inizi degli anni ’90. Roberto Masiero ama affiancare alla quotidianità di vite comuni l’irrompere di eventi della Grande Storia che ci riguardano, spesso inconsapevolmente. Una nuova occasione per riflettere sui danni irreparabili che provocano i contrasti etnici in una comunità, specie quando sono alimentati da sapienti mestatori. 

 

Nella nuova opera compare Giada, giovane cassiera di un supermercato, turbata da questioni personali e da una solitudine interiore, solo a tratti spezzata dal dialogo rassicurante con una bambina inesistente, generata dalla propria fantasia. Su questo scenario entra come un fulmine il dramma della vicina, ma affettivamente lontanissima guerra che si combatte nei Balcani, dopo la disgregazione della ex Jugoslavia. Dragan, giovane ex insegnante di Višegrad, fuggito in Italia per ragioni misteriose, si arrabatta come può nella precarietà. Tra lui e la ragazza viene a stabilirsi uno strano rapporto: il serbo bosniaco, spirito pratico, si rivelerà una specie di premuroso angelo custode al servizio della ragazza, fino a quando succede l’irreparabile e la vicenda si tinge di giallo…

 

Appaiono sullo sfondo episodi dell’inenarrabile genocidio consumato in Bosnia, a cui questa storia toccante, pur nella finzione narrativa, fa riferimento in modo circostanziato. Ritornano, sotto nuove sembianze, i mostri ideologici che pensavamo di aver definitivamente sconfitto in Europa, dopo la terribile stagione della Shoah.

 

Pagine tese, dai toni pungenti, alternate a sprazzi di delicata introspezione e paesaggi dell’anima, ci avvicinano alla realtà di un conflitto fratricida vicino nel tempo, largamente incompreso, che rimanda alla questione irrisolta sulla natura contraddittoria dell’uomo, sempre in bilico tra l’aspirazione a una limpidezza irraggiungibile e l’abisso dei propri istinti peggiori, di cui sono vittime soprattutto gli esseri più deboli e in particolare le donne. 

 

Pur non avendo finalità di letteratura narrativa dichiaratamente ancorata al territorio locale, tra le pagine più significative rivivono il parco abbandonato di Veneland a Mogliano Veneto con l’ambiente straordinario delle ex cave di Marocco, insieme a paesaggi della nostra pianura, ricca di testimonianze.

L’autore

Roberto Masiero è nato da genitori veneti e cresciuto a Bolzano, in anni in cui era forte la tensione tra popolazioni di diversa estrazione linguistica. Risiede nel trevigiano e nel corso della sua vita ha coltivato una vera avversione per ogni forma di pregiudizio. Tra le sue principali pubblicazioni: la raccolta di racconti Una notte di niente, i romanzi Mistero animato, La strana distanza dei nostri abbracci, L’illusione che non basta e Dragan l’imperdonabile. 

 

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni