Home / Posts Tagged "Mogliano"

In apertura della conferenza odierna sulle iniziative collegate al Giorno della Memoria 2020, il Sindaco Davide Bortolato ha dichiarato: “Penso sia una responsabilità che abbiamo come Amministrazione quella di far diventare il Giorno della Memoria un momento fondamentale all’interno del nostro operato. È nostro dovere trasmettere alle nuove generazioni la Memoria, far conoscere, capire e riflettere.
Abbiamo pensato a forme d’arte diverse. Avremo incontri, celebrazioni ufficiali, letture, concerti, proiezioni, convegni, performance teatrali, affinché tutti possano esprimersi, con l’obiettivo condiviso di non dimenticare quanto accaduto con l’Olocausto. Solo in questo modo eviteremo che il Giorno della Memoria assuma la sterile veste di ripetitiva ricorrenza. Quest’anno, in cui ricorre anche il 75esimo anniversario della liberazione del lager di Auschwitz, ci siamo messi d’impegno per consolidare un nutrito programma e ringrazio tutte le associazioni che hanno collaborato perché senza di loro non sarebbe stato possibile realizzare nulla”.

 

Il programma, in calendario da domani fino al 31 gennaio, è realizzato in collaborazione con l’ANPI Mogliano Veneto, le Associazioni Combattentistiche e d’Arma, l’Associazione Genitori Mogliano APS, l’Associazione Mojan, le compagnie teatrali “Attori per Caso” e “Traccia sul Palco”, l’Ensemble Pausa in Sol Maggiore, il Gruppo Musicale Città di Mogliano, il Gruppo “Quante Storie!”, la Collaborazione Pastorale di Mogliano Veneto, le scuole del territorio, la Soms, UNITRE e l’Associazione “Oltre Lo Sguardo”.

 

Associandosi all’appello del Sindaco, il Vicesindaco Giorgio Copparoni ha aggiunto: “La memoria ha senso solo se è condivisa e questo è quello che stiamo cercando di fare.

L’Amministrazione Comunale, che ha sostenuto e continuerà a sostenere chiunque nel nostro territorio proponga iniziative meritevoli, non poteva non condividere e fare proprio il progetto ideato dall’Associazione Oltre Lo Sguardo in occasione della Giornata della Memoria. Questa mostra intende sottolineare che anche la produzione artistica contemporanea vuole svolgere un ruolo di cerniera tra passato e futuro, in grado di consegnare alle generazioni presenti e future riflessioni sugli orrori della storia, da un lato, e stimolare affinché l’umanità possa mai più scrivere pagine così buie nel corso della sua esistenza, dall’altro”.

 

L’edizione 2020 del Giorno della Memoria prenderà avvio domani, venerdì 24 gennaio, all’istituto Astori con la “Storia della musica: la Shoah raccontata attraverso la musica”, a cura del Quartetto d’Archi ExtraHarmonie.

 

Sabato 25, alla biblioteca comunale “E. Scoffone” il Gruppo “Quante Storie!” proporrà le letture di “Cappuccetto Uf”. Nella stessa giornata, sarà predisposto un punto di raccolta libri per costruire una “biblioteca della memoria” da donare alle scuole.

 

Appuntamento più fitto quello di domenica 26 gennaio, che si aprirà con la commemorazione delle vittime della Shoah in Piazza Caduti; a fare da sfondo, le 10 installazioni di totem a cura di ANPI Mogliano Veneto. Seguirà nel pomeriggio la rappresentazione teatrale “La notte senza fine” degli Attori per Caso, ospitata al Teatro Astori. La giornata si concluderà con la 41^ Fiaccolata dei 5 Panaini meditando sul giorno della memoria, organizzata dalla Soms.

 

Lunedì 27 gennaio, il Giorno della Memoria sarà commemorato ufficialmente in Piazza Caduti con la deposizione di una composizione floreale e di un intervento del Sindaco Davide Bortolato. Seguirà, nell’atrio del Municipio, un momento di riflessione dal titolo “Interludio”, accompagnato dall’Ensemble Pausa in Sol Maggiore e dalle letture di Alessandra Fusati della compagnia teatrale “Tracce sul Palco”.

 

Le leggi razziali saranno al centro del convegno in programma al Liceo Berto sempre lunedì 27 gennaio, con relatore il Prof. Alessandro Casellato, a cui seguiranno le letture tratte da “Il bambino di Noè”, che il Gruppo “Quante Storie!” terrà alla scuola media Montalcini.

 

Seguiranno infine la testimonianza di Ester Jacchia Frezza al teatro dell’Istituto Astori con “Il seme della memoria” e la mostra “Italiani brava gente” dedicata alle leggi razziali, inaugurata e ospitata al Liceo Berto.

 

Sempre al Liceo Berto, martedì 28 gennaio si terrà il “Primo incontro su Tina Anselmi”, nel corso del quale interverrà il Dott. Ivano Sartor.

 

Martedì 28 e mercoledì 29 al Cinema Teatro Busan sarà proiettato il film “Corri ragazzo corri”.

 

Tre gli appuntamenti previsti per mercoledì 29 gennaio: si inizierà con lo spettacolo teatrale “Ausmerzen” di Marco Paolini al Liceo Berto. Si proseguirà alla scuola media Montalcini con le letture tratte da “Il bambino di Noè” a cura del Gruppo “Quante Storie!”, per concludersi con l’inaugurazione al Brolo della mostra d’arte a cura dell’Associazione “Oltre Lo Sguardo” e la Collaborazione Pastorale di Mogliano Veneto, intitolata “Le pietre di Auschwitz”, che vedrà la straordinaria partecipazione di Oleg Mandic, il bambino che chiuse le porte di Auschwitz.

 

Verterà su quest’ultimo tema anche l’appuntamento proposto in calendario per giovedì 30 gennaio al Cinema Teatro Busan, dove si terranno la proiezione del filmato “Le pietre di Auschwitz, un’umanità calpestata” e il concerto di musica elettronica “Assordante Silenzio”. I due appuntamenti, proposti al mattino per gli studenti del Liceo Berto e in serata per tutta la cittadinanza, saranno replicati venerdì 31 gennaio per gli studenti degli istituti comprensivi N. Mandela e M. Minerbi.

 

Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

Scarica la locandina.

Nel quadro delle manifestazioni per la Giornata della Memoria l’UNITRE di Mogliano Veneto organizza una lezione-concerto dal titolo La Shoah raccontata attraverso la musica.
Quartetto n.8 di Shostakovich.

 

L’evento si terrà venerdì 24 gennaio, alle ore 16.30, nell’Aula Triennio del Collegio Salesiano Astori (via Marconi, 22).

Relatrice sarà Luisa Bassetto.

Dalla tranquilla provincia veneta al dramma incompreso della Bosnia Erzegovina

 

Il prossimo 17 febbraio avremo il piacere di ascoltare la presentazione/reading dell’ultimo romanzo di Roberto Masiero, dal titolo Dragan l’imperdonabile.

 

La serata sarà allietata dalle letture interpretate da Silvia Battistella e dall’accompagnamento musicale del Mo. Silvano Borin.

 

Info

Mogliano Veneto, sala consiliare del municipio – P.zza Caduti, 8
Data evento: 17 febbraio 2020
Orario: 18.00 – 19.30

 

Trama

Una commessa di provincia, ferita da un amore sbagliato, trova sicurezza solo nel dialogo con una bambina generata dalla propria fantasia. La sua vita solitaria si annoda inaspettatamente col dramma della guerra di Bosnia-Erzegovina. L’anello di congiunzione è Dragan, giovane ex insegnante di Višegrad, fuggito in Italia per ragioni misteriose. Il serbo bosniaco, spirito pratico, si rivela una specie di angelo custode al servizio della ragazza. Fino a quando riemerge un passato sconvolgente che ci riguarda tutti…
Ambientato parzialmente nella cittadina moglianese e i suoi dintorni, Il romanzo rimanda alla questione irrisolta sulla natura contraddittoria dell’essere umano, in bilico tra l’aspirazione ad una limpidezza irraggiungibile e l’abisso dei propri istinti peggiori.

 

L’autore

Roberto Masiero è nato e cresciuto a Bolzano. Oggi risiede a Mogliano Veneto, dove scrive preferibilmente narrativa con qualche fuga nella poesia.
Dello stesso autore i romanzi: Mistero animato (2009), La strana distanza dei nostri abbracci (2013) e L’illusione che non basta (2019).

 

 

Anche per il 2020 è ripartito il progetto scuole del Mogliano Rugby 1969, per la promozione dell’attività fisica e della socializzazione. Gli incontri hanno come riferimento l’Istituto Parini di Mestre (www.istitutoparini.it) e la prima lezione si è svolta presso la palestra Olimpia di Mestre.

 

Il progetto nasce anche grazie alla volontà espressa dall’Istituto Parini nelle persone dei docenti Brunello Isabella e Lazzarin Enrico e del Preside Franco Mazzucco. Il team messo in campo dal club biancoblù è composto da Enrico Endrizzi, Mattia Zappalorto, Brian Ormson, Brian Tuilagi e Andrea Pratichetti, che svolgeranno le lezioni in inglese, come richiesto dallo stesso Istituto, e avvicineranno gli studenti al nostro sport.

 

“Siamo contenti di poter annunciare questa nuova collaborazione con L’Istituto Parini di Mestre”, dichiara il Presidente biancoblù Maurizio Piccin, “è un ulteriore tassello che integra il progetto di una società sportiva moderna, attenta non solo all’attività agonistica, ma anche al sociale. Cosa c’è di più sociale della scuola, dove si formano i cittadini di domani? I valori dello sport, e del rugby in particolare, aiutano i giovani a prepararsi alla vita, così come lo fa la scuola.”

 

Chi fosse interessato e volesse avvicinarsi al rugby, può sempre contattare la nostra segreteria al numero 041.5902706, oppure scrivere una mail ai seguenti indirizzi:

[email protected] – [email protected]

Riceviamo e pubblichiamo la breve risposta del sindaco Davide Bortolato alle dichiarazioni sollevate dal Consigliere Ceschin in merito al Consiglio Comunale dei Ragazzi

 

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi ha perso brio e forza ed ora c’è bisogno di nuova linfa vitale. Come di consueto il consigliere Ceschin accende gli allarmi inutilmente. Il CCR, importante organo del nostro Comune, in vigore dall’anno 2000 in virtù dell’art.12 legge 176/1991 di cui alla convenzione ONU sui diritti dell’infanzia, andrà presto ad eleggere le rappresentanze ed inizierà anche quest’anno il suo ammirevole lavoro. 

 

Questa Amministrazione già i primi giorni di dicembre ha convocato i tutor scolastici per indire le nuove elezioni e successivamente il 16 dicembre ha incontrato un genitore delegato e la storica coordinatrice del CCR. 

 

Consideriamo che nel passato quinquennio i ragazzi del CCR non sono mai stati accolti in Consiglio Comunale come consuetudine e che, sempre nell’ultimo quinquennio le richieste e le istanze portate dai bambini siano state completamente dimenticate a favore di una prosopopea educativa e politica fatta dall’ex Vicesindaco Ceschin. 

 

Infatti i ragazzi, nell’ultimo periodo del CCR, hanno ricoperto un ruolo passivo, marginale e non propositivo e attivo come da dettami del Progetto del Consiglio Comunale dei Ragazzi. L’ultima turnata del rinnovo del CCR è stata fatta il 17 dicembre 2018 in tutta fretta senza dare nemmeno la possibilità ai giovani di cominciare la loro “campagna elettorale”. 

 

Dalla nostra Amministrazione subito è stato richiesto un nuovo appuntamento con le tutor della scuola per poter indire le elezioni alla ripresa delle attività scolastiche dopo il periodo natalizio. Solo la scorsa settimana abbiamo ricevuto la conferma dell’appuntamento che è stato fissato per questa settimana. 

 

L’assessore Tochet e il consigliere delegato Bison stanno già lavorando per far ripartire con più brio e più energie di sempre il CCR, caratterizzando con partecipazione, confronto e senso civico il progetto che ha senso solamente se i ragazzi sono al centro del progetto stesso e mai deve essere strumentalizzato dalla politica come il nostro consigliere Ceschin ha fatto. 

Di seguito elenchiamo e commentiamo i risultati sportivi collezionati dalla squadre biancoblù nel weekend appena concluso.

 

TOP12

RIPOSO

 

CADETTA

Vittoria importante che mantiene i biancoblù a contatto della zona alta della classifica, saldamente al quarto posto a soli 4 punti dalla vetta. Da subito si è capito che la partita sarebbe stata vinta da chi sarebbe riuscito a mantenere l’impatto fisico per tutti gli 80 minuti. Nonostante Brescia sia partito con estrema aggressività non è riuscita a mantenere la stessa intensità anche nella seconda frazione dell’incontro, quando una miglior organizzazione e una maggior costanza ha permesso a Mogliano di portare dalla sua parte le sorti del match.

 

Mogliano VENETO – domenica 12 gennaio 2020
Campionato italiano di serie B girone 3

MOGLIANO RUGBY 1969 vs BRESCIA JUNIOR 32-14

MARCATORI: (Primo tempo) 5’ Adam cp; 8m. M. Mastrocola ; 25’ Ospitalieri ; 32’ Zane T. Tr Adam

(Secondo tempo) 5’Adam cp; 17’ Cappellari m; 25’ Adam m tr Adam; 39’ Al-Akbar m tr Adam.

MOGLIANO RUGBY 1969: Adam, Cappellari, Sangion, Zanatta, Grinzato, Marin, Cervellin, Pesce, Mengotti, Fiorini, Marini, Al-Abkal, Zane, Colonna.
A disposizione: Bianco, Mattiazzi, Bonotto, Pesce, Marini, Zanchi
all.: Darrell Eigner, Larvogna

BRESCIA JUNIOR RUGBY: Piscitelli, Lazzari, Delle Monache,Miranda, Dimarco, Dizzotti, Mastrocola, Zdrilich, Ospitalieri, Isoli, Ferrari, Reboldi, Aramntini, Romano, Stefanini
all.: Gianluca T.

Punti conquistati in classifica: Mogliano Rugby 1969 5; BRESCIA JUNIOR 0

 

LA TRIBÙ

RIPOSO

 

UNDER 18

Benetton-Mogliano rugby 20 – 3
Benetton: Padoan, Cella, Menoncello, Freschi, Menachem, Bruniera, Battara, Pilotto, Nadali, Rubinato, Rossi, Artico, Bizzotto, Bonan, Zanin
A disposizione: Michielan, Favaro, Ragogna, Sharku, Riato, Roveda, Poles
All. Preo

Mogliano Rugby 1969: Barrile, Zulian, Cazzaro, Garbisi A, Anoruo, Marin, Piovesan, Vianello, Casarin, Spironello, Di Bert, Bassotto, Zabotto
A disposizione: Bandiera, Stefani, Acerboni, Carriero, Grego, Ginetto, Soldá
All. Zappalorto, Branni

Mete: primo tempo 5° e 27° Benetton
Secondo tempo 20° cp Garbisi A; 30° e 36° mete Benetton
Trasformazione 0/4
Giallo: 30° st Bassotto

 

UNDER 16

Riprende il campionato under 16 dopo la sosta natalizia e la formazione del Mogliano affronta in casa i pari età del Rugby Valsugana. La partita si mette subito in salita per i giovani leoni che subiscono la prima marcatura dopo pochi minuti dall’inizio della gara. Grande reazione immediata, con i biancoblù che incominciano a macinare un piacevole gioco multifase, premiato con tre marcature pesanti prima dell’intervallo. Tutte trasformate dal preciso Chinellato. La prima frazione di gioco si chiude sul 21 a 7 con una buona prestazione dei nostri uomini di mischia.
Nella seconda parte di gara Mogliano, sempre padrone della partita, non riesce a sfruttare al massimo tutte le occasioni create, complice un po’ di imprecisione, e va in meta solamente in due occasioni, con Fiorotto dopo una fase di pick and go e Panizzi, con una bella azione personale. Sul finale piccola sbavatura nella trasmissione dell’ovale che porta all’intercetto e alla conseguente meta in mezzo ai pali da parte dell’apertura del Valsugana. Punteggio finale di 33 a 14.
I cinque punti conquistati in classifica e le cinque marcature segnate portano morale e fiducia per il proseguo del campionato

 

Domenica 12 gennaio 2020
Stadio Maurizio Quaggia
Campionato U16 girone Elite, IV giornata
Mogliano Rugby 1969 – Valsugana Rugby Padova 33-14

Rugby Mogliano: Barzan, Corti, Levorato, Maceria, Calenda, Cristofalo, Lorenzetto, Fiorotto, Bellotto, Favaretto, Colli, Dalla Venezia, Panizzi, Bertolissi, Chinellato.
A disp.: Pepe, Casarin, Vecchiato, Marcaggi, Favaro, Boschian, Gaggiato.

Valsugana: Checchini, Destro, Mistretta, Bettin, Livi, Arnoldo, Zambon, Ruotolo, Rasi, Trez, Agnolon, Molari, Matterazzo, Poggi, Edoardo.
A disp.: Deregibus, Ruggeri, Bolzonella, Colomba, Uugwanga.

Marcatori: p.t 2′ meta Valsugana tr.; 8′ meta Corti tr. Chinellato; 13′ meta Panizzi tr. Chinellato; 26′ meta Bertolissi tr. Chinellato.
S.t. 2′ meta Fiorotto tr. Chinellato; 5′ meta Panizzi nt; 30′ meta Valsugana tr.

POST TAGS:

Dopo la pausa natalizia riprendono gli incontri del progetto RispettiAMOci 2019/2020.
Domani, lunedì 13 gennaio 2020, alle ore 22 si terrà il secondo incontro a tema “Cyberbullismo e altri gironi digitali”, con il relatore Massimiliano Martines. Un incontro per ragionare sulle grandi opportunità di conoscenza ed espressione che offre la rete, ma anche sulle molte insidie in cui il bullismo può trovare terreno fertile.

 

Solitamente alla parola bullismo associamo l’immagine di una persona forte, arrogante e prepotente, la rete scardina questo modello e stereotipo, perché ogni internauta può rivelarsi un potenziale aggressore. Un fenomeno particolarmente odioso che può colpire duramente i cosiddetti Millennials, perché la distanza virtuale tra i soggetti azzera ogni forma di empatia che può scaturire dal contatto umano.

 

Nel corso dell’incontro previsto al Centro Sociale Piazza Donatori di Sangue di Mogliano Veneto verranno analizzate le azioni che contraddistinguono il cyberbullismo, ma anche le tipologie umane ad esse associate e le conseguenze che ne derivano.

 

Massimiliano Martines
È docente in corsi di formazione sull’organizzazione culturale e la comunicazione sociale. È tra i fondatori delle associazioni Dry-Art e Piantiamolamemoria. Ha curato rubriche culturali per il quotidiano l’Informazione (allegato de la Stampa) e per Buongiorno Mattina del TG3 Regione Emilia-Romagna.

Lunedì 13 gennaio debutta il progetto “Nonno… vieni con me?” – patrocinato dal Comune di Mogliano Veneto. Una serie di attività creative e culturali per bimbi e nonni insieme, per giocare, ridere, fare, pensare, sorprendersi e conoscersi (o ri-conoscersi) in compagnia del clown Romualdo. Insomma, una vera avventura!

 

Il progetto si apre con “A caccia del Tesoro”, una rivisitazione delle famose avventure dei pirati di Stevenson, ospitata al Centro Ricreativo Anziani, così se qualcuno arriva senza il nonno lo può trovare lì!

 

Tra musica, narrazione, canti, pirati e capitani, barche e locande… ci saranno colpi di scena e risate a non finire!
È preferibile prenotare al 331.1044697.

 

Questo pomeriggio, all’apertura del Consiglio Comunale, il Sindaco di Mogliano Veneto Davide Bortolato ha conferito quattro benemerenze ad altrettanti cittadini moglianesi che nella loro vita si sono distinti per l’operato in ambito politico, culturale, imprenditoriale, associazionismo/sociale.

 

Il riconoscimento in ambito politico è stato attribuito a Cora Bellio.

Nata a Mogliano nel 1928, aveva collaborato insieme alla famiglia al Movimento Partigiano della zona, trasportando messaggi e armi. Esponente della Democrazia Cristiana trevigiana, è stata anche vice-presidente della Commissione Regionale per le Pari Opportunità, oltre ad aver ricoperto la carica di sindaco dall’ottobre 1975 al luglio 1977, quando le donne in politica erano davvero rare.

 

Il riconoscimento in ambito culturale è stato attribuito a Giuseppe Venturini.

Nell’arco degli ultimi decenni il professor Venturini ha contribuito a indagare, raccontare e diffondere la memoria storica del territorio moglianese.

Portano infatti la sua firma alcune delle pietre miliari della storiografia locale, frutto in molti casi del sodalizio stretto con Don Giuseppe Polo in seno al gruppo di ricerca storica dell’Astori. La prima fu “Passeggiate moglianesi”, seguirono “Il Terraglio e le sue ville”, “Mogliano nel tempo”, “Religiosità popolare nel moglianese”, “Civiltà contadina nella bassa trevigiana”, “Moliane” e altri lavori.

Originario di Venezia, si è trasferito a Mogliano nei primi anni Trenta, dove ha frequentato il collegio Astori. Ottenuto il diploma alle Magistrali da privatista, ha conseguito la specializzazione di logopedista presso l’istituto Cardano di Milano. Per quarant’anni è stato insegnante dell’istituto Sordi e Sordastri di Marocco e per tredici ha lavorato all’ospedale di San Donà.

 

Il riconoscimento in ambito imprenditoriale è stato attribuito a Walter Visentin.

Classe 1934, ha iniziato a lavorare all’età di circa 11 anni, sia in cantiere (nell’azienda fondata il 28 novembre 1928 per volontà del nonno Pietro Visentin) sia nella tessitura sita nei pressi di Villa Stucky.

Successivamente ha fatto il rappresentante per la Goppion Caffè. Dal 1960 al 1962 è emigrato in Australia, dove ha svolto molteplici lavori.

Tornato in Italia, il 30 gennaio 1963 si è sposato, per partire nuovamente alla volta dell’Australia in compagnia della moglie. Lì sono nati i tre figli Stephen, Henry e Gino.

Rientrato a Mogliano Veneto con la famiglia alla fine del 1967, ha ripreso a lavorare nell’azienda di famiglia operante nel settore di manufatti in calcestruzzo, che lo vede ancora attivo.

Nel complesso, Walter ha maturato un’esperienza pari a 74 anni di lavoro. Nell’azienda di famiglia ha accompagnato la maggior parte dei dipendenti, che hanno iniziato a lavorare a 14/16 anni fino alla pensione.

Walter è membro onorario dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

 

Il riconoscimento in ambito di associazionismo/sociale è stato attribuito a Emilio Tessarin.

Classe 1930, Emilio Tessarin è una figura straordinaria del presente e del passato della comunità moglianese, e non solo, grazie al suo decennale profondo impegno socio-politico e nel volontariato.

Dall’impegno nella civica amministrazione in vari ruoli, a quello nell’associazionismo anche ad alti livelli nazionali (è stato vice presidente nazionale AVIS), a quello appassionato e generoso nell’istituto C. Gris, così come nella Parrocchia e nella lunga gestione del Cinema Busan, sono solo alcuni esempi della sua straordinaria dedizione dimostrata verso il mondo dell’associazionismo e del sociale.

Profonda riconoscenza e gratitudine gli va riconosciuta anche per l’impegno profuso nel volontariato sociale, che negli ultimi anni lo ha visto in prima linea nel Coordinamento Volontariato Treviso Sud con una energia e una passione che valgono da luminoso esempio per tutti.

 

Il vicesindaco Giorgio Copparoni ha così commentato: “Con questa cerimonia abbiamo voluto riconoscere a questi quattro cittadini moglianesi il loro impegno in vari ambiti. È una sorta di cavalierato cittadino.

Quest’anno la scelta dei nomi è stata appannaggio della Giunta ma pensiamo che per il futuro possa essere il Consiglio Comunale a indicarci delle candidature, così da creare una sorta di partecipazione collettiva attorno a questa scelta.

In merito alle quattro figure nominate quest’anno, chi è di Mogliano sa che non serve spiegare nulla: sono persone che hanno dato tantissimo alla Città e questo di oggi è un loro riconoscimento alla carriera”.

Si avvisa la cittadinanza moglianese che è stato convocato un Consiglio comunale in data 30 dicembre alle ore 17 presso la Sala consiliare del Municipio.

 

 

Questo l’ordine del giorno:

 

1. Comunicazioni.

 

2. Razionalizzazione periodica delle partecipazioni societarie dirette ed indirette del Comune di Mogliano Veneto – Adozione del piano delle partecipazioni detenute al 31/12/2018 – Relazione sull’attuazione del piano di razionalizzazione anno 2018 – art. 20 D.Lgs. 19/08/2016 n. 175 “Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica” ss.mm.ii.

 

3. Imposta Unica Comunale I.U.C. – individuazione servizi indivisibili, conferma aliquote, agevolazioni e detrazioni IMU e TASI per l’anno 2020.

 

4. Addizionale comunale IRPEF – Conferma delle aliquote e soglia di esenzione per l’anno 2020.

 

5. L.R. 20 agosto 1987, n. 44 – Disciplina di ripartizione delle quote dei proventi dagli oneri di urbanizzazione.

 

6. Verifica quantità e qualità aree PEEP che possono essere cedute in diritto di proprietà o concesse in diritto di superficie. Determinazione prezzo di cessione.

 

7. Approvazione del Piano delle alienazioni e valorizzazioni ai sensi dell’art. 58 del D.L. 112/2008 convertito in 133/2008 e s.m. e i.

 

8. Approvazione Programma Triennale 2020/2022 ed Annuale 2020 dei lavori pubblici.

 

9. Approvazione programma biennale 2020-2021 degli acquisti di beni e servizi ai sensi dell’art. 21 del d.lgs. 50/2016.

 

10. Approvazione programma relativo agli incarichi di collaborazione autonoma a soggetti esterni all’Amministrazione (L. 244/2007 e successive modificazioni). Anno 2020.

 

11. Presentazione Nota di Aggiornamento al Documento Unico di Programmazione 2020-2022 (DUP) – Approvazione.

 

12. Approvazione del Bilancio di Previsione 2020/2022.

 

13. Approvazione Convenzione tra i Comuni di Spresiano, Arcade, Breda di Piave, Carbonera, Casale sul Sile, Casier, Fontanelle, Gorgo al Monticano, Mansuè, Maserada sul Piave, Mogliano Veneto, Monastier, Morgano, Oderzo, Paese, Ponzano Veneto, Portobuffolé, Povegliano, Preganziol, Roncade, Salgareda, San Biagio di Callalta, San Polo di Piave, Silea, Treviso, Villorba, Zero Branco per l’adesione al “Patto Territoriale per  favorire opportunità di inserimento lavorativo ai lavoratori appartenenti alle categorie svantaggiate e fragili”.

 

14. Approvazione Convenzione per la gestione in forma associata delle funzioni di polizia locale mediante la costituzione del Corpo Intercomunale di Polizia Locale tra i Comuni di Casier, Mogliano Veneto e Preganziol.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni