CulturaNewsSlide-main

Rai Documentari, stasera il docufilm su Lotta continua

1 minuti di lettura

Una rilettura di un periodo cruciale della storia italiana dalla voce dei suoi protagonisti, in onda oggi13 gennaio alle 21.25 su Rai Tre. Prodotto da Verdiana Bixio per Publispei con Luce Cinecittà, in collaborazione con Rai Documentari e Rai Play, il docufilm diretto da Tony Saccucci è liberamente ispirato al libro “I ragazzi che volevano fare la rivoluzione” di Aldo Cazzullo e ripercorre la storia dell’omonimo gruppo politico a partire dall’incontro tra il movimento studentesco e quello operaio, avvenuto fuori dai cancelli della FIAT di Mirafiori.

ROMA – Il docufilm“Lotta Continua” ripercorre la storia dell’omonimo gruppo politico a partire dall’incontro tra il movimento studentesco e quello operaio, avvenuto fuori dai cancelli della FIAT di Mirafiori. Prodotto daVerdiana Bixio per PublispeiconLuce Cinecittà in collaborazione con Rai Documentari e Rai Play, diretto da Tony Saccucci (Nastro d’argento per La Prima Donna e menzione speciale Nastro D’Argento Doc per Il Pugile del Duce), scritto da Andrea De Martino, Eleonora Orlandi e Tony Saccucci, il docufilm è liberamente ispirato al libro “I ragazzi che volevano fare la rivoluzione” di Aldo Cazzullo.

Una rilettura approfondita di un periodo cruciale della storia italiana in onda in una prima serata firmata Rai Documentari il 13 gennaio 2023 su Rai Tre e disponibile in esclusiva su Rai Play in una versione docu-serie in quattro puntate.

Sul finire degli anni ’60, mentre la rivoluzione anti sistema accomuna i giovani di tutto il mondo, a Torino nasce un gruppo rivoluzionario: la scintilla scocca a Torino, dall’incontro tra gli operai di Mirafiori e gli esponenti del movimento studentesco. Il gruppo non ha ancora un nome. Lo prenderà dall’intestazione dei primi volantini distribuiti ai cancelli della fabbrica: “La lotta continua”.

Dal primo corteo interno Fiat alle elezioni del ’76, passando per l’autunno caldo, la strage di Piazza Fontana, la morte di Pinelli e l’omicidio del commissario Calabresi, il docufilm racconta un decennio di storia italiana attraverso le parole di alcuni dei ragazzi di allora: Gad Lerner, Erri De Luca, Vicky Franzinetti, Marco Boato, Paolo Liguori, Giampiero Mughini, Marino Sinibaldi. Dopo lo scioglimento del movimento, alcuni sono diventati politici, giornalisti, manager. Altri hanno preferito continuare la lotta attraverso forme più violente e drammatiche ma la maggior parte ha semplicemente abbandonato l’attività politica.

Articoli correlati
DigitalEconomiaSlide-mainVeneto

Cyber sicurezza, le aziende imparano a difendersi

4 minuti di lettura
I recenti attacchi alle grandi multinazionali e, in queste ultime ore, a migliaia di server in tutto il mondo, Italia compresa, riportano…
Marca TrevigianaSlide-mainTreviso

Carabinieri, continuano le attività di monitoraggio sulle strade della Marca

1 minuti di lettura
Continuano serrate le attività di monitoraggio dei Carabinieri sulle vie di comunicazione e presso i principali luoghi di afflusso e aggregazione della…
CulturaItaliaSlide-main

A Roma la mummia di Ramses. Il faraone immortale

2 minuti di lettura
Giovedì 9 febbraio, presso la Sala Piacentiniana del Palazzo del Rettorato dell’Università La Sapienza di Roma, si terrà l’inaugurazione della mostra La mummia di…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio