Pillole di storia, arte e umanitàSlide-main

L’associazione “ACulturale Mojan”

2 minuti di lettura

Continuiamo con la pubblicazione a puntate del libro scritto dal nostro concittadino, Nuccio Sapuppo. In questa raccolta l’autore ha voluto raccontare – in forma di monografie – luoghi, avvenimenti e personaggi figli di Mogliano che si sono distinti per le opere che hanno compiuto nella loro vita

 

L’ACulturale Mojan è un’associazione senza scopo di lucro e apolitica, suggerita a suo tempo da un’idea del compianto Professor Giancarlo Zaramella e fondata a Mogliano, assieme ad alcuni suoi amici moglianesi doc, con la prima riunione avvenuta il 6 gennaio i991, a scopo esclusivamente culturale. Oggi ha sede presso i locali del Quartiere Centro Nord in via A. Sciesa 32, nello stesso stabile degli ambulatori della Guardia Medica e ha in Agostino Zanardo, già sindaco di Mogliano negli anni Novanta, il suo Magnifico Reggente.

 

Nello Statuto dell’Associazione è oggetto di chiaro e ben preciso obiettivo quello di svolgere un’attività all’interno della società moglianese per tenere vive le tradizioni e le usanze della cittadina denominata “la perla del Terraglio, mantenendo un grande rispetto della sua storica importanza, non solo dal 1848 in poi, data d’inizio della sua appartenenza al Regno d’Italia, ma anche fin dalle antiche origini della sua fondazione in epoca medievale.

 

L’attività dell’associazione non è fatta solo di progetti, di idee e di opinioni, ma di interventi concreti in opere controllabili, mirate a mantenere vivo il ricordo nella memoria dei cittadini di Mojan dei fatti e gli avvenimenti storici di grande rilievo che nel passato l’hanno interessata, rendendola spesso protagonista all’interno di un vasto territorio di agglomerati urbani che si snodano lungo il Terraglio, da Mestre fino a Treviso.

 

Essa mira anche ad inculcare nelle nuove generazioni di cittadini Mojanesi la cura e il senso della protezione del bagaglio artistico e storico-culturale di Mojan.

 

La realizzazione delle opere attuate può essere visitata ed ammirata nelle postazioni posizionate, non a caso, in alcuni angoli strategici del centro storico della nostra cittadina.

 

Un pannello con la riproduzione dei siti del Comando della 3a Armata della 1a Guerra Mondiale si trova nel sottoportico in centro città sul muro delle vecchie Poste di fronte alla Galleria Avogadro.

Un altro pannello che riproduce la mappa di Mojan del ‘300 e raffigura il progetto del vecchio Ospedale S. Maria dei Battuti si trova nella parete sud della sede dell’attuale Ristorante Beccafico.

 

Anche in piazza Caduti sono state poste due targhe commemorative de “il giorno del Ricordo” (riferito all’eccidio delle Foibe – seconda Guerra Mondiale) e de “il giorno della memoria” – riferito al massacro nazista).

 

La mascotte dell’associazione e delle sue molteplici attività è costituita dalla pubblicazione del calendario, che assume ogni anno un aspetto commemorativo e a turno dedica il ricordo ad alcuni personaggi, luoghi o avvenimenti importanti di Mojan. Quello del  2020 è stato dedicato a Giovanni Battista Piranesi nel trecentesimo anniversario della sua nascita (unico riscontro storico-commemorativo all’illustre concittadino).

 

Per info: Tel. 041 590 2471

Articoli correlati
Le eccellenzeMarca TrevigianaSlide-mainTurismo

L'eccellenza al femminile: la storia di Dal Din, un viaggio tra terroir e passione

3 minuti di lettura
Il cuore delle colline di Valdobbiadene, culla del vino di qualità, custodisce una storia che merita di essere conosciuta: è la storia…
ItaliaSlide-main

Giorgia Meloni: nuova direzione del Governo sulla sfida demografica

2 minuti di lettura
Il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni e il Ministro per la Famiglia Eugenia Roccella hanno ribadito l’impegno del governo italiano nel contrastare…
Marca TrevigianaSlide-mainSPECIALE ELEZIONI 2024Treviso

Esplosione centrale idroelettrica a Bargi: recuperati i corpi di due dispersi

1 minuti di lettura
I Vigili del Fuoco hanno recuperato i corpi di due persone dopo l’esplosione alla centrale idroelettrica di Bargi, portando il bilancio delle…