AttualitàSlide-mainSport

L’amore è amore. Non solo a San Valentino (e non per tutti)

2 minuti di lettura

È così bello amare ed essere innamorati. Non c’è nulla che tenga il confronto. La cosa più bella è quella sensazione iniziale in cui vorresti urlarlo al mondo: io Tizio, Caio e pure Sempronio, sono innamorato!!!

Cammini i letterali “3 metri sopra al cielo” e vorresti che lo sapessero tutti, perché tu sei felice, come non lo sei mai stato prima! E tutti dovrebbero gioire di questa cosa.
Ma, nel 2023, ancora non è così per tutti. O, almeno, nello sport professionistico maschile fino a ieri, non lo era.

13 febbraio 2023: il calciatore della nazionale della Repubblica Ceca Jakub Jankto, con un passato nella nostra Serie A (Ascoli, Udinese e Sampdoria), dichiara sui Social:

Like everybody else,
I have my strengths.
I have my weaknesses.
I have a family.
I have my friends.
I have a job which I have been doing it as best as I can, for years, with seriousness, professionalism and passion.
Like everybody else,
I also want to live my life in freedom.
Without fears.
Without prejudice.
Without violence.
BUT with love.
I am homosexual and I no longer want to hide myself.

Più o meno in contemporanea, nei canali Social della Juventus Fc viene pubblicato il video di due atlete della squadra femminile: Lisa Boattin (votata miglior calciatrice della Serie A e colonna della nazionale italiana) e Linda Sembrant (nazionale svedese) dichiarano di essere una coppia in campo e anche nella vita:

La nostra relazione è iniziata grazie alla Juventus È grazie al calcio se ci siamo incontrate“. Dice la veneziana Boattin. Sembrant risponde: “La Juve è speciale, perché mi ha permesso di incontrarla“. Lisa aggiunge: “Mi ha portata da te. Penso che ognuno debba sentirsi libero di essere quello che è. Io voglio sentirmi bene con me stessa ed essere felice“. 

Parole di una potenza immensa. Di una forza, nella loro semplicità, che ti lasciano senza fiato. Disarmanti. Complete. Sincere. E ti fanno solo pensare: Sì, è questo l’amore!

Semplicemente parole. Ma con un significato enorme.

Mai prima d’ora un calciatore europeo in attività aveva dichiarato apertamente la sua omosessualità. Perché il calcio è un “gioco da maschi“, bisogna essere “virili“, tirare “fuori le palle“, e poi, “te li immagini i cori da quei beceri tifosi?

Certo, le calciatrici si sa che sono tutte lesbiche.” Oppure “È solo un maschio mancato

Oppure.

Oppure sono persone, prima che sportivi. Oppure hanno dei sentimenti.

Oppure devono nascondere chi amano.

Ma ritorniamo al giorno di San Valentino, pensate a quel bellissimo momento in cui siete innamorati e a 3 metri sopra al cielo. Ai cuori, alle mille emozioni, al volerlo urlare al mondo. E a non poterlo fare. Per la vostra famiglia (perché chissà cosa potranno dire, pensare o fare e buttarmi fuori di casa), ai vostri amici (è diverso, mi fa schifo, chissà cosa la gente potrà pensare se ci giro insieme), a scuola o lavoro (se lo sanno mi licenziano o verrò bullizzato/a) e, soprattutto allo Sport ad alti livelli.

Non si sa bene perché, ma in ogni stadio che si rispetti (il che è tutto dire) quando si vuole offendere un avversario tremendamente, gli si da del Gay (ovviamente in tutti i modi più coloriti e dialettali).

E ora pensate, o semplicemente guardate, tutti i commenti sotto a queste dichiarazioni sui Social. Pensate alla forza di queste persone. E chiediamoci perché, nel 2023, una persona non può essere libera di amare e urlarlo al mondo.

Ma forse, da oggi potrà esserlo.

Grazie Jakub Jankto, Lisa Boattin e Linda Sembrant.

Buon San Valentino

Articoli correlati
CiboJesoloSlide-mainSpettacolo

Ciak si griglia!

2 minuti di lettura
Griglie Roventi 2024 torna a Jesolo con un’edizione da Oscar. Il tema della gara per la prima volta è stato scelto direttamente…
ItaliaOlimpiadi Parigi 2024Slide-mainSport

Tamberi ed Errigo portabandiera

4 minuti di lettura
Giovanni Malagò ha ufficializzato durante il Consiglio Nazionale del CONI che Gianmarco Tamberi e Arianna Errigo saranno i portabandiera dell’Italia Team ai…
Città Metropolitana di VeneziaSlide-mainVenezia

Venezia: torna l'estate dello sport con "Salta Cori Zoga e Sprint"

1 minuti di lettura
Il Comune di Venezia rilancia i progetti sportivi “Salta Cori Zoga” e “Sprint”, promuovendo attività gratuite per tutti i cittadini durante l’estate….