La terza paginaSlide-main

La rubrica del venerdì: il compromesso storico

2 minuti di lettura

È risaputo che per raggiungere degli accordi bisogna essere sempre in due. Enrico Berlinguer ed Aldo Moro, eminenti esponenti rispettivamente del PCI e della DC, si erano ritrovati d’accordo, negli anni settanta, nel porre fine alla lotta tra i loro due partiti politici per dare vita ad un compromesso tra la DC ed il PCI con l’impegno reciproco di non farsi più la guerra fra loro ma di collaborare nella conduzione amministrativa e del governo della nostra nazione. Purtroppo però Aldo Moro il 9 maggio 1978, dopo alcuni giorni di prigionia, fu barbaramente ucciso dalle Brigate Rosse, ed Enrico Berlinguer qualche anno dopo morì d’infarto durante un comizio.     

L’opera intrapresa da quei due uomini politici di grande spicco, dopo la loro morte, ad onor del vero è stata portata avanti dai Segretari del PCI che sono succeduti a Berlinguer, Achille Occhetto e Massimo D’Alema, ma ovviamente non con lo stesso impulso e la stessa efficacia di Berlinguer, seppure fossero riusciti ad ammorbidire sempre di più i rapporti tra i due partiti agevolati dai governi presieduti da Bettino Craxi, Segretario del PSI, come premessa per l’attuazione subito dopo del Compromesso Storico e quindi della collaborazione governativa tra la DC ed il PCI:Come segno che la cosa potesse essere fattibile e non era completamente campata in aria, lo hanno dimostrato ampiamente le diverse attuazioni del Compromesso Storico nelle Amministrazioni Comunali a livello periferico nel territorio nazionale italiano.

Senonché ad un certo punto intervenne bruscamente Tangentopoli che scombinò il giuoco e disperse i soldatini dalla scacchiera. La DC scomparve come partito ed i suoi rappresentanti furono dispersi nelle aule dei tribunali perché parecchi coinvolti nei processi di Mani Pulite del pool di magistrati con a capo Antonio Di Pietro ed alcuni condannati per avere incassato delle tangenti e praticato dei favoritismi nei riguardi di imprenditori compiacenti e corrotti. Mentre il PCI, con la caduta del muro di Berlino e la fine della guerra fredda tra Unione Sovietica e USA fu assoggettato al tramonto delle ideologie, attuò diversi passaggi favorendo la fusione con quello che era rimasto della sinistra italiana e dando vita prima all’Ulivo ideato da Romano Prodi al quale aderirono immediatamente Occhetto, D’Alema, Di Liberto, Bertinotti ed altri, successivamente al PDS di Veltroni, Fassino e D’Alema, ed infine all’attuale PD di Bersani e Zingaretti. 

A livello nazionale il tanto auspicato Compromesso Storico, accettato ormai da un alto numero di esponenti della DC, rimase un desiderata in pectore per i fautori più solerti, e non si realizzò mai. Oggi però è avvenuto un passo in avanti, perché dopo Tangentopoli e l’evoluzione subita dal PCI, molti democristiani che un tempo si dichiaravano di sx si trovano a militare nel PD. Del resto con la caduta del muro di Berlino ed il tramonto delle ideologie, la differenza tra i partiti politici si è ridotta enormemente. Sia i partiti di dx che quelli di sx hanno marciato negli ultimi tempi verso il centro ideologicamente dimenticando le acerrime lotte, durante campagne elettorali infuocate. Oggi infatti possono coesistere nello stesso governo gli appartenenti alla Lega Nord che fanno parte della destra con quelli dei 5 stelle che invece si dichiarano decisamente di sinistra. Di questo stato di cose ne ha avuto notevole vantaggio la Lega Nord che si è vista invadere da un’escalation insperata solo dieci anni fa, ed ha accresciuto il consenso nell’elettorato in maniera vistosa da diventare, da minuscola forza politica di disturbo degli anni ’70 – ’80 a partito di maggioranza relativa.      

                                                   A cura di Nuccio Sapuppo

Articoli correlati
Slide-mainVeneto

Lavoro. Assessore Donazzan incontra CGIL, CISL e UIL del Veneto

1 minuti di lettura
LAVORO. ASSESSORE DONAZZAN INCONTRA CGIL CISL e UIL DEL VENETO. “MASSIMA ATTENZIONE E COLLABORAZIONE PER DIFESA OCCUPAZIONALE DA AUMENTO COSTI DI PRODUZIONE” Si è…
NewsSlide-mainVideo

TG WEB “Il Nuovo Terraglio” – Edizione del 15 gennaio 2022

1 minuti di lettura
Benvenuti alla prima edizione 2022 del TG WEB “Il Nuovo Terraglio”. Vediamo insieme le notizie più importanti di questa settimana.
Slide-mainVenezia

Vaccini anti Covid. Oggi e domenica in Veneto open day per bimbi 5-11 anni

1 minuti di lettura
Week end dedicato alla vaccinazione anti Covid per i bambini dai 5 agli 11 domani, sabato 15, e domenica 16 gennaio in…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!