Slide-mainSostenibilitàVeneto

La Regione approva il nuovo bando per la rottamazione delle vecchie auto

2 minuti di lettura

La Giunta regionale del Veneto, su proposta dell’Assessore all’Ambiente Gianpaolo Bottacin, ha approvato il bando 2022 dedicato alla rottamazione delle vecchie auto e la loro sostituzione con un veicolo a basso impatto ambientale.

“Si tratta di un’importante opportunità, soprattutto in una fase delicata come quella che stiamo vivendo in questo periodo. – spiega l’Assessore – In questo nuovo bando puntiamo perciò a dare risposte innanzitutto ai redditi più bassi, sia nella graduatoria sia nell’entità del contributo”.

Potranno presentare istanza di contributo i privati cittadini, residenti nel territorio della Regione Veneto, con ISEE non superiore a 50mila euro, che acquisteranno un veicolo di classe ambientale Euro 6D Temp o successiva.

“L’entità del contributo, che potrà arrivare fino a un massimo di 6mila euro – dettaglia Bottacin -, sarà definita in funzione del valore di emissione di CO2 dell’auto acquistata e della fascia di reddito del richiedente, mentre la graduatoria terrà conto del reddito”.

La graduatoria sarà infatti determinata con riguardo alla situazione economica familiare del richiedente; il contributo (da mille a 5milla euro a seconda delle emissioni del nuovo veicolo) sarà moltiplicato per 1,2 per gli appartenenti alla prima fascia di reddito (ISEE fino a 25mila euro), per 1,1 per gli appartenenti alla seconda fascia di reddito (ISEE fino a 40mila euro), resterà invece il contributo base per la terza fascia di reddito (ISEE fino a 50mila euro). Si terrà inoltre conto del Comune di residenza del richiedente, con un coefficiente premiale in caso di Comuni che abbiano adottato, dal 2019 al 30 aprile 2022, ordinanze per il miglioramento della qualità dell’aria.

“Quest’anno mettiamo a disposizione ben 11.825.000 euro per questo bando. – prosegue Bottacin – Una cifra importante che ha l’obiettivo di continuare a incentivare il miglioramento della qualità dell’aria e la riduzione delle emissioni, nell’ambito di molteplici azioni che abbiamo già messo in campo, tra cui oltre settanta misure del nostro Piano Regionale per la Tutela e il Risanamento dell’Atmosfera”.

In considerazione che i soggetti già ammessi nell’elenco 2021, a cui non è seguita erogazione del contributo per esaurimento dello stanziamento relativo alla misura precedente, hanno comunque contribuito a ridurre le emissioni, nel nuovo bando si consente alle domande 2021 che rispettano i limiti emissivi individuati dal D.P.C.M. del 6 aprile scorso la partecipazione al presente bando e altresì a quei soggetti che, inseriti utilmente nella graduatoria delle manifestazioni di interesse 2021, non avevano potuto concretizzare l’acquisto entro il termine di chiusura del bando vecchio per i ritardi registrati a livello mondiale nella fornitura degli autoveicoli. Questi soggetti potranno partecipare al bando 2022 con una nuova istanza, nel rispetto dei criteri e delle nuove condizioni ivi indicate.

La presentazione delle manifestazioni di interesse – conclude l’Assessore – potrà essere fatta entro il 27 dicembre 2022, mentre l’acquisto dovrà essere perfezionato con l’invio di tutta la documentazione entro il 28 aprile 2023”. La pubblicazione del bando sul BURV è prevista nei prossimi giorni. Per ogni informazione è comunque possibile contattare i numeri 041.0999419 – 414 – 311 o scrivere all’indirizzo mail bando.a[email protected].

Articoli correlati
MoglianoSlide-mainSpeciale 25 novembre contro la violenza sulle Donne

Continuano gli eventi a Mogliano Veneto per dire NO alla violenza in ogni sua forma

2 minuti di lettura
L’annuale Staffetta lungo il Terraglio termina quest’anno con l’inaugurazione di un’opera in memoria di tutte le vittime di violenza Nell’ambito delle molte…
AmbienteCulturaSlide-mainVenezia

Venezia e i cambiamenti climatici all'Ateneo Veneto

1 minuti di lettura
Venezia è un patrimonio tanto inestimabile quanto fragile e ha mostrato tutta la sua fragilità nel novembre 2019, quando l’acqua alta ha…
Slide-mainVeneto

Selva di Cadore, 3,1 milioni di euro per la sicurezza del territorio

2 minuti di lettura
L’Assessore al Dissesto Idrogeologico Gianpaolo Bottacin si è recato a Selva di Cadore, nel bellunese, per un sopralluogo a due cantieri curati…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio