Pillole di storia, arte e umanitàSlide-main

Gli impiegati comunali

1 minuti di lettura

Continuiamo con la pubblicazione a puntate del libro scritto dal nostro concittadino, Nuccio Sapuppo. In questa raccolta l’autore ha voluto raccontare – in forma di monografie – luoghi, avvenimenti e personaggi figli di Mogliano che si sono distinti per le opere che hanno compiuto nella loro vita
 
Prima di chiudere questo lungo ma, spero, interessante, sfoglio delle pagine dell’Album di ricordi, di monumenti, personaggi ed avvenimenti, che compongono la storia di Mogliano, con i Sindaci, che hanno gestito la nostra Amministrazione Comunale e hanno fatto diventare la nostra città quella che è oggi, sempre più “perla del Terraglio”, voglio dedicare alcune parole di sincero plauso e di ringraziamento a nome di tutta la cittadinanza, a tutti gli impiegati comunali che si sono succeduti agli sportelli o alle segreterie dei vari uffici, qualunque ruolo essi abbiano ricoperto in questi ultimi 60-70 anni analizzati da questa mia raccolta.
 
Quella degli impiegati comunali è una categoria che lavora per tutta la vita in silenzio e nel buio più assoluto. Sono loro che sbrigano tutte le complicatissime pratiche burocratiche, che mandano avanti la vita amministrativa della città e dei suoi abitanti, in maniera scrupolosa, precisa e puntuale, senza, in cambio, nemmeno essere mai nominati, in nessuna opera pubblica realizzata. Sono abituati soltanto ad obbedire sempre in tutte le decisioni prese dalla Giunta e dal Consiglio Comunale, senza avere spesso neppure la possibilità di esprimere il loro parere, che a volte, corrispondendo al “buon senso” delle persone comuni, potrebbe risultare prezioso e utile. Non hanno alcuna voce in capitolo in nessuno degli aspetti nemmeno i più pratici e semplici della vita e delle consuetudini dei cittadini.
 
Mi sembra quindi giusto e doveroso dedicare alcune pagine di questo Album, che si incammina verso la fine, che anche loro hanno contribuito a comporre in maniera determinante senza mai aver ricevuto almeno un “grazie” per il loro prezioso operato.
 
Certo, non potrò elencarli tutti, perché la selezione risulterebbe presso che interminabile. Ho deciso di citarli nel loro insieme e li ringrazio a nome di tutta la cittadinanza di Mogliano Veneto in maniera consistente e di vero cuore per la loro perspicacia, la gentilezza e la disponibilità espressa durante i lunghi e lenti anni del loro, spesso, monotono lavoro di assoluta routine di amanuensi e di “servitori” dei loro concittadini.
 
A tutti loro complimenti di cuore e… vita lunga!

Articoli correlati
AmbienteSlide-main

Altri 24 Paesi aderiscono all’impegno mondiale sul metano guidato da UE e Stati Uniti

1 minuti di lettura
Lunedì scorso il vicepresidente esecutivo Frans Timmermans, che guida i negoziati internazionali dell’UE sul clima, e l’inviato presidenziale speciale per il clima…
AmbienteRegioneSlide-main

Acque alpine, il 1° censimento della biodiversità identifica nuovi organismi

2 minuti di lettura
Anche i laghi di Garda, Caldonazzo, Ledro e Serraia e il fiume Adige sotto la lente delle moderne tecniche di metagenomica. Trentasette…
AmbienteMoglianoRegioneSlide-main

Mogliano, lotta agli ecovandali

1 minuti di lettura
Il Comune attiva nuove fototrappole, mentre continuano le raccolte straordinarie grazie a Plastic Free. È sempre più determinata l’azione dell’Amministrazione comunale nella…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!