AnimaliSlide-main

Feste e botti, la serenità in 4 mosse

3 minuti di lettura

Cominciare un mese prima per noi è il minimo. Ogni anno i nostri compagni di vita si spaventano fino alla morte, e non è un eufemismo. A gennaio 2022 i primi dati diffusi dall’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente parlavano di almeno 400 morti tra cani e gatti e centinaia di quattrozampe fuggiti in preda al terrore, alcuni dei quali non sarebbero più tornati a casa.

Qui prodest? Vien da chiedersi ogni sacrosanto Capodanno. E ogni volta, ai primi di gennaio, si fa la conta del disastro. Inutile nasconderlo: i rumori forti sono una grossa fonte di stress, paura e disagio per la maggioranza dei cani e dei gatti.

Siamo dell’idea che fare cultura anche in questo ambito sia doveroso. Perché il divertimento di alcuni si trasforma in dolore immenso per altri. Tant’è, malgrado le ordinanze, i menefreghisti esisteranno sempre, quindi affidiamoci ai consigli degli esperti che, ogni anno, tentano di aiutare famiglie umane e pelose.

Rompere la routine può essere divertente per un cucciolo mentre può mettere a disagio un cane adulto o anziano” osserva Sabrina Giussani, Medico Veterinario Esperto in Comportamento Animale e past President di S.I.S.C.A. (Società Italiana Scienze del Comportamento Animale). “C’è poi il tema della confusione in casa, degli ospiti e dei cambiamenti nella disposizione dell’ambiente domestico, gli addobbi – così affascinanti ma off limits per loro – e soprattutto i rumori violenti di botti e fuochi d’artificio che ogni anno creano un disagio estremo in tanti cani, arrivando in taluni casi a costituire un pericolo per la loro salute e la sicurezza”.

Quando un cane prova paura un segnale frequente è il tremore, ma anche la ricerca di vicinanza con il referente umano o, viceversa, il nascondersi e isolarsi in una zona della casa che avverte come “sicura”, spesso questo luogo è il bagno o la cabina armadio.

Alcuni cani arrivano ad avere un vero e proprio attacco di panico, con perdita di saliva, vomito e minzioni e defecazioni emozionali (fare i bisogni in casa). Ci sono poi cani che, anche una volta terminato il rumore violento fonte di stress, impiegano molto tempo prima di ritrovare la calma.

Come aiutare il cane ad affrontare i rumori forti in 4 passi

Quando l’evento rumoroso è atteso ed è noto che si verificherà, come il periodo delle feste natalizie e in particolare il Capodanno, si possono adottare in anticipo alcuni accorgimenti per regalare al cane maggiore serenità.

Ecco allora 4 indicazioni per festeggiare riducendo al minimo lo stress per il cane:

  1. Allestire la stanza rifugio. Scegliere la stanza più lontana dalla fonte del rumore, e allestirla come un vero rifugio, con le finestre e tapparelle chiuse e luce soffusa
  2. Rumore di fondo. Lasciare nella stanza un leggero rumore di fondo in modo che attutisca i botti esterni, ad esempio la musica che si ascolta abitualmente
  3. Attivare la relazione. In questi momenti occorre rimanere in compagnia del cane, rassicurarlo se si mostra in difficoltà e intrattenerlo leggendo ad alta voce qualche pagina di un libro
  4. Farsi aiutare dai feromoni. I feromoni, disponibili sotto forma di diffusore per ambiente o sotto forma di collare sono sostanze naturali e di efficacia dimostrata nel riportare serenità al cane nelle situazioni di stress, come nel caso dei rumori forti.

In queste situazioni un alleato sono i feromoni appaganti materni, come quelli rilasciati da Adaptil Diffusore o Adaptil Collare. “Adaptil invia un messaggio di naturale rassicurazione noto scientificamente con il nome di feromoni, di fatto sono messaggi di comunicazione chimico olfattivi tra animali della stessa specie” spiega Francesca Frigerio, Marketing Manager di Adaptil in Ceva Salute Animale. “Questi feromoni riproducono tutte le proprietà dei naturali feromoni rilasciati da mamma cane, portando al cane spaventato o agitato un sollievo dallo stress e dunque da tutti i comportamenti ad essi collegati.”

E se i rumori forti arrivano inattesi?

Se ci si trova un periodo in cui ci si aspetta rumori forti ma in modo non specifico, ad esempio  l’inizio di lavori in una casa vicina o le giornate di sagre di paese, l’utilizzo dei feromoni come prevenzione nell’intero periodo, ad esempio uno o due mesi, si rivela efficace per risparmiare a Fido momenti di profondo stress. In generale, infatti, i feromoni aiutano a prevenire lo stress nei cani anche nella vita di ogni giorno.

Per la gestione dello stress o della paura dei rumori che si verifica in modo inatteso una recente novità è Adaptil Chew, bocconcini golosi a base di ingredienti naturali e poco calorici che riportano tranquillità in modo aiuto rapido anche in situazioni impreviste” aggiunge Frigerio. Si tratta di un “piccolo premio” che rilassa velocemente il cane spaventato senza indurre sonnolenza o creare dipendenza. Se poi la situazione stressante o paurosa è prevista o prevedibile, si può somministrare una mezz’ora prima che si verifichi l’evento e può essere utilizzato anche in combinazione con il diffusore di feromoni per una massima efficacia.

Quando invece il cane mostra sintomi di un attacco di panico, è importante rivolgersi al Medico Veterinario Esperto in Comportamento.

Articoli correlati
MoglianoSlide-mainSpeciale 25 novembre contro la violenza sulle Donne

Continuano gli eventi a Mogliano Veneto per dire NO alla violenza in ogni sua forma

2 minuti di lettura
L’annuale Staffetta lungo il Terraglio termina quest’anno con l’inaugurazione di un’opera in memoria di tutte le vittime di violenza Nell’ambito delle molte…
AmbienteCulturaSlide-mainVenezia

Venezia e i cambiamenti climatici all'Ateneo Veneto

1 minuti di lettura
Venezia è un patrimonio tanto inestimabile quanto fragile e ha mostrato tutta la sua fragilità nel novembre 2019, quando l’acqua alta ha…
Slide-mainVeneto

Selva di Cadore, 3,1 milioni di euro per la sicurezza del territorio

2 minuti di lettura
L’Assessore al Dissesto Idrogeologico Gianpaolo Bottacin si è recato a Selva di Cadore, nel bellunese, per un sopralluogo a due cantieri curati…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio