Rosso d'InvernoSlide-main

Desideri e dolcezze

2 minuti di lettura

Benvenuti nella sezione dedicata ai racconti del Concorso Letterario Nazionale “ROSSO D’INVERNO”, giunto quest’anno alla X edizione con il tema della “Leggerezza”, ispirato dalle parole evocative e intramontabili di Italo Calvino. Buona lettura!

Era lì, in tutta la sua bellezza, su un vassoietto argentato e luccicante. Un trionfo di pan di spagna, profumato d’arancia, su cui dormicchiavano delle fragole, adagiate su un tappeto di foglie al cioccolato fra cuscinetti di panna soffice come la neve fresca. Provavo a volgere lo sguardo altrove, precisamente verso le crostate, di cui tra l’altro non sono per niente golosa. Ahimè, non riuscivo! I miei occhi parevano calamite impazzite! A un certo punto decisi: era tempo dell’assalto alla torre di panna! Corsi al bancone. Fu questione di un attimo: un bambino mi precedette. Si voltò: sorrideva con la bocca piena di panna. Sentii che le mie guance s’arrossavano per la rabbia. Mi pareva d’essere un camino con la cappa fuori uso. Temevo di esplodere da un momento all’altro. Immaginavo che presto del fumo sarebbe uscito dalle mie orecchie. Ebbi un sussulto quando una voce gentile richiamò la mia attenzione.

– Signora, desidera? Oggi è domenica: il nostro pasticciere si è superato e ha preparato torte per tutti i gusti e mignon di ogni tipo.

Mi girai e vidi una ragazza con un abito rosso su cui risaltava un’abbottonatura di cuori bianchi. Dal cappellino spuntava un ciuffo di capelli biondi e ribelli. Gli occhi erano color miele, il naso piccolo e perfetto, le labbra sottili, appena marcate da un leggero velo di rossetto. Presi coraggio e le domandai:

–  Scusi vorrei ordinare lo stesso dolce che ha preso quel bambino. Sì, proprio quello che ora sta uscendo. Lo vede: eccolo, ha appena chiuso la porta.
–  Va bene, glielo vado subito a prendere in laboratorio. Vuole che lo confezioni?
–  No, lo gusterò qui, al tavolino, con un buon caffè. Passarono alcuni minuti e la ragazza arrivò trionfante con un vassoio tra le mani.
– Ecco il suo caffè, lo zucchero, un bricco di latte, se desidera macchiare il caffè, e… voilà il dolce che mi ha richiesto.

Rimasi muta. Su un piattino, coronato da un tovagliolino quadrettato d’azzurro, c’era un trancio di torta di mele accompagnato da una pallida pallina di gelato alla vaniglia.

Esordii con calma. – Scusi, non è il dolce che le ho indicato! Potrebbe cambiarlo?
– Ma, signora, le ho portato quello che lei ha ordinato!
– Non vorrei apparir maleducata, ma io le ho chiesto tutt’altra cosa!

E così le descrissi il dolce per filo e per segno. La ragazza mi ascoltava attentamente, prendendo nota su un taccuino. Pensavo avesse scritto ciò che man mano descrivevo e invece…alla fine strappò il foglietto dove aveva annotato, o meglio disegnato, il dolce che tanto desideravo. Era perfetto: sembrava una composizione del celebre Thiebaud. Rimasi estasiata. Riuscii soltanto a premere il dito sulla morbida panna, che pareva una nuvola su cui sognare. Poi la voce della ragazza mi riportò alla realtà o almeno così credevo.

– Visto che l’ho accontentata?

Portò via la torta di mele e tornò con un piattino pulito su cui adagiò, delicatamente, il disegno che aveva realizzato con accanto un altro piccolo foglietto.

– Signora, per farmi perdonare, mi sono permessa di aggiungere un pasticcino al pistacchio e cioccolato. Offre la casa, ovviamente!

Non proferii parola, bevvi il caffè, pagai (lasciando anche una mancia) e misi in tasca i due foglietti, pardon i miei dolcetti, stando attenta ad accartocciarli bene per non sporcarmi. A casa, dopo pranzo, guardai ancora qualche istante quelle delizie su foglietti per poi schiacciare un bel pisolino. Quel pomeriggio sognai di navigare su una nave di pan di spagna e cioccolato, veleggiando in un mare di panna e fragole. E quando mi svegliai decisi che era tempo di dieta…

Articoli correlati
Città Metropolitana di VeneziaMarca TrevigianaMogliano VenetoSlide-main

Confindustria Veneto Est: il Consiglio generale elegge Mirco Viotto e Loredano Grande Vicepresidenti

1 minuti di lettura
Subentrano a Vincenzo Marinese, eletto Vicepresidente di Confindustria, e a Silvia Bolla, candidata alle elezioni europee MOGLIANO VENETO (TV). Il Consiglio Generale…
CulturaItaliaSlide-main

Premio Rosa Camuna 2024 a suor Anna Monia Alfieri La prestigiosa onorificenza della Regione Lombardia

6 minuti di lettura
La libertà di scelta educativa delle famiglie e l’autorevolezza dei docenti nei confronti dei ragazzi. A sour Monia Alfieri il Premio “Rosa…
Rosso d'InvernoSlide-main

Milano, leggera

5 minuti di lettura
Benvenuti nella sezione dedicata ai racconti del Concorso Letterario Nazionale “ROSSO D’INVERNO”, giunto quest’anno alla X edizione con il tema della “Leggerezza”, ispirato…