AmbienteSlide-mainVenezia

Addio ai sei pini marittimi dell’A4: tagliati nella notte per motivi di sicurezza

1 minuti di lettura

Erano lì dagli anni Venti e dagli anni Cinquanta. Si trovavano al centro delle due carreggiate lungo l’autostrada A4 tra Padova e Venezia. Un punto di riferimento per le migliaia di persone che ogni giorno percorrono quel tratto di autostrada.

 

CAV S.p.A., per motivi di sicurezza è dovuta intervenire con urgenza questa notte procedendo alla rimozione dei sei caratteristici pini “marittimi”.  Gli ultimi sopralluoghi condotti con l’ausilio di esperti agronomi hanno constatato il loro grave stato di salute e dunque anche l’elevato pericolo per chi percorre l’autostrada in entrambe le direzioni.

 

Concessioni Autostradali Venete, non ha voluto rimanere indifferente a ciò che questi alberi hanno rappresentato: contestualmente all’inevitabile taglio, la Società ha già provveduto alla piantumazione di 18 alberi della stessa tipologia a pochi chilometri di distanza, in un luogo più idoneo, al bivio tra l’A4 e l’A57.  Per CAV, rappresentano la continuità della presenza dei pini “marittimi” sulla via del mare, da Padova verso Venezia e Trieste, succedendo ai loro storici antenati.

 

Per conoscere la storia dei sei pini “marittimi” vi invitiamo a consultare la pagina di Concessioni Autostradali Venete S.p.A.

Articoli correlati
ItaliaOlimpiadi Parigi 2024Slide-mainSport

Gli azzurri pronti per Parigi

2 minuti di lettura
Ottime prove degli azzurri in vista dei Giochi Olimpici di Parigi 2024. Vince Jacobs a Rieti, Desalu fa il secondo tempo della…
Slide-mainVenezia

L'ex Manifattura Tabacchi di Venezia lascia spazio al Ministero della Giustizia

2 minuti di lettura
Avanzano i lavori dei lotti 2 e 3, che dovrebbero concludersi rispettivamente in autunno e in primavera. L’investimento totale ammonta a 150…
IstruzioneSlide-mainTreviso

Nuovo Campus Ca' Foscari a Treviso

1 minuti di lettura
Un investimento che guarda ai giovani e al futuro TREVISO – Ca’ Foscari espande la sua presenza a Treviso. Oltre ai padiglioni…