Slide-mainSportVenezia

Varese entra a far parte del Progetto Reyer

1 minuti di lettura

La Pallacanestro Femminile Varese entra a far parte del Progetto Reyer che ora sale a 42 società e supera i 7000 atleti.

VENEZIA – Società nata nel 1995, è cresciuta nel tempo arrivando oggi a contare circa 100 tesserate di propria proprietà tra le giocatrici che militano nel settore giovanile, nelle squadre satelliti e in prestito.

La prima squadra milita nel campionato di serie B e ha il programma la volontà di crescere per provare a tornare in serie A2 per poi puntare ai fasti di un tempo quando a Varese vi era la prima squadra femminile in A1 in cui hanno giocato giocatrici come Chicca Macchi e Raffaella Masciadri.

Attualmente la dirigenza Varesina è capeggiata da Fabio Pozzi nel ruolo di general manager e la prima squadra è allenata da coach Luca Vittori, figlio del ex campione inserito nella hall of fame Paolo Vittori.
La società ha allo studio collaborazioni sul territorio con società femminili più piccole e a breve inizierà una campagna di reclutamento nelle scuole e nelle società del territorio.

Fabio Pozzi, GM della Pallacanestro Varese femminile: “Siamo molto felici di aver firmato questa collaborazione con l’ Umana Reyer Venezia e siamo onorati di far parte del progetto essendo la prima e unica società lombarda. Questa collaborazione a 360 gradi porterà un giovamento alla società sia da un punto di vista mediatico, ma soprattutto tecnico. Abbiamo subito deciso di sposare il progetto di una società di serie A che fa del femminile una parte integrante e importante del suo mondo”.

Eugenio Dalmasson, Club manager dell’Umana Reyer: “Con questa collaborazione il Progetto Reyer si allarga anche in Lombardia, con una società che lavora anche nel Canton Ticino oltre che nella provincia di Varese. Siamo felici di aver trovato questo tipo di accordo per allargare ulteriormente la nostra base e arricchirci tramite lo scambio di esperienze. Con la Pallacanestro Varese femminile, che ringraziamo per la fiducia, abbiamo trovato da subito obiettivi comuni e il piacere di intraprendere insieme un percorso sportivo e sociale. Sarà certamente un rapporto che porterà benefici reciproci in una zona dove la pallacanestro è sempre stata lo sport di riferimento”.

Articoli correlati
AttualitàCiboSlide-mainZero Biscuit

Coppetta o cono?

1 minuti di lettura
E’ l’innocua quanto imprescindibile domanda che ci sentiamo rivolgere allorquando in gelateria abbiamo appena ordinato un gelato. Coppetta o cono? La questione…
Marca TrevigianaPreganziolSport

Pallanuoto. Stilelibero Preganziol promossa in serie C

1 minuti di lettura
La Pallanuoto trevigiana targata Stilelibero Preganziol vince il campionato maschile di promozione girone 2 Triveneto e sale in Serie C. L’allenatore Ciro…
CulturaMondoScelti per voi: filmSlide-mainSpettacolo

Miyazaki torna al cinema

1 minuti di lettura
Lucky Red ripropone anche questa estate la rassegna “Un mondo di sogni animati” dedicata ai film dello Studio Ghibli con cinque capolavori…