Slide-mainTreviso

Torna a Treviso la “Via dei Presepi”

3 minuti di lettura

Un percorso dedicato alla scoperta dei presepi monumentali nelle chiese cittadine di Treviso. Dal 26 dicembre al 10 gennaio il Comune di Treviso, in collaborazione con Cattedrale Treviso Eventi Arte e Cultura e Chiese Aperte Treviso, porterà gli appassionati alla scoperta di presepi monumentali allestiti nelle chiese trevigiane.

Ogni giorno, dalle 9 alle 12 e dalle 15.30 alle 18.30, al Duomo, nelle Chiese di Santa Maria Maddalena, Santa Maria Maggiore, Sant’Agnese e Sant’Andrea e dalle 9 alle 21 nella Chiesa di San Francesco, sarà possibile visitare le riproduzioni della natività realizzate da presepisti, artisti e volontari.

Nel fine settimana, al Duomo sarà possibile fare visita ad un Presepe tradizionale. Ai visitatori verrà assicurata l’accoglienza e l’assistenza da parte di Volontari del gruppo Chiese Aperte, coordinati dall’Ufficio di Arte Sacra della Diocesi.

Nel Battistero del Duomo si potrà ammirare il presepe napoletano realizzato dall’Artista Christian Apreda, noto a livello nazionale per la realizzazione a mano di Natività a cui fa sfondo una Roma che non c’è più, ricavata dagli acquarelli del vedutista Ettore Roesler Franz, fra i più validi rappresentanti del Realismo di tardo ottocento.

Lo stesso Apreda ha realizzato il Presepe della Chiesa di Santa Maria Maddalena, che riproduce l’acquarello di via della Luce Trastevere di Ettore Roesler Franz. Il Presepe di Santa Maria Maggiore, realizzato in legno, si caratterizza per la collocazione all’aperto, nel Giardino della Chiesa.  

La Chiesa di San Francesco ospita il Presepe di San Francesco allestito dal Gruppo Francescano Presepisti, che quest’anno si ispira al centenario francescano del Natale di Greccio (1223-2023).

La Chiesa di Sant’Andrea ospita un presepe tradizionale così come la Chiesa di Sant’Agnese.  Nella Chiesa di San Paolo Apostolo è stato allestito il Presepio tradizionale e artistico, ambientato tra scorci tipici della città di Treviso. Originali statue di gesso e creta, modellate e personalizzate, offrono una versione più “originale” della Natività. Le strutture portanti sono costruite con materiali naturali e il tutto è stato spatolato con gesso e rifinito a cera.

«La Via dei Presepi è divenuto un appuntamento fisso e particolarmente apprezzato della programmazione natalizia» afferma l’assessore ai Beni Culturali e Turismo Lavinia Colonna Preti. «Grazie alla maestria di artisti, maestri e volontari, è possibile ammirare vere e proprie opere d’arte, che riproducono situazioni, contesti storici e contribuiscono anche a lanciare messaggi importanti. Ringrazio la Diocesi di Treviso, i Volontari ma anche il presepista Christian Apreda che anche quest’anno ha condiviso con noi la sua arte».

Anche i Vigili del Fuoco hanno realizzato per il nono anno consecutivo il tradizionale Presepe nella Sede del Comando Provinciale di via Santa Barbara. La riproduzione della Natività prende spunto dall’operatività dei Vigili Del Fuoco per ricostruire ogni anno uno scenario natalizio ambientato in un contesto emergenziale. Sarà visitabile tutti i giorni fino al 31 gennaio 2023, dalle ore 14 alle 19.30. Ispirati dagli eventi di quest’anno, come il caldo, la siccità e gli incendi boschivi, i Vigili del Fuoco corrono in soccorso della Natività. Il loro obiettivo è la salvaguardia delle persone e della Sacra Famiglia, ma anche degli animali, delle cose presenti all’interno del borgo. Eventuali offerte saranno devolute a “L’Oasi Di Pediatria Per Mio Figlio Associazione Onlus” dell’ospedale Ca’ Foncello.

Anche il Gruppo Folkloristico Trevigiano porterà arte e tradizione nella Via dei Presepi.  Il Presepe di Ponte Dante viene allestito ogni anno per poter dare spazio alla creatività degli artigiani e artisti locali. Si trova sulla sponda del fiume ben visibile dal ponte. Popolare, semplice e autentico, ricorda il primo presepe allestito dall’associazione “Amici di Ponte Dante”.  Inoltre, sempre grazie al Gruppo Folkloristico sarà possibile visitare la mostra di Presepi “L’incanto del Natale”, ospitata dal Museo Etnografico Provinciale “Case Piavone”, che espone le opere di artigiani e appassionati della Provincia di Treviso e dintorni, dando spazio alle loro idee e al loro modo unico di rappresentare la Natività.

Grazie ad Israa e al Gruppo Anziani Treviso è stato allestito un presepe anche all’interno del Chiostro dei Grani di ISRAA. Il presepe è costituito da 20 totem di legno e 7 sagome raffiguranti i personaggi che frequentano il Borgo.

L’Assessorato all’Istruzione partecipa all’iniziativa promuovendo la realizzazione di piccoli presepi da parte degli scolari. Gli alunni delle scuole degli istituti comprensivi della città hanno realizzato alcuni elaborati natalizi che vogliono essere un segno di tradizione, vicinanza e di augurio a tutta la cittadinanza oltreché simbolo di pace e fraternità. I presepi dei bambini affiancheranno la riproduzione monumentale della Natività allestita nell’atrio di Ca’ Sugana, realizzata da Christian Apreda.

Articoli correlati
TrevisoZero Branco

Carabinieri, le ultime attività in provincia di Treviso

1 minuti di lettura
I Carabinieri della Stazione di Zero Branco hanno denunciato per porto d’armi od oggetti atti ad offendere un 28enne originario del Burkina…
IntervisteSlide-mainSpeciale Peregrinatio Beati Rosarii LivatinoVideo

L'emozione del Dott. Alfredo Robledo alla vista della camicia del Beato Livatino (VIDEO)

1 minuti di lettura
Tra le tappe conclusive della Peregrinatio Livatino, la sede di Confindustria. Nel convegno dedicato alla figura del giudice Livatino dal titolo “Beato…
Tempo liberoTreviso

Carnevale, un mese di spettacoli e divertimento nei Comuni della Marca

3 minuti di lettura
Novanta tra carri allegorici e gruppi mascherati, 8.500 figuranti, 21 sfilate per altrettanti Comuni e sette eventi per famiglie, almeno 250mila spettatori attesi lungo…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio