Home / Posts Tagged "Zero Branco"

Buongiorno Luca Durighetto, quali sono i Suoi trascorsi politici e perché ha deciso di candidarsi a queste elezioni amministrative in veste di Sindaco?

Buongiorno a voi. Sono attivo politicamente da ormai 10 anni.

All’età di 27 anni ho iniziato il mio percorso nell’amministrazione pubblica, la prima carica è stata quella di consigliere con delega alle Politiche giovanili, e ho avuto la possibilità di operare in autonomia.

La seconda carica è stata di assessore allo Sport, all’Istruzione, alla Cultura e alle Politiche giovanili.

Mi chiedono in molti per quale motivo ho deciso di candidarmi. La voglia di rinnovare la squadra dopo l’ultimo mandato era forte da parte della lista civica di cui faccio parte; per questa ragione il gruppo ha deciso che sarei stato la persona ideale per incarnare questo spirito di cambiamento.

 

 

Cosa significa cambiamento?

Cambiamento significa avere un approccio diverso all’amministrazione pubblica.

Quando dieci anni fa abbiamo preso in mano il Comune, ci siamo trovati una situazione debitoria alquanto allarmante.

Il bilancio segnava un disavanzo di oltre 4.000.000 di euro.

Abbiamo iniziato a realizzare una serie di progetti pianificati, volti a sanare il debito e a mantenere lo standard di servizi ai cittadini.

Durante questi anni siamo riusciti a far scendere il debito del Comune fino a 800.000 euro circa, con l’obiettivo di appianarlo definitivamente.

 

 

Com’è andata? Soddisfatto per questa vittoria?

Sono chiaramente felice ma anche determinato e conscio che questo non è punto di arrivo ma di partenza. I cittadini hanno deciso di darci nuovamente fiducia e noi, non vogliamo deluderli.

Questa è stata la vittoria delle persone sui simboli!

Quando si parla di lista civica, noi cerchiamo di incarnare appieno lo spirito che la definisce.

All’interno della lista ci sono, infatti, persone con idee e posizioni politiche diverse, legate però dalla volontà comune di migliorare la nostra bellissima città, Zero Branco.

 

 

A questo punto quali sono i Suoi progetti per i prossimi cinque anni?

I prossimi 5 anni saranno una grande sfida per il nostro comune. Abbiamo grandi progetti pronti, primo fra tutti la realizzazione di una pista ciclabile Green che collegherà Zero Branco alla Via Ostiglia lungo il Rio Vernise.

Abbiamo inoltre predisposto la realizzazione di altri tratti di ciclabile urbana a partire da Via Peseggiana.

Altri progetti prevedono la realizzazione della nuova rotonda Casarin e di una nuova palestra comunale per i nostri ragazzi.

Per i giovani stiamo facendo ripartire gli scambi dedicati ai ragazzi delle scuole superiori e i Paesi esteri.

Per i più piccoli di elementari e medie stiamo organizzando dei camping in lingua inglese, oltre ad attività pomeridiane, svolte insieme alle associazioni del territorio e volte a formare i ragazzi con corsi di inglese, informatica e arti umanistiche.

 

 

Ed ora vuole ringraziare qualcuno?

Certamente, innanzitutto voglio ringraziare i cittadini di Zero Branco per averci dato fiducia.

Senz’altro, inoltre, tutte le persone con cui ho lavorato in questi 10 anni, tutti quelli che sono stati in Consiglio con me, gli amici e, infine, la mia famiglia, che mi sostiene ogni giorno.

 

 

 

Alessio Tonin

A Sant’Alberto di Zero Branco, dopo via Bombena, nei campi c’è un ponte di ferro molto usufruito da sportivi e passanti, che necessita da tempo di essere pitturato.

 

L’ambientalista ed ex consigliere comunale Gino Spolaore scrive alla nostra Redazione facendo notare il rischio di degrado il ponte potrebbe incorrere qualora non venisse sistemato.

Nei mesi scorsi è stato realizzato per il 6° anno il progetto “Collaboriamo Insieme” e “Guardare Oltre”, suddiviso stavolta nei due filoni che portano detti nomi, organizzati insieme con Apio Onlus e CPIA Alberto Manzi.

 

I temi dei corsi

I corsi hanno trattato di Prevenzione socio-sanitaria, Orientamento al lavoro, Educazione civica, Educazione stradale, Regole di vita in Condominio e Raccolta differenziata dei rifiuti, oltre ad attività integrative di rafforzamento linguistico di lingua italiana. I corsi sono stati destinati a donne e uomini immigrate/i, ma anche italiani di qualsiasi provenienza.

 

Iniziativa

Al progetto hanno aderito i Comuni di Mogliano Veneto, Preganziol, Casale sul Sile, Casier e Zero Branco. Fondamentale è stata la collaborazione di alcuni Docenti, alcune donne Medico di Medicina di base, il Commissario Silvano Zanchetta, l’Ins. Anna Pistolato e la collaborazione di diversi altri volontari

 

Materiale

Il tutto con il supporto di materiale illustrativo assai efficace ed esemplificativo. Oltre a diversi momenti accessori di approfondimento, è sempre rimasto attivo un servizio di ascolto a supportare i percorsi di formazione mirati ad aiutare donne e uomini alla costruzione di un progetto di partecipazione e cittadinanza attiva nel territorio attraverso la conoscenza delle regole, dei diritti, ma anche dei doveri.

 

Obiettivo

Riteniamo sia stato conseguito appieno l’obiettivo primario di contrastare, attraverso un intervento di sostegno psicosociale, i disagi di uomini e donne che vivono nel nostro territorio, dando risposte sia individuali che collettive alle domande ed ai tanti bisogni emergenti.

 

Cerimonia di consegna attestati

Tali attività, che sono state sinergiche alle attività didattiche svolte dal Cpia Alberto Manzi – sede territoriale di Mogliano Veneto – si concluderanno formalmente a fine Associazioni appartenenti ai Comuni del Distretto Socio-Saanno scolastico con la cerimonia di consegna degli attestati di frequenza programmata per lunedì 27 maggio 2019 alle ore 11.00 a Dosson c/o Sala Parrocchiale e mercoledì 29 maggio 2019 alle ore 10.00 c/o il Centro Pastorale di Mogliano Veneto, in piazzale Mons. L. Fedalto n. 1.

 

I numeri dicono del modo concreto nel quale si è esplicata la nostra attività. Senza trombe ma con tanta concretezza e passione.

 

Riepilogo dati corsi effettuati

Le tematiche trattate hanno riguardato:

• Prevenzione socio sanitaria: 5 incontri totale 10 ore;

• Educazione civica (Organizzazione dello Stato, raccolta differenziata e Regole Condominiali): 7 incontri totale 14 ore;

• Orientamento al lavoro: 6 incontri totale 12 ore;

• Educazione stradale: 5 incontri totale 10 ore;

• Rafforzamento linguistico: 5 lezioni totale 10 ore.

 

Le 28 lezioni (per un totale di 56 ore) si sono tenute a Casale sul Sile, Dosson di Casier, Zero Branco e Mogliano Veneto; per un totale di circa 120 partecipanti.

Spolaore campione Provinciale C.S.I, 1956 – Ve – attivo nel volontariato, gran lavoratore e molto attivo con il gruppo anziani di Zero Branco.

 

I figli Cav. Gino e Paola Spolaore ringraziano l’amministrazione Comunale e il Gruppo Anziani donando il ceppo in ferro battuto in ricordo di Renzo Spolaore che verrà posato al circolo ricreativo anziani di Zero Branco.

L’ambientalista ed ex consigliere comunale di Zero Branco Gino Spolaore, ci segnala che nella frazione di Sant’Alberto, e più precisamente in via S. Antonio, quando piove l’acqua arriva quasi alla strada.

 

Dice Spolaore a riguardo: “Bisogna ripulire, togliere l’erba alta”. L’ex consigliere chiede un interessamento serio e risolutivo in tempi brevi per questa situazione pericolosa, non solo per i residenti ma anche per chi percorre via Sant’Antonio.

Tripletta di Trevisatletica nel campionato provinciale di cross corto che a Zero Branco, sui prati di Villa Guidini, con organizzazione dell’Atletica Quinto Mastella, ha chiuso la stagione trevigiana della specialità. Trevisatletica ha monopolizzato le gare femminili, portando sul gradino più alto del podio Giulia Dani (allieve), Ginevra Vedova (cadette) e Rebecca Agbortabi (ragazze).

 

   

 

 

Titoli maschili a Samuele Menegazzo (Atletica Pederobba) tra gli allievi, Edoardo Doro (Quinto Mastella) tra i cadetti e Fabio Gardenal (Nuova Atl. Tre Comuni) tra i ragazzi, nella gara vinta dal veneziano Sabar.

 

 

 

Quasi 500 i partecipanti per una manifestazione che, completata da una passerella per il settore assoluto, rappresenta ormai un appuntamento tradizionale per le società trevigiane. È stato osservato un minuto di silenzio per ricordare Ivo Merlo e Giuseppe Pagotto, due grandi amici dell’atletica recentemente scomparsi.

 

Risultati

 

Maschili

Allievi: 1. Samuele Menegazzo (Atl. Pederobba) 1’19”5, 2. Leonardo Buso (Trevisatletica) 1’20”6, 3. Colin Bonato (Atl. San Biagio) 1’20”8.

Cadetti: 1. Edoardo Doro (Us Quinto Mastella) 1’25”6, 2. Filippo Bisetto (Trevisatletica) 1’25”8, 3. Manuel Resoli (Atl. Pederobba) 1’26”0.

Ragazzi: 1. Ghassan Sabar (Atl. Audace Noale) 1’31”5, 2. Fabio Gardenal (Nuova Atl. Tre Comuni) 1’34”5 (campione provinciale), 3. Mohammed Chakir (Atl. Valdobbiadene Gsa) 1’35”9, 4. Samuel Favaretto (Atl. Audace Noale) 1’37”2, 5. Elia Giusto (Nuova Atl. Roncade) 1’37”5.

Gare extra. Cross maschile assoluto e master sino a SM50 (6 km): 1. Diego Baù (Atl. San Biagio), 2. Niels Rossetto (Lib. Piombino Dese), 3. Giacomo Vettorel (Gs Astra Quero).

Master SM55 e oltre: 1. Gustavo Poloni (Atl. Valdobbiadene), 2. Claudio Trevisan (Lib. Piombino Dese), 3. Alessio Mironici (Trevisatletica).

 

 

Femminili

Allieve: 1. Giulia Dani (Trevisatletica) 1’30”6, 2. Elena Campion (Atl. San Biagio) 1’32”4, 3. Mihaela Burlacu (Atl. Pederobba) 1’33”7.

Cadette: 1. Ginevra Vedova (Trevisatletica) 1’39”6, 2. Francesca Mariotto (Atl. Santa Lucia di Piave) 1’40”3, 3. Anna Trevisiol (Atl. San Biagio) 1’42”0.

Ragazze: 1. Rebecca Agbortabi (Trevisatletica) 1’37”3, 2. Emma Bottega (Atl. Silca Conegliano) 1’41”0, 3. Thays Possamai (Atl. Silca Conegliano) 1’42”1.

Gara extra. Cross femminile assoluto e master (4 km): 1. Daria Legnaro (Atl. Vis Abano), 2. Viorica Hazota (Trevisatletica), 3. Katia Menegaldo (Atl. Stiore Treviso).

Oggi, sabato 9 marzo, con il 18° Cross in Villa, a  Zero Branco, cala il sipario sulla stagione trevigiana della corsa campestre.

 

L’ultimo appuntamento coincide con il campionato provinciale di cross corto.

Sui prati di Villa Guidini faranno passerella le categorie allievi, cadetti, ragazzi ed esordienti. Per tutte, la distanza di 500 metri, dove saranno assegnati i titoli provinciali. Per gli esordienti A è prevista una gara a cronometro a coppie. La manifestazione prevede inoltre gare di contorno per il settore assoluto e i master: 6 chilometri per gli uomini sino alla categoria SM50, 4 chilometri per le donne e il settore maschile a partire dalla categoria SM55.

 

Organizza l’Atletica Quinto Mastella, in collaborazione con il Comitato provinciale della Fidal. Inizio alle 15.15.

Come da tradizione, il martedì grasso segnerà la fine del Carnevale. Nei prossimi giorni, però, ci aspettando ancora molti appuntamenti in festa!

 

La rassegna di carri allegorici di Carnevali di Marca è un’imponente macchina che vede ogni anno la partecipazione di migliaia di volontari e oltre una cinquantina di associazioni.

Tra le novità c’è l’adesione di alcuni nuovi comuni. Quest’anno infatti, per la prima volta, le sfilate dei carri allegorici attraverseranno anche i centri di Paderno del Grappa, Crespano del Grappa, Zero Branco e Roncade.

 

Ci sarà anche un ritorno: dopo un’assenza anche il centro di Villorba tornerà a essere interessato dagli eventi di Carnevali di Marca.

 

L’edizione 2019 di carnevali di Marca si riconferma invece per la seconda volta nel centro storico di Treviso come una delle sedi dove si festeggerà il Martedì Grasso.

 

Carnevali di Marca interesserà anche la manifestazione Magie d’Inverno a San Vendemiano.

 

Carnevali di Marca porta poi i carri mascherati, le majorettes e il divertimento per bambini e famiglie a Bibano di Godega di S. Urbano.

 

 

SFILATA DEI CARRI ALLEGORI A TREVISO

Come da tradizione, la sfilata dei carri allegorici a Treviso attraverserà il centro storico con partenza e arrivo a Borgo Cavour alle 14.00 di martedì 5 marzo 2019, per poi percorrere il tracciato dentro le mura cittadine, Borgo Cavour, via Canova. Poi ci sarà l’attraversamento di Piazza Duomo, viale Cesare Battisti, piazza Pio X, Piazza Vittoria, via Cadorna, Corso del Popolo, via XX Settembre. La sfilata di carri mascherati si fermerà nei pressi di Piazza Aldo Moro, dove i carri saranno valutati da un’attenta guiria composta dagli oltre venti rappresentanti dei carri allegorici e dai negozianti dell’Associazione; ad accoglierli ci sarà anche una moltitudine di bambini e genitori tra coriandoli, stelle filanti e tanta allegria.

 

Sarà il Gruppo Folcloristico Trevigiano a fare gli onori di casa col primo carro allegorico con il Re Carnevale, la regina e la sua corte, seguiranno gli altri carri mascherati che nelle loro raffigurazioni satiriche si prenderanno beffa dei mali che affliggono la politica e più in generale il mondo di oggi.

 

 

PROSSIMI CARNEVALI DI MARCA IN PROGRAMMA

Domenica 3 marzo 2019: Carnevali di Marca toccherà Roncade con sfilata delle 14.30.

Domenica 3 marzo 2019: dalle ore 14.30 c’è la Sfilata di carri allegorici a Vittorio Veneto da Via Borgo Cavour;

Domenica 3 marzo 2019: dalle ore 14.30 c’è la Sfilata di carri allegorici a Cornuda.

Martedì 5 marzo 2019: dalle ore 14.30 i carri mascherati arrivano a Conegliano.

Martedì 5 marzo 2019: dalle ore 14.30 gran finale coi carri mascherati che attraversano il centro di Treviso.

Martedì 5 marzo 2019: dalle ore 14.30 c’è la Sfilata di carri allegorici a Cornuda.

Sabato 9 marzo 2019: dalle ore 17 c’è la sfilata dei carri allegorici a Mogliano Veneto.

Giovanissimi di scena nel weekend dell’atletica provinciale. Domani, sabato 23 febbraio, dalle 15.15, alla palestra degli impianti sportivi di via Corrado a Zero Branco, si svolgerà un biathlon per la categoria esordienti A: gli atleti si sfideranno nei 30 metri ostacoli e nel salto in lungo. Domenica 24 febbraio, dalle 10, appuntamento invece alla palestra di via Manzoni a Vedelago, dove gli esordienti B e C saranno impegnati nel Giocatletica indoor.

 

La giornata conclusiva del campionato regionale cadetti indoor, in programma domenica 24 febbraio a Padova, coincide con la tappa inaugurale del Trofeo regionale promozionale di marcia dedicato alla rappresentative provinciali della specialità.

 

Il Fiduciario tecnico provinciale, Sandro Delton, ha convocato 16 atleti.

Ragazze: Lia Poser (Vittorio Atletica), Anna Michielin (Atl. Ponzano), Maria Bazzacco (Atl. Montebelluna), Giulia Tocchet (Atl. S. Lucia di Piave).

Ragazzi: Matteo Pavan (Trevisatletica), Stefano Tempesta (G.A. Vedelago), Francesco Lilliu (Atl. S. Lucia di Piave), Riccardo Zaminga (Atl. S. Lucia di Piave).

Cadette: Agnese Zanatta (Atl. Ponzano), Elisa Maglione (Atl. Stiore Treviso), Aurora Botteon (Vittorio Atletica), Giulia Pavan (Trevisatletica).

Cadetti: Damiano Busatto (Atl. S. Lucia di Piave), Christian Bragantini (Atl. Pederobba), Alessio Favaretto (Trevisatletica), Martino Bressan (Vittorio Atletica).

Dalle canzoni di “Principesse un corno”, alla Staffetta, con rappresentazioni e momenti di riflessione

 

La Staffetta contro la violenza sulle donne lungo il Terraglio sarà il momento clou delle iniziative con la quali il Comune di Mogliano intende ribadire il NO incondizionato alla violenza sulle donne il 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

 

Scopo della giornata e delle iniziative moglianesi è sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della violenza perpetrata contro le donne, una piaga che non si arresta, che riempie le cronache giorno dopo giorno e che spesso viene esercitata all’interno delle mura domestiche.

 

Il ricco programma quest’anno è promosso assieme alla Commissione per le Pari opportunità sovracomunale, cui il Comune di Mogliano aderisce assieme a quelli di Casier, Preganziol, Casale sul Sile, Zero Branco e Marcon, in collaborazione con la propria Consulta per le Pari opportunità, la SOMS, l’Università Popolare di Treviso, scuole, associazioni e gruppi del territorio, particolarmente sensibili alla tematica.

 

“Non possiamo rimanere passivi di fronte a questa violenza e accettare che donne, mogli, fidanzate, bambine ne siano vittime fino a perdere la vita, magari dopo anni di vessazioni di ogni tipo, fisica, psicologica, economica. Dobbiamo urlare il nostro no, sradicare l’ignoranza che genera questi gesti di cui sono protagonisti i mariti, i fidanzati, uomini che credono che la donna sia un oggetto a loro disposizione e che su di essa possano scaricare le loro follie. Per questo, ancora una volta, con una rete sempre più ampia, daremo alla cittadinanza molti spunti di conoscenza e riflessione”, commentano il sindaco Carola Arena, e l’assessore alle Pari opportunità Daniele Ceschin.

 

La fontana di Piazza Caduti sarà illuminata di rosso per l’intero periodo e anche una panchina del Parco Arcobaleno sarà tinta di rosso, su iniziativa dell’associazione Amici del Parco, per dare un ulteriore segnale di sensibilizzazione.

 

Il primo appuntamento è per domani, mercoledì 14 novembre (ore 20.45 al Cinema Teatro Busan, ingresso libero), quando andrà in scena “Principesse un corno!”, viaggio musicale attraverso gli stereotipi sul femminile alla ricerca della parità di genere, a cura del Coro “In…Cantare” dell’Università Popolare di Treviso, diretto da Erica Boschiero con la partecipazione di Rosanna Trolese.

 

 

Le altre iniziative si terranno:

– martedì 20 novembre (ore 20.30 all’Auditorium Scala – presso scuola Margherita Hack) con “Amore rosso”, una serata dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne a cura della Biblioteca Isola del Tesoro scuola media Margherita Hack;

– mercoledì 21 novembre (ore 20.45 al centro sociale) con “La rivoluzione interrotta: le donne turche a metà fra involuzione e voglia di emancipazione”, un incontro dibattito con Marta Ottaviani, giornalista de “La Stampa” e “Avvenire”;

– sabato 24 novembre (ore 20.45 al Teatro Astori, ingresso libero con offerta volontaria) con “C’erano una volta le streghe…!”, a cura dell’associazione culturale Attori per Caso, Regia di Patrizia Marcato.

 

Il 25 novembre, in occasione della giornata mondiale, ci sarà la Staffetta lungo il Terraglio, con partenza alle sia da nord, alle 9.30 da Frescada, Pasticceria Terraglio, sia da sud, alle 11.00 da Marocco, Piazzale Chiesa S. Antonio, per confluire in Piazza Caduti, verso le 11.45, dove si svolgeranno alcune performance, tra cui “Donne come mai”, azione scenica a cura del Gruppo “Le Tapparelle”, Azione sedie vuote con lettura dei nomi delle donne uccise, e proiezione di un video realizzato dai ragazzi del Liceo Berto, con la presenza della prima squadra Mogliano Rugby 1969, tutto a cura dell’associazione “L’8 sempre donne Mogliano”  (in caso di maltempo le iniziative si terranno al centro sociale).

 

 

Nella stessa giornata a Marcon (ore 10.00 al centro culturale De Andrè) si svolgerà “La panchina rossa” – “Quando sono loro a raccontare: letture di testimonianze per non abbassare la guardia”, a cura di Amministrazione Comunale e Cosima Spinelli, scrittrice.

Mentre a Preganziol (ore 10.30 presso la biblioteca comunale) ci sarà l’“Inaugurazione della panchina rossa contro la violenza sulle donne”, a cura dell’amministrazione comunale e del gruppo Donne di Preganziol.

 

 

Altre iniziative per concludere il ciclo si svolgeranno a Mogliano:

– lunedì 26 novembre alle 11.00, Piazzetta del Teatro (in caso di maltempo l’evento è posticipato a venerdì 30 novembre), con “Nessuna conseguenza”, coreografie a cura delle classi terze della scuola secondaria di primo grado Margherita Hack;

– martedì 27 novembre (ore 20.30 al centro sociale) con “Quando l’amore diventa controllo. Riflessioni, caratteristiche e strumenti di tutela per conoscere lo stalking”, a cura del Centro Donna, con la collaborazione del gruppo Quante Storie;

– sabato 1° dicembre alle 10.30 (al Cinema Teatro Busan), con l’evento riservato agli studenti del Liceo Berto “C’erano una volta le streghe…!”, a cura dell’associazione culturale Attori per Caso, regia di Patrizia Marcato.

 

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni