Home / Posts Tagged "Union Pro"

Volti nuovi e volti noti per l’UnionPro, che ieri sera ha iniziato la preparazione in vista della nuova stagione nel campionato d’Eccellenza: in attesa dell’esordio nel Girone B, fissato per domenica 8 settembre, il primo allenamento è diventata la giusta occasione per presentare la rosa ufficiale.

 

 

Sul prato dello stadio comunale di Preganziol, in via Manzoni, oltre alla società, erano presenti anche le autorità amministrative dei comuni di Preganziol e Mogliano Veneto, rispettivamente nelle figure del sindaco, Paolo Galeano, e dell’assessore allo Sport Enrico Maria Pavan.

 

 

“Abbiamo voluto allestire una squadra che fosse coerente con il lavoro fatto lo scorso anno, – commenta il Direttore Sportivo, Marcello Benedetti – riconfermando una buona parte del gruppo, ma effettuando degli innesti ben mirati. Durante la composizione di questa rosa, abbiamo voluto previlegiare i giocatori non solo per la loro qualità e la loro tecnica, ma anche per gli aspetti più umani, caratteriali, che fossero funzionali al gioco del nostro allenatore”.

 

 

La rosa è composta da un totale di 24 calciatori, e unisce l’esperienza di giocatori affermati con il talento delle giovani leve, tra cui 4 aggregati dalla categoria Juniores.“Molti calciatori sono provenienti dal nostro settore giovanile, – prosegue il Ds Benedetti – e lo scorso anno hanno indossato la nostra maglia in categoria Juniores, provenienti da un gruppo che ci ha dato molte soddisfazioni, sia in termini di risultati sul campo, sia nella crescita personale dei ragazzi”. Ma niente pronostici: l’obiettivo è di raggiungere la salvezza matematica il prima possibile, cercando di migliorare la prestazione dello scorso anno.

 

 

“Abbiamo le qualità tecniche, fisiche e caratteriali per poter provare a ripetere lo straordinario campionato dello scorso anno. – commenta sempre Benedetti, anche sulla composizione del girone B – In questo girone c’è molto equilibrio: il nostro obiettivo è capitalizzare subito 40 punti per la salvezza, ma anche cercare di migliorare il risultato della scorsa stagione. Dal punto di vista più calcistico, vogliamo riconfermare l’intensità di gioco che abbiamo dimostrato di saper sviluppare: un fattore che ci ha permesso di mettere in difficoltà anche le squadre più blasonate. Siamo certi che i nostri tifosi sapranno affezionarsi a questo gruppo, e lo sosterranno fino alla fine, proprio come successe nella passata stagione”.

 

La squadra

Portieri: Luca Marin ’02, Giacomo Pesce ’01 (Altobello Aleardi Barche), Elia Ziliotto ’94 (Miranese).
Difensori: Paolo Fabbri ’97 (Miranese), Elia Fontolan ’98 (Miranese), Pierluigi Marcato ’98, Thomas Masiero ’02, Alvise Nobile ’95, Riccardo Perissinotto ’88 (Portomansuè), Tommaso Veglianiti ’01, Pietro Visentin ’01, Alvise Zanetti ’01.
Centrocampisti: Nicola Barzaghi ’01, Sebastiano Coin ’99, Gianluca Fuxa ’94, Matteo Gentina ’99, Mattia Marangon ’93 (Graticolato), Riccardo Martinuzzi ’01.
Attaccanti: Andrea Berardi ’00, Federico Confalone ’01, Andrea Dordit ’98, Mauricio Nicolas Lopez ’82 (Robeganese), Tarek Mattiello ’01, Filippo Peron ‘00.

 

Lo staff

Allenatore: Andrea Gionco.
Vice allenatore: Alessandro Luise.
Team Manager: Marco Gaiba, Dimitri Giuliato.
Accompagnatori: Luigi Bortolin, Matteo Lucano, Moreno Regini.
Presidente: Enrico Lorenzoni.
Presidente Consorzio UnionPro: Michele Palmieri.
Consiglieri: Nicola Bottacin, Luca Del Negro.
Direttore generale: Marino Brocca.
Segretario generale: Matteo Settimo.
Direttore sportivo: Marcello Benedetti.
Segretario amministrativo: Elena Campagnol.
Collaboratore gestione sportiva: Daniele Bertolin.
Responsabile operativo del settore giovanile: Marco Funes.
Responsabile del progetto tecnico del settore giovanile: D’Avino Luigi.

La Union Pro1928 ha felicemente confermato il rinnovo degli allenatori Alberto Gionco, del suo vice Alessandro Luise e del direttore sportivo Marcello Benedetti, anche per la stagione 2019/2020.

Con questi tre rinnovi l’Union Pro dà un segnale di continuità e premia l’ottimo lavoro che ha permesso alla prima squadra di ottenere un prestigioso sesto posto in Eccellenza coronato dalla vittoria nel Progetto Giovani.

Lo scorso venerdì notte si è verificato l’ennesimo furto nella sede della società sportiva Union Pro. Purtroppo i furti nelle case e nei centri sportivi a Mogliano sono in aumento e la sorveglianza diffusa con delle telecamere, da più parti invocata, è lontana a venire.

 

Sulla situazione, il Consigliere di minoranza Davide Bortolato fa il punto: “Siamo all’ennesima incursione dei ladri negli impianti sportivi della Union Pro e del Tennis Club, è la conseguenza di cinque anni di nulla dell’amministrazione Arena sul fronte della sicurezza. A Mogliano i furti sono continui.”

 

“Le associazioni sportive che gestiscono gli impianti  sono esasperate, moltissime famiglie convivono con il terrore dei ladri dopo aver subito un furto in casa e l’amministrazione comunale non fa nulla.”

 

“Il Terraglio che dovrebbe essere il biglietto da visita della nostra città – prosegue Bortolato – è diventato una cloaca, dove dilaga la prostituzione e la criminalità ad essa legata, lo spaccio di droga è sempre più esteso in città e l’amministrazione comunale non fa nulla.”

 

“Come Consiglieri di opposizione più volte abbiamo sollevato il problema sicurezza in Consiglio Comunale e sempre siamo stati accusati di fare allarmismo e il sindaco Arena ha rifiutato le nostre proposte di telecamerizzazione massiccia e di attuazione di sistemi come il controllo di vicinato.”

 

“L’unica cosa che riesce bene alla Arena sono le continue promesse che poi sistematicamente non mantiene, mette a bilancio soldi per le telecamere che poi nessuno vede e perde importanti occasioni come il finanziamento governativo che altri comuni, vedi Marcon, sono riusciti ad accaparrarsi.”

 

“A Mogliano – conclude Bortolato – serve un governo capace di dare sicurezza ai propri cittadini e capace di togliere la prostituzione dal Terrraglio come si era fatto con la Giunta precedente. Ora abbiamo una grande occasione per cambiare le cose, le votazioni amministrative di fine maggio.”

Queste le partite delle varie squadre della Union Pro che si disputeranno nel weekend

 

ECCELLENZA: Union QDP – Union Pro
Domenica 23 settembre, ore 15.30 – Farra di Soligo, campo di via Cal della Madonna.

 

JUNIORES ÉLITE: Cornuda Crocetta – Union Pro
Sabato 22 settembre, ore 15.30 – Crocetta del Montello, campo di via Canapificio.

 

ALLIEVI ÉLITE: Union Pro – Calcio San Donà
Domenica 23 settembre, ore 10.30 – Preganziol, stadio di via Manzoni.

 

ALLIEVI SPERIMENTALI: Academy Luparense – Union Pro
Domenica 23 settembre, ore 10.30 – S. Martino di Lupari, campo di via Da Vinci.

 

GIOVANISSIMI ÉLITE: Union Pro – Eclisse Carenipievigina
Domenica 23 settembre, ore 10.30 – Mogliano Veneto, campo settore giovanile di via Ferretto.

 

GIOVANISSIMI SPERIMENTALI: Pro Venezia – Union Pro
Domenica 23 settembre, ore 10.30 – Murano, centro sportivo San Mattia.

 

GIOVANISSIMI PROVINCIALI: Union Pro – Treviso Academy
Domenica 23 settembre, ore 10.15 – San Trovaso di Preganziol, campo di via Bassa.

 

ESORDIENTI 2006: Liventina – Union Pro
Sabato 22 settembre, ore 17 – Motta di Livenza.

 

PULCINI 2009: Favaro – Union Pro
Sabato 22 settembre, ore 15 – Favaro.

 

PULCINI 2009: Kermesse con Union Pro, Condor S.A. Treviso, Montebelluna e Liventina.
Sabato 22 settembre, ore 15.30 – Mogliano Veneto, campo settore giovanile di via Ferretto.

ECCELLENZA: Union Pro 3 – Giorgione 3 (2 Volpato, Nobile).
JUNIORES ÉLITE: Ponzano 0 – Union Pro 1 (Francesco Fornasier).
ALLIEVI ÉLITE: Eclisse Carenipievigina 2 – Union Pro 2 (Longo, Mainardi).
ALLIEVI SPERIMENTALI: Union Pro 4 – Graticolato 1 (Lucano, Bellio, Riccardo Vianello, Tacetti).
GIOVANISSIMI ÉLITE: Liventina 2 Union – Pro 1 (Toffolo).
GIOVANISSIMI SPERIMENTALI: Union Pro 1 – Villafranca Veronese 3 (Alberto Tiveron).

ECCELLENZA: Eclisse Carenipievigina 0 – Union Pro 0

 

JUNIORES ELITE: Vittorio Falmec 0 – Union Pro 2 (Volpe, Veglianiti)

 

ALLIEVI ELITE: Union Pro 4 – Eurocalcio 1 (Daminato, Guerrato, Damiani, Occari)

 

ALLIEVI SPERIMENTALI: Camisano 1 – Union Pro 5 (Bondi, autorete, Dario Mattiello, Lucano, Scibelli)

 

GIOVANISSIMI ELITE: Union Pro 1 – Montebelluna 2 (Pillon)

 

GIOVANISSIMI SPERIMENTALI: Caldiero Terme 2 – Union Pro 3 (Versuro, Alberto Tiveron, Michielin)

Venerdì mattina allo Stadio Comunale di Mogliano è stata presentato il Football Union Pro 1928 dalla nuova società che lo ha rilevato dal vecchio Presidente Marco Caiba.

 

Erano presenti i Sindaci di Mogliano, Carola Arena, di Preganziol, Paolo Galeano, l’assessore allo Sport, Oscar Mancini, il Presidente della Union Pro, Enrico Lorenzoni, il Direttore Generale, Marino Brocca, il  Direttore Sportivo, Marcello Benedetti e l’allenatore della 1° squadra.

 

L’impressione è stata quella di un gruppo entusiasta, pieno di voglia di fare, proteso verso un’autentica volontà di promuovere la formazione dei ragazzi nel nome dello sport e con il desiderio di integrarsi nei territori di Mogliano e di Preganziol.

 

 

I numeri della società sono i seguenti: 24 squadre, 350 ragazzi iscritti, 24 allenatori, 4 preparatori, un fisioterapista, un posturologo e uno psicologo.

 

La società è stata fondata da una cordata di 6 genitori ed è una S.r.L. senza scopo di lucro. La società sta per chiudere un accordo con la Lotto, che fornirebbe il kit sportivo gratuitamente per la 1° squadra e al costo di 120 euro per tutte le altre squadre.

 

La società si è dotata di un autista in più rispetto ai precedenti, mentre la quota associativa è stata aumentata di circa 30 euro l’anno per sostenere le spese per gli allenatori.

 

Le premesse per ben figurare con tutte le squadre iscritte nei vari campionati ci sono, ora attendiamo fiduciosi i risultati sul campo.

 

 

A seguito del nostro articolo “La nuova Union Pro tra luci e ombre” apparso ieri, pubblichiamo su richiesta la replica inviataci dal Presidente della FC Union Pro 1928

 

 

Egregio Direttore,

 

è con grande rammarico che vediamo pubblicate sul suo giornale notizie inesatte e lesive del nome della società che rappresentiamo. Come ben sa, è obbligo per un giornalista verificare le fonti prima di pubblicare qualsiasi notizia. Nessuno ci ha mai contatto per avere informazioni o almeno un contraltare a quanto da voi scritto.

 

Ci vediamo pertanto costretti a rettificare quanto da voi indicato e precisamente:

 

1) Per quanto riguarda la presunta mancanza di autisti, ci permettiamo smentire categoricamente. La società ha ad organico il numero sufficiente di autisti da permettere il regolare svolgimento dei trasporti. Stiamo inoltre verificando la possibilità di cambiare, laddove possibile e parzialmente, il parco veicoli attuale. Consci che il trasporto degli atleti è fondamentale per le famiglie, stiamo analizzando la possibilità di ampliarlo a quelle zone che sino ad ora non avevano la tratta coperta;

 

2) La società sta valutando un nuovo sponsor tecnico che porterà in dote un rapporto fidelizzante e duraturo nel tempo. La scelta non è pertanto legata al Kit degli atleti ma alla costruzione di un rapporto di collaborazione ben più ampio e che intende legare la società ad un marchio con cui costruire situazioni di reciproco interesse. Peraltro per il primo anno non è previsto alcun obbligo nei confronti degli atleti ma sarà su base volontaria. Il fatto che un soggetto della proprietà lavori in Lotto, con cui al momento non è stato sottoscritto alcun impegno, è semmai un valore aggiunto che potrebbe permettere alla società di relazionarsi con i vertici di questo importantissimo marchio e quindi raggiungere situazioni di collaborazione altrimenti non immaginabili. Sono comunque stati vagliati vari marchi per valutare quello che porterà il maggior valore possibile di interesse per entrambi i relazionanti. La possibilità di cambiare lo sponsor tecnico è inoltre situazione diffusa e normale in ogni società sportiva. Rammentiamo inoltre che la precedente società aveva, per regioni a noi non note, cambiato in anni recenti lo sponsor tecnico dalla Legea alla Joma.

 

3) È assolutamente vero che sarà richiesto un piccolo sacrificio ai genitori in quanto la retta aumenterà di € 30 annui. Questo è stato necessario in quanto lo stato di difficoltà finanziaria lasciatoci dalla precedente proprietà sta impegnando fortemente i nuovi soci. Peraltro l’aumento della retta era avvenuto anche negli anni precedenti. Da ricordare che nei mesi scorsi la vecchia proprietà aveva fatto un incontro pubblico a cui veniva richiesto un contributo a chiunque per poter proseguire e chiudere l’annata calcistica. Contributo che era allora di almeno € 35/40.000= Noi chiediamo un minimo sacrificio che rapportato a quanto programmato sarà di sicura soddisfazione per le famiglie che proseguiranno il loro rapporto con noi.

 

Certi che vorrete dare alla presente lettera lo stesso spazio di quanto scritto da voi in precedenza, e soprattutto sicuri che vorrete contattarci prima di diffondere notizie false e ingannevoli vi porgiamo i nostri più cordiali saluti.

 

Mogliano Veneto, 3 luglio 2018

UNION PRO 1928

Il Presidente

La Union Pro, società che unisce nel nome dello sport i due comuni di Mogliano e Preganziol, quest’anno riparte con una nuova dirigenza, ma tra luci e ombre.

 

Di positivo certamente c’è la collaborazione di Giovanni Vio, esperto in palle inattive e il progetto di rafforzare lo staff tecnico giovanile per aumentare il numero di squadre del vivaio.

Aggiungiamo anche la voglia di far bene di chi inizia una nuova avventura e il desiderio di affermarsi come gruppo dirigente.

 

Di negativo notiamo l’improvvisa mancanza degli autisti per i pulmini che sino ad ora accompagnavano i ragazzi del vivaio allo stadio e agli incontri obbligando i genitori a spese impreviste. Questo è dovuto alla mancanza di finanze o a cattiva organizzazione?

Di negativo c’è anche l’aver obbligato tutti i giovani del vivaio ad accollarsi la spesa di nuove uniformi, abbandonando le vecchie, che erano state cambiate appena due anni fa.

 

Sandro Lunian, ex Direttore sportivo della società, a tal proposito precisa: “Questa nuova dirigenza fa grandi proclami, ma niente fatti. Hanno poi obbligato tutti a cambiare le tute con altre nuove della Lotto. Spesa non prevista dalle famiglie. Mi rattrista il fatto che un familiare di uno dei soci della nuova Union Pro sia rappresentante della Lotto, e questo non va bene.”

 

“Ma non basta; hanno anche aumentato la rata annua di iscrizione. Si definiscono imprenditori, ma nessuno di loro sa come dirigere una società di calcio. Infine il gruppo non è omogeneo e il lavoro non viene condiviso.”

Alessandro Lunian lascia la direzione sportiva della Union Pro. Lo ha annunciato informando i suoi collaboratori con una lunga e toccante lettera. Lascia, nonostante fosse stato chiamato a far parte della nuova società.

 

Lunian è stato alla guida della società sportiva moglianese per ben 14 anni, anni in cui la società ha vinto premi, coppe ed è cresciuta, portando la prima squadra anche in serie D.

 

Quattordici anni fa Lunian prese in mano la società con soli 70 giovani, ora la lascia con squadre iscritte in tutte le categorie e con una scuola di calcio da invidiare. Tutto questo è stato senza dubbio in gran parte opera della sua direzione.

 

A influire sulle sue decisioni sono state in buona parte le vicende giudiziarie dell’ex presidente Marco Gaiba, ma non solo questo, a quanto ci dice. Ora lascia la società in mano a una nuova proprietà formata da genitori di alcuni iscritti e da imprenditori locali.

 

Alessandro Lunian ci ha rilasciato un’intervista: “Non voglio fare polemiche con nessuno, ma la nuova proprietà è entrata un po’ a gamba tesa. Molto hanno influito sulla mia decisione le vicende che hanno colpito il presidente Marco Gaiba, per le quali ho passato un anno molto difficile.”

 

“Lascio una società dal punto di vista sportivo e potenziale dalle prospettive molto floride. Ora entreranno i nuovi, che pensavo volessero ascoltare i miei consigli dettati da tanti anni di esperienza maturati sui campi e in mezzo ai ragazzi. Sono imprenditori e vogliono fare tutto loro.”

 

“Auguro che vada tutto bene – prosegue Lunian – ma ho dei dubbi sul fatto che sappiano come si gestisce una società sportiva come questa. Ci vuole esperienza, io l’ho presa da zero e l’ho condotta avanti, sviluppando tanti progetti.”

 

“Devo dire che ho avuto tre proposte da altre società sportive molto allettanti, ma per il momento sono in pausa di riflessione, non escludo comunque che tra un poco tornerò nel mondo del calcio.”

 

Con le dimissioni di Lunian si chiude un’era positiva per il calcio moglianese. Positività in gran parte per merito della sagace e preparata guida del direttore sportivo Lunian.

 

Lo sport moglianese perde così – per il momento – una figura carismatica per lo sport tutto.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni