Home / Posts Tagged "Sile Jazz"

Sarà visitabile fino a domenica 19 luglio (tutte le sere dalle 18 alle 21, con ingresso gratuito) nelle sale di Spazio Arte Urbano di Mogliano la mostra fotografica JAZZ SPIRIT di Pino Ninfa, inaugurata lo scorso 11 luglio nell’ambito di SILE JAZZ.

 

Jazz Spirit, la mostra-progetto dell’Olympus Ambassador Pino Ninfa, fotografo già riconosciuto a livello internazionale per i suoi progetti sociali. Attivo soprattutto nei più rinomati contesti musicali e jazzistici, Ninfa è anche operatore culturale nell’ambito della fotografia musicale d’arte.

 

 

Da anni, con la sua Olympus, Ninfa immortala il mondo del jazz, i concerti e gli spettacoli; ritrae l’anima dei musicisti e lo spirito dei loro strumenti per fonderli in un’unica entità: la musica. «JAZZ SPIRIT è una linea immaginaria su cui sostare aprendo le ali della nostra fantasia – spiega Ninfa a proposito del progetto – per cercare di cogliere qualcosa che sta intorno a noi e restituirlo nella sua bellezza e nella sua profondità».
E a proposito del suo rapporto con la fotografia di scena, e in particolare con la musica jazz, continua «ogni cosa si muove in una sorta di danza a cui mi piace partecipare come spettatore e fotografo».

La mostra allestita allo Spazio Arte Urbano Brolo è composta da 20-25 fotografie in vari formati dal 70×100 al 40×60. Le foto 70×100 sono stampate su carta Hanemule e montate su Dbond le altre sono montate su cornici.

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il tour cicloturistico “Le sorgenti del Sile” parte da Albaredo di Vedelago e si sviluppa ad anello per 20 km, creato per scoprire e ammirare le particolari sorgenti dell’omonimo fiume, assaporando la bellezza di una giornata immersi nel verde.

 

Lungo il percorso si potranno vedere ed esplorare molti punti interessanti che contengono le importanti e suggestive risorgive del fiume Sile come la Porta dell’Acqua e il Gran Bosco dei Fontanassi.

 

A seguire è possibile cenare al Ristorante Corona d’Oro di Albaredo di Vedelago e gustarsi il concerto del Fabio Giachino Trio.

 

Info e prenotazioni

Data evento: sabato 13 luglio
Partenza: ore 16.00
Durata percorso: 2 ore circa
Quota di iscrizione: 15 euro
Prenotazione obbligatoria a: [email protected] – tel. +39 0422 595780

Dopo che l’attesissima crociera jazz di venerdì 27 luglio ha registrato il sold-out pochi giorni dopo essere stata annunciata, Sile Jazz si congeda dal suo pubblico con un progetto che scalda i cuori e li coinvolge per la grande passione.

 

Flamencontamina è l’incontro tra le antiche origini popolari della danza andalusa di fine Settecento con gli odierni linguaggi musicali, fatti anche di tecnologia e di improvvisazione; è l’incontro tra strumentisti creativi e pieni di energia che da vari anni e vario titolo riscoprono il folklore antico dei paesi bagnati dal Mare Nostrum.
Chitarra, basso acustico, un set percussivo ampio e originale, flauto traverso, violino: ingredienti attraverso i quali flamenco, pop, jazz e blues si mescolano e danno vita a un vibrante escursione con idiomi ritmici molto coinvolgenti, ma anche aspetti di lirismo e magica poesia.

 

Flamencontamina è virtuosismo, orgoglio, affetto per un genere che sprigiona ogni emozione, perché rimanda alle radici comuni del Mediterraneo. Gli artisti che ne fanno parte sono: Roberto Talamona (chitarra flamenca), Toti Canzoneri (flauto traverso), Lautaro Acosta (violino), Tommy Bradascio (batteria e percussioni), Mario Caccia (basso), Francesco Perrotta (cajon, percussioni) e Flaviano Braga (fisarmonica).

 

La band si esibirà sabato 28 luglio, alle ore 21, a Quinto di Treviso, in Villa Memo Giordani Valeri (Piazza Roma, 1), chiudendo la rassegna musciale di Sile Jazz.

 

In occasione del concerto, sarà presente l’Osteria itinerante da Tomà con ottimi cicchetti e tante buone vivande!

 

INFO:
www.silejazz.com; www.jazzareametropolitana.com
[email protected]
tel. 327 4610693

Andrea Marcelli è un batterista e compositore italo-americano, residente a Berlino, che ha portato le sue musiche con successo in cinque continenti, registrato decine di album con le migliori etichette del pianeta e ha collaborato dal vivo e in studio con artisti come Wayne Shorter, David Liebman, Bob Mintzer, Bob Berg, John Patitucci, Don Menza, Allan Holdsworth, Harold Land, Markus Stockhausen, Eddie Gomez e moltissimi altri.

 

Questa sera, alle ore 21, si esibisce a Villa Morosini Gatterburg di Albaredo di Vedelago, affiancato da Marco Ponchiroli, pianista veneziano dalla plurima formazione (ha radici classiche, ha suonato nel pop e ha una personalità jazz appassionata e lirica) e Alessandro Turchet, contrabbassista friulano, richiestissimo didatta e fine sperimentatore, con un fitto carnet di collaborazioni dal vivo e in studio.

 

L’ingresso è libero.

Domani sera, alle ore 21, l’incantevole parco di Villa Guidini di Zero Branco sarà invaso dalle note di  D.O.V.E. (Drums, Organ, Vibes Ensemble), per una serata in musica.

 

Costituito da Giovanni Perin al vibrafono, Giulio Campagnolo all’organo hammond e da Andrea Davì alla batteria, D.O.V.E. è una realtà tra le più innovative nel panorama jazzistico contemporaneo, grazie al ricercato connubio sonoro dei tre singolari strumenti.

 

Il repertorio alternerà composizioni originali a grandi classici, spaziando dalle sonorità energiche e funky, all’hard bop più raffinato.

 

Il primo lavoro del trio, Where are you?, è un concept album uscito esclusivamente in vinile e si presenta come un “Gioco dell’oca” musicale, i cui protagonisti sono gli strumenti del gruppo, tanto che viene presentato insieme al dado.

 

La serata è a ingresso libero e sarà accompagnata dai deliziosi cicchetti e bevande dell’Osteria itinerante da Tomà.

 

 

Un secondo appuntamento per la rassegna musicale di Sile Jazz è in programma per sabato 21 luglio, sempre alle ore 21, a Villa Grimani Morosini Gatterburg di Albaredo di Vedelago, dove si esibirà Andrea Marcelli Trio, con Andrea Marcelli alla batteria, Marco Ponchiroli al pianoforte e Alessandro Turchet al contrabbasso.

Venerdì 13 luglio, Ada Montellanico omaggia Abbey Lincoln; sabato 14 è la volta di “Fermentos” di Rosa Brunello. Un week end di musica tutto al femminile, a ingresso libero.

 

Venerdì 13 e sabato 14 luglio si terranno due appuntamenti musicali dedicati alla musica jazz, che da sempre caratterizza l’estate moglianese.
Le due serate di Sile Jazz, la rassegna a cura di nusica.org che farà tappa presso la Piazzetta del Teatro il venerdì e il Parco di Villa Longobardi il sabato (in caso di pioggia al Centro Sociale di Piazza Donatori di Sangue), sono tra gli appuntamenti di rilievo di Metropolis 2018, l’estate culturale moglianese che da giugno a settembre proporrà oltre cinquanta serate di eventi.

 

Venerdì 13 luglio, alle 21.00, salirà sul palcoscenico di Piazzetta del Teatro una delle voci italiane storiche, tra le interpreti più intense e di spessore che il nostro paese abbia mai regalato al jazz: Ada Montellanico.
Il suo progetto, “Abbey’s Road”, è dedicato a una figura leggendaria della storia americana: Abbey Lincoln, grande musicista, ma anche attivista e personalità assoluta del movimento Black Power.

 

Cantante e autrice di autentica originalità, dal sound aspro e sensuale e dalle coloriture africane, Abbey Lincoln è stata iniziatrice di una nuova strada del jazz vocale, collocandosi idealmente vicina ad altre grandi artiste quali Billie Holiday eNina Simone. Dagli anni ’60 a fianco di Max Roach, la sua carriera artistica, è stata sempre unita alla sua intensa attività in seno alla comunità nera, facendo sì che la sua musica diventasse cassa di risonanza nella denuncia delle discriminazioni razziali vissute dalla popolazione afroamericana. Su questo percorso di impegno sociale si colloca il nuovo progetto di Ada Montellanico che cammina sulla strada di Abbey abbracciando con passione i contenuti della sua vita artistica e politica.

 

Ada Montellanico, preziosa interprete tra le più importanti del panorama nazionale, presenta questo omaggio con estrema originalità ed empatia mettendo in risalto la forza narratrice delle composizioni della Lincoln ed esaltando quello che è il carattere africano della suo mondo sonoro e la sua profonda trasgressività. La scelta di creare una band atipica, caratterizzata dalla mancanza di uno strumento armonico dona a questa particolare formazione un sound energico e coinvolgente, esaltato dagli arrangiamenti curati dal grande trombettista Giovanni Falzone. A loro si uniscono alcuni degli astri nascenti del jazz italiano: Matteo Bortone al contrabbasso, vincitore del Top Jazz 2015, Filippo Vignato al trombone e Ermanno Baron alla batteria.

 

Sabato 14 luglio, sempre alle 21.00, tocca al quartetto della giovane, e già affermata, contrabbassista Rosa Brunello, che presenta una sorta di “edizione speciale” del suo progetto “Fermentos”. Con lei sono Michele Polga al sax tenore ed effetti; Frank Martino alla chitarra elettrica e live electronics e Luca Colussi alla batteria.
Anche la stessa Brunello ha a disposizione sintetizzatori ed elettronica: i suoi “Fermentos” prendono una nuova connotazione. Così Rosa descrive il suo progetto: “Particelle della materia che sotto l’azione del fermento si muovono violentemente, si gonfiano e riscaldano, lottando per ricomporsi con un nuovo ordine. Particelle che si modificano, scompongono, sdoppiano in altre particelle simili ma diverse che a loro volta rivivono lo stesso percorso in un ciclo senza fine. Una metafora chimica per una musica alchemica, organica e in continuo divenire”.

 

Rosa Brunello frequenta il Berklee College of Music di Boston (USA) e i corsi estivi di Siena Jazz dove studia con i migliori maestri del jazz nazionale e internazionale. Dopo il diploma magistrale studia anche per l’European Jazz Master (EUJAM) al Jazz-Institut Berlin, al Conservatoire national supérieur de musique et de danse de Paris ed al Conservatorium van Amsterdam dove si laurea nel 2017. Da sempre suona con i più grandi jazzisti in Italia e non solo e nei migliori palcoscenici di tutta Europa.
Nel 2012 esce il disco d’esordio da leader “Camarones a la plancha” (Zone di Musica) con David Boato, Piero Bittolo Bon, Riccardo Chiarion e Luca Colussi. Il 6 maggio 2016 esce il suo secondo album da leader “Upright Tales” per l’etichetta internazionale Cam Jazz. Rosa Brunello y Los Fermentos in questo caso sono composto David Boato, Filippo Vignato, Luca Colussi che ospitano nomi come Dan Kinzelman, Enzo Carniel e Francesca Viaro. Il 9 marzo 2018 esce il suo terzo disco da leader – secondo disco per l’etichetta Cam Jazz – “Volverse, Live in Trieste” con Alessandro Presti, Filippo Vignato e Luca Colussi.
Al concerto di sabato sarà presente l’Osteria Itinerante Da Tomà: un modo piacevole e conviviale di godersi l’appuntamento con golosità e stuzzichini.

 

Informazioni e prenotazioni
tel. +39 327 4610693
dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17
e.mail: [email protected]
www.silejazz.comwww.jazzareametropolitana.com

Per il terzo anno consecutivo approda, nel salotto della città di Preganziol, Sile Jazz, un festival itinerante che coinvolge un’area di Comuni che si affaccia sul Sile o in uno dei suoi affluenti.

 

Musicisti di livello internazionale sono stati ospitati in queste tre edizioni, a Preganziol. Ed è con questa soddisfazione che il Comune invita la cittadinanza al concerto di venerdì 29 giugno presso la Biblioteca comunale, dove tutti avranno modo di apprezzare le note di Daniele Di Bonaventura e Krysztof Kobilinsky.

 

L’ingresso è gratuito.

 

Love Songs, l’ultimo album discografico di Max Trabucco è un inno all’amore che simboleggia l’incontro tra suono, emozione, intimità. Le musiche si librano da Traumerei di Schumann a Nature Boy di Nat King Cole, passando per brani originali e ritmo afroamericano. Un lavoro che trasuda spontaneità e raffinatezza insieme e che porta la firma del trio musicale composto da Max Trabucco alla batteria, Giulio Scaramella al pianoforte e Mattia Magatelli al contrabbasso.

 

Questo nuovo album, registrato da Artesuono di Stefano Amerio e già uscito lo scorso 30 aprile, verrà presentato sabato 16 giugno, alle ore 21, nel giardino della biblioteca di Silea in una serata evento che si colloca all’interno della rassegna Sile Jazz.

 

Si informa che l’evento è a ingresso libero e che in caso di pioggia la serata si svolgerà nel Centro Culturale C. Tamai.

 

 

Informazioni:

tel. 327 4610693 (dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 17)
e-mail [email protected]

Venerdì 15 giugno, alle ore 21, a Casier arrivano i Tommaso Troncon Berlin Quartet per una serata all’insegna della musica jazz.

 

L’evento, a ingresso libero, si terrà in piazza San Pio X. In caso di pioggia, sarà spostato presso il teatrino della scuola elementare di via Basse.

Insieme a Tommaso, sax tenore e soprano, ci saranno Giulio Scaramella al pianoforte, Louis Navarro al contrabbasso e Mario Würzebesser alla batteria, che delizieranno la serata con un repertorio di brani originali e alcuni sofisticati ri-arrangiamenti di pezzi che spaziano dal jazz tradizionale al più progressivo jazz contemporaneo.

 

Informazioni:

tel. 327 4610693 (dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 17)
e-mail [email protected]

Giovedì 14 giugno, alle ore 20.00, l’hotel Best Western Premier BHR Treviso Hotel di via Postumia Castellana, 2, a Quinto di Treviso, presenta il party di inaugurazione con cena a buffet e, a seguire, il concerto degli ALMA SWING, una realtà di riferimento del jazz di tradizione europea, composta da:
Lino Brotto (chitarra principale)
Mattia Martorano (violino)
Andrea Boschetti (chitarra ritmica)
Beppe Pilotto (contrabbasso)

 

La loro musica è l’incontro tra lo swing parigino-americano degli anni Trenta e l’anima del folklore manouche.

 

Il costo dell’intero evento è di 15 euro a persona.

La prenotazione è consigliata.

 

Informazioni:

tel. 327 4610693 (dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 17)
e-mail [email protected]

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni