Home / Posts Tagged "presentazione"

Dalla tranquilla provincia veneta al dramma incompreso della Bosnia Erzegovina

 

Il prossimo 17 febbraio avremo il piacere di ascoltare la presentazione/reading dell’ultimo romanzo di Roberto Masiero, dal titolo Dragan l’imperdonabile.

 

La serata sarà allietata dalle letture interpretate da Silvia Battistella e dall’accompagnamento musicale del Mo. Silvano Borin.

 

Info

Mogliano Veneto, sala consiliare del municipio – P.zza Caduti, 8
Data evento: 17 febbraio 2020
Orario: 18.00 – 19.30

 

Trama

Una commessa di provincia, ferita da un amore sbagliato, trova sicurezza solo nel dialogo con una bambina generata dalla propria fantasia. La sua vita solitaria si annoda inaspettatamente col dramma della guerra di Bosnia-Erzegovina. L’anello di congiunzione è Dragan, giovane ex insegnante di Višegrad, fuggito in Italia per ragioni misteriose. Il serbo bosniaco, spirito pratico, si rivela una specie di angelo custode al servizio della ragazza. Fino a quando riemerge un passato sconvolgente che ci riguarda tutti…
Ambientato parzialmente nella cittadina moglianese e i suoi dintorni, Il romanzo rimanda alla questione irrisolta sulla natura contraddittoria dell’essere umano, in bilico tra l’aspirazione ad una limpidezza irraggiungibile e l’abisso dei propri istinti peggiori.

 

L’autore

Roberto Masiero è nato e cresciuto a Bolzano. Oggi risiede a Mogliano Veneto, dove scrive preferibilmente narrativa con qualche fuga nella poesia.
Dello stesso autore i romanzi: Mistero animato (2009), La strana distanza dei nostri abbracci (2013) e L’illusione che non basta (2019).

 

 

Giovedì 21 febbraio 2019 alle ore 21,00 all’Auditorium del Liceo Berto (via Barbiero 82, Mogliano) l’amministrazione Arena presenterà ufficialmente il Piano comunale di Protezione civile aggiornato.

 

All’incontro saranno presenti il sindaco Arena, l’assessore ai Lavori pubblici Filippo Catuzzato, i dirigenti comunali, i tecnici che hanno collaborato alla redazione del Piano, i rappresentanti locali della Protezione civile e della Croce Rossa.

 

Verranno illustrate alla cittadinanza le scelte adottate e le linee di indirizzo per le norme e le disposizioni di questo importante documento, fondamentale strumento operativo nei momenti di emergenza e difficoltà.

 

“È importante, per tutti, che il contenuto di questo Piano sia conosciuto il più possibile; è bene sapere cosa fare e come attivarsi in circostanze difficili che possono presentarsi all’improvviso e per le quali è opportuno essere già pronti ed adeguatamente addestrati ad agire nel rispetto delle procedure e della normativa” ha dichiarato il sindaco Carola Arena.

 

A breve, infatti, verrà distribuita anche una brochure come supporto informativo per la cittadinanza. Il Piano aggiornato sarà pubblicato nel sito del Comune.

 

L’aggiornamento è necessario perché il Piano di Protezione civile è concepito come uno strumento dinamico e aggiornabile in conseguenza dei cambiamenti del sistema territoriale, sociale e organizzativo.

 

L’aggiornamento è frutto di incontri dei tecnici con i dipendenti e con l’associazione di volontariato di Protezione civile e la Croce rossa, per condividerne i contenuti e verificarne la validità.

 

Prima della formale approvazione in Consiglio, è stato promosso questo incontro nella convinzione che l’efficacia del Piano sarà maggiore se i cittadini saranno informati sui rischi potenziali e sulle azioni da intraprendere e/o sulle misure da adottare in caso di evento calamitoso.


Numerosi gli aggiornamenti apportati.

Tra i principali, si rileva che è stato aggiornato l’elaborato delle strade strategiche (mobilità per la gestione dell’emergenza) e conseguentemente tutte le strutture afferenti (p.esempio ponti) per ottimizzare la logistica.

 

È stata condotta la valutazione della vulnerabilità sismica (basata su un’elaborazione dei dati dell’edificato del Censimento ISTAT 2011 effettuata dalla Regione del Veneto) individuando una vulnerabilità media per area urbanizzata (non per singolo edificio).

 

C’ è stata poi una valutazione della pericolosità  da trasporto di sostanze pericolose basata  sui dati del traffico.

Seguirà poi, nel territorio moglianese l’installazione di un’adeguata segnaletica stradale per indicare le aree di emergenza e di ricovero.

 

Inoltre, è stato fatto un confronto tra i dati del Piano di Protezione civile e quelli derivanti dagli strumenti di settore (Piano di assetto idrogeologico e Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni).

Il Piano è stato redatto secondo le linee guida regionali su supporto informatico. La cartogrogafia è stata curata tramite l’utilizzo dei GIS (Sistemi Informativi Territoriali) per ottenere un efficiente accesso ai dati anche in situazione di emergenza.

È in programma per domani, venerdì 15 febbraio, a partire dalle ore 11.30 presso la Sala degli Arazzi di Cà Sugana, Municipio di Treviso (via Municipio 16, Treviso), una conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa della Regione del Veneto, in collaborazione con la Federazione delle Associazioni degli Esuli Istriani Fiumani e Dalmati, che prevederà la distribuzione nelle scuole secondarie di primo grado della Città e della Provincia di Treviso del libro a fumetti Foiba Rossa – Norma Cossetto, storia di un’italiana e dell’opuscolo informativo “Istria, Fiume e Dalmazia” redatto da FEDERESULI.

 

Foiba Rossa – Norma Cossetto, storia di un’italiana, di Emanuele Merlino e Beniamino Delvecchio, racconta la tragica storia di Norma Cossetto, giovane istriana, laureanda all’Università di Padova, barbaramente violentata e uccisa da un gruppo di titini nel 1943, nei pressi della foiba di Villa Surani.

 

Interverranno alla conferenza stampa:

  • Elena Donazzan, assessore regionale all’Istruzione, alla Formazione, al Lavoro e alle Pari opportunità della Regione del Veneto;
  • Davide Visentin, consigliere comunale della Città di Treviso, gruppo ‘Mario Conte Sindaco’.

Un imperdibile appuntamento letterario si terrà venerdì sera, 23 novembre, presso l’Auditorium Concordia di San Vito al Tagliamento (VE), alle ore 20.45: l’autore Fabrizio Savegnago presenterà il suo ultimo libro Indelebili Segni (Ellerani Editore), un’occasione da non perdere per riflettere sulla questione delle carceri, per ascoltare le storie di chi ogni giorno vive la detenzione sulla propria pelle e di chi lavora a stretto contatto con i detenuti.

 

Nelle parole di Patrizio Gonnella, presidente dell’Associazione Antigone: “Indelebili segni di Fabrizio Savegnago è uno dei modi attraverso cui entrare in una prigione, nelle sue violenze quotidiane, nel suo linguaggio crudo, nelle sue storie, nella sua umanità variegata”; come scrive infatti l’autore: Le urla risvegliano qualche altra detenuta assopita, le urla a Sollicciano sono come gli sbadigli, sono contagiose…”

 

Alla presentazione interverranno l’autore e Alberto Quagliotto, direttore della Casa Circondariale di Pordenone.

 

Fabrizio Savegnago nasce nel 1988 a Firenze. Dopo la laurea in Scienze Infermieristiche lavoro come infermiere, dal 2012 al 2013, nel carcere di Sollicciano che gli darà lo spunto per scrivere Indelebili Segni. Appassionato di cinema (ha studiato recitazione) cerca di far entrare nei suoi racconti la sua passione fondendo la soggettività della macchina da presa con l’Ultrapop alla Tarantino.

 

Lucio Carraro torna a noi con la sua prosa fluida, convincente, a deliziarci con una nuova produzione letteraria. Questa volta, il 14 giugno alle 18.30 in piazzetta del Teatro, ci presenterà la sua nuova fatica, Apache, storie di attimi.

 

 

Dodici racconti per lampeggiare gli attimi profondi della nostra vita ed esplorare i valori universali del femminile. Fra parlato e poesia  in prosa, invettiva e favola, monologhi e dialoghi, una scrittura rabdomantica che rinvia ai messaggi dell’anima.

 

 

Sarà una presentazione-recital, condotta da Rita Fazzello, con letture di Stefania Baradel, Renzo Biancotto e Attori per Caso, e l’accompagnametno musicale di Paolo Piazza al sax e Luca Pavan alla chitarra.

 

 

Lucio Carraro si è rivelato autore prolifico: è scrittore di persone, paesaggi, sentimenti. Le sue opere già pubblicate sono: Sentimenti elementari, c’era una volta il libro di lettura (Aurelia edizioni), Agosto (Arcari editore), Il senso della lumaca e altre storie (Slow Food editore), Volare, la straordinaria storia del pistard olimpionico Franco Testa, Cuoche, le radici della cucina (Antiga edizioni).

Dopo la presentazione al Forum delle Attività Produttive di lunedì scorso, il Gruppo Giovani del Comune di Casale sul Sile organizza un evento dedicato a tutta la popolazione per presentare i risultati del SondagGiovani, l’indagine online tra i ragazzi dai 16 ai 26 anni, che ha coinvolto le nuove generazioni casalesi.

 

La serata si svolgerà venerdì 1 giugno dalle 20.30 al Porticciolo di Casale e sarà co-presentata da Canal il Canal.

 

Nel corso dell’evento saranno presenti dj-set e chioschi.

 

Si avvisa che in caso di pioggia l’evento si svolgerà presso l’Auditorium.

 

A grande richiesta torna la serata di presentazione gratuita di riallineamento vertebrale condotta dall’operatore olistico Claudio Reiki.

 

Cos’è il riallineamento vertebrale
Il riallineamento della colonna vertebrale è un’attivazione energetica che, una volta ricevuta, mette in atto un processo di guarigione spirituale. Non avviene pertanto nessun tipo di contatto, né tantomeno massaggio o manipolazione sul corpo della persona che intende ricevere l’allineamento.

Ciò che accade visibilmente è che:
– le scapole tornano alla stessa altezza
– il bacino ritorna orizzontale
– la spina dorsale si trova in una verticale perfetta
– le gambe arrivano ad avere la stessa lunghezza.

 

Questi fattori possono essere verificati immediatamente in quanto la persona trattata viene controllata prima e dopo l’esperienza.

 

L’allineamento ci viene in aiuto, proprio per darci la possibilità di lasciar andare importanti carichi emotivi: una volta ricevutolo ti sentirai molto più leggero a livello emotivo.
I cambiamenti fisici osservabili e tangibili dopo aver ricevuto l’allineamento sono una naturale conseguenza. Questo perché il nostro corpo è lo specchio di quelli che sono i nostri stati d’animo. Vi è una comunicazione continua, infatti, tra la nostra parte fisica e la nostra sfera emotiva.

 

Il riallineamento della colonna vertebrale, si riceve una sola volta nella vita, poiché il processo di guarigione spirituale che si avvia continua il suo lavoro nel tempo.

 

Durante la serata potrai renderti conto dei benefìci fisici immediati, attraverso la dimostrazione pratica di 30′ circa che verrà fatta durante l’incontro.

A fine presentazione, verranno raccolte le prenotazioni per gli incontri individuali, con uno sconto particolare, dedicato ai presenti.

 

L’ingresso è gratuito, con prenotazione obbligatoria.

Si ricorda inoltre che chiunque può ricevere l’allineamento, poiché non vi è nessuna controindicazione.

Prenota il tuo posto al 327 8164937! L’incontro si terrà domani sera alle 20.30, presso lo Studio i 5 Sensi – il coworking del Benessere in piazza all’Arma di Cavalleria, 5, di Casale sul Sile.

Evento FB: https://www.facebook.com/events/922022894637024/

Parte dal Veneto la nuova frontiera della riabilitazione integrata.

 

 

Dopo una prima, importante e pluriennale sperimentazione presso la sede di Mestre del Gruppo Terraglio, prende il via anche a Preganziol il “Progetto 3S”, che unisce gli ambiti della sanità, del sociale e dello sport in un modello innovativo di riabilitazione integrata, di buona prevenzione e di attenzione al benessere psico-fisico.

 

Il progetto e i servizi offerti nell’accordo quadro, siglato dal Centro Leonardo e da Stilelibero Preganziol, saranno presentati durante la conferenza stampa di venerdì 25 maggio, alle, ore 11, nella sala riunioni Centro Marca Banca di Preganziol, in via Dante Alighieri 2.

 

All’incontro saranno presenti:

Donatello Caverzan – Direttore Sanitario Centro Leonardo

Davide Giorgi – Presidente Gruppo Terraglio e referente CIP Nord italia
Elisabetta Pusiol – Presidente Stilelibero Preganziol

Un contributo economico a sostegno della spesa sostenuta dalle famiglie per le attività sportive

 
Un contributo economico come parziale rimborso della spesa sostenuta dalle famiglie per le attività sportive dei figli. Si chiama “Sport in Comune” ed è il nuovo bando emesso dal Comune di Casier e riservato ai giovani residenti iscritti nell’anno scolastico 2017/2018 alla scuola primaria, alla secondaria di primo grado e alle superiori che dall’inizio del 2018 stanno frequentando – o abbiano frequentato per almeno sei mesi – un’attività sportiva in una delle società del territorio comunale o di altri comuni se si tratta di sport non offerti a livello locale. Ma in ogni caso promossi da associazioni riconosciute dal Coni.
Il progetto, che si inserisce tra gli obiettivi dell’amministrazione guidata dal sindaco Miriam Giuriati di stimolare i propri cittadini ad adottare uno stile di vita sano attraverso le buone pratiche di miglioramento della salute psicofisica, sarà presentato alle famiglie mercoledì 16 maggio alle 20.30 nella sala consiliare comunale di Dosson. Nel corso della stessa serata è in programma un incontro formativo dal titolo “Genitori in gioco. Come supportare i figli nello sport”, condotto dalla psicologa dell’educazione e dello sport Mara Quarisa.
Il contributo economico “Sport in Comune” sarà erogato a quanti presenteranno formale richiesta entro il primo ottobre prossimo, compilando gli appositi moduli scaricabili sul sito ufficiale del Comune di Casier www.comunecasier.it. Il contributo massimo sarà di 400 euro.

Appuntamento alle 20.30 in sala consiliare a Dosson con le nuove offerte della Cooperativa Comunica

 

Domani sera, alle ore 20.30 nella sala consiliare di Dosson, sarà presentato il progetto per i centri estivi comunali 2018, affidati in gestione alla Cooperativa Comunica e rivolti ai bambini che frequentano le scuole dell’infanzia, la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado.

 

L’iniziativa si terrà dal 18 giugno al 31 agosto, esclusa la settimana di Ferragosto, e quest’anno avrà come tema “La cultura è un gioco. A spasso nel tempo con Antonio Canova”: lo scultore trevigiano condurrà i partecipanti ai centri estivi – attraverso giochi, laboratori ed esperienze di vario genere – nel mondo delle arti tra pittura e fumetto, musica e cinema, scultura e danza, architettura e teatro. Tutte le attività si svolgeranno alla scuola primaria “Dante Alighieri” di via Fermi a Dosson.

 

Iscrizioni. I genitori interessati all’iniziativa possono già iscrivere i propri figli, presentandosi in biblioteca comunale (via Roma 2 a Dosson) giovedì 10 maggio dalle 15.30 alle 19,30, lunedì 14 maggio dalle 10 alle 13, giovedì 17 maggio dalle 15.30 alle 19.30. Dal 18 giugno le iscrizioni potranno essere effettuati direttamente al centro estivo fino ad esaurimento posti. Da giovedì 10 maggio sono possibili anche le iscrizioni online sul sito www.cooperativacomunica.org.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni