Home / Posts Tagged "e-commerce"

Evitare i luoghi affollati è uno dei primi comportamenti responsabili che possiamo adottare in questo particolare periodo, difficile per tutti, per limitare al massimo il rischio di contagio.
Se è vero che il buon cibo può risollevare il morale, sono sempre di più – per fortuna – gli e-commerce attivi con le consegne a domicilio sull’intero territorio nazionale!

 

In questo periodo di restrizioni che stiamo vivendo, sperimentare in cucina è diventato uno dei passatempi prediletti dagli italiani per scandire le proprie giornate. Ma andiamoci cauti con torte e biscotti, questa volta! I nutrizionisti consigliano infatti una dieta sana e bilanciata, accompagnata da attività fisica (una camminata di 30 minuti è sufficiente). Da sempre alleato della nostra salute è il pesce, uno degli alimenti più amati della dieta mediterranea. Le sue carni sono fonte di proteine, ricche di vitamine, di sali minerali e di acidi grassi essenziali Omega3, toccasana per la memoria.

Dal momento che evitare supermercati affollati e pescherie fuori comune è più che raccomandato, ecco che chiunque può si adopera per arrivare direttamente nelle case degli italiani attraverso il servizio di consegna a domicilio.

Un esempio ne è Itty.Fish, una pescheria del Veneziano con tre negozi in Veneto (a San Stino di Livenza, San Donà e Conegliano), il cui servizio di consegna di pesce fresco a domicilio è sempre attivo!

 

Come ordinare online?

Ordinare online è semplicissimo: una volta ricevuto l’ordine del cliente attraverso lo shop online, questo viene trasmesso al team che, sulla base del pescato del giorno, prepara il pacco. Tutto il pesce ordinato viene confezionato in ATM (= atmosfera protettiva, una metodologia che permette di aumentare il periodo di conservazione dei prodotti alimentari) e successivamente trasportato su mezzi refrigerati in grado di garantire il rispetto della catena del freddo, ovvero una temperatura compresa tra 0-4°C, lungo tutto il tragitto. In questo modo il pesce mantiene la sua freschezza e le proprie caratteristiche organolettiche inalterate fino alla porta del suo destinatario.

 

Ordinare pesce online: crudo o cotto?

Il sito di Itty.Fish è sempre aggiornato con le proposte di pesce crudo e cotto del giorno, a seconda del pescato e della stagione.

Se sei una di quelle persone che ha tempo e passione di stare ai fornelli, ti suggeriamo di navigare tra le proposte di pesce fresco di giornata (dove trovi il pesce già pulito, eviscerato e sfilettato, pronto da cucinare). Se al contrario cucinare non è il tuo forte, ti invitiamo ad assaggiare le proposte di pesce già cotto, preparato con grande passione e attenzione secondo le ricette degli Chef di Itty.Fish.

Se invece appartieni per metà alla prima e per metà alla seconda categoria, puoi sempre acquistare ciò che più ti ispira nella loro pescheria online e provare a replicare a casa tua nuovi sapori seguendo le ricette pubblicate puntualmente sui loro canali Social (Facebook e Instagram).

 

 

Photo Credits: Itty.Fish

Internet può essere una formidabile riserva di informazioni, intrattenimento, comunicazione con persone conosciute e non. Ma può anche essere un luogo pieno di minacce, se ci si avventura al suo interno senza proteggersi adeguatamente. Infatti in rete si aggirano anche moltissimi truffatori a caccia del nostro denaro e dei nostri dati.

 

Ecco perché abbiamo deciso di raccogliere questi 5 consigli, che sono la base per muoversi online senza rischi (o quantomeno limitandoli moltissimo).

 

L’importanza dell’antivirus

Proprio come quando si esce di casa in inverno bisogna mettersi dei vestiti pesanti per evitare di ammalarsi, così quando navighiamo su internet dobbiamo dotare il nostro computer, tablet o smartphone di una, per così dire, sciarpa virtuale: l’anti-virus e/o anti-malware. Questi software, che possono essere gratuiti o a pagamento, riconoscono i programmi malevoli e sono in grado di neutralizzarli prima che danneggino i nostri dispositivi o rubino informazioni sensibili.

 

Usare la rete senza queste protezioni equivale a uscire in pieno inverno in bikini: il raffreddore è assicurato, e così anche il virus informatico. Alcuni esempi di anti-virus e anti-malware molto noti ed efficaci sono Avast, Malwarebytes, Kaspersky, Norton, McAfee.

 

 

Occhio al phishing

La realtà però è che proteggere i nostri dispositivi da software dannosi non è sufficiente. Spessissimo infatti i nostri dati e informazioni sensibili non ci vengono tolti tramite sofisticati strumenti digitali, ma ci vengono semplicemente chiesti, e noi li forniamo. Si chiama “phishing” ed è una pratica che consiste nell’ingannare un utente della rete perché consegni i dati, ad esempio, della carta di credito, o altre informazioni delicate.

 

Il phishing può avvenire via e-mail: ad esempio si riceve una mail della banca che dice che è necessario confermare i dettagli della propria carta di credito; o una mail da un amico che afferma di avere bisogno di soldi e di inviarglieli a un certo conto corrente. Ma sempre più truffatori oggi usano anche WhatsApp, Messenger e altri strumenti di messaggistica istantanea. Non comunicate mai i vostri dati sensibili in risposta a un messaggio o a una mail, e non fate bonifici senza aver parlato di persona con chi ve li chiede.

 

 

Acquisti online sì, ma in sicurezza

Negli ultimi anni l’e-commerce, cioè la pratica di fare acquisti online di oggetti o servizi, si è sviluppata moltissimo. Ma il problema è che quando le transazioni di denaro si svolgono tramite siti poco sicuri, i dati sensibili possono essere esposti a occhi malintenzionati. Per proteggersi da questa evenienza bisogna agire in due direzioni.

 

La prima è quella di rivolgersi solo a siti affidabili. Facciamo l’esempio di un settore particolarmente delicato, quello del gioco online, in cui esistono siti affidabili ma altri che lo sono molto meno. Bisogna scegliere solo casino online sicuri, selezionando quelli che sono autorizzati e regolamentati dalle autorità italiane (l’ADM, ex AAMS).

 

La seconda direzione da prendere è quella di utilizzare dei metodi di pagamento che proteggano i propri dati e i propri fondi, come ad esempio gli eWallet. Il più famoso è Paypal, e si tratta di portafogli virtuali che si interpongono tra i dati personali dell’utente e il sito da cui acquista. Altro metodo di pagamento sicuro sono le carte prepagate, come la Postepay.

 

 

Condividere con parsimonia

Su internet possiamo entrare in contatto con moltissime persone, e si tratta di uno strumento fantastico per fare nuove conoscenze. Ma attenzione alle informazioni e alle immagini che scegliamo di condividere. La regola è di non inviare mai via internet immagini che potremmo vedere cancellate in futuro o che potrebbero mettere in pericolo la nostra reputazione. Non solo perché la persona con cui siamo in contatto potrebbe usarle a scopi criminali (ad esempio per ricattarci) ma perché i suoi dispositivi (così come la piattaforma attraverso cui l’immagine è stata inviata) potrebbero essere hackerati.

 

 

Attenzione ai siti di streaming

Guardare film e serie tv in rete è una delle attività più divertenti che si possono fare online. E se crescono sempre di più gli utenti delle piattaforme a pagamento, come Netflix, aumentano anche coloro che si affidano ai siti di streaming gratuiti pirata. Apparentemente, questi siti offrono una quantità immensa di video senza pagare nulla, ma in realtà possono essere un tramite per virus, malware e altri software dannosi.

 

Usare internet in sicurezza dipende in gran parte da voi. Gli strumenti per proteggervi dai cybercriminali esistono, quindi fatene buon uso!

La tecnologia sta crescendo a una velocità tale che gli esperti di Marketing sono costretti a sviluppare pratiche sempre più innovative. Essere consapevoli delle tendenze emergenti è essenziale per rimanere al passo col mondo digital.

Quali sono allora i trend web e social per il 2020? Ecco una nostra previsione da cui trarre spunti e idee per lanciare il tuo business.

 

1. Social shopping su Instagram e Facebook

Instagram e Facebook offrono la possibilità di raggiungere il tuo target in modo rapido e semplice, accorciando il processo di vendita. Da anni infatti i Social Media sono diventati il posto ideale per pubblicizzare i propri prodotti online.
Tutto questo è stato facilitato quando, lo scorso anno, Instagram e Facebook hanno introdotto il tap shopping. Vedi un post con un paio di scarpe che ti piacciono? Toccandole appare la scheda prodotto con la possibilità di acquistarle dal sito web di riferimento.

 

2. I contenuti video e le dirette

Come ci insegnano le Stories di Instagram, WhatsApp e Facebook, i video sono stati un importante strumento di marketing digitale nel 2019 e continueranno ad esserlo per tutto il 2020

I video infatti sono la tipologia di contenuto che ha più engagement con il pubblico. Ti consigliamo quindi di non sottovalutarli e, anzi, di usarli per dare un’immagine precisa del tuo brand.

 

3. I chatbot intelligenti

Sebbene non siano ancora così efficienti da sembrare una persona reale, i chatbot basati sull’AI (intelligenza artificiale) offrono una grande opportunità per aumentare le vendite, poiché raccolgono contattiaiutano a dare rispostefanno risparmiare tempo e guidano i clienti alla conversione.

 

4. Il Content Marketing e la SEO

Premiati da Google e dalla SEO, perché forniscono la risposta migliore alle domande degli utenti, i contenuti di alta qualità consentono di mostrare le proprie competenze e autorevolezza.
Consigliamo pertanto di inserire testi utili e descrittivi, che aiuteranno il sito a posizionarsi meglio nei risultati di ricerca, e di mostrare un po’ della brand identity a chi ti legge.

Infine ricordati di utilizzare le pagine FAQ, utili per fornire una risposta alle query sempre più “umane” e contestualizzate di chi utilizza la ricerca vocale.

 

5. La realtà aumentata e i contenuti interattivi

Negli ultimi anni la realtà aumentata (che rappresenta il mondo arricchito di elementi virtuali) è diventata molto popolare, grazie ai filtri di Instagram e Snapchat.

Famoso, in ambito marketing, il caso di Ikea, che ha sviluppato l’APP IKEA Place, che consente agli utenti di visualizzare i mobili in catalogo direttamente negli ambienti di casa propria, ancora prima di acquistarli.

Amazon e-commerce: i vantaggi per l’impresa: iniziativa a ingresso libero e gratuito domani, martedì 19 marzo a Treviso

 

Parecchi è la risposta. Come dimostrano le tante esperienze di successo di chi ci ha provato e gli è andata bene.

 

Per scoprire il mondo dell’e-commerce, in particolare di Amazon, CNA in collaborazione con Fab Lab Castelfranco Veneto, nell’ambito del progetto camerale Connessi al Cambiamento 2019, ha organizzato un incontro sul tema domani, martedì 19 marzo alle ore 20.30, presso la sede di CNA Treviso (viale della Repubblica 154).

 

Relatore della serata sarà Stefano Grigoletti, consulente e formatore in Marketing e dal 2009 di Economia e Gestione delle Imprese alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Padova, che spiegherà la differenza tra e-commerce e marketplace, i criteri di scelta per orientarsi su uno o sull’altro, come si può promuovere e vendere on-line un prodotto o un servizio e, soprattutto, quali margini di guadagno ci sono.

 

A partire dalle 21.30, porteranno la loro testimonianza imprenditori che si sono addentrati con successo nel mondo del commercio online.

 

L’ingresso è gratuito. Iscrizioni sul sito: www.cnatreviso.it

Se cent’anni fa era il profumo di un dolce appena sfornato ad attirarci in un negozio di pasticceria artigianale, oggi è la foto di un foodblogger condivisa su Instagram a portarci nel sito e-commerce di un brand di prodotti alimentari. Ecco come sono cambiate le nostre abitudini d’acquisto

 

Le nostre abitudini d’acquisto stanno virando sempre più verso il digitale. Fare acquisti online, infatti, è diventato sempre più di moda. A confermarlo è un rapporto dell’Osservatorio eCommerce B2C promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, secondo cui quest’anno il valore degli acquisti online nel nostro Paese ha superato i 27,4 miliardi di euro, registrando un incremento del 6% rispetto al 2017.

 

Gli italiani in rete acquistano un po’ di tutto. Con un valore vicino ai 10 miliardi di euro (in aumento del 6%), è il settore turistico ad affermarsi per ora in cima alla classifica, seguito dal mondo informatico ed elettronico, che ha raggiunto i 4,6 miliardi di euro (con una crescita del 18%). L’abbigliamento si colloca subito dopo, con un valore attorno ai 3 miliardi di euro e un aumento pari al 20%. Non manca poi il settore arredamento e home living, che si sfiora quota 1,4 miliardi di euro, cui fa seguito il ramo Food & Grocery, che ha registrato un aumento del 34%.

 

Per avere un quadro completo della situazione, vediamo anche cosa succede al di fuori dei confini nazionali: la Cina detiene il primato per volume di vendite online, con un aumento del 17% rispetto al 2017, seguita da Stati Uniti e Regno Unito.

 

Stando alle previsioni, il 2018 dovrebbe chiudersi con un valore mondiale di acquisti online superiore ai 2.500 miliardi di euro: un aumento del 20% rispetto al 2017!

 

A spingere i consumatori ad acquistare online sono anche gli strumenti che la tecnologia mette a disposizione. Non solo il computer, nonostante rimanga il mezzo preferito, ma anche tablet e smartphone.

Alla luce di questi dati, sembrerebbe quindi che all’e-commerce di domani spetti un futuro sempre più roseo!

 

 

Fonte: Il Messaggero

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni